Dolore all’osso sacro

INDICE


 

Le principali cause di dolore all’osso sacro

Recentemente il numero di casi di dolore all’osso sacro è aumentato.
L’osso sacro è un osso triangolare che si trova nella parte inferiore della colonna vertebrale.

Cosa può essere? Spesso il motivo è la cattiva postura del soggetto da seduto sul posto di lavoro.
I muscoli che si allungano e accorciano durante i movimenti quotidiani migliorano la flessibilità.

Dolore al sacro,osso,gluteo

Quando una persona sta seduta per molte ore, i muscoli nella parte inferiore della schiena e i flessori dell’anca si irrigidiscono.
Questi muscoli diventano tesi.
Un problema simile si verifica quando la schiena si piega in modo scorretto, si inarca o durante una torsione della colonna vertebrale.
Il dolore al sacro è molto raro nei bambini.

Gravidanza
Durante l’ultimo trimestre della gravidanza i legamenti si rilassano.
Ciò è causato dalla presenza di alcuni ormoni nel sangue (relaxina).

Il peso del bimbo e il cambio del modo di camminare affaticano i muscoli pelvici e dell’anca.
Il dolore nel sacro è causato dal feto quando è in posizione podalica e la testa del bambino spinge sull’osso sacro.
Questo male si può verificare quando il feto cambia di posizione.
Il dolore è anche di natura muscolare: i muscoli si affaticano molto alla fine della gravidanza.
Durante il travaglio, i muscoli e i legamenti si possono stirare, la conseguenza è il dolore al sacro e al coccige che può durare anche per mesi.

Malattie ginecologiche
Il dolore al sacro è frequente nelle malattie ginecologiche. Nell’endometriosi esterna il male è a livello dei legamenti sacro-uterini o dietro il collo dell’utero (nel basso ventre).
I dolori causati dall’endometriosi sono ciclici e aumentano prima del ciclo mestruale (nei giorni che precedono l’arrivo delle mestruazioni).

Il dolore nel Sacro da malattie urologiche o ginecologiche
Nella zona pelvica ci sono malattie che causano male al sacro.
Tra le possibili cause ci solo le seguenti:

Spesso il dolore al sacro nei pazienti con disturbi mentali non si riesce a diagnosticare.

 

Disturbi muscolo scheletrici

Il dolore al sacro può essere causato da disturbi della colonna vertebrale.
Il dolore nell’osso sacro è grave e improvviso quando si spostano dei pesi in modo scorretto e si affaticano i muscoli della spina dorsale.
Le posture scorrette sono le seguenti:

  • Inclinazione del busto di lato,
  • Movimenti in torsione,
  • Tenere la schiena piegata in avanti.
  • Il sacro può fare male anche quando si fanno gli esercizi per rinforzare gli addominali per terra senza un materassino.

Sacro-iliaca,osso sacro,legamenti,L

Il dolore muscolo-scheletrico si distingue dagli altri tipi perché si sente:

  • Quando il paziente si siede,
  • Quando si alza dalla sedia,
  • In bici, quando si pedala in salita con la mountain bike o la bici da corsa,
  • Dopo un po’ che il paziente è seduto.

Generalmente i sintomi spariscono quando si cammina oppure a letto.

Tra le cause di dolore al sacro di tipo muscolo scheletrico ci sono:

Spondilite anchilosante,dolore al sacro

 

Tra i rimedi naturali ci sono:

  • La ginnastica posturale,
  • La pomata all’arnica,
  • Un impacco freddo si può applicare nei primi due giorni dopo il trauma, successivamente è meglio il caldo per favorire la guarigione,
  • I tacchi possono essere utili se sono bassi, le scarpe da ginnastica sono le più adatte,
  • Un massaggio lombare e ai glutei.


 

Dolore all’osso sacroFrattura dell’osso sacro
Quali sono le cause di una frattura dell’osso sacro?

La frattura dell’osso sacro è causata da.

  • Una botta (trauma) alla schiena.
  • Intensa attività fisica come la corsa di fondo,
  • Incidenti stradali,
  • Caduta dall’alto.

Quali sono i segni e i sintomi di una frattura dell’osso sacro?

La cura per la frattura del sacro prevede il riposo e la magnetoterapia, in certi casi l’ortopedico può prescrivere un busto (spesso è difficile da tollerare).
Il medico può consigliare dei farmaci per il dolore se il paziente ha molto male, per esempio gli analgesici come il paracetamolo (Efferalgan) o gli antinfiammatori non steroidei come il diclofenac (Voltaren).


Attività pesanti
Il dolore nel sacro può peggiorare durante e dopo uno sforzo, per esempio alcuni esercizi in palestra (soprattutto squat e Leg-press).
Ciò accade perché il sovraccarico funzionale provoca lo stiramento dei legamenti utero-rettali.

Spondilolistesi
Il dolore nella parte superiore del sacro è un sintomo della spondilolistesi della quinta vertebra lombare.
Questa patologia consiste nello scivolamento in avanti di L5 rispetto all’osso sacro.

spondilolistesi

 

Contusione o trauma
I pazienti che soffrono di dolore al tatto sull’osso sacro stanno in posizioni insolite per sentire meno dolore.
In queste posture i muscoli si affaticano e si possono verificare delle contratture.
Il dolore è nella parte inferiore della schiena e scompare in pochi giorni. Si consiglia al paziente di riposare.


 

Problemi di circolazione
Il dolore può essere causato dalla tromboflebite delle vene iliaca e pelvica.


 

Il tumore, le malattie infettive e metaboliche
Le metastasi causate da un tumore possono colpire il sacro, per esempio quelle che partono da un cancro a:

Il tumore non è asintomatico: i pazienti sentono un fastidio alla schiena.
Il male è costante. Spesso durante la giornata non si sente nulla. Di notte il dolore può peggiorare.

Tumore al Sacro
Il tumore al sacro è raro.
Le metastasi ossee sono i tumori maligni più frequenti del sacro.
Le cellule tumorali arrivano dai tumori primari.

Gli organi da cui partono più spesso le metastasi sono i seguenti:

I tumori primari del sacro (benigni e maligni) potrebbero originare dal midollo osseo.

Osso sacro,legamenti,nerviLegamenti e nervi
Il dolore può essere causato dalla compressione dei legamenti sul nervo sciatico, in questo caso si irradia alla coscia, alla gamba e al piede.
Il legamento che collega l’osso sacro alla spina ischiatica (sacro spinoso) e quello che lo connette con la grande tuberosità ischiatica (sacro tuberoso) sono i principali responsabili.
L’intensità è simile a quella di una colica.
Il legamento utero-retto-sacrale causa un dolore cronico molto forte che sembra provenire dagli organi del bacino.

Cisti pilonidale
La cisti pilonidale è una piccola sacca contenente peli, sebo o altro materiale liquido oppure solido nella parte inferiore del coccige. Questa cisti si può infettare e riempiere di pus.

Una cisti infetta diventa un ascesso pilonidale.
Gli ascessi all’inizio sono come foruncoli sul fondo del coccige (appena sopra la fessura delle natiche).
Gli uomini sono più predisposti delle donne e spesso si formano nella tarda adolescenza o intorno ai 20 anni.
Le cisti pilonidali si possono verificare a causa di un pelo incarnito e l’infezione del follicolo pilifero nella regione sacro-coccigea.
All’inizio può essere scambiata per un brufolo, quindi spesso si diagnostica in ritardo.

Nella prima fase si presenta come un ascesso a livello della zona sacro coccigea.
Inizialmente è indolore e fuoriesce del liquido dal corpo.
La maggior parte delle cisti sporcano i vestiti e l’intimo vicino all’ano.
L’evoluzione dell’ascesso consiste nella formazione di una fistola anale.

Cisti pilonidale,osso sacro,coccige,gluteo

Prostatite cronica
Questa patologia si diagnostica nell’uomo per le disfunzioni della ghiandola prostatica.
I sintomi principali sono i seguenti:

I pazienti scambiano spesso il dolore al coccige con quello all’osso sacro.
In realtà il coccige è più in basso, vicino all’ano.

Il tumore alla prostata causato da una metastasi è una delle  cause più frequenti di dolore nel sacro.
In questo caso, il paziente non ha i sintomi dell’infiammazione alla prostata.
Il paziente ha un aumento della frequenza della minzione o la sensazione di bruciore mentre urina.
Se le dimensioni della massa sono grandi, si può vedere un rigonfiamento tra la schiena e i glutei.
Le cellule tumorali si infiltrano nei nervi spinali provocando la compressione del midollo spinale.
La diagnosi si basa sulla radiografia e sulla scintigrafia della colonna vertebrale con determinazione dell’attività della fosfatasi acida.

Convinzioni errate
Molte persone pensano che il dolore al coccige e al sacro sia provocato da emorroidi o ragadi anali perché spesso si verifica durante o dopo la defecazione, ma non c’è nessun legame tra questi.


 

Presentazione clinica del dolore all’osso sacro

I sintomi clinici del tumore al sacro dipendono dalla posizione, dall’estensione e se comprime o invade i tessuti vicini.
L’esame clinico non è sempre efficace: i tumori al sacro sono asintomatici per molto tempo. Il sintomo iniziale più frequente è il dolore locale.

Le infezioni del sacro sono causate da stafilococchi, batteri coliformi o dallo stesso agente patogeno che causa la tubercolosi.
I pazienti sentono dolore (acuto o cronico) nel sacro.
Il male aumenta duranti i movimenti e non scompare mai, neanche a riposo.

Le malattie metaboliche delle ossa (osteoporosi o osteomalacia) si possono verificare per una perdita di mineralizzazione ossea senza sintomi.
Al contrario di quello che pensa molta gente, l’osso osteoporotico non provoca male alla schiena, se non si verifica una frattura.


 

Dolori articolari della sacro-iliaca

Quali sono le articolazioni sacro-iliache (SI)?
Il sacro è l’osso triangolare nella parte inferiore della colonna vertebrale, sotto la colonna lombare. La maggior parte delle vertebre della colonna vertebrale sono mobili, ma il sacro è costituito da cinque vertebre fuse insieme che non si muovono.
Le ossa iliache sono due grandi ossa che compongono il bacino.
Le articolazioni SI collegano la colonna vertebrale al bacino.
L’osso sacro e l’osso iliaco sono uniti da alcuni forti legamenti.

Sacro iliaca,dolore lombareQuali sono le cause della disfunzione della sacro-iliaca?
Come con la maggior parte delle altre articolazioni del corpo, le SI hanno uno strato di cartilagine che copre l’osso.

Quando la cartilagine si usura, le ossa iniziano a strofinare tra loro.
Ciò causa un’artrite degenerativa (artrosi).

L’artrite degenerativa è frequente nelle SI, come nelle altre articolazioni del corpo.

Un’altra causa frequente di disfunzione della SI è la gravidanza.
Durante la gestazione,il corpo della donna rilascia degli ormoni che rilassano i legamenti.
Questo prepara il corpo della mamma al parto.
Il rilassamento dei legamenti consente un maggior movimento delle articolazioni e può provocare un’usura anomala.
L’aumento di peso e il cambiamento nel modo di camminare causano un ulteriore stress su queste strutture.

Ogni patologia che modifica il normale modo di camminare causa un aumento dello stress articolare.
Ciò include la dismetria degli arti inferiori (una gamba più lunga dell’altra), dolori all’anca, al ginocchio, alla caviglia o al piede. Spesso, i pazienti con forte dolore all’arto inferiore hanno problemi con la schiena (rachide lombare) o alle SI.

Ci sono molte patologie che causano l’infiammazione delle articolazioni SI.
Si riportano le principali nel seguente elenco:

  • Artrite reumatoide,
  • Artrite psoriasica,
  • Spondilite anchilosante.

Queste malattie sono artriti che possono colpire tutte le articolazioni del corpo.

Quali sono i sintomi della disfunzione della sacro-iliaca?
Il sintomo più frequente è il dolore. I pazienti sentono male nella parte bassa della schiena o nella parte posteriore dei fianchi.
Il dolore si può sentire anche nell’inguine e nelle cosce.
Il dolore peggiora in piedi e nel cammino e migliora da sdraiato.

Come si diagnostica la disfunzione dell’articolazione sacroiliaca?
La diagnosi inizia con l’anamnesi e un esame fisico.
Successivamente si consiglia di fare la radiografia.
Il paziente deve eseguire le radiografie del bacino, del fianchi o della colonna lombare su indicazione del medico.
Una TAC da informazioni più dettagliate sulle articolazioni e sulle ossa.
Sia la radiografia sia la TAC diagnosticano una sacro-ileite.
Ciò appare come una sclerosi delle articolazioni: il medico vede l’erosione dell’osso intorno alle articolazioni.