La sindrome da conflitto alla spalla (o impingement sub-acromiale) è una sindrome dolorosa che consiste nella compressione del tendine del muscolo sovraspinoso:

  • Durante il movimento di elevazione del braccio,
  • Nella fase di ritorno alla posizione di riposo.

Nella maggior parte del corpo, le ossa sono circondate da muscoli.

Invece, nella spalla i muscoli e i tendini sono circondati da ossa.

E quindi?

Se tocchi la parte superiore della spalla, puoi sentire l’osso immediatamente sotto la pelle (acromion).

Cuffia dei rotatori

Sotto l’acromion c’è la cuffia dei rotatori, un gruppo di muscoli e tendini che usiamo per quasi tutti i movimenti del braccio:

  • Sovraspinoso,
  • Sottospinoso,
  • Piccolo rotondo,
  • Sottoscapolare.

La cuffia dei rotatori è inserita tra:

  • L’osso del braccio,
  • La parte superiore della spalla (acromion).

Anatomia della spalla e sindrome da conflitto

Questa posizione unica di muscoli e tendini tra le ossa favorisce lo sviluppo della sindrome da impingement (eventualmente con la borsite della spalla e la tendinite della cuffia dei rotatori).

A complicare tutto ci si mette anche il gonfiore.

Cioè?

Quando la cuffia dei rotatori è infiammata, si gonfia.

Dato che la cuffia dei rotatori è circondata da ossa, il gonfiore non si può distribuire intorno.

Questo perché è bloccato dalle ossa.

Qual è la conseguenza?

La pressione all’interno del tendine aumenta, comprimendo i capillari (piccoli vasi sanguigni) e riducendo il flusso sanguigno.

Quando il flusso sanguigno è ridotto, il tendine inizia a sfilacciarsi perché:

  • Non riceve abbastanza ossigeno e nutrienti,
  • Si accumulano le scorie che non sono espulse attraverso il circolo venoso.

In passato si parlava di periartrite per indicare questo disturbo della spalla, ma ne comprendeva anche altri come la borsite ecc.

 

Chi colpisce?

L’impingement colpisce sportivi, casalinghe oppure operai che lavorano con il braccio elevato sopra la spalla:

  • Pallavolisti,
  • Lanciatori,
  • Nuotatori,
  • Imbianchini.

 

Fattori di rischio della sindrome dal conflitto della spalla

Fattori di rischio della sindrome dal conflitto della spalla

Lo strozzamento dei tendini non è dovuto esclusivamente alla vicinanza tra omero e acromion, bensì ad altre cause che riducono lo spazio subacromiale:

  • L’infiammazione dei tendini,
  • La forma dell’acromion,
  • La borsite.

In caso di tendinite, si può notare un ispessimento del tendine dovuto al sovraccarico funzionale, questo riduce lo spazio tra acromion e omero.

Spesso, i soggetti anziani colpiti da sindrome da conflitto presentano un acromion uncinato (a rostro) o incurvato verso il basso.

Inoltre, può aumentare lo spessore di questo osso, quindi si riduce lo spazio tra:

  • La scapola,
  • L’omero.

In questa situazione si riduce lo spazio subacromiale in cui scorre il tendine del sovraspinato.

Inoltre, si possono formare delle calcificazioni nella parte anteriore e inferiore del legamento coraco-acromiale.

Cioè un legamento che si trova tra:

  • L’acromion,
  • Il processo coracoideo (nella parte anteriore della spalla).

Questa calcificazione può diminuire il volume a disposizione del tendine del sovraspinoso.

Quindi è tra le cause primarie del conflitto.

La borsite subacromiale è l’infiammazione della borsa sinoviale compresa tra:

  • Acromion,
  • Testa omerale.

L’ispessimento di questa struttura produce una pressione anomala sui tendini della cuffia dei rotatori.

 

Classificazione dell’impingement o sindrome da conflitto

Classificazione dell'impingement o sindrome da conflitto

Esistono delle suddivisioni in 3 stadi di gravità dell’impingement in base alla progressione della malattia.

  • Nel primo stadio si nota solo un infiammazione acuta della borsa sinoviale o dei tendini della cuffia dei rotatori, con limitazione nei movimenti.
  • Nel secondo stadio è presente la degenerazione del tendine con eventuale lesione parziale accompagnata da versamento di liquido infiammatorio. In questa situazione si avverte molto dolore e la funzionalità della spalla è ridotta.
  • Nell’ultima fase si verifica la rottura completa della cuffia dei rotatori, il più colpito è sempre il sovraspinoso.

Lesione della cuffia dei rotatori e impingement

La rottura del tendine di un muscolo della cuffia causa un processo di retrazione e allontanamento dei monconi, oltre a:

  • Atrofia o riduzione del volume del sovraspinoso,
  • Degenerazione del muscolo.

 

Quali sono le cause della sindrome da impingement?

Generalmente, la gente pensa che l’origine della sindrome da conflitto sia il sovraccarico, cioè i lavori che si svolgono.

Quanta gente dice: eh, questa spalla ha lavorato tanto!

Tuttavia, non si considera che la spalla opposta potrebbe aver lavorato circa allo stesso modo.

Oppure che tante altre persone lavorano molto con le braccia, senza sviluppare questo disturbo.

Quindi?

Cause della sindrome da impingement

Si tratta di un problema funzionale, cioè la spalla non funziona come dovrebbe.

Cosa significa che il funzionamento non è corretto?

La posizione delle ossa dipende dalla tensione di:

  • Muscoli,
  • Tessuto connettivo.

Se alcune di queste strutture sono rigide e altre sono deboli e allungate, le conseguenze possono essere:

  • La posizione delle ossa non è corretta,
  • Le ossa non si muovono abbastanza o non sono coordinate tra loro, in particolare la scapola e l’omero (osso del braccio).

La spalla è molto complicata perché ci sono tanti muscoli che contribuiscono al suo movimento.

Infatti, per avere molta mobilità, è formata da:

  • Scapola (che non è fissata ad altre ossa del tronco),
  • Clavicola,
  • Omero.

Inoltre, ci sono muscoli che

Se le 3 ossa della spalla non sono coordinate durante i movimenti, ci può essere uno schiacciamento del sovraspinoso e della borsa subacromiale durante i movimenti.

Questo può avvenire nei seguenti casi:

  1. La scapola non ruota abbastanza verso l’alto quando si solleva il braccio,
  2. La testa dell’omero (parte superiore del braccio) è spinta in alto o in avanti rispetto alla scapola,
  3. Accorciamento della capsula articolare (l’involucro fibroso che contiene l’articolazione della spalla).

 

 

Quali sono i sintomi della sindrome da conflitto della spalla?

Sintomi della sindrome da conflitto della spalla

Tra i sintomi ci sono:

  • Dolore alla spalla, generalmente si sente a metà del braccio, nella parte esterna (laterale), in pratica all’inserzione del deltoide,
  • Dolore notturno,
  • Difficoltà ad eseguire alcune attività quotidiane,
  • Debolezza muscolare,
  • Rigidità.

I sintomi di impingement possano insorgere in seguito a un trauma.

Tuttavia, di solito il dolore si sviluppa gradualmente per un periodo di settimane o mesi.

Il dolore si sente nella parte superiore della spalla, davanti o di lato.

Inoltre, si irradia spesso a metà del braccio, nella parte esterna.

I pazienti di solito si lamentano del dolore durante la notte, soprattutto dormendo:

  • Sulla spalla colpita,
  • Con il braccio sopra la testa ().

Le normali attività quotidiane diventano dolorose, per esempio:

  • Pettinarsi,
  • Allungarsi per prendere un oggetto in un armadio.

Il paziente può riferire anche:

  • Debolezza,
  • Rigidità.

Di solito questo dipende dal dolore (Koester et al. – 2005)

Se l’impingement è la conseguenza di una tendinite cronica, il dolore si presenta nei movimenti di:

Elevazione dell’arto superiore sopra il livello della spalla,

Rotazione interna ed esterna.

In presenza di un importante rigidità, il mancato uso della spalla provoca atrofia muscolo-tendinea e aderenze che peggiorano il quadro clinico.

 

Come si effettua la diagnosi?

Come si effettua la diagnosi

Per effettuare la diagnosi di sindrome da impingement è necessario un esame clinico da parte del medico.

In questa visita deve controllare:

  • La storia clinica,
  • La postura del paziente
  • I movimenti liberi e quelli limitati,
  • La forza dei muscoli della spalla.

Inoltre, esegue alcuni test:

  • Neer,
  • Yocum,
  • Jobe,
  • Hawkins.

Infine può prescrivere degli esami o una visita specialistica.

Il medico specialista che si occupa di questo problema può essere:

  • L’ortopedico,
  • Il fisiatra.

I test di Neer e Hakwins sono considerati fondamentali per la diagnosi da Papadonikolakis et al. (2011).

Guarda il test di Neer per l’impingement

Guarda il test di Hawkins

Tuttavia, come spesso accade, gli scienziati non sono tutti d’accordo.

Infatti, Hegedus et al. (2008) ritengono che questi test non siano utili per diagnositcare la sindorme da Impingement subacromiale.

 

Esami per la sindrome da conflitto subacromiale

Esami per la sindrome da conflitto subacromiale

Il medico può prescrivere:

Lo scopo è quello di valutare lo stato dei tendini e della borsa sinoviale.

La causa della sindrome da conflitto dipende dall’età:

  • Generalmente, gli sportivi giovani con dolore subacromiale (sotto l’acromion) hanno un quadro di tendinite o instabilità,
  • Negli adulti si può verificare soprattutto in caso di traumi,
  • Negli anziani è più facile vedere una rottura completa di almeno un tendine della cuffia dei rotatori.

Anche se l’anziano non ha avuto traumi, può avere un lento sfilacciamento del tendine.

Gli esami strumentali sono necessari per escludere le patologie più gravi come quelle oncologiche, ma non può essere l’unico mezzo per fare diagnosi.

Infatti un esame è limitato perché mostra una situazione:

  • Statica,
  • In un momento in cui non si sente dolore,
  • Non mostrano la consistenza dei tessuti (contratture, rigidità, ecc.).

Secondo le linee guida, gli esami si prescrivono 6 settimane dopo la comparsa dei sintomi, se non sono già passati.

Cosa fare? Qual’è la terapia più adatta?

Terapia per la sindrome da conflitto

La prima terapia di scelta è conservativa, cioè il medico prescrive:

  • Farmaci,
  • Fisioterapia.

Nel trattamento della spalla dolorosa con borsite o tendinite acuta si inizia con la fisioterapia per abbassare l’intensità del dolore.

Ci sono diversi studi che mostrano l’inefficacia delle terapie strumentali:

Tuttavia, questi studi sono datati, quindi si utilizzavano dei macchinari superati.

Inoltre, dato che la sindrome da conflitto può avere diverse cause, una terapia standard per tutti non può essere considerata valida secondo me.

Appena il paziente è in grado di effettuare alcuni esercizi in palestra, si inizia il lavoro di potenziamento muscolare, rinforzando:

  • I muscoli rotatori interni ed esterni della spalla (cuffia dei rotatori),
  • Il trapezio medio.

MUSCOLI DA ALLUNGARE

Invece bisogna fare degli esercizi per allungare e rilassare altri muscoli, in particolare:

  • Il deltoide,
  • Il bicipite.

 

Le terapie manuali sono utili per :

  • Allineare correttamente l’articolazione;
  • Sciogliere le contratture che influiscono sul movimento della spalla;
  • Eliminare le aderenze del tessuto connettivo che possono alterare il movimento dato che irrigidiscono una parte del corpo.
Intervento chirurgico,sindrome da conflitto,impingement,bursectomia,acromionplastica

© alamy.com

La manipolazione miofasciale è una terapia manuale molto efficace nel trattamento della sindrome da conflitto della spalla.

 

Terapia medica

Per il dolore acuto, il medico può prescrivere degli analgesici o antidolorifici al bisogno.

L’iniezione subacromiale con corticosteroidi è indicata per sintomi persistenti o ricorrenti.

Quindi, in caso di infiammazione cronica resistente ai trattamenti conservativi, dopo alcuni mesi, lo specialista può consigliare tre infiltrazioni locali di cortisone.

Un eventuale calcificazione non si elimina con la fisioterapia, nemmeno con le onde d’urto, solo il chirurgo può scioglierla o romperla.

L’obiettivo della fisioterapia è ridurre il dolore, anche in presenza di calcificazioni.

Inoltre serve per recuperare il movimento se è limitato.

Intervento chirurgico per la sindrome da conflitt

L’intervento chirurgico per la lesione della cuffia dei rotatori non dà risultati migliori del trattamento non chirurgico a lungo termine.

Leggi anche:

Bibliografia:

  • Koester MC, George MS, Kuhn JE Shoulder impingement syndrome.Am J Med. 2005 May; 118(5):452-5.
  • Masood Umer, Irfan Qadir, and Mohsin Azam Subacromial impingement syndrome Orthop Rev (Pavia). 2012 May 9; 4(2): e18.
  • Papadonikolakis A, McKenna M, Warme W, Martin BI, Matsen FA 3rd Published evidence relevant to the diagnosis of impingement syndrome of the shoulder. J Bone Joint Surg Am. 2011 Oct 5; 93(19):1827-32.
  • Hegedus EJ, Goode A, Campbell S, Morin A, Tamaddoni M, Moorman CT 3rd, Cook C Physical examination tests of the shoulder: a systematic review with meta-analysis of individual tests.Br J Sports Med. 2008 Feb; 42(2):80-92; discussion 92.
  • Vecchio P, Cave M, King V, Adebajo AO, Smith M, Hazleman BL A double-blind study of the effectiveness of low level laser treatment of rotator cuff tendinitis. Br J Rheumatol. 1993 Aug; 32(8):740-2.
  • Downing DS, Weinstein A Ultrasound therapy of subacromial bursitis. A double blind trial. Phys Ther. 1986 Feb; 66(2):194-9.
  • Schmitt J, Haake M, Tosch A, Hildebrand R, Deike B, Griss P Low-energy extracorporeal shock-wave treatment (ESWT) for tendinitis of the supraspinatus. A prospective, randomised study. J Bone Joint Surg Br. 2001 Aug; 83(6):873-6.

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera