Dolore ai nervi del piede

INDICE

Ci sono diversi disturbi dei nervi che causano dolore al piede, per esempio: il Neuroma di Morton, la sindrome del Tunnel Tarsale, la Neuropatia Diabetica ecc.

Una persona media fa 5.000-7.000 passi al giorno, quindi non ci si deve sorprendere se il dolore al piede è uno dei sintomi più frequenti.
Dato che i piedi sono soggetti a molto stress, è inevitabile che i tendini, le articolazioni e i legamenti causino dolore.

Raramente, i nervi sono la causa di dolore al piede.
L’origine del fastidio può essere l’irritazione diretta di un nervo o le patologie che provocano danni ai nervi.
Quando i nervi sono irritati o danneggiati, si avverte un dolore lancinante o un bruciore.
Il dolore inizia spontaneamente, si avverte anche a riposo.
La zona attraversata dal nervo irritato può essere molto sensibile al tatto.

Malattie dei nervi che causano dolore al piede

  1. Neuroma di Morton: il neuroma di Morton è un ispessimento benigno del nervo che decorre tra il terzo e il quarto dito del piede.

Neuroma di Morton,metatarsalgiI sintomi sono bruciore o dolore lancinante tra il terzo e il quarto dito del piede che peggiora mentre si cammina, soprattutto in punta di piedi.

Si avverte un fastidio continuo per 24 ore al giorno.
Un altro sintomo frequente è una sensazione di compressione sotto le dita dei piedi, come se un calzino è arricciato sotto o se è rimasto un sassolino nella scarpa.
Il neuroma di Morton si verifica più frequentemente nelle donne, probabilmente a causa della scarpe strette o con tacchi alti che indossano.
La RM (Risonanza magnetica) è l’esame più indicato per il Neuroma di Morton perché riesce a mostrare l’esatta localizzazione e le dimensioni.
Per la diagnosi differenziale, il medico deve escludere la metatarsalgia.

Il trattamento consiste in:

La fisioterapia con le onde d’urto, la tecar terapia o la Laser terapia non sono indicate per questa patologia perché non possono ridurre le dimensioni di questa neoformazione.


Se tutti questi rimedi non fossero sufficienti, il chirurgo ortopedico può consigliare l’intervento chirurgico di asportazione del Neuroma di Morton che si effettua in ortopedia con un anestesia locale.

Riguardo al post-operazione, si può riprendere a camminare il giorno stesso dell’intervento chirurgico con una scarpa speciale, rimane solo una cicatrice di 1 cm circa tra le due dita del piede, sopra le teste dei metatarsi.
Oggi ci sono delle tecniche endoscopiche che permettono di asportare il neuroma con due piccoli fori al posto dell’incisione.

La convalescenza è di due o tre giorni al massimo, il carico sul piede è permesso quango termina l’effetto dell’anestesia.


2. Irritazione del nervo, conosciuto anche come intrappolamento nervoso può verificarsi in diverse regioni del piede.

Spesso, la compressione del nervo è causata da uno stiramento, dalla pressione di un edema (gonfiore), dalla compressione di una scarpa stretta o da una contusione.
Per identificare il nervo irritato bisogna guardare l’anatomia del piede, in particolare il nervo tibiale, il surale e i plantari.

L’Intrappolamento del nervo può causare bruciore, dolore lancinante o perdita della sensibilità sulla parte superiore del piede. Un danno al nervo nella parte superiore del piede può essere provocato da un eccesso di pressione sul nervo per l’utilizzo di una scarpa stretta.

nervi del piede,peroneo

Un altro tipo comune di intrappolamento nervoso è la sindrome del tunnel tarsale.
Questa sindrome conisiste nell’intrappolamento del nervo tibiale posteriore quando scende all’interno della caviglia, dietro al malleolo mediale e passa attraverso un canale conosciuto come il tunnel tarsale.
I sintomi della sindrome del tunnel tarsale sono: bruciore, sensazione di formicolio o dolore lancinante che possono irradiarsi dal collo del piede e il tallone verso la pianta del piede.

Si può avvertire anche intorpidimento e crampo sotto al piede che si intensifica di notte a riposo o durante il sonno.
Il trattamento della sindrome del tunnel tarsale inizia con l’identificazione e la rimozione dell’origine del disturbo, ci sono tante possibili cause, da un problema come il piede piatto al gonfiore della caviglia.

tunnel tarsale,nervo tibiale

La cura per la sindrome del tunnel tarsale e per le altre sindromi da intrappolamento del nervo comprende le iniezioni di cortisone e i farmaci anti-infiammatori non steroidei.
Altri possibili trattamenti sono: l’imbottitura della scarpa in aree dove il piede è compresso (spesso nella parte superiore della scarpa) o dei plantari per correggere le anormalie della struttura del piede che causano l’irritazione del nervo. Se le misure conservative falliscono, l’intervento chirurgico potrebbe essere necessario per liberare il nervo.

 


3. Neuropatia diabetica
L’iperglicemia cronica provocata dal diabete può provocare una neuropatia periferica, vale a dire un danno ai nervi del corpo escludendo il cervello e il midollo spinale.

Generalmente la neuropatia diabetica colpisce gli arti inferiori e in particolare la caviglia e il piede.
Si stima che un diabetico su quattro avverte un dolore da neuropatia con il tempo.
Come altri tipi di danno nervoso, i sintomi della neuropatia diabetica sono il bruciore o il dolore lancinante ai piedi.

Capita spesso di notte mentre si dorme. Il dolore urente da neuropatia può andare e venire e può essere accompagnato da una graduale perdita di sensibilità nei piedi che inizia con dalle dita e progredisce verso il collo del piede.

Il trattamenti per la neuropatia diabetica comprendono il controllo della glicemia nel sangue, i farmaci come ad esempio gli antidepressivi o quelli per l’epilessia, gli integratori di vitamina B o dell’acido alfa-lipoico.

 

4. Altre cause di neuropatia dolorosa.
Ci sono altre patologie che possono causare danni ai nervi e i sintomi neurologici.
Alcuni esempi sono:

ernia,disco,compressione,nervo,lombare,dolore,formicolio,bruciore
Ernia del disco che comprime un nervo
alexmit/bigstockphoto.com
  • Ernia del disco nella colonna lombare che comprime il nervo sciatico, questa è una delle cause più frequenti di dolore al piede in gravidanza.
  • Neuropatia dello sciatico popliteo esterno, è un ramo terminale del nervo sciatico che origina dal ginocchio. Chi soffre di questa patologia ha forte dolore dall’esterno del ginocchio fino alle ultime dita del piede. Se lo Sciatico popliteo esterno è compresso può causare una paralisi della muscolatura anteriore-esterna della gamba e il soggetto colpito non riesce a ruotare il piede all’esterno o a sollevare la punta.
  • Trauma fisico, possono essere la conseguenza di un intervento chirurgico, un incidente stradale o una contusione
  • Farmaci, alcuni farmaci antitumorali, antivirali o antibiotici
  • Sindrome di dolore regionale complesso, conosciuto anche come: distrofia simpatica riflessa (RSD), atrofia di Sudeck o Algoneurodistrofia, è una patologia che interessa gli arti, si verifica dopo un trauma e provoca dolore cronico.
  • Tumori che comprimono un nervo
  • Malattie epatiche o renali
  • Carenze vitaminiche
  • Malattie infettive come complicanze della malattia di Lyme
  • Infezioni virali

 

Leggi anche: Le cause di dolore al piede  –  I sintomi di dolore al piede  –  Il trattamento del dolore al piede