Vuoi sapere perché non il dolore e gli altri sintomi non passano?
Te lo spiego subito:
Perché compri delle terapie invece di investire sulla salute.
Quando ho iniziato a fare fisioterapia ero avvilito perché io mi aspettavo di guarire i pazienti e in realtà alcuni guarivano, ma molti non guarivano.
Ed è stressante non sapere perché continuavano ad avere dolore.
Ma la cosa peggiore è che non sapevo neanche perché alcuni guarivano.
Eh, il dolore non funziona come nelle pubblicità che spalmi la cremina antinfiammatoria e la schiena si sblocca magicamente.
Poi, Negli ultimi anni c’è stata una rivoluzione in fisioterapia.
Negli ultimi anni c'è stata una rivoluzione in fisioterapia
Prima lavoravamo sui sintomi, ora grazie a internet sono arrivate in Italia tante tecniche, esercizi, terapie manuali che ci hanno permesso di agire sulla causa.
Ora, ho risolto i miei problemi di salute e ho migliorato tantissimo i risultati con i pazienti perché ho cambiato approccio.
Cioè ho iniziato a pensare:
  • Al perché viene il dolore,
  • A quali alterazioni nel corpo provocano realmente il dolore.
Si perché ci sono tantissime false credenze in medicina.
Infatti, spesso si cura qualcosa che non provoca il dolore.
Ora, fai attenzione perché ti spiego qualcosa che nessuno ti dice:
Tu pensi di soffrire a causa di alcune alterazioni anatomiche (artrosi, ernie calcificazioni) che in realtà sono semplicemente le conseguenze di uno squilibrio posturale.
Tutti hanno l’artrosi, anche chi non ha dolore.
Allora perché quando vediamo l’artrosi dimentichiamo che il dolore al ginocchio o all’anca può essere causato da tanti altri motivi e smettiamo di cercare la causa?
Non passa giorno che io non riceva dei messaggi che contengono questi due elementi:
Ma gli esami non fanno la diagnosi, servono solo a escludere le cause gravi.
Gli esami non fanno la diagnosi

La diagnosi si fa con la visita medica, il dottore:

  • Analizza la storia clinica,
  • Sente la consistenza dei tessuti,
  • Controlla l’ampiezza di movimento

Nessun esame può darti queste informazioni.

Poi l’esame non sa quando è iniziato il dolore, cos’è successo, ecc.
E come fa a trovare una zona del corpo che riceve meno sangue?
Non dico un arteria che non funziona, ma le piccole arteriole e i capillari che potrebbero essere schiacciati e quindi portano meno sangue.
Stessa cosa può succedere a dei piccoli nervi o terminazioni nervose.
Come fa a mostrarli?
Allora perché tutti pensano che un esame di poca utilità possa permetterci di capire l’origine del dolore?
Non lo so, ma io non sono mai stato convinto perché ci sono troppe cose che non tornano.
E se il dolore fosse causato da intolleranze alimentari o effetti collaterali dei farmaci?
Sicuramente l’esame non ce lo dice, dobbiamo essere noi a scoprirlo.
Per questo dico sempre: non affidare la tua salute a un altra persona, prenditi cura di te stesso, eventualmente con una guida.
Ora ti dico un’altra cosa fondamentale.
In pratica, quello che ho scoperto in tanti anni di attività pratica, studio e test su di me per risolvere i miei problemi personali di salute.
Oggi io penso che per guarire dalle malattie (non dalle urgenze come infarto, fratture gravi o altri disturbi urgenti) bisogna concentrarsi su 3 elementi:
Ti spiego perché:

Alimentazione e dolore

L’alimentazione può causare dolore anche muscolo scheletrici?
Non ci credi? Chiedilo per esempio a chi soffre di gotta.
Ma ti posso assicurare che può capitare a tutti.
Alimentazione e dolore
Molti hanno dolori muscolari a causa dell’intolleranza a:
  • Latticini,
  • Glutine.
Per esempio, io ho avuto l’artrite alle 3 falangi delle dita quando mangiavo alcuni alimenti.
In particolare:
  • Molte mandorle,
  • Abbastanza tonno.
Le mandorle contengono molti omega 6 che non sono gli omega 3, ma favoriscono le infiammazioni.
Il tonno perché contiene istamina, anche se secondo alcuni la causa potrebbe essere il contenuto di mercurio.
Avendolo provato su di me ti posso assicurare che il legame c’è ed è importante.

Esercizi specifici per il dolore e la postura

Spesso i giovani fanno degli esercizi in palestra per avere dei muscoli più grossi.
Il problema è che rinforzano dei muscoli che possono causare dolore, per esempio:
  • Pettorali,
  • Deltoidi,
  • Retto addominale,

Esercizi specifici per il dolore e la postura

Per stare bene bisogna rinforzare i muscoli più profondi, muscoli che non si vedono e che spesso non si conoscono.
Ma sono quelli che stabilizzano le articolazioni e permettono una buona coordinazione.
In pratica, se questi sono forti e li usiamo spesso, evitiamo di sovraccaricare gli altri.
Inoltre, la postura migliora perché non abbiamo degli squilibri.

Terapia manuale per il benessere

Certo, se lavorassimo in campagna, senza stress e facendo attività fisica quotidiana, forse potremmo farne a meno.
Invece oggi tutto è portato all’eccesso:
  • Stress,
  • Sedentarietà,
  • Sport agonistico,
  • Vizi.
Questo provoca delle rigidità nel tessuto connettivo (un tessuto che unisce ogni organo del corpo, dalla testa ai piedi e alla mani).
Questa rigidità non blocca solo i movimenti.
Infatti, il tessuto connettivo circonda vasi sanguigni e nervi,
Quindi:
  • Può schiacciare le arterie e le vene diminuendo il flusso di sangue,
  • Può interferire con l’attività dei nervi.
Le conseguenze?
Ebbene si, anche il malessere.
Secondo me la cura di sé stessi dovrebbe portare al benessere, che vale più di qualunque cosa.
Come facciamo a raggiungere i nostri obiettivi se siamo arrabbiati dalla mattina alla sera? Se abbiamo dolore, se non ci concentriamo, se siamo senza energia?
Molti pensano che dipenda tutto dalle nostre idee e convinzioni.
Io invece sono d’accordo con i latini che dicevano:
Mente sana in corpo sano (Mens sana in corpore sano )
Terapia manuale per il benessere
Per questo, con la terapia manuale sciolgo le rigidità e permetto al corpo di funzionare meglio.
In questo modo, il nostro organismo può auto-curare molti disturbi di cui la medicina non conosce l’origine, per esempio:
Riflettici.
Se domani il tuo sangue riprendesse a circolare bene, dormissi meglio, avessi più concentrazione, più energie e meno vizi …. come cambierebbe la tua vita?

La mia storia

Quando mi sono laureato nel 2008 ho iniziato a lavorare e mi sono accorto subito che qualcosa non quadrava.
Cioè io pensavo di guarire i pazienti con quello che mi avevano insegnato all’università.
Invece?
Una delle docce più fredde mai fatte!
Io facevo le terapie “antinfiammatorie” con i macchinari di fisioterapia: TENS, ultrasuoni, ecc.
Mi aspettavo dei miglioramenti. che spesso non arrivavano.
Da lì ho capito che qualcosa non quadrava.
Quindi, ho iniziato a fare corsi su corsi, leggere libri su libri finché oggi ho finalmente trovato delle spiegazioni.
Ho finalmente capito i reali motivi del dolore.
Ho sviluppato un mio metodo per sciogliere le rigidità e le tensioni che mantengono il dolore anche per tanto tempo.
E sono passato da fisioterapista avvilito a fisioterapista soddisfatto.

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera