La sinovite è un disturbo che provoca l’infiammazione e il gonfiore del ginocchio o di un’altra articolazione con la membrana sinoviale.

Ogni articolazione è circondata da una capsula e all’interno ci può essere una membrana chiamata membrana sinoviale.

La membrana sinoviale secerne un liquido lubrificante (sinovia).

È in grado di adattarsi a diversi movimenti di un’articolazione, si può:

  • Espandere,
  • Contrarre.

Sinovite al Ginocchio

Quando la sinovia si infiamma, la produzione di fluido aumenta e gli effetti sono:

  • Calore,
  • Rigidità,
  • Gonfiore all’interno e all’esterno dell’articolazione,
  • Dolore.

Nell’80% dei casi, un tumore benigno a crescita lenta delle membrane sinoviali provoca dolore e gonfiore nella sinovia del ginocchio.

È meno frequente che si verifichi in altre articolazioni come:

  • L’anca,
  • La caviglia,
  • L’articolazione della spalla.

La sinovite si riscontra spesso nell’articolazione temporomandibolare (ATM) che si trova tra la parte inferiore della mascella e il cranio.

 

Chi soffre di sinovite?

Chi soffre di sinovite

La sinovite è presente nei maschi come nelle femmine.

Tuttavia, l’artrite reumatoide (che comporta l’infiammazione della sinovia) sia 3 volte più frequente nelle donne rispetto agli uomini.

L’infezione sistemica (artrite settica) si trova principalmente negli individui sotto i 15 anni o sopra i 55 ed è più comune negli uomini (Marquez).

 

Quali sono le cause della sinovite?

cause-della-sinovite

La sinovite ha molte cause, tra cui:

  • Infezioni (ad es., artrite settica, tubercolosi),
  • Un trauma diretto,
  • Un intervento al ginocchio.
  • Una reazione allergica a una sostanza, per esempio un farmaco o un alimento,
  • La gotta,
  • Le patologie infiammatorie autoimmuni sistemiche (ad es., artrite reumatoide).

La sinovite si può verificare come un episodio acuto limitato ad una sola articolazione oppure può essere il sintomo di una patologia sistemica cronica che coinvolge più articolazioni.

Gotta, pseudogotta e sinovite

La sovrapproduzione e l’accumulo di acido urico che si verifica nella gotta aumenta il rischio di sviluppare una sinovite reattiva.

Il consumo di alcol, l’insufficienza renale cronica e l’ipertensione possono portare a una ridotta eliminazione di acido urico dall’organismo che a sua volta provoca il deposito di acido urico nelle articolazioni.

In questo caso aumenta rischio di gotta e sinovite associata.

 

Fattori di Rischio

Fattori di Rischio

I fattori di rischio della sinovite sono:

  • Età – Il rischio di molti tipi di artrite (tra l’artrite reumatoide e la gotta) aumenta con l’età.
  • Genere – Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di sviluppare l’artrite reumatoide, mentre la maggior parte delle persone che hanno la gotta, un altro tipo di artrite, sono uomini.
  • Lesione articolare precedente – Le persone che hanno avuto un trauma o intervento al ginocchio, per esempio mentre praticano uno sport, hanno maggiori probabilità di sviluppare eventualmente l’artrite e la sinovite reattiva in quell’articolazione.
  • Obesità – Trasportare peso in eccesso mette sotto stress le articolazioni, in particolare ginocchia, anche e colonna vertebrale. Le persone con obesità hanno un rischio maggiore di sviluppare l’artrite.

 

Sintomi della sinovite

Sintomi della sinovite

Tra i sintomi ci sono:

Chi soffre di sinovite potrebbe avere sollievo dai sintomi con la crioterapia (ghiaccio).

Entra nel gruppo facebook più attivo che parla di dolore al ginocchio, clicca qui.

Riabilitazione per la sinovite

L’obiettivo della riabilitazione per la sinovite è quello di

  • Ripristinare la corretta ampiezza di movimento,
  • Recuperare la forza muscolare.

Nella prima fase della sinovite, il fisioterapista può consigliare al paziente di elevare l’articolazione interessata per aiutare a ridurre il gonfiore.

Il terapista deve insegnare al paziente come evitare la pressione sull’articolazione infiammata applicando:

  • Un bendaggio elastico,
  • Un tutore.

Questo serve per proteggere l’articolazione fino a quando il gonfiore diminuisce.

 

Kinesio taping

Kinesio Taping per la sinovite e:

  • Ginocchio post-operatorio,
  • Gonfiore del ginocchio,
  • Borsite,
  • Distorsione.

Come si utilizza?

  • Azione: drenante.
  • Forma: Due strisce a ventaglio.
  • Lunghezza: 25cm.

Come si applica?

Kinesio-Taping-per-la-sinovite

  • Flettere il ginocchio quanto possibile per metterlo in posizione di allungamento.
  • Non mettere tensione al taping.
  • Applicare le strisce formando un doppio ventaglio incrociato, coprendo l’intero ginocchio, dall’alto al basso.

Ci sono diversi trattamenti possibili per ridurre l’infiammazione da sinovite.

Nella fase iniziale, finché l’articolazione è calda al tatto, si può applicare un impacco di ghiaccio per ridurre:

  • Il gonfiore,
  • Il dolore.

Certo, non bisogna aspettarsi dei miracoli dal ghiaccio, ma solo un sollievo temporaneo.

La tecar terapia può essere utilizzata per:

  • Rilassare i muscoli che agiscono sull’articolazione colpita,
  • Diminuire l’infiammazione.

Quando il dolore e il gonfiore della fase acuta diminuiscono, la terapia continua con l’applicazione di calore (termoterapia) per:

  • Alleviare i sintomi,
  • Aumentare il flusso di sangue alla sinovia in modo da stimolare la guarigione.

Gli ultrasuoni sono un altro trattamento utilizzato in fisioterapia.

Questo macchinario onde sonore ad alta frequenza servono per produrre calore che penetra in profondità nella membrana sinoviale e nell’articolazione coinvolta.

Tuttavia, è una terapia superata e oggi si usa sempre meno.

Una volta che il dolore e il gonfiore si riducono notevolmente, bisogna eseguire la mobilizzazione passiva effettuata dal fisioterapista per ripristinare la normale ampiezza di movimento.

La progressione degli esercizi prevede:

  • Movimenti attivi,
  • Rinforzo muscolare.

Questo serve per ripristinare la normale funzionalità senza dolore.

Si può modificare il programma riabilitativo in base:

  1. Alla posizione dell’articolazione interessata,
  2. Alla fase dell’infiammazione (se la sinovite è acuta o cronica),
  3. Se la chirurgia è indicata.

Tuttavia, questo disturbo raramente necessita di un intervento chirurgico.

 

Complicanze della sinovite

Quando la sinovite è cronica, la sinovia può crescere sulla superficie articolare e distruggere la cartilagine.

 

Prognosi e tempi di recupero

Di solito, gli episodi acuti e isolati di sinovite reattiva rispondono bene al trattamento conservativo.

Se l’articolazione colpita è tenuta a riposo, la sinovite da sovraccarico può migliorare in pochi giorni, ma possono essere necessarie fino a 8 settimane per risolvere completamente il disturbo.

Nella sinovite cronica, la prognosi dipende dalla patologia sottostante.

La sinovite può recidivare se la sinovia ricresce dopo la rimozione chirurgica, chimica o con il laser e la patologia sottostante ne provoca  l’infiammazione di nuovo.

 

Ritorno al lavoro

Finché la sinovite non è passata, bisogna limitare il carico di lavoro sull’articolazione interessata.

Potrebbe essere necessario un cambio di mansione temporaneo per svolgere dei compiti che pongono meno stress sull’articolazione.

È possibile dover utilizzare temporaneamente degli ausili o dei dispositivi speciali.

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera