Giramenti di testa e nausea

Giramenti di testa, nausea e vomito possono essere causati da disturbi lievi o gravi a livello di organi e apparati diversi:

  1. Organi digestivi,
  2. Sistema nervoso,
  3. Orecchio,
  4. Apparato cardiovascolare.

 

INDICE

Cause di giramenti di testa e nausea

Sistema nervoso

Le emicranie sono mal di testa ricorrenti caratterizzati da dolore lancinante in un solo lato della testa.
Altri sintomi dell’emicrania sono:

Tumore al cervello
Non tutti i tumori cerebrali causano sintomi, soprattutto nei primi stadi.
I sintomi del cancro al cervello sono numerosi e non specifici (possono essere causati da molte altre malattie).
I sintomi possono essere causati da:

  1. Un tumore che preme sulle altre parti del cervello e impedisce un funzionamento corretto.
  2. Gonfiore all’interno del cervello causato dal tumore o dall’infiammazione circostante.

I sintomi più comuni sono:

  • Mal di testa,
  • Debolezza,
  • Difficoltà a camminare,
  • Convulsioni.

Tra gli altri sintomi e segni ci sono:

Altre cause neurologiche di vertigini e nausea:

 

Sistema cardiovascolare

Attacco di cuore
Un infarto cardiaco si verifica quando l’apporto di sangue a un’area del cuore è ridotto, la conseguenza è la morte del tessuto cardiaco.
Nelle donne ci sono alcuni sintomi frequenti:

  • Nausea,
  • Vomito,
  • Vertigini.

Gli altri sintomi comuni di un attacco di cuore sono:

Pressione bassa
La pressione sanguigna è la forza che il sangue esercita contro le pareti dei vasi sanguigni.
Quando la pressione sanguigna cala sotto il livello 90/60 mmHg, si possono verificare sintomi come:

  • Vertigini,
  • Stordimento,
  • Stanchezza,
  • Nausea,
  • Sete,
  • Vista offuscata.
  • Respirazione veloce,
  • Pelle pallida,
  • Difficoltà di concentrazione.

 

Orecchio interno

La labirintite è un’infiammazione del labirinto dell’orecchio interno, generalmente è causata da un’infezione virale.

Tra gli altri sintomi ci sono:

La cinetosi (malattia da movimento) è un disturbo che compare durante un viaggio su un mezzo di trasporto (nave, macchina, ecc.) e può causare:

  1. Nausea,
  2. Vomito,
  3. Vertigini,
  4. Sensazione di freddo e brividi.

Sindrome di Ménière e vertigini
Secondo un articolo di Timothy C. Hain, MD della American Hearing Research Foundation, la sindrome di Ménière può causare vertigini e nausea.
La malattia di Ménière è un disturbo raro, ma grave.
La malattia è legata ad un eccessivo accumulo di liquido nell’orecchio interno che causa vertigini improvvise che possono durare diverse ore.

Tra i sintomi della malattia di Ménière ci sono anche:

Neuronite vestibolare
Un’infezione virale si può estendere fino al nervo vestibolare dell’orecchio interno causando la neuronite vestibolare.
Questo nervo invia i messaggi sensoriali al cervello per mantenere l’equilibrio.
L’infiammazione del nervo vestibolare può causare vertigini o capogiri.

Altri sintomi della neuronite vestibolare includono:

  • Nausea e vomito,
  • Stanchezza,
  • Difficoltà di concentrazione,
  • Vista offuscata.

La vertigine benigna parossistica posizionale (VPPB) è un disturbo vestibolare che causa mancanza di equilibrio, nausea e vertigini.
La VPPB è causata dagli otoliti nell’orecchio interno che si staccano dalla membrana otolitica nell’utricolo e si accumulano in uno dei canali semicircolari.

I sintomi peggiorano:

  • Quando il paziente si sdraia,
  • Quando ruota la testa,
  • Quando si gira nel letto,
  • Quando si alza dal letto.
  • Raramente le vertigini compaiono mentre il paziente cammina.

Il trattamento della VPPB è semplice. Il medico o il fisioterapista posizionano la testa in determinate posture. La terapia è efficace dopo una o due sedute.

Altre cause:

Di solito il medico prescrive dei farmaci per ridurre le vertigini.
Bisogna curare la causa per avere un risultato a lungo termine, ma il dottore può consigliare dei medicinali per risolvere temporaneamente, per esempio la betaistina (Microser).

 

Giramenti di testa e nausea con dolore cervicale

Secondo uno studio di: Timothy C. Hain, MD (American Hearing Research Foundation) ci sono due cause potenziali di Vertigini, nausea e cervicalgia:

1) Compressione vascolare. Le arterie vertebrali nel collo possono essere compresse dalle vertebre (in cui passano) o da altre strutture.

Le cause di compressione dei vasi sanguigni del collo sono:

2) Informazioni sensoriali anomale provenienti dai propriocettori del collo.
I propriocettori sono terminazioni nervose che percepiscono:

  • Il movimento,
  • Le vibrazioni.

Le informazioni sensoriali dal collo sono utilizzate insieme alle informazioni vestibolari e visive per determinare la posizione della testa nello spazio.
I segnali che provengono dai nervi del collo possono essere:

  • Inaffidabili,
  • Assenti.

Questo meccanismo è stato studiato da De Jong PT, De Jong JM et al. che hanno iniettato un anestetico locale nel loro stesso collo.
Tali iniezioni hanno causato instabilità e vertigini lievi.

La maggior parte dei pazienti con capogiri di origine cervicale migliora con il trattamento del collo.

 

Colpo di frusta

Il colpo di frusta non provoca solo un trauma al collo, ma anche al tronco cerebrale.
I sintomi del colpo di frusta più frequenti sono:

  • Dolore cervicale,
  • Mal di testa,
  • Vertigini e capogiri (25-50% dei casi),
  • Nausea (meno frequente),
  • Acufeni (raro).

I sintomi compaiono alcune ore dopo il trauma oppure il giorno successivo.
Tuttavia questi sintomi sono difficili da dimostrare perché negli esami strumentali non si vede una lesione (Voyvodic F, Dolinis J, Ryan GA, Slavotinek JP, Whyte AM, Hoile RD, Taylor GW. MRI of car occupants with whiplash injury. Neuroradiology. 1997).
Alcuni studi mostrano che il danno cerebrale sottile o subclinico subito durante un incidente può causare:

  • Una percezione alterata del dolore,
  • Un prolungamento del periodo sintomatico (Vibert D, Hausler R. Acute peripheral vestibular deficits after whiplash injuries. Ann Otolo Rhinol Laryngol. 2003).

Dato che la diagnosi è difficile, prima bisogna escludere tutti i disturbi:

  • Dell’orecchio interno (come la labirintite),
  • Del sistema nervoso centrale (per esempio un ictus),
  • Della circolazione sanguigna (come la stenosi aortica)

Il paziente non dovrebbe avere sintomi a livello dell’orecchio come:

Il medico può effettuare un test fisico semplice per capire se la colonna vertebrale cervicale provoca le vertigini e la nausea.

Posizione del paziente: seduto su una sedia con le ruote (da ufficio),

Esecuzione: tenendo ferma la testa, bisogna ruotare il corpo del paziente verso entrambi i lati.

In questo modo si può esaminare la colonna cervicale escludendo le malattie dell’apparato vestibolare nell’orecchio e del cervello.
Se questo test provoca vertigini e nistagmo può confermare la diagnosi.

 

Giramenti di testa, nausea e mal di stomaco

I disturbi dell’apparato digerente sono una causa frequente di nausea, vomito e vertigini.

La gastroenterite è una malattia caratterizzata dell’infiammazione:

Generalmente provoca nausea, vomito, mal di pancia e diarrea.
La gastroenterite può essere causata da:

  • Un virus (come il norovirus),
  • L’ingestione di sostanze tossiche o troppi farmaci.

La nausea persistente, il vomito e la diarrea possono causare disidratazione, stanchezza e vertigini.
Altri disturbi gastrointestinali che possono causare nausea, vomito e vertigini sono:

 

Eccessiva acidità di stomaco

Gli squilibri ormonali durante il ciclo mestruale possono provocare la produzione di acido gastrico in eccesso, la nausea durante il ciclo è una complicazione possibile.

 

Giramenti di testa e nausea con tachicardia e sudorazione eccessiva

Ansia e attacchi di panico
L’ansia intensa, ricorrente o di lunga durata può indicare un disturbo psicologico caratterizzato da pensieri ossessivi e preoccupazioni.
Ci sono alcune reazioni fisiche (psicosomatiche) causate dall’ansia, per esempio:

  1. Nausea,
  2. Vertigini.

Le persone con disturbo d’ansia possono avere anche degli attacchi di panico, cioè episodi acuti di paura che possono causare:

  • Vertigini,
  • Nausea,
  • Palpitazioni cardiache,
  • Difficoltà di respirazione.

Ipoglicemia
Ipoglicemia significa bassi livelli di zucchero nel sangue.
Questo disturbo può provocare:

 

Giramenti di testa e nausea con diarrea

Avvelenamento
L’intossicazione alimentare si verifica quando una persona mangia un alimento contaminato da tossine.
Secondo il Medical Center dell’Università del Maryland, si verifica soprattutto nei mesi estivi, quando il cibo può non essere conservato correttamente.
In questa situazione, i batteri proliferano e producono delle tossine.

I sintomi possono essere:

  1. Nausea,
  2. Vertigini,
  3. Vomito,
  4. Diarrea,
  5. Crampi addominali,
  6. Stanchezza,
  7. Dolori muscolari,
  8. Febbre.

Generalmente si verificano entro 72 dall’ingestione delle tossine.
Il ricovero in ospedale può essere necessario per:

  1. Le persone anziane,
  2. I bambini,
  3. Le persone con un sistema immunitario compromesso,
  4. Coloro che soffrono di diarrea o vomito gravi.

Per prevenire l’avvelenamento da cibo, evitare la carne poco cotta, uova, latticini e cibi che hanno superato le date di scadenza.

 

Nausea e vertigini con vomito

Ci sono molto malattie che provocano questi sintomi, tra cui:

Alcuni gravi squilibri chimici nel corpo possono causare questi sintomi, come la chetoacidosi diabetica, cioè un disturbo in cui la concentrazione di zuccheri nel sangue è molto alta (e c’è poco glucosio nelle cellule).
Il corpo brucia delle grandi quantità di grasso per ricavare il carburante necessario.

 

Vertigini e nausea in gravidanza

Questi sintomi si verificano soprattutto nel primo e nel terzo trimestre.

Nausea mattutina
Durante la gravidanza, alcune donne possono avere:

  1. Vertiginini,
  2. Vomito.

In molti casi, questi sintomi sono la conseguenza della nausea mattutina e non sono un motivo di preoccupazione.
La nausea mattutina può verificarsi già tre settimane dopo il concepimento.
La conseguenza è l’aumento di alcuni ormoni femminili, tra cui:

  • BetaHcg,
  • Progesterone.

Questi ormoni rallentano la digestione, quindi lo stomaco si svuota più lentamente.

Vasi sanguigni dilatati
Durante la gravidanza, i vasi sanguigni del corpo si dilatano e la pressione sanguigna scende, la conseguenza sono i giramenti di testa.
Le donne incinte dovrebbero:

  1. Evitare di stare in piedi per lunghi periodi,
  2. Alzarsi lentamente dopo essere state sdraiate o sedute per evitare vertigini.

In caso di vertigini, bisogna sdraiarsi sul lato sinistro per evitare che l’utero comprima la vena cava inferiore.

Gravidanza extrauterina o ectopica
In alcuni casi, le vertigini e il vomito durante la gravidanza possono essere i segni di un problema importante.

Se si verificano forti capogiri insieme al dolore addominale o al sanguinamento vaginale, si può avere una gravidanza ectopica, cioè l’ovulo fecondato si impianta all’esterno dell’utero (generalmente nella tuba di Falloppio).
Nelle prime fasi i sintomi sono lievi, ma la crescita del feto può causare sintomi gravi fino alla rottura della tuba di Falloppio.
La gravidanza ectopica può essere pericolosa per la vita.

 

Giramenti di testa e nausea nei bambini

Nei bambini, vertigini e nausea possono essere segni di:

  • Pressione sanguigna bassa: soprattutto quando si alza troppo velocemente dalla sedia
  • Glicemia bassa: può verificarsi se un bambino è diabetico, ha effettuato molto esercizio fisico o non ha mangiato per diverse ore
  • Intossicazione alimentare: può causare vomito, diarrea e disidratazione se il bambino non sta bevendo abbastanza liquido
  • Disidratazione: si verifica se il bimbo beve troppo poco o suda troppo.

Nei casi più gravi, questi sintomi possono essere causati da:

  • Problemi del sistema nervoso centrale, a causa di formazioni anomale all’interno del cranio (ematoma, ascesso, tumore) o presenza di fluido nel cervello,
  • Problemi all’orecchio interno che possono causare una perdita di equilibrio,
  • Malattie neurologiche legate alla circolazione del sangue come un ictus,
  • Sanguinamento interno che può derivare da un trauma e può causare vertigini e vomito a causa della perdita di sangue,
  • Ingestione di veleno o respirazione di sostanze chimiche dannose,
  • Alcuni farmaci, per esempio gli antidepressivi.