Ictus cerebrale ischemico o emorragico: sintomi e cause

Last updated on agosto 3rd, 2018 at 12:00 pm

L’ictus cerebrale (o stroke) è una patologia causata dalla riduzione del flusso sanguigno che arriva al cervello.

 

INDICE

 

Questa malattia si verifica quando il flusso di sangue è bloccato o si rompe un vaso sanguigno.

 

Classificazione dell’ictus cerebrale

Ictus cerebrale ischemico o emorragico

Ictus ischemico
L’ictus ischemico è più frequente, circa l’85% dei casi.
Essi sono causati dall’ostruzione completa delle arterie che portano il sangue nel cervello.
Generalmente colpisce gli anziani, ma si può verificare anche nei bambini e nei giovani.

Ictus emorragico
L’ictus emorragico si verifica quando un vaso sanguigno cerebrale si rompe. Ci sono due tipi di vasi sanguigni che si possono rompere e potrebbero causare un’ictus emorragico: gli aneurismi e malformazioni artero-venose (MAV).

Una malformazione arterio-venosa (MAV) è un’anomalia genetica di un vaso sanguigno.
Uno di questi vasi si può rompere causando un’emorragia nel cervello.
Un aneurisma è un rigonfiamento di un vaso sanguigno.
Se non si tratta, la parete dell’arteria si indebolisce finché si rompe.

L’ictus emorragico può essere di due tipi:

  • Con emorragia sub-aracnoidea
  • Con emorragia cerebrale.

Emorragia sub-aracnoidea: Le arterie vicino alla superficie del cervello (esterne alla membrana aracnoide) si rompono e il sangue riempie lo spazio tra del cranio e il cervello.

Emorragia cerebrale: I vasi sanguigni che sono nel cervello si rompono e danneggiano le cellule vicine.

 

Tipo di ictus in base alla localizzazione

  1. Posteriore quando si verifica sul circolo vertebro-basilare, cioè le arterie vertebrali o quelle basilari,
  2. Anteriore quando si verifica sull’arteria cerebrale media,
  3. Lacunare  quando colpisce solo un’arteria perforante e profonda,

L’ictus nella parte destra del cervello provoca dei sintomi nel lato sinistro del corpo.

Cos’è un TIA o attacco ischemico transitorio?
Il flusso di sangue al cervello si interrompe solo per un breve periodo di tempo.
I sintomi sono simili agli ictus ischemici.

Ictus Pontino
Il tronco cerebrale (la parte inferiore del cervello) si chiama Ponte.

Se il flusso di sangue si ferma solo per pochi secondi si possono verificare dei gravi danni alle cellule cerebrali.
Ci sono tre parti principali del sistema nervoso centrale:

  • Cervello,
  • Cervelletto,
  • Tronco encefalico.

Il cervello è la parte più grande parte del sistema nervoso centrale ed è diviso in due parti: emisfero destro e sinistro.

L’ischemia nella zona pontina è causata dalla mancanza di sangue nel tronco cerebrale.
Il tronco cerebrale controlla funzioni vitali come la respirazione, il battito cardiaco e la pressione sanguigna.
Un ictus nel ponte causa gravi problemi a queste funzioni.

 

Differenze tra un ictus e un attacco di cuore

Ictus: morte improvvisa di alcune cellule del cervello a causa della mancanza di ossigeno. Esso si verifica quando il flusso di sangue al cervello si blocca a causa di un’ostruzione o della rottura di un vaso sanguigno.

Attacco di cuore: mancanza o insufficienza di sangue al cuore.
Spesso l’infarto del miocardio è causato dall’occlusione o dall’ostruzione di un’arteria coronaria. Il sintomo principale è il dolore al petto.

 

Cause dell’ictus cerebrale emorragico o ischemico

Arteria basilare,vertebrale,cerebraleIctus ischemico
Circa l’85% degli ictus sono ischemici. Le ischemie si verificano quando le arterie del cervello sono ostuite da trombi o emboli. Ciò provoca una riduzione del flusso di sangue. Le ischemie sono causate da:

  • Trombi
    Si verifica quando un coagulo di sangue (trombo) si forma in un arteria che porta il sangue al cervello. Un coagulo è causato da depositi di grasso (placche) che si accumulano nelle arterie e provocano una riduzione del flusso di sangue (aterosclerosi).
    La fibrillazione atriale favorisce la formazione di coaguli e aumenta le probabilità di ictus.
    È stato scoperto recentemente che ci può essere una predisposizione genetica.
  • Emboli
    Si verifica quando un coagulo di sangue (lontano dal cervello) viaggia nel flusso sanguigno e si deposita nelle arterie dell’encefalo. Questo coagulo di sangue si chiama un embolo.

Ictus Emorragico
L’ictus emorragico si verifica quando un vaso sanguigno del cervello si rompe.
Le emorragie cerebrali sono causate da molte patologie dei vasi sanguigni come ipertensione arteriosa e gli aneurismi.

Anuerisma dell'arteria cerebrale media

Anuerisma dell’arteria cerebrale media

Una causa poco frequente di emorragia cerebrale è data dalla rottura di un vaso sanguigno malformato alla nascita.
Le emorragie cerebrali si possono verificare anche all’esterno del sistema nervoso centrale:


Emorragia cerebrale
Un’emorragia intracerebrale (o cerebrale) si verifica quando un vaso sanguigno nel cervello si rompe e il sangue entra in contatto col tessuto cerebrale circostante. La conseguenza è un danno ai neuroni.
Le cellule cerebrali sono senza ossigeno e possono morire.

Le patologie che causano un’emorragia cerebrale sono le seguenti:

  • Ipertensione arteriosa,
  • Traumi,
  • Malformazioni vascolari,
  • Farmaci anticoagulanti.

Emorragia subaracnoidea
In questa patologia si rompe un’arteria tra il cervello e il cranio (esterna alla membrana aracnoide).
Spesso la persona sente un forte e improvviso mal di testa.
Un’emorragia subaracnoidea è causata dalla rottura di un’aneurisma nel cervello. Dopo la fuoriuscita di sangue, i vasi nel cervello si possono dilatare e restringere in modo irregolare (vasospasmo).
I vasospasmi alterano il flusso di sangue all’encefalo e possono causare altri danni ai neuroni.

 

Attacco ischemico transitorio (TIA)

Un attacco ischemico transitorio (TIA) (chiamato mini-stroke) provoca sintomi simili a quelli di un ictus, ma spariscono completamente nel giro di qualche ora; spesso durano meno di cinque minuti.
Come un ictus ischemico, un TIA si verifica quando un coagulo riduce il flusso di sangue al cervello.

 

Segni e sintomi dell’ictus acuto

I sintomi dell’ictus si verificano improvvisamente e senza preavviso, i principali sono:

 


I sintomi dipendono dal lobo colpito dall’ictus:

  • Lobo frontale: causa problemi di movimento e della percezione del corpo nello spazio,
  • Lobo temporale: provoca disturbi che riguardano l’udito, linguaggio e memoria,
  • Lobo parietale: altera la capacità di percepire il corpo e il mondo circostante,
  • Lobo occipitale: Colpisce soprattutto la vista e può causare le allucinazioni visive.

 

Aree funzionali del cervello,lobo

 

Diagnosi dell’ictus cerebrale emorragico o ischemico

Esami in pronto soccorso
Il primo esame è una TAC. Essa mostra se c’è sanguinamento nel cervello. Questo test mostra se l’ictus è ischemico o emorragico.
Altri esami che si eseguono per un ictus sono:

Analisi del sangue:

  • Emocromo completo (CBC).
  • Glicemia,
  • Elettroliti.
  • Funzione epatica e renale.
  • Tempo della protrombina (misura quanto tempo impiega il sangue per coagulare).

Esami successivi

  • EcoDoppler carotideo,
  • Angiogramma per risonanza magnetica (MRA),
  • Angiogramma CT,
  • Angiogramma carotideo.

Se l’ictus è causato da un problema al cuore si eseguono:

  • Ecocardiogramma,
  • Monitoraggio Holter,
  • Test della telemetria.

Gli studi affermano che i fattori di rischio per le malattie cardiache sono importanti anche per prevenire un ictus.
Un ictus fulminante può essere mortale.
La mortalità aumenta quando la persona ha la febbre dopo un ictus.
Spesso un problema cardiaco causa una patologia cerebrale.
Molte persone che hanno un ictus hanno anche una malattia dell’arteria coronaria.

 

Ictus cerebrale ischemico o emorragico: sintomi e cause ultima modifica: 2014-10-18T07:38:29+00:00 da Dr. Massimo Defilippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Medica  –  What Do You See?