Tendinite al quadricipite

La tendinite al quadricipite femorale può essere descritta come l’infiammazione del tendine quadricipitale.

 

INDICE

Si tratta di una micro-lesione di alcune fibre del tendine del quadricipite o dell’inserzione del tendine sulla rotula.

Ci può essere una lesione minore (uno strappo) di alcune fibre del tendine del quadricipite a livello del bordo superiore della rotula.

Tendinite al quadricipite

Tendinite al quadricipite

La rotula è un piccolo osso nella parte anteriore del ginocchio.
Scivola su e giù lungo un canale dell’osso della coscia (il femore) quando il ginocchio si piega e si raddrizza.
I tendini collegano i muscoli alle ossa.
Il forte muscolo quadricipite nella parte anteriore della coscia si attacca al polo superiore della rotula grazie al suo tendine (il tendine quadricipitale).
Questo tendine copre la rotula e continua in basso, formando il tendine rotuleo che è simile a una corda.

La tendinite del quadricipite è frequente nelle persone coinvolte in attività che prevedono la corsa, salti, arresti e ripartenze.
Il dolore da tendinite del quadricipitale si sente nella zona sopra la rotula.
Si può presentare gonfiore ed ipersensibilità sul tendine ed intorno ad esso. In alcuni casi questo dolore può essere lieve, mentre in altri può essere talmente forte da impedire agli atleti di continuare l’attività sportiva.
Come per qualsiasi lesione, è necessario modificare il livello di attività.

Tendine-del-quadricipite-rotula-rotuleo

 

Questo ovviamente dipende dall’intensità del dolore, ma nei periodi di allenamento più intenso potrebbero essere necessario diminuire gli sforzi.
Continuando ad allenarsi o a giocare con una tendinite, l’infiammazione si aggrava e diventa cronica, quindi gli atleti devono saltare le gare per un periodo più lungo.

 

Cause della tendinite al quadricipite

La tendinite del tendine quadricipitale è provocata da attività ripetitive o prolungate che mettono in tensione il tendine. Questo si verifica in genere a causa di lunghi allenamenti di corsa, salto, squat o tiri.
Inoltre è particolarmente comune negli sport che richiedono frequenti accelerazioni, decelerazioni o salti (come il basket o il tennis).
Raramente, i pazienti possono sviluppare quest’infiammazione a causa di un’eccessiva forza improvvisa che si applica sul tendine del quadricipite.
Questo problema si può verificare durante una rapida accelerazione mentre si corre, atterrando da un salto troppo alto o con un trauma diretto sul tendine del quadricipite.

 

 

Segni e sintomi della tendinite del quadricipite

Squat,valutazione,Tendinite,ginocchio,tendine,quadricipitale-rotuleo-rotula-infiammazione-dolore-male-fatica.muscolo-rinforzo

Squat per valutare la Tendinite del ginocchio del tendine quadricipitale

I pazienti con tendinite del quadricipite sentono il dolore nella parte anteriore del ginocchio appena sopra alla rotula.
Di solito i sintomi si sviluppano gradualmente.
Nei casi meno gravi, i pazienti possono avvertire solo un fastidio o una sensazione di rigidità dopo aver svolto forti e ripetitive contrazioni del muscolo quadricipite, che aumenta con il riposo.
Nelle fasi iniziali della tendinite, Il dolore può migliorare quando il ginocchio è caldo.

Con la progressione dell’infiammazione, i pazienti possono soffrire di sintomi che aumentano durante l’attività e influiscono sulle prestazioni. Generalmente non si vede il ginocchio gonfio.
Alcuni pazienti hannouna sensazione di debolezza al ginocchio, specialmente quando si compie un’accelerazione o uno squat.
Altri sintomi che si possono sentire sono il dolore alla palpazione diretta del tendine quadricipitale e in alcuni casi una zoppia durante la deambulazione (specialmente su salite o su superfici irregolari).
Dolore al ginocchio o rigidità si possono sentire durante lo stretching del quadricipite (portando il tallone verso il gluteo).

 

Diagnosi della tendinite al quadricipite

Di solito, un approfondito esame soggettivo e oggettivo effettuato da un medico generico è sufficiente per diagnosticare la tendinite del quadricipite.
I test che rilevano la rigidità e il gonfiore intorno al tendine del quadricipite sono utili per diagnosticare un’infiammazione.

Esami strumentali

Occasionalmente, ulteriori indagini come ecografia, radiografia, risonanza magnetica o TAC possono essere prescritte dal medico per confermare la diagnosi e valutare la gravità del disturbo.
La radiografia può essere fatta occasionalmente per escludere la presenza di calcificazioni.
Altri esami strumentali, come l’ecografia e la risonanza magnetica, sono a volte utilizzati per escludere danni più estesi al tendine.

 

Leggi anche: Tendinite del quadricipite, terapia e tempi di recupero

 

7 comments on “Tendinite al quadricipite
  1. Manuel,
    Potrebbe essere la sindrome femoro rotulea, cioè la rotula non è allineata bene con la parte del femore su cui scorre.
    Quando il ginocchio è disteso, questo non preme sul femore, ma quando è piegato si, per questo c’è una specie di conflitto.
    Chiedi al tuo fisioterapista se ti modifica il programma di rinforzo perché generalmente si risolve così, migliorando la coordinazione dei diversi capi muscolari del quadricipite.
    Per farlo, serve un rinforzo mirato del vasto mediale (di solito) o del vasto laterale (raramente).

  2. Manuel ha detto:

    Salve vorrei un informazione, circa 30 giorni fa ho subito un intervento in artoscopia per rimuoverw dei pezzi di cartilagine che mi bloccavano il ginocchio in seguito ad un trauma sportivo, adesso a distanza di un mese ho dolore intenso a ginocchio piegato ( tipo seduto su una sedia) un dolore come di Indolensimento e nel momento che indurisco il quadricipite sento all’intero del ginocchio forse sotto la rotula come qualcosa che scatta tipo un nervo per intenderci, questo blocchi lo ho solo se indurisco il muscolo o se porto il mio peso sul ginocchio… ho fatto sia rinforzo del muscolo che varie sedute di terapia in questi mesi …non so cosa possa essere …

  3. Vincenzo,
    Se non hai dolore scendendo le scale, dubito che il problema parta dalla cartilagine consumata o dall’artrosi.
    Sembra che hai già provato tutte le terapie e la fisioterapia possibili.
    Io a questo punto cercherei di lavorare sulla causa che probabilmente è l’alimentazione.
    Stai mangiando qualcosa che ti fa male e la reazione del corpo sono infiammazioni in diversi distretti, tra cui il ginocchio.
    Ora, la soluzione è una dieta a eliminazione e un diario alimentare in cui scrivi come stai e il pasto precedente.
    A volte bisogna smettere un alimento per 2/3 giorni per vedere l’effetto.
    Qualunque cibo può causare delle reazioni nel corpo, anche la pasta, i latticini, il maiale, la frutta, ecc.

  4. Vincenzo ha detto:

    Aggiungo che non ho mai avuto lesioni e dalle ultime risonanze non sembrano esserci particolari problemi alle cartilagine tranne un precontatto mediale con condropatia lievedelka faccetta rotulea interna.

  5. Vincenzo ha detto:

    Prima avevo solo un risentimento in zona anteriore del ginocchio quando andavo in bicicletta su salite oltre il 7%. A seguito di una RX dove emergeva una iniziale gonartrosi un ortopedico… mi ha fatto ad ambedue le ginocchia una iniezione di Hyalubrix che purtroppo non è andato in sede e da lì è iniziato un calvario di circa 2 mesi e mezzo dove l’articolazione era tutta infiammata e non riuscivo a stare in piedi e terapie come tecar, sit e ultrasuoni mi hanno peggiorato il quadro clinico. Appena mi sono ripreso un po’ circa 1 mese e mezzo fa ho poi iniziato un ciclo di fisioterapia manuale e da allora ho tutti i problemi che vi ho descritto. La tensione ora sulla rotula si sta attenuando e il dolore dopo 4-5 ore mi sorge e comincia in zona mediana-superiore della rotula per poi pian piano irradiarsi a tutto il ginocchio e a impedirmi di stare seduto e in piedi e a camminare. La cosa strana è che non provo particolare dolore se devo scendere dei gradini.
    Grazie,Vincenzo

  6. Vincenzo, potresti avere più cose insieme, se ti fa male da seduto mi viene da pensare a una sindrome femoro rotulea:
    Puoi leggere più informazioni qui: http://www.fisioterapiarubiera.com/dolore-ginocchio/sindrome-rotulea-cartilagine/
    Per il resto, il problema potrebbe essere l’infiammazione intrarticolare, la tendinite del quadricipite e la borsite (che spesso non fa male).
    Per ora io farei esercizi blandi e soprattutto terapie strumentali, in particolare puoi chiedere al medico se hai controindicazioni alla terapia con onde d’urto che è indicata per borsite, tendiniti calcifiche e infiammazioni articolari da artrosi.

    Ma la cosa che non mi hai detto ed è fondamentale, perché stavi facendo fisioterapia? Hai avuto qualche lesioni al ginocchio? Che problema avevi prima???

  7. Vincenzo ha detto:

    Dopo vari problemi a seguito di uno stretching energico fatto da un fisioterapista sul quadricipite dx ho cominciato a accusare dolori atroci al ginocchio anche a riposo ma in particolare in posizione seduta con gambe flesse. La sensazione è di una tensione insostenibile del tendine che è sopra la rotula più il rotuleo e la necessità di stendere la gamba. Al tempo stesso ho difficoltà sia a camminare che a stare fermo in posizione eretta con gambe distese. Ho notato un leggerissimo gonfiore sia sulla parte finale del vasto mediale che laterale. Avverto anche bruciore un po’ in tutto il ginocchio. Questi sintomi potrebbero essere quelli di una tendinite del quadricipite? Faccio notare che da una ecografia è risultato: una calcificazione all’inserzione distale del quadricipite che presenta lieve ispessimento nella porzione intermedia, concomita focale area di alterata ecostruttura a carico del terzo distale del muscolo stesso. Fine disomogeneità a carico del comparto mediale. Falda fluida intrarticolare. Imbibizione edematosa borsa prerotulea. Sto osservando riposo e ho iniziato una cura di cortisone. Grazie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?