Si definisce borsite alla spalla: l’infiammazione della borsa sinoviale sbuacromiale, cioè sotto alla parte più esterna e superiore della scapola.

Si tratta di una delle più frequenti cause di dolore acuto nell’articolazione della spalla.

Nel corpo umano ci sono centinaia di borse sierose, cioè vescicole che contengono liquido sinoviale.

Queste strutture si trovano soprattutto tra:

  • I tendini,
  • I muscoli,
  • Le ossa.

Borsa sinoviale della spalla

Il compito di queste strutture è di:

  • Ridurre l’attrito durante il movimento,
  • Distribuiscono meglio il carico nell’articolazione.

L’attrito che si produrrebbe durante lo sfregamento di un tendine sull’altro o tra questi e le ossa, potrebbero causare delle lesioni di tendini e muscoli.

Le borse impediscono che questo accada.

Generalmente la borsite si forma a destra perché il nostro corpo non è simmetrico e ci sono degli schemi posturali che portano ad avere delle tensioni soprattutto alla spalla destra.

È rarissimo vedere una borsite bilaterale.

 

Anatomia della borsa subacromiale

Anatomia della borsa subacromiale

La Borsa Subacromiale si trova tra:

  • L’acromion,
  • Il sovraspinoso.

Se guardiamo la parte esterna della spalla, si può vedere un muscolo grande e arrotondato chiamato deltoide.

Sopra a questo muscolo c’è una protuberanza ossea, quello è l’acromion e fa parte della scapola.

Sotto l’acromion c’è la borsa subacromiale.

Questa previene lo sfregamento del tendine del sovrapsinoso contro l’acromion.

 

Borse che si trovano nella spalla

Nella regione delle spalle ci sono 6 borse, anche se quella che si infiamma di solito è la subacromiale.

Borse che si trovano nella spalla

Le borse della spalla sono:

  • Borsa sottoscapolare o Bursa scapolotoracica: tra il tendine del muscolo sottoscapolare e la capsula articolare della spalla.
  • Borsa sottodeltoidea: tra il muscolo deltoide e la cavità dell’articolazione della spalla.
  • Borsa subacromiale: sotto l’acromion e sopra al tubercolo maggiore dell’omero. La sua funzione è quella di ridurre l’attrito nello spazio sotto l’acromion.
  • Borsa subcoracoide: tra il processo coracoideo della scapola e la capsula articolare della spalla
  • Borsa del sottospinoso: tra il tendine del sottospinato e la capsula dell’articolazione.
  • Borsa acromiale sottocutanea: si trova sopra l’acromion appena sotto la pelle.

La borsa subacromiale e la sottodeltoidea sono spesso considerate come una borsa singola, la borsa deltoide subacromiale.

 

Tipi di borsite

Le borsiti si possono raggruppare in due gruppi:

  1. Emorragiche,
  2. Infiammatorie.

Le prime sono causate da eventi traumatici diretti e provocano un versamento ematico nella borsa.

Le borsiti infiammatorie si dividono a loro volta in:

  • Chimiche,
  • Settiche (causate da un’infezione),
  • Da sovraccarico (date dal continuo sfregamento del tendine sulla borsa, tipica degli sportivi).

 

Fattori di rischio della borsite

Fattori di rischio della capsulite adesiva

Tra i fattori di rischio ci sono:

  • Conflitto subacromiale,
  • Trauma diretto,
  • Articolazione infiammata, quando tutta l’articolazione è infiammata (per esempio in caso di artrite),
  • Attività Ripetitive / sovraccarico, la borsa si può infiammare a causa dell’attrito con le altre strutture (tendini, ossa, ecc.),
  • Instabilità glenomerale, questa provoca un movimento eccessivo dell’articolazione e quindi più attrito sulla borsa,
  • Emorragia subacromiale,
  • Infezione,
  • Malattie autoimmuni (ad es. Artrite reumatoide)

 

Quali sono le cause della borsite alla spalla?

cause della borsite alla spalla

Le cause della borsite alla spalla da sovraccarico sono:

  • Squilibri muscolari e posturali, si vede nel paziente un allineamento scorretto della scapola o del braccio,
  • Una reazione infiammatoria ad alcune sostanze (come farmaci o alimenti). Per esempio, un paziente ha reagito male all’iniezione nel muscolo deltoide di un vaccino e ha sviluppato la borsite, qui c’è il caso studio.

Il funzionamento della spalla è complesso.

La scapola e il braccio agiscono in modo coordinato durante i movimenti.

Devono muoversi liberamente per evitare di sovraccaricare i muscoli e la borsa.

Inoltre, ci sono dei muscoli del braccio che originano:

  • Dalla schiena (gran dorsale),
  • Dal petto (piccolo e gran pettorale).

Anche altri fattori possono influire sulla spalla:

  • La rigidità degli addominali e la cifosi (gobba) dorsale che si presentano spesso insieme,
  • La scoliosi.

La borsite della spalla affligge spesso chi svolge attività con il braccio sollevato (lanciatori, imbianchini).

Tuttavia, non tutte le persone che fanno queste attività hanno la borsite.

Perché?

Perché l’allineamento della scapola e dell’omero non provoca una tensione eccessiva su:

  • Tendine del sovraspinoso,
  • Borsa subacromiale.

Mi spiego meglio:

Se la scapola ha una delle seguenti posizioni può aumentare il lavoro di alcuni muscoli e causare un sovraccarico di:

  • Tendini,
  • Borsa sinoviale.

Quindi, le persone che non hanno una postura che predispone alla borsite, non avranno dolore alla spalla anche se fanno lavori con la mano sopra la testa.

L’allineamento che può favorire la comparsa della borsite alla spalla è:

  • Scapola ruotata verso il basso,
  • Scapola abdotta (cioè spostata verso l’esterno),
  • Omero superiore (cioè più in alto rispetto alla scapola),
  • Omero anteriore (cioè in avanti rispetto alla scapola),
  • Spalla ruotata verso l’interno.

Per questo è fondamentale fare degli esercizi per modificare gli schemi di movimento che hanno portato a questa situazione.

Anche la terapia manuale può aiutare riducendo le rigidità che modificano la posizione di:

  • Scapola,
  • Omero.

I farmaci possono dare sollievo temporaneo, ma non possono risolvere il problema.

È spesso accompagnata da tendinopatia del sovraspinoso (tendinite o tendinosi) perché sono entrambe legate a:

  • Movimenti ripetitivi,
  • Squilibri muscolari e posturali.

È possibile anche un origine traumatica come conseguenza di una contusione.

 

Quali sono i sintomi della borsite alla spalla?

La borsite provoca:

  • Infiammazione,
  • Dolore alla spalla anteriore o laterale,
  • Spesso il paziente sente dolore di notte e fa fatica a dormire,
  • Rigidità (limitazione del movimento).

In fase acuta può presentare anche rossore e calore, ma nell’articolazione della spalla la borsa si trova internamente, quindi non è visibile come in quella esterna del gomito.

Le difficoltà maggiori si hanno con le attività che si fanno con le mani sopra la testa.

La caratteristica più importante è che il dolore alla spalla si sente anche di notte o dopo un periodo di riposo di almeno 30 minuti.

Il movimento blando e dolce allevia i sintomi fino alla scomparsa.

Raramente il dolore è insopportabile.

Nei casi più gravi si possono vedere pazienti che non riescono a toccare il viso con la mano, come ad esempio per mangiare.

Questa sindrome dolorosa è spesso accompagnata da altri disturbi:

 

Complicanze della borsite subacromiale

Tra le patologie della spalla, la borsite subacromiale non è associata a molte complicanze.

Le iniezioni di cortisonici ripetute causano sempre il rischio teorico di un’infezione:

  • Nella pelle,
  • Nell’articolazione della spalla.

Esiste anche il rischio di danneggiare i tendini della cuffia dei rotatori con iniezioni frequenti.

 

Come si arriva alla diagnosi?

Diagnosi di Borsite alla Spalla

Generalmente le borsiti sono facilmente diagnosticabili per la presenza di un consistente edema infiammatorio (olecranica e patellare).

L’articolazione della spalla, in particolare la sottoacromiale è profonda.

Diagnosi differenziale

Il medico deve escludere:

 

Test per la borsite alla spalla

Il test di Speed è un test speciale per diagnosticare la borsite.

In questo test:

  • Il medico chiede al paziente di estendere il braccio davanti al corpo.
  • L’esaminatore spinge verso il basso mentre il paziente spinge verso l’alto.
  • In questo test non c’è movimento, l’esaminatore deve semplicemente fare resistenza contro la spinta del paziente.

Se il dolore aumenta, il test è positivo.

Tuttavia, altre lesioni alla cuffia dei rotatori e tendinopatie possono causare dolore con questo test.

Test di Neer

Questo test si effettua per la sindrome da conflitto subacromiale e per la borsite subacromiale.

Esecuzione

  1. Il paziente è seduto,
  2. L’esaminatore sta di fianco al paziente,
    La scapola dev’essere stabilizzata con una mano durante la manovra per impedire al paziente di sollevare la spalla.
  3. Dopo, l’esaminatore ruota all’interno la spalla (il palmo della mano guarda verso l’esterno),
  4. Infine, l’esaminatore solleva la spalla del paziente fino al livello più alto.

Il test è positivo se il paziente sente dolore.

Esami per la borsite alla spalla

Gli esami di laboratorio non sono significativi e quindi non sono generalmente indicati per la diagnosi.

Se il medico sospetta l’artrite settica della spalla, l’aspirazione del liquido articolare e l’analisi del liquido sinoviale possono essere perscritti dal medico.

Esami per la borsite alla spalla

Un’infiammazione interna non è visibile esternamente, quindi oltre all’esame clinico è necessaria una conferma da parte:

La radiografia evidenzia solamente le ossa, quindi non è utile nella diagnosi differenziale di borsite sub-acromiale.

 

Cosa fare? Qual’è la terapia più adatta?


Il riposo ha un ruolo fondamentale nella cura della borsite, se non si interrompe l’attività che ha provocato l’infiammazione, il quadro clinico continuerà a peggiorare.

Nei primi due giorni, in fase acuta, è opportuno applicare il ghiaccio per 20 minuti almeno 3 volte al dì.

Tuttavia, se la persona non effettua un’attività con la mano sopra la testa può peggiorare la situazione, anche se temporaneamente.

terapia più adatta per la borsite

Il trattamento non chirurgico è la terapia di scelta per la borsite subacromiale.

Tra le terapie ci sono:

Molti pensano che l’acido ialuronico sia un lubrificante, in realtà ha un effetto antinfiammatorio più lento, ma più duraturo rispetto al cortisone.

Anche la terapia ad ultrasuoni è stata utilizzata, sebbene la gli studi scientifici non dimostrino che sia efficace.

Onde d'urto per la Borsite alla Spalla

Se la borsite non scompare in una settimana, le terapie fisiche strumentali sono ottime perché a differenza dei farmaci, agiscono a livello locale, in particolare le onde d’urto.

Questa terapia non disinfiamma la borsite.

Invece, favorisce la formazione di nuovi vasi sanguigni e quindi aumenta la circolazione sanguigna.

Uno scarso afflusso di circolazione è una causa di dolore molto frequente, quindi questa terapia può essere utile a lungo termine.

La manipolazione miofasciale è una terapia manuale molto efficace nel trattamento della borsite della spalla.

Questo perché si rimuovono le rigidità che modificano il movimento delle ossa:

  • Scapola,
  • Omero (osso del braccio).

 

Intervento chirurgico per la borsite alla spalla

L’intervento chirurgico si effettua solo per i casi che non rispondono al trattamento conservativo, dopo diversi mesi con un forte dolore.

Una borsectomia può essere eseguita in

  • Artroscopia,
  • A cielo aperto.

Durante l’intervento chirurgico, se necessario, il chirurgo può effettuare anche:

  • Decompressione subacromiale,
  • Riparazione della cuffia dei rotatori.

Nei casi più gravi il chirurgo può effettuare una bursectomia (asportazione della borsa sinoviale) in artroscopia, cioè non effettua un incisione, ma solo 3 piccoli buchini in cui inserisce gli strumenti chirurgici.

Esercizi di riabilitazione per la borsite alla spalla

Tra le cure naturali, gli esercizi di riabilitazione in palestra con movimenti più ampi possibili servono per restituire all’articolazione l’elasticità persa.

È fondamentale eseguire gli esercizi pendolari di Codman per decoaptare l’articolazione, cioè allontanare i capi articolari.

Questo movimento lascia più spazio alla borsa sierosa ispessita che giace compressa tra:

  • Acromion,
  • Testa dell’omero.

Per il rinforzo muscolare è importante rinforzare solo i muscoli deboli, in particolare:

  • Il sottoscapolare,
  • Il sottospinoso,
  • Gran dentato (tranne se la scapola è spostata verso l’esterno).

Muscoli della spalla che spesso sono corti, rigidi e forti

Inoltre, bisogna allungare dei muscoli che spesso sono corti, rigidi e forti:

  • Gran pettorale,
  • Gran dorsale,
  • Grande rotondo,
  • Deltoide,
  • Piccolo pettorale.

 

Attenzione, quando parlo di allungamento non intendo lo stretching statico che non va bene dato che può causare una maggior contrattura muscolare.

Si parla sempre di stretching dinamico, cioè si arriva alla posizione di massimo allungamento e poi si torna subito indietro.

Inoltre, ci sono altre tecniche manuali che può applicare un fisioterapista per migliorare la flessibilità muscolare.

Esercizio di allungamento del gran dorsale

Esecuzione

  • Il paziente parte in posizione supina (a pancia in su),
  • Da questa posizione, solleva le braccia con i gomiti distesi e le porta indietro fino a toccare il tappetino (se riesce),
  • Arrivato alla posizione di massimo allungamento, torna alla posizione iniziale.
  • Ripetere 20 volte, per 3 serie al giorno.

 

Esercizio di scivolamento sul tavolo

Esecuzione

  • Posizione iniziale: seduto con la mano (dalla parte del mignolo) appoggiata su un asciugamano sul tavolo,
  • Allungare il braccio in avanti sul tavolo facendo scorrere l’asciugamano,
  • SI dovrebbe sentire un allungamento sotto il braccio, a livello della scapola,
  • Esegui 20 ripetizioni,
  • Questo esercizio è modificato anche per l’abduzione.


Esercizio di scivolamento sulla parete

  • Posizione iniziale: in piedi con l’avambraccio sulla porta,
  • Le braccia devono essere spinte contro il muro durante tutta la durata dell’esercizio,
  • I palmi delle mani devono guardarsi, quindi sulla porta appoggia la mano dalla parte del mignolo,
  • Sollevare lentamente le braccia il più in alto possibile, mentre stendi i gomiti,
  • Tornare alla posizione di partenza,
  • Eseguire 10-12 ripetizioni.


Tra gli sport da evitare ci sono il tennis e il nuoto perché possono peggiorare i sintomi e l’infiammazione.

 

Rimedi naturali per la borsite alla spalla

In fase acuta si può spalmare l’argilla verde davanti e dietro alla spalla per ridurre l’infiammazione.

In caso di infiammazione alla spalla, il ghiaccio può dare sollievo.

Se invece il problema è principalmente muscolare, è meglio un impacco caldo.

Kinesio taping

Kinesio taping per la Borsite alla Spalla

  • Azione: decontratturante-drenante.
  • Forma: Due strisce a ventaglio.
  • Lunghezza: 25cm.

Come si applica?

Applicare il ventaglio anteriore estendendo il braccio posteriormente.

Il ventaglio posteriore si applica portando il braccio in avanti.

Evitare le prominenze ossee come l’acromion della scapola.

 

Quanto dura la borsite alla spalla? La prognosi

La prognosi per la borsite subacromiale è buona.

La maggior parte dei pazienti migliora con la terapia conservativa mentre quelli che non ottengono sollievo possono risolvere con un trattamento chirurgico.

Anche l’età ha un ruolo nei pazienti più anziani che generalmente hanno un recupero più difficile.

In generale, questo disturbo guarisce spontaneamente e non ha un impatto a lungo termine sulla vita quotidiana del paziente.

Leggi anche:

Bibliografia:

  • Ian F Cook Subdeltoid/subacromial bursitis associated with influenza vaccination Hum Vaccin Immunother. 2014 Mar 1; 10(3): 605–606.

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera