La tendinite al tendine d’achille è l’infiammazione del grande tendine nella parte posteriore della caviglia.

L’esordio può essere:

  • Traumatico,
  • Lento e graduale, in questo caso i sintomi possono aumentare progressivamente.

La tendinopatia achillea può essere:

  • Acuta (dura meno di 6 settimane),
  • Cronica, dura oltre 6 settimane.

Di solito colpisce gli atleti e gli adulti che hanno avuto dei problemi alla caviglia, è molto rara nei bambini.

Generalmente solo una caviglia soffre di questo disturbo, raramente è bilaterale.

 

Chi colpisce?

Generalmente la tendinite del tendine d’Achille si sviluppa:

  • Nei giovani sportivi,
  • Negli adulti tra 45 e 65 anni.

Si tratta di un disturbo molto raro negli anziani e nei bambini.

 

Tipi di tendinite del tendine d’Achille

tendinite-tendine-achille

Ci sono due possibilità:

  • Entesite o tendinite inserzionale – Se la tendinite si verifica nel punto dove il tendine d’Achille inserisce sull’osso.
  • Tendinite non inserzionale – Se l’infiammazione causa gonfiore e dolore alcuni cm sopra al calcagno.

 

Tendinosi al tendine d’Achille

Molti medici ritengono che il dolore sia provocato dall’infiammazione acuta.

Secondo altri la tendinite è solo una componente della tendinopatia.

tendinosi-tendine-achille

Nel senso che il problema sarebbe la formazione di microlesioni del tendine.

Con il tempo, se l’organismo non riesce a ripararle, la situazione evolve in degenerazione tendinea.

La tendinosi è la conseguenza di molti micro-strappi del tendine che si sommano con il tempo.

L’infiammazione si può sviluppare gradualmente e può essere caratterizzata da uno squilibrio tra formazione e riparazione delle micro-lesioni del tessuto.

In questa situazione, ci sono molte alterazioni fisiche del tessuto, come:

  • La degenerazione mucoide (accumulo di sostanza mucoide tra le cellule),
  • La formazione di calcificazioni.

Queste modificazioni avvengono quando il tendine si allunga troppo.

La tendinite d’Achille si differenzia dalla tendinosi perché quest’ultima non è caratterizzata da un’infiammazione acuta.

Inoltre, se noi prendiamo un anziano, sicuramente troviamo tanti tendini degenerati, quindi con tendinosi.

Però, lui probabilmente non avrà dolore in nessun tendine.

 

Cenni di Anatomia della caviglia

anatomia-tendine-achille

Il tendine di Achille è il tessuto fibroso che collega il tallone ai muscoli posteriori della gamba:

  • Il gastrocnemio,
  • Il soleo.

Il tendine origina da questi muscoli e si inserisce nella parte centrale della superficie posteriore del calcagno.

Si tratta del tendine più grande e più forte del corpo.

Il tendine di Achille è avvolto da una guaina che lo protegge e lo nutre.

 

Cause della tendinite al tendine d’Achille

Riguardo la causa della tendinite, ho notato che ci sono un sacco di false credenze:

  • Molti pensano che il problema sia dovuto al sovraccarico, ma le stesse persone consigliano poi esercizi di rinforzo e stretching del tendine. Questo è un controsenso.
  • Altri parlano di terreno troppo duro.
  • Ma ho sentito anche problemi metabolici ed endocrini (delle ghiandole interne).

Bhe, se guardiamo le persone colpite, ci accorgiamo che sono giovani sportivi oppure adulti in buona salute.

Inoltre, si sviluppa quasi sempre in un solo tendine, quindi la causa non può essere lo sport, altrimenti si sentirebbe in entrambi.

Lo sport può essere un fattore di rischio, ma non la causa, altrimenti tutti gli sportivi ne soffrirebbero.

Quindi, non quadra con le idee generali.

Tra le cause della tendinite del tendine d’Achille ci sono:

  • La tendinite si sviluppa spesso nelle persone che effettuano un lavoro o uno sport che prevede movimenti ripetitivi e poi fanno stretching del tendine. Lo so che sembra strano, ma l’allungamento favorisce la rigidità del muscolo. Invece, per rilassarlo bisogna accorciarlo, come spiego meglio nel capitolo della terapia.
  • Un improvviso aumento dell’intensità o della durata dell’attività fisica, per esempio, correre molti più chilometri rispetto al solito.
  • Muscoli del polpaccio contratti, rigidi o con aderenze: queste rigidità possono causare una compressione di nervi e vasi sanguigni. La conseguenza è il dolore e il gonfiore.
  • Rigidità nel movimento di flessione dorsale del piede (tirare su la punta).
  • Malattia di Haglund: si tratta di una deformità del calcagno caratterizzata da una protuberanza ossea posteriormente. Questa protuberanza sfrega contro le scarpe e può provocare una tendinite inserzionale.
  • Cambiare scarpe, passando dai tacchi a scarpe basse senza tacco e suole molto rigide.

La tendinite si può verificare a causa di un trauma improvviso al tendine, ma è un evento rarissimo.

 

Segni e sintomi di tendinite d’Achille

sintomi-tendinite-achille

La tendinite provoca dolore sul tendine interessato.

La tendinite Non inserzionale causa anche gonfiore.

In pratica si forma una zona più gonfia, come una noce lungo il percorso del tendine, circa 3/4 cm sopra al tallone.

I sintomi si aggravano quando:

  • Il tendine è in allungamento,
  • Alla pressione sulla zona infiammata,
  • Con il sovraccarico del muscolo, per esempio camminando o correndo.

In caso di tendinite grave, c’è una limitazione di movimento.

 

Diagnosi della tendinite del tendine d’Achille

Il medico deve esaminare la storia medica del paziente per individuare la presenza di fattori di rischio, come attività sportive o lavorative che prevedono movimenti ripetitivi.

diagnosi-tendinite-achille

Il medico deve sapere:

  • Quali sintomi si manifestano,
  • La durata,
  • Il tipo di dolore che si sente.

 

Esame fisico

Prima di tutto, il medico osserva la zona dolorosa per capire se il tendine è più spesso, in certi casi si forma un “nodulo” di 1/2 cm.

Successivamente preme sull’area interessata per determinare la posizione esatta dei sintomi.

Il test per la tendinite d’Achille è il seguente:

  • Posizione iniziale: Paziente sdraiato a pancia in giù, con il piede oltre il bordo del lettino,
  • Mettere la caviglia in posizione di flessione dorsale,
  • il paziente deve spingere con la punta del piede contro l’esaminatore, mettendo il piede in flessione plantare.

Il test è positivo quando si sente dolore sul tendine d’Achille.

esame-fisico--tendinite-achille

Il medico deve cercare segni di rigidità perché i sintomi possono essere prodotti da una limitazione articolare.

Per escludere un intrappolamento del nervo il medico deve valutare anche i riflessi tendinei.

Diagnosi differenziale

Il medico deve escludere:

  • Deformità di Haglund (osteocondrosi)
  • Malattia di Sever – Irritazione della parte posteriore del calcagno in fase di crescita. Si verifica in bambini piccoli e adolescenti, in particolare durante la pubertà e durante gli scatti di crescita.

 

Esami strumentali per la tendinite del tendine d’Achille

Solitamente, gli esami strumentali non sono necessari per diagnosticare una tendinite e iniziare il trattamento se la causa è il sovraccarico.

Il medico può raccomandare la radiografia per escludere altri disturbi come:

Tuttavia, questo esame non può visualizzare i tendini e i muscoli.

L’ecografia muscolo-scheletrica può essere utile perché mostra se il tendine:

  • È ispessito (ingrossato),
  • È lacerato (lesione parziale).

Questo dispositivo può mostrare anche le immagini in tempo reale del tendine durante il movimento.

La risonanza magnetica è l’esame migliore perché mostra il gonfiore tendineo e altri problemi come:

Tuttavia, si effettua raramente perché ha un costo maggiore e spesso non è necessario.

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera