Dolore al polpaccio

INDICE

Il dolore al polpaccio è causato da un problema muscolare, patologie neurologiche, o problemi vascolari nella parte inferiore della gamba.

Il dolore si può verificare nel polpaccio destro o sinistro con le stesse probabilità.


Anatomia

Il polpaccio origina dietro al ginocchio e termina sulla parte posteriore della gamba, da qui inizia il tendine d’achille che scende sotto la caviglia e arriva al tallone.
È composto da tre muscoli detti tricipite surale.

È composto da:

  • Gastrocnemio mediale (interno) e laterale (esterno),
  • Soleo.Dolore,al,polpaccio

Il muscolo gastrocnemio ha due origini che sono su entrambi i lati della parte inferiore del femore, appena sopra il ginocchio.
Il gastrocnemio è un muscolo superficiale, appena sotto la pelle.
Il soleo è profondo, sotto al gastrocnemio.
Esso nasce nella parte superiore della tibia, appena sotto il ginocchio.
I due muscoli si uniscono a metà tibia per formare il tendine d’achille che si inserisce nella parte posteriore del tallone.

Cause del dolore al polpaccio

Lesione muscolare al polpaccio
Un strappo muscolare del polpaccio è la causa più frequente di dolore. Questo infortunio si verifica durante l’attività sportiva.
I sintomi più frequenti di uno stiramento al polpaccio sono i seguenti:

Durante l’infortunio, spesso lo sportivo ha la sensazione di un sasso che ha colpito il polpaccio.

Stiramento del gastrocnemio mediale
Il gastrocnemio mediale o interno è la parte del muscolo del polpaccio più predisposta allo stiramento.
Il dolore è localizzato nella zona colpita, si sente soprattutto nei primi 2/3 giorni, anche quando si cammina.
Nei giorni successivi i sintomi si presentano durante una contrazione o un allungamento del muscolo.

Strappo del muscolo plantare
Il muscolo plantare è una struttura sottile, fragile e piccola. Questo muscolo non è presente nel 10%-20% della popolazione.
Il plantare decorre lungo il gastrocnemio.
Il muscolo plantare si può stappare causando un dolore improvviso.

Rottura del tendine d’Achille
Il tendine di Achille collega i muscoli del polpaccio al tallone.
In caso di rottura del tendine d’Achille  il dolore nel polpaccio si sente nella parte inferiore della gamba e nella parte posteriore del tallone.

Cisti di Baker
La cisti di Baker non è una vera cisti ma è un accumulo di liquido nella zona posteriore del ginocchio.
Quando si accumula una quantità eccessiva di liquido, può causare dolore nella parte posteriore della gamba.
Tra le cause del ginocchio gonfio dietro all’articolazione ci sono:

Raramente, la cisti di Baker si può rompere causando l’entrata del liquido nei tessuti del polpaccio.

 

Operazione-al-menisco

Crampi alle gambe
I crampi alle gambe sono una causa frequente di dolore al polpaccio.
I sintomi sono:

  • Dolore intermittente soprattutto notturno,
  • Rigidità della caviglia,
  • Muscolo duro alla pressione.

Il calore allevia i sintomi.
Tutti possono avere dei crampi muscolari al polpaccio, soprattutto dopo la corsa o durante un allenamento di ciclismo.

Acido lattico
Tutti pensano che un accumulo di acido lattico causi dolori muscolari, in realtà non è così.
L’acido lattico è prodotto dal corpo durante gli esercizi sportivi intensivi.
La presenza di acido lattico provoca bruciore.
Tuttavia, l’acido lattico si riassorbe entro un’ora. L’indolenzimento muscolare dura circa 24-30 ore.
I medici hanno dedotto che lo sforzo eccessivo provoca microlesioni ai muscoli.

Frattura ossea, distorsione alla caviglia
La frattura della tibia o del perone o la distorsione alla caviglia (lesioni dei legamenti) causano dolori alle gambe.
Per distorsioni lievi si consiglia il trattamento RICE:

  • Riposo (Rest),
  • Ghiaccio (Ice),
  • Compressione (Compression),
  • Mantenere l’atro sollevato (Elevation).

Per una grave distorsione o frattura si deve mettere ghiaccio e consultare il medico. Il medico potrebbe consigliare di indossare un tutore.
La terapia fisica migliora la circolazione e velocizza il recupero.

Dolori di “crescita” nel paziente in età pediatrica
I bambini spesso hanno dolore agli arti inferiori durante la crescita, in particolare:

Il sintomo compare soprattutto di notte ed è un dolore intermittente, si sente solo in alcuni periodi.

Nervo intrappolato
La compressione dei nervi della gamba può causare:

  • Dolore urente,
  • Intorpidimento nel polpaccio,
  • Formicolio al piede.

Il nervo compresso può essere lo sciatico che origina dalla schiena, il tibiale (o sciatico popliteo interno) oppure il peroneo comune (o sciatico popliteo esterno).
La sciatalgia provoca un dolore più forte al risveglio di mattina, quando si piega la schiena in avanti.

Infezione
Durante un’infezione la cute diventa:

  • Rossa,
  • Dolente al tatto,
  • Gonfia,
  • Calda.

Il medico può prescrivere degli antibiotici. Chiamare il medico se i sintomi peggiorano o si alza la febbre.

Tumore
L’osteosacroma (tumore osseo) si può sviluppare a livello del ginocchio e della tibia, come le metastasi ossee.
In questo caso il dolore è persistente (anche da fermo) e negli ultimi stadi della malattia è accompagnato da sintomi gravi.

 

Disturbi vascolari (Vene e arterie)

Di seguito si riportano le cause più frequenti dei problemi di circolazione:

Arteriopatia periferica
Le pareti delle arterie nelle gambe si possono indurire (aterosclerosi). Se le arterie si restringono o si bloccano diminuisce il flusso sanguigno.
Ciò causa dolore alla gamba o crampi durante il cammino, quando si sale o scende dalle scale o altre attività.

Coagulo di sangue
Un coagulo di sangue è una causa frequente di dolore al polpaccio soprattutto quando il male non è causato da un infortunio.
I coaguli di sangue possono causare:

La maggior parte dei coaguli di sangue si verificano nella coscia o nel polpaccio.
La probabilità di avere coaguli è maggiore quando la persona:

  • Sta a letto per molto tempo,
  • È in sovrappeso,
  • Fuma,
  • Assume farmaci coagulanti.

Ciò causa gonfiore e dolore nel polpaccio.
Quando si sospetta un trombo, bisogna andare subito dal medico o al pronto soccorso. Gli emboli (pezzi di coaguli che si staccano) vanno nella circolazione e possono causare un’embolia ai polmoni o un ictus.

Trombosi venosa,coagulo,embolia polmonare

Flebite
Tra i disturbi della circolazione c’è anche la flebite, cioè l’infiammazione delle vene che si verifica soprattutto a livello del polpaccio.
Le cause sono:

  • La congestione del sangue,
  • Un trauma,
  • Lesioni,
  • Interventi chirurgici che impediscono alla persona di appoggiare il peso sulla gamba colpita, ecc.

I sintomi sono:

  • Forte dolore al polpaccio,
  • Rigidità,
  • Durezza al tatto.

Vene varicose.
Se le valvole e le pareti della vena sono deboli possono causare una vena varicosa che si manifesta con una colorazione blu o violacea della vena vicino alla pelle.
Le vene varicose possono causare dolore, soprattutto dopo lunghi periodi in piedi.
Si consiglia di indossare le calze ortopediche. Se le vene varicose provocano molto dolore, si deve consultare il medico sugli altri trattamenti.

 

Dolore ai muscoli del polpaccio durante la gravidanza

Cause di dolore al polpaccio durante la gravidanza

Il dolore muscolare al polpaccio è provocato da molte cause: la più frequente è l’aumento del peso.
La futura mamma aumenta di peso nel secondo trimestre.
Quando l’utero si espande, causa una pressione sui vasi sanguigni e sui nervi nelle gambe.

La conseguenza può essere una riduzione del flusso sanguigno o un dolore ai nervi della gamba.

 

Dolore al polpaccio durante la corsa

Cause di dolore polpaccio quando si corre:

  • Esercizio intenso,
  • Strappo muscolare,
  • Disturbi della circolazione,
  • Insufficiente riscaldamento,
  • Disidratazione,
  • Carenza di sali minerali,
  • Iper-pronazione del piede.

 


Dolore polpaccio mentre si cammina

Tra le cause ci sono:

  • Crampi,
  • Contrattura del muscolo,
  • Carenza nutrizionale.
  • Problemi di circolazione del sangue.

5 comments on “Dolore al polpaccio
  1. Tommaso ha detto:

    Salve, da ormai un mese ho dolore persistente al polpaccio sx. Tutto è cominciato dopo una corsa in cui avevo sentito un irrigidimento nella zona sotto i gemelli. Non pratico attività per qualche giorno, riprovo a correre ma il dolore è sempre presente, in misura minore,nella stessa zona,anche se diffuso.In accordo con fisioterapista faccio ecografia che nn evidenzia nessuna lesione muscolare o tendinea.A questo punto il fisioterapista consiglia risonanza lombare,sospettando il dolore venga dal nervo sciatico. Nel frattempo mi consiglia di non fermare completamente l’attività sportiva.Quello che mi chiedo è se sia possibile un problema del nervo sciatico originato dalla schiena, ma che si manifesta solo al polpaccio, considerato anche che non ho praticamente mai avuto problemi di sciatica.
    Grazie

  2. Marta,
    Per il polpaccio probabilmente è rimasta una contrattura.
    Per questo la cosa migliore sono i massaggi ed eventualmente la tecarterapia se non hai controindicazioni.
    Muovilo dolcemente più che puoi per far ripartire la circolazione e favorire la guarigione.

    Per il crampo, dato che di notte a letto non fai movimenti, la causa è probabilmente quello che hai mangiato la sera prima a cena.
    Prova a pensare a cosa hai mangiato, anche se è passato un mese, forse una pizza?

  3. Marta ha detto:

    Salve, un mese fa ho avuto un crampo notturno molto intenso.
    Il dolore è durato solo qualche giorno ma dopo due settimane ho iniziato a non riuscire a camminare bene (a distendere il polpaccio nella camminata).
    Ho messo la crema Voltaren 1% gel per circa 10 giorni ma continuo ad avvertire il polpaccio che tira quando cammino.
    Ho fatto quindi una ecografia del tessuto molle del polpaccio dalla quale non è risultata alcuna lesione dele fibre muscolari.
    Mi è stato prescritto Brufen 600, che sto prendendo da due giorni (una compressa la mattina e una compressa la sera, entrambe a stomaco pieno), ma ancora non vedo miglioramento.
    Il dolore lo sento solo se cerco di camminare, da ferma non ho dolore.
    Avverto irrigidimento dell’arto dal ginocchio in sotto e la scarsa circolazione del sangue.
    Cosa posso fare?

    Grazie infinite

  4. Gianluca,
    Io la prima cosa che farei è un trattamento manuale a livello muscolare per cercare dei trigger point attivi.
    Nel polpaccio li trovo quasi sempre.
    Se fosse una trombosi, dopo anni avresti avuto altre conseguenze.
    Prova ad andare da un bravo fisioterapista e speriamo che trovi la soluzione che hai atteso tanto tempo.

  5. Gianluca ha detto:

    Buongiorno,
    Ho un problema alla gamba /polpaccio destro ,
    Durante la corse a volte si indurisce e non mi permette di correre,
    sono anni che convivo con questo fastidio,
    Il dolore si sposta a volte è il polpaccio a indurirsi,a volte più sotto tra il tendine e l’attaccamento con il polpaccio,una volta il problema dal Perineo ,
    Cosa posso fare x risolvere definitivamente il fastidio ,
    Il problema si presenta solo durante la corsa, camminando, bici, palestra,o altro non si manifesta
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?