Dolore al gluteo

INDICE

Il dolore al gluteo è un problema fastidioso che disturba le attività quotidiane come stare seduti a leggere il giornale, camminare, praticare sport, pedalare in bicicletta ecc.

Il male può essere un dolore sordo e costante oppure improvviso e lancinante.
Il dolore al gluteo complica alcune semplici attività come mettere le calze, allacciare le scarpe, raccogliere oggetti ecc.

Alcune persone percepiscono più male durante la notte e non riescono a dormire.
Altri individui sentono il fastidio alla mattina.

I sintomi principali sono il dolore e la rigidità dei muscoli che rendono l’area molto sensibile al tatto.
Uno strappo muscolare si può presentare sotto al gluteo, ma è quasi impossibile nei muscoli interni alla natica.


 

Cause di dolore al gluteo

Il dolore al gluteo è un sintomo di molte malattie: dallo stiramento muscolare alla compressione del nervo.
Si potrebbero manifestare dei dolori anche nella regione della spina dorsale lombo-sacrale.

Lombosciatalgia
Il nervo sciatico è il nervo più lungo del corpo umano: origina nella colonna vertebrale, attraversa la natica e scende negli arti inferiori. Sciatica è il termine che si usa per descrivere il dolore generato dalla compressione o irritazione di questa struttura nervosa.
Il male causato dalla lombosciatalgia è continuo, si percepisce una forte sensazione di bruciore che si può irradiare verso il basso nel sedere e all’esterno della gamba.
Insieme al dolore si può sentire formicolio o intorpidimento della gamba e del piede.
La postura seduta prolungata peggiora il dolore sciatico.

Ernia del disco
L’ernia discale è una sporgenza di una piccola parte del nucleo polposo interno dei dischi intervertebrali.
I dischi sono “guarnizioni” di cartilagine che attutiscono gli urti.
Lo strato interno di questi dischi si chiama nucleus (nucleo polposo), mentre lo strato esterno si chiama come anulus fibroso (anello fibroso o corona circolare).
Quando si verifica una lesione dell’anulus, una piccola porzione del nucleo polposo esce fuori, comprime e irrita i nervi circostanti che provocano dolore.
L’ernia del disco causa una lombosciatalgia, quindi dolore lombare che si irradia fino al piede.
I sintomi sono:

  1. Mal di schiena e dolori alle gambe fino al piede,
  2. Perdita di forza,
  3. Perdita si sensibilità,
  4. Formicolio,
  5. Perdita dei riflessi tendinei,
  6. Incontinenza (rara).

Questo disturbo colpisce un solo lato, non è quasi mai bilaterale.
Il dolore è costante, ma è peggiore la mattina perché durante la notte il disco intervertebrale assorbe il liquido (come una spugna) e quindi aumenta di volume.
La conseguenza è una maggior pressione sul nervo.
Il dolore è peggiore quando si corre, mentre migliora quando il paziente si siede.

Sindrome del piriforme
Il muscolo localizzato nella zona profonda del sedere si chiama piriforme.
L’origine è sul sacro (vertebra S2/S3) e l’inserzione è sul grande trocantere del femore.
La sindrome del piriforme è una patologia in cui il muscolo comprime e irrita il nervo sciatico. Si percepisce dolore nella zona inferiore e posteriore della schiena, nella regione lombare, all’anca e alla natica.
La sindrome del piriforme si verifica a causa di uno squilibrio posturale o un trauma.
Il dolore si sente soprattutto da seduto e di notte a letto quando si ruota da un fianco all’altro.
Il piriforme può causare dolore in due modi:
1. In caso di trigger point attivo (contrattura in un punto specifico del muscolo) il dolore si avverte nel gluteo e lungo la parte posteriore della coscia fino al ginocchio (dietro);
2. Se il piriforme comprime e causa l’infiammazione del nervo sciatico può provocare una sciatalgia con dolore, formicolio e intorpidimento che si estendono fino al piede.

piriforme,grande gluteo,medio,piccolo

Questa sindrome colpisce quasi sempre il gluteo sinistro perché il corpo non è simmetrico. La conseguenza è che l’osso sacro e il bacino hanno una rotazione che provoca tensione sul piriforme di sinistra.
I pazienti con la sindrome del piriforme hanno spesso dolore anche all’inguine.

Disfunzione dell’articolazione sacro-iliaca
Il dolore causato dalla disfunzione della sacro-iliaca è una malattia grave.
Questa patologia causa dolore sia al sedere che alla zona lombare.
Le articolazioni sacro-iliache si trovano nella parte inferiore della schiena su entrambi i lati della spina dorsale.
L’infiammazione della sacro-iliaca e dei legamenti circostanti causano dolore al sedere.
Le persone con questa malattia sentono un male intenso quando camminano.
Dopo il 5° mese di gravidanza, le donne incinta possono avere dolore nella zona lombare e nel bacino a causa del peso del bambino e per la maggior flessibilità dei legamenti.

Punti trigger
I punti trigger sono zone puntiformi nelle quali si sente un nodulo molto doloroso alla palpazione. Quando si preme sul nodulo si percepisce del dolore in un altro distretto, ad esempio quando si spinge su un trigger point nel soleo (muscolo del polpaccio) si potrebbe avvertire male al gluteo.

Muscoli glutei
I tre muscoli principali della natica sono il grande, medio e piccolo gluteo. Il gluteo è il muscolo più grande del corpo e alcuni autori sostengono che è anche il più forte. Tutti i muscoli possono causare dolore e problemi tendinei nella natica.
Ci sono molti punti trigger all’interno di questi tessuti muscolari che causano dolore all’interno della natica o in tutto il sedere.
Ci sono 3 trigger point nel grande gluteo, 3 nel medio e 7 nel piccolo gluteo.

Tendinopatia del bicipite femorale
Questa patologia provoca un forte dolore al gluteo in basso, soprattutto in posizione seduta. La malattia è anche nota come tendinite del bicipite femorale prossimale o tendinite del bicipite femorale alta.
La causa del dolore è un’infiammazione dell’origine dei muscoli del bicipite femorale (tuberosità ischiatica). Il dolore si manifesta nella natica inferiore e nei pressi dell’osso pelvico. Il male nel sedere è molto forte al pari del mal di denti.

Borsite
Una borsa è una struttura anatomica composta da liquido sieroso. Il suo scopo è ridurre l’attrito quando i muscoli passano attraverso altri muscoli, ossa, articolazioni o legamenti.
Le strutture che “strofinano” tra loro si possono infiammare e causare dolore. Le due principali borse nella zona gluteo sono la borsa trocanterica (nella zona laterale) e la borsa ischiatica (in basso).
La borsite può colpire il gluteo destro, quello sinistro o entrambi.

Dolore al coccige
Le persone con questa patologia sentono male alla base della colonna vertebrale, appena sopra l’ano. Il dolore si percepisce nei legamenti che mantengono in asse il coccige. Il dolore può essere lieve oppure grave.
Può creare dei problemi durante certe attività della vita quotidiana, per esempio andare in bici.

Legamento ilio-lombare
Questo legamento si trova nella parte alta del gluteo ed è poco resistente.
Esso collega il rachide lombare all’ilio. Il legamento Ilio-lombare si palpa dietro le fossette di venere nella parte postero-inferiore della schiena.
Una tecnica di stretching per questo legamento è riportata in seguito: si fa sedere il paziente per terra con le gambe aperte, una distesa e una piegata.
Si inclina il tronco nel senso di un arto inferiore cercando far avvicinare il più possibile il naso al ginocchio.
Alcuni esperti affermano che questo dolore può essere confuso con la sciatalgia.


 

Malattie che causano dolore al gluteo
Il dolore al gluteo è causato dalle seguenti malattie:

1. Ascesso anale: cavità infetta e piena di pus vicino all’ano,
2. Ragadi anali: piccolo ulcera nella mucosa anale,
3. Artrite dell’anca,
4. Tumore osseo nel bacino (causa dolore diurno e notturno),
5. Sindrome compartimentale: malattia in cui la pressione interna ai muscoli riduce il flusso di sangue ai nervi, tendini e muscoli),

6. Fibromialgia: è una malattia cronica che causa dolore, rigidità e fragilità in muscoli, tendini e articolazioni,
7. Emorroidi: vene gonfie e infiammate nell’ano o nel retto,
8. Cisti pilonidale: tumore benigno che si forma sul coccige: si può infettare e riempire di pus,
9. Prostatite: l’infiammazione della prostata può causare dolore al gluteo, all’osso sacro e all’inguine.
Dolore al gluteo10. Sciatica: bruciore, male o fastidio ai glutei e lungo la parte posteriore della gamba a causa della compressione del nervo sciatico.
11. Herpes zoster: malattia dolorosa del nervo causata dal virus della varicella,
12. Stenosi spinale: il restringimento del canale spinale crea una pressione sul midollo spinale o sui nervi.
13. Nevralgia del pudendo: causa dolore urente lungo il decorso del nervo, quindi può colpire il testicolo, la vagina e il gluteo nella zona vicino all’ano.


 

Quali altri sintomi si verificano con dolore al gluteo?

Il dolore al gluteo si manifesta con molti sintomi come ad esempio:

  • Lividi,
  • Movimento limitato della schiena,
  • Movimento limitato dell’anca,
  • Difficoltà nel cammino (zoppicare),
  • Dolore lombare,
  • Debolezza muscolare,
  • Intorpidimento muscolare,
  • Dolore al fianco destro o sinistro, gambe o inguine,
  • Gonfiore (edema) delle natiche,
  • Variazioni di temperatura,
  • Sensazione di bruciore.


 

Terapia per il dolore al gluteo

Il trattamento si basa sulla cura della patologia che provoca il male.
In caso di infortunio recente nella zona del gluteo, il riposo e l’applicazione di ghiaccio dovrebbero far passare il dolore in due giorni.
Se ciò non avviene, si deve consultare il medico.
Il dottore accerta la causa partendo dalla storia clinica del paziente, conducendo esami fisici e alcuni test di laboratorio come radiografia, TAC e risonanza magnetica.
Se il muscolo piriforme è contratto, si può applicare del calore sulle natiche per rilassare la muscolatura.
Una causa di male alla schiena è l’errata postura.
La correzione della postura dà un sollievo immediato al gluteo.

Quando il corpo è disallineato, l’articolazione sacro-iliaca si corregge con l’aiuto della fisioterapia.
Una volta che il dolore all’anca cala, si sconsigliano degli esercizi di stretching muscolare.
Il piriforme non si allunga e non guadagna elasticità ma potrebbe iniziare a fare male di nuovo.
Ciò allunga i tempi di recupero.

In caso di ernia del disco o lombosciatalgia bisogna evitare la corsa e alcuni esercizi in palestra come lo squat e la leg press.
Naturalmente sono controindicati gli sport come il tennis, pallavolo, basket, ecc.
Il nuoto è indicato solo se non provoca dolore, meglio come prevenzione.


 

Rimedi naturali per il dolore al gluteo

Molti medici consigliano lo stretching con la flessione della colonna vertebrale oppure lo stretching del piriforme, in realtà questo esercizio non migliora la situazione, ma può aggravare il dolore a breve termine.
Lo stretching può alleviare il dolore che proviene dal legamento ileolombare.

L’automassaggio del gluteo si effettua sedendosi sulla pallina da tennis e muovendo il bacino avanti e indietro.
Questo massaggio può alleviare il dolore della sindrome del piriforme.

In caso di ernia del disco, la terapia manuale più indicata è il metodo mckenzie.