Piede piatto

INDICE

Il piede piatto si verifica quando la pianta del piede si appiattisce, questa patologia è abbastanza frequente.
Questa malformazione è il contrario del piede cavo, in cui l’arcata plantare è troppo accentuata, quindi il piede a terra lascia un impronta anomala in cui si vede solo il tallone e la parte anteriore.

I piedi piatti si verificano quando gli archi plantari non si sviluppano durante l’infanzia.
In altri casi, i piedi piatti si verificano dopo un’infortunio o a causa dell’usura e con l’età.
Generalmente questo disturbo è bilaterale, ma spesso un piede è più piatto dell’altro.


 

Classificazione del piede piatto

Ci sono 4 gradi possibili in cui è classificato il piede piatto.
1° grado, l’impronta del piede a terra mostra la parte centrale ed esterna, il lato interno appoggia poco
2° grado, l’impronta mostra un discreto appoggio nella parte interna, ma non completo
3° grado, il lato interno appoggia completamente per terra
4° grado, è la situazione più grave in cui il piede appoggia soprattutto sul lato interno del piede.


 

Cause del piede piatto

Bambini
I neonati hanno una volta plantare poco rigida.
Spesso i bimbi hanno il piede piatto, l’avampiede si prona (ruota verso l’interno) e il tallone “guarda verso l’esterno” (valgismo).
Il piede lasso infantile è dovuto alla lassità dei tessuti molli del piede, cioè i legamenti sono troppo lunghi e non stabilizzano le ossa.
Questo tipo di deformità è reversibile con un plantare ortopedico e la fisiokinesiterapia.
La maggior parte dei bambini sviluppano un arco plantare normale entro i 10 anni.
Lo sviluppo anormale del piede è causato da:

  • Problemi neurologici (paralisi cerebrale infantile, poliomielite),
  • Anomalie ossee o dei legamenti (fusione delle ossatarsali, osso navicolare accessorio).

Una piccola percentuale di piede piatto “benigno” non si correggere con la crescita.

Adulti
Piede Piatto fisiologico:
Un anormale sviluppo dell’arco è causato da lassità legamentosa,
Circa il 20% degli adulti ha un piede piatto. La maggior parte ha un piede piatto flessibile senza sintomi.

 

anatomia gamba,muscoli,tendini

 

 

Le cause del piede piatto sono elencate di seguito:

  • Disfunzione o spasmo del muscolo tibiale posteriore (causa frequente),
  • Rottura del legamento calcaneo-navicolare (raro),
  • Rottura del muscolo o del tendine del tibiale anteriore (raro),
  • Piede neuropatico (diabete, polio o altre neuropatie),
  • Degenerazione alle articolazioni del piede e della caviglia,
  • Artropatia infiammatoria (artrite reumatoide),
  • Artrosi,
  • Frattura,
  • Anomalie ossee: deformità in rotazione, deformazioni della tibia, fusione delle ossa tarsali, piede equino.

Altri fattori

  • Calzature: le scarpe che limitano il movimento delle dita del piede, i tacchi alti. Camminare a piedi nudi sull’erba, sulla sabbia o sulla ghiaia può essere utile.
  • La contrattura di un muscolo del polpaccio stira il tendine d’Achille. Ciò può causare un piede piatto o può provocare dolore.
  • Obesità.
  • Sindrome di Marfan,
  • Sindrome di Ehlers-Danlos,
  • Sindrome di Down,
  • In certi casi può essere ereditario,

Altri fattori che causano la pronazione del piede, dell’anca per esempio debolezza degli abduttori e ginocchio valgo.


 

Sintomi del piede piatto

In base alla causa che provoca il piede piatto, il paziente può sentire diversi sintomi:

  • Dolore all’interno del piede e alla caviglia (lungo il tendine del muscolo tibiale posteriore),
  • Caviglie gonfie
  • Il dolore peggiore col movimento e durante la corsa,
  • Difficoltà a camminare o a stare in piedi per lunghi periodi di tempo.

Il calcagno si può spostare e può premere sul perone (osso esterno della caviglia). Ciò causa dolore sulla parte esterna della caviglia. L’artrite nel tallone provoca lo stesso tipo di dolore.
I pazienti con precedenti lesioni o artriti del piede possono avere protuberanze ossee dolorose. Lo sperone osseo può essere molto grande e può irritare i nervi. I nervi irritati causano intorpidimento e formicolio nella parte superiore del piede e nelle dita.

Il dolore si verifica nelle seguenti aree:


 

Piede piattoCome riconoscere il piede piatto? La diagnosi

Il medico a cui rivolgersi è l’ortopedico.

I test per controllare se il paziente ha i piedi piatti:
1. Bagnare la pianta dei piedi.
2. Stare in piedi su un materiale su cui si può lasciare l’impronta (cemento, sabbia).
3. Osservare le impronte. Se le impronte della parte inferiore dei piedi sono complete, i piedi sono piatti.
Molti bambini piccoli hanno i piedi piatti.
Quando il bambino si alza in piedi, questi sembrano piatti.
Ma quando il bimbo si alza sulle punte dei piedi si vede un leggero arco.
Questo tipo di deformità è detta piede piatto funzionale o flessibile.
Spesso il problema si risolve con la crescita.

Nella radiografia si può valutare il piede piatto misurando l’angolo di Costa-Bertani, questo angolo si ottiene tracciando due linee:
1. Si unisce la base dell’alluce con la punta infero/anteriore dell’osso astragalo;
2. Dall’astragalo al punto più inferiore e anteriore del calcagno.
L’angolo normale è di 125°, ma se è maggiore significa che il piede è piatto.


 

Complicanze e conseguenze del piede piatto

Piede piatto fisiologico
Gli esperti pensano che il PP fisiologico non causa problemi al piede. Tuttavia, alcuni dottori pensano che una pronazione eccessiva del piede (spesso presente insieme al PP) provoca dolore e problemi del piede come:

La deformità del piede può causare:

Altri tipi di PP
Il piede piatto si può aggravare in caso di collasso del metatarso.
Un PP flessibile può diventare rigido e doloroso. Questo può causare problemi come l’impossibilità di camminare e il medico potrebbe eseguire un intervento chirurgico.

Le seguenti patologie devono essere trattate, altrimenti si verifica una rapida e progressiva perdita dell’arco:

  • Neuropatia,
  • Disfunzione tibiale posteriore,
  • Paralisi cerebrale.


 

Cura per il piede piatto e rimedi naturali

Trattamento non chirurgico
Quando si verificano i sintomi del piede piatto flessibile, il chirurgo consiglia un trattamento non chirurgico, tra cui:

  • Modificare le attività di tutti i giorni. Evitare le attività che causano il dolore e permettere ai piedi di riposare dopo lunghi periodi in posizione eretta.
  • Perdita di peso. Si consiglia di perdere peso se si è in sovrappeso.
  • Ortesi. Il chirurgo consiglia il plantare per le scarpe. I plantari (o solette) sono personalizzati e sostengono la volta plantare.
  • Medicine. I farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) riducono il dolore e l’infiammazione.
  • Fisioterapia. Gli ultrasuoni e altre terapie fisiche sono utili per dare un sollievo temporaneo.
  • Modifiche della scarpa. Indossare scarpe con uno spessore sotto l’arco plantare è molto utile.


 

Esercizi di riabilitazione per i piedi piatti

I piedi piatti sono un problema che si verifica soprattutto nei bambini che usano le scarpe.
Lo sport migliore e più semplice è una passeggiata a piedi scalzi su terreni irregolari.

Si possono eseguire i seguenti esercizi di ginnastica correttiva:

Esercizio,piedi piatti,sollevamento,oggetti
Pick Up

Pick Up
Si collocano dei piccoli oggetti per terra (sassi, palline di plastica, palle di cotone, ecc). Raccogliere gli oggetti coi piedi e metterli in un cestino.

Camminare sulle punte
Camminare sulle punte dei piedi, dopo un breve percorso camminare sui tacchi. Questo esercizio è molto utile.

Curl Up
L’esercizio inizia sdraiato a letto e si devono arricciare le dita dei piedi. Rilassare la muscolature e ripetere. Eseguire questo movimento molte volte.

Piedi a ventaglio
Allungare i piedi e aprire le dita come se fosse un ventaglio.
Mantenere questa posizione per alcuni secondi e poi rilassare la muscolatura.
In questo esercizio si allungano le caviglie, i polpacci, i piedi e i talloni.

Punte sul gradino
La posizione iniziale è in piedi, appoggiando su un gradino o sgabello abbastanza solido per sostenere il peso. Appoggiare la pianta del piede sul gradino con le punte dei piedi oltre la superficie dello sgabello. L’esercizio consiste in estendere e arricciare le dita dei piedi.

Scegliere e lanciare
Si sistemano alcuni oggetti sul pavimento e lentamente si raccolgono con i piedi. Successivamente si lanciano più lontano possibile.

Ballata mossa
L’esercizio si svolge a fianco del muro per avere un buon supporto. Alzare una gamba. Successivamente alzare il tallone dal pavimento. Solo le dita di un piede toccano il suolo. Rimanere in questa posizione per alcuni secondi e poi appoggiare entrambe le gambe.

 

Scarpe ortopediche per piedi piatti

Non tutte le scarpe sono adatte.

Si devono acquistare delle scarpe progettate su misura.
Le calzature hanno uno spessore che aiuta a stabilizzare il piede e a migliorare il cammino.
Questo tipo di scarpe è molto utile per controllare il movimento e ridurre la pressione sul piede.
Le calzature per i piedi piatti hanno un rialzo sotto al tallone che aiuta ad appoggiare il peso correttamente mentre si cammina. Infine le calzature ortopediche hanno delle solette che sostengono l’arco plantare.
In commercio si trovano molti modelli di scarpe ortopediche in base alla gravità della patologia.

Si ricorda che il dolore si riduce indossando le giuste calzature.
Evitare le scarpe con un’imbottitura morbida. È necessario verificare all’interno della calzatura se è presente lo spessore per l’arco plantare, il rialzo del tallone e la soletta.


 

Quando si deve effettuare un operazione chirurgica per il piede piatto?

Si può operare quando il dolore non si riduce con i trattamenti conservativi.
L’intervento consiste nell’inserimento di una vite nell’astragalo o nel calcagno.
L’intervento ha una durata di circa 20 minuti e si effettua in anestesia locale.