Che cos’è la sindrome di De Quervain?

La sindrome di De Quervain è una tenovaginite della guaina:

  • Dell’estensore breve del pollice,
  • Dell’abduttore lungo del pollice.

sindrome-di-de-quervain

I movimenti di estensione e abduzione del pollice (allontanamento dall’indice) sono permessi principalmente da questi due muscoli che:

  • Originano dall’avambraccio,
  • Si inseriscono nel primo dito.

I tendini di questi due muscoli scorrono in una guaina fibrosa che serve per ridurre l’attrito durante i movimenti.

I tendini e le guaine si trovano in un canale delimitato:

  • Dalle ossa del carpo (mano),
  • Dal retinacolo degli estensori.

Questo è un legamento trasversale al polso che contiene i tendini estensori della mano.

L’infiammazione della guaina provoca:

  • Un aumento di volume,
  • Un restringimento dello spazio interno dove scorrono i tendini estensori.

La conseguenza è la compressione di questi tendini.

Tuttavia, spesso il problema non è la tendinite o infiammazione del tendine, ma un problema ai muscoli collegati.

Infatti, l’infiammazione provocherebbe:

  • Rossore,
  • Gonfiore,
  • Dolore,
  • Calore.

Invece, il paziente di solito ha dolore al polso ed eventualmente un po’ di gonfiore.

Questo può essere dovuto a rigidità o contratture dei muscoli dell’avambraccio, di cui parlo nel capitolo delle cause.

 

Chi colpisce?

La sindrome di De Quervain colpisce principalmente le donne che hanno tra i 45 e i 65 anni.

Nell’uomo si presenta soprattutto nei soggetti che svolgono:

  • Sport,
  • Lavori manuali con movimenti ripetitivi.

Questi causano un sovraccarico dei muscoli:

  • Del pollice,
  • Del polso.

Le attività che più spesso provocano la sindrome di De Quervain sono:

  • Suonare,
  • Cucire all’uncinetto,
  • La dattilografia.

Le neomamme dopo il parto hanno uno squilibrio ormonale dovuto alla gravidanza a cui si aggiunge lo sforzo per sollevare e mantenere il bambino in braccio.

Per questo possono sviluppare la tenosinovite di De Quervain.

 

Quali sono le cause della sindrome di De Quervain?

Il movimento di un articolazione è composto in realtà da due movimenti:

  • Rotolamento di un osso sull’altro, si tratta del movimento visibile.
  • Scivolamento di un osso sull’altro, è un movimento molto breve che non percepiamo (accessorio).

Questo concetto è importante perché questi due movimenti devono esserci contemporaneamente.

Altrimenti significa che ci sono delle rigidità del tessuto connettivo o delle contratture che bloccano il movimento accessorio di scivolamento.

In questo caso, si verifica:

  • Limitazione del movimento,
  • Dolore,
  • Eventualmente gonfiore.

La presenza di trigger point attivi nei muscoli dell’avambraccio può provocare un dolore riflesso al tendine.

Molti pensano che il dolore sia sempre causato da un’infiammazione, in realtà non è così.

Il dolore può originare dai muscoli anche se si sente a livello dei tendini del polso.

In alternativa, ci sono delle aderenze che schiacciano i nervi e i piccoli vasi sanguigni dell’avambraccio.

Anche in questo caso, i sintomi si sentono a distanza, a livello del polso.

L’origine post-traumatica è una causa più rara, ma dopo una caduta è possibile sviluppare questo disturbo.

 

Quali sono i sintomi della sindrome di De Quervain?

I sintomi della sindrome di De Quervain sono:

  • Dolore alla base del pollice,
  • Mano gonfia a livello della piega del polso, ma non sempre.

Il gonfiore visibile non è una crescita ossea o un nodulo, ma semplicemente un accumulo di liquido.

Come tutte le tendiniti il fastidio si avverte con:

  • La digitopressione,
  • La contrazione dei muscoli collegati,
  • L’allungamento del tendine.

I sintomi si avvertono al polso, ma le fitte possono arrivare:

  • Alla parte dorsale del pollice,
  • All’avambraccio verso il gomito.

È possibile avvertire:

  • Più dolore di notte se si dorme sopra la mano,
  • Un esacerbazione del fastidio al mattino.

Certi pazienti lamentano un formicolio al pollice.

I movimenti o le attività più dolorose sono:

  • Girare la chiave,
  • Aprire una bottiglia o un barattolo,
  • Sostenere un tegame,
  • Scolare la pasta, ecc.

 

Test per la sindrome di De Quervain

Il medio e il fisioterapista effettuano dei test ortopedici di valutazione.

Il test otropedico caratteristico della sindrome di De Quervain si chiama segno di Finkelstein.

test-finkelstein

Esecuzione:

  • Paziente in piedi, esaminatore in piedi.
  • Il paziente deve mettere il pollice contro il palmo,
  • Poi chiude il pugno (con il pollice dentro alle altre dita)
  • Da qui, si piega il polso lateralmente verso il mignolo.

 

Se questo “allungamento” provoca un forte dolore a livello del polso, il test è positivo.

 

Fisioterapia per la sindrome di De Quervain

Tra le terapie per la tenosinovite di De Quervain ci sono:

  • La fisioterapia strumentale,
  • La terapia manuale/osteopatia,
  • Il kinesio taping.

 

Fisioterapia strumentale

La fisioterapia strumentale per la sindrome di De Quervain comprende:

Generalmente si effettuano 3 sedute di onde d’urto, mentre il ciclo normale per il Laser e gli ultrasuoni è di 10 sedute.

onde-urto

Queste terapie causano una reazione del corpo, io la chiamo infiammazione terapeutica.

Il corpo si adatta continuamente, quindi possono aiutare a risolvere il problema.

 

Terapia manuale/ostepatia

Abbiamo visto nelle cause che l’origine di questa tendinite non è una maledizione divina, ma è un problema che origina dai muscoli.

C’è un sovraccarico muscolare che provoca contratture e rigidità.

terapia-manuale-osteopatia-de-quervain

Ora, il fisioterapista o l’osteopata:

  • Scioglie aderenze e contratture dell’avambraccio,
  • Libera tutto il percorso dei nervi che originano dal collo e terminano alla mano.

Bisognerebbe anche cercare di modificare la postura durante i movimenti.

In questo modo si può ridurre il sovraccarico sui muscoli del pollice.

 

Taping

Kinesio Taping per la sindrome di De Quervain

  • Azione: drenante.
  • Forma: 1 striscia a ”I”.
  • Lunghezza: 15-20cm.

taping-de-quervain

Applicazione

Ancorare la striscia all’unghia del pollice attraverso un foro circolare nel tape.

Applicare il kinesio taping senza tensione, tenendo in flessione il pollice e seguendo il decorso della tabacchiera anatomica (estensore breve del pollice e adduttore lungo del pollice).

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera