Stiramento muscolare

INDICE

Lo stiramento muscolare è un infortunio molto frequente negli sportivi, ma può colpire tutti, anche le persone sedentarie.
A livello di fisiologia del muscolo, lo stiramento consiste nell’allungamento delle fibre muscolari oltre il limite.

È come tirare una molla finché perde l’elasticità e non riesce a ritornare alla posizione iniziale

 

I sintomi dello stiramento muscolare

I sintomi di questa patologia sono i seguenti:
1. Gonfiore;

Stiramento muscolare.

2. Infiammazione con versamento di liquido;
3. Dolori muscolari;
4. Ematoma a causa della rottura dei capillari, è molto piccolo e simile ad un livido, mentre nello strappo del muscolo ha delle dimensioni maggiori;
5. Limitazione nei movimenti;
6. Riduzione della forza;
7. Irradiazione del male ai muscoli e alle articolazioni vicine;
8. Rigidità muscolare e tessuti duri.
La febbre non è un sintomo dello stiramento muscolare.

I muscoli sono in ogni parte del corpo, quindi uno stiramento si può verificare ovunque. Alcune delle aree del corpo sono più colpite:
1. Schiena nella zona lombosacrale,
2. Petto,
3. Coscia e polpaccio.

Raramente si presenta un bambino dal medico con uno stiramento o uno strappo muscolare, generalmente questo infortunio si presenta dopo i 15 anni.


 

Stiramento ai muscoli della schiena lombare o dorsale

I sintomi dello stiramento muscolare nella schiena sono:

  1. Rigidità muscolare,
  2. Gonfiore,
  3. Spasmi o contrazioni involontarie nei muscoli,
  4. Dolori lancinanti nella zona colpita,
  5. Bruciore,
  6. Calore.

I sintomi dello stiramento muscolare al petto:
Un muscolo stirato nel petto presenta dei segni nelle prime 24 ore:

  1. Tendini gonfi,
  2. Infiammazione del muscolo,
  3. Dolore immediato o si manifesta nelle prime 6-8 ore,
  4. Fastidio nei movimenti.

 

Stiramento muscolare della coscia e della gamba

La coscia ha molti muscoli che collaborano nella corsa e negli sforzi fisici, ciò predispone quest’area agli stiramenti muscolari.
I calciatori possono soffrire di stiramento dell’adduttore (all’interno coscia), ma di solito i muscoli più colpiti sono il quadricipite femorale (soprattutto vicino all’inguine) e il bicipite femorale (dietro la coscia).
Il bicipite del femore è nel gruppo degli ischio-crurali, cioè i flessori del ginocchio che si trovano nel retro della coscia.
Si può stirare in caso di calcio violento, soprattutto se l’atleta non ha fatto abbastanza riscaldamento.

I sintomi sono i seguenti:

1. Gonfiore,
2. Dolore muscolare,
3. Perdita della forza muscolare,
4. Lividi,
5. Rigidità della struttura muscolare.

Il muscolo del polpaccio si irrigidisce e fa male quando si cammina, scendendo e salendo le scale.
I sintomi peggiorano quando si ignora il fastidio.
I pazienti con un polpaccio molto grande sono predisposti a strappi e stiramenti, in ambulatorio si vedono delle persone che hanno questo tipo di infortunio durante una semplice passeggiata.

 

Stiramento muscolare al collo e alle spalle

Lo stiramento del muscolo trapezio
Il trapezio è un muscolo grande che collega il collo, la spalla e la parte superiore del dorso.
Il muscolo si estende dalla base del collo al dorso, fino alle spalle.
Il trapezio è formato da due fasci muscolari triangolari che formano un diamante (o un trapezio).

Cause e sintomi
Questo muscolo si può stirare se i tendini e i legamenti si “irritano” a causa di incidenti o lesioni. Il muscolo si danneggia quando subisce ripetute sollecitazioni che provocano micro-lacerazioni delle fibre.
Questo muscolo presenta spesso delle contratture, soprattutto nel lato sinistro.

Lo stiramento del trapezio può essere la conseguenza di una cattiva postura mantenuta nel tempo.
Le persone che lavorano per ore davanti a un computer soffrono spesso di questa patologia.
Durante un colpo di frusta la testa si muove in avanti e indietro molto velocemente: il movimento potrebbe provocare lo stiramento; anche il sollevamento di pesi e il trasporto di uno zaino (borsa) pesante può causare questo problema.
Si deve prestare attenzione alla postura mentre si dorme.
Molte persone dormono in una posizione sbagliata o utilizzano cuscini molto soffici.
Queste abitudini causano l’indolenzimento nei muscoli di collo e spalle.

 

Stiramento muscolare nel petto

Lo stiramento del muscolo gran pettorale può provocare molto fastidio e potrebbe limitare i movimenti.
I muscoli del torace sono tra i muscoli più forti del corpo e si stirano quando si utilizzano in modo eccessivo.
Per evitare questi fastidi si prendono alcune precauzioni come alternare il riposo all’attività fisica ed evitare esercizi che mettono queste strutture sotto stress.
Un sovraccarico prolungato dei muscoli pettorali o un trauma provoca la lacerazione (strappo) di queste strutture muscolari.

Gli atleti che praticano body building e prendono gli steroidi anabolizzanti rischiano lo stiramento e lo strappo dei muscoli pettorali più degli altri.

 

Lo stiramento ai muscoli del braccio

L’unico muscolo stirato nel braccio che si vede nei pazienti è il bicipite brachiale.
Si può verificare in caso di sforzo, ma soprattutto dopo un movimento violento, per esempio un pugno durante un incontro di Boxe.
Il tricipite e i muscoli dell’avambraccio non subiscono questo tipo di infortunio di solito.

 

Lo stiramento muscolare degli addominali

La parete addominale è costituita da molti muscoli.
Le strutture muscolari addominali svolgono alcune funzioni corporee molto importanti:

  • Sostengono il tronco,
  • Stabilizzano il bacino,
  • Stabilizzano il busto durante la stazione eretta e nel cammino,
  • Eseguono la torsione del tronco.

Cause
La causa principale dello stiramento della muscolatura addominale è l’eccessivo sforzo che effettuano in certe situazioni.
Ciò si verifica in caso di movimenti improvvisi e violenti del tronco o delle gambe.
Frequentemente questa patologia si verifica quando si sollevano, si spingono o si tirano oggetti pesanti oppure quando si praticano attività sportive agonistiche come il nuoto a rana, il pattinaggio, l’hockey, il calcio, ecc.
Una persona obesa che esegue degli esercizi dopo un lungo periodo di inattività può avere uno stiramento.
In questi soggetti anche piccole contrazioni che si verificano durante un colpo di tosse, uno starnuto o quando si ride possono causare lo stiramento dei muscoli addominali.

 

stiramento muscolo,schiena,spallaLo stiramento muscolare nella schiena

La gente pensa che lo stiramento muscolare è una delle cause più frequenti di mal di schiena, in realtà la contrattura dei muscoli è molto più frequente.
Lo stiramento delle strutture muscolari della schiena è descritto come un dolore molto forte e una sensazione di tensione muscolare. Spesso questa fase è molto dolorosa e limita il range di movimento della colonna.
Se lo stiramento si verifica al fianco sinistro, il paziente non riesce a inclinare lateralmente la colonna vertebrale verso destra.
In caso di infortunio al fianco destro, l’individuo non può piegarsi verso sinistra.
Raramente il paziente ha uno stiramento al gluteo.
Nella maggior parte dei casi il paziente svolge le attività quotidiane; se lo strappo è molto grave, la persona potrebbe avere difficoltà anche nelle attività più semplici come scendere dal letto.

Cause
Ci sono molte cause che provocano uno stiramento muscolare della schiena. Quando i muscoli stanno in una posizione fissa per un lungo periodo si affaticano e iniziano a far male.
Ciò accade perché i muscoli sostengono l’intero peso corporeo per tanto tempo.
Una cattiva postura costringe i muscoli della schiena a lavorare di più, la muscolatura si sforza in modo eccessivo.

Un uso eccessivo dei muscoli della schiena per compiere alcuni movimenti ripetitivi li può stirare. Quando si eseguono esercizi che stressano la colonna dorso-lombare si può provocare uno stiramento muscolare.
Ciò si verifica anche quando si cambia posizione troppo velocemente.
Spesso i muscoli della schiena si sovraccaricano a causa di errate tecniche di sollevamento pesi o per lo spostamento di oggetti troppo pesanti.
Una caduta o una strana torsione del tronco possono causare uno stiramento della zona lombare o dorsale.

Sintomi
Il sintomo principale è un forte dolore alla schiena in corrispondenza dei muscoli lesionati.
In alcuni casi il male è costante mentre e in altri si sente fastidio soprattutto quando la schiena è in una posizione particolare.
Quando si verifica un disturbo muscolare, si sviluppa un’infiammazione e si percepisce caldo e bruciore. L’area interessata è calda al tatto.
Questo si verifica perchè aumenta il flusso sanguigno nell’area dello stiramento.

 

Come riconoscere lo stiramento muscolare? La diagnosi

L’esame che riesce a distinguere lo stiramento dallo strappo e dalla contrattura muscolare è l’ecografia muscolo scheletrica.


 

Cosa fare? La cura per lo stiramento muscolare

Farmaci
Nel caso in cui il gonfiore e il dolore siano gravi, si possono assumere dei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) come l’aspirina (acido acetilsalicilico) e l’ibuprofene (Brufen). Molti di questi principi attivi causano effetti collaterali come il mal di stomaco e l’ulcera gastrica.
Si consiglia di consultare un medico prima di prendere dei farmaci.
In alternativa si possono spalmare delle pomate come il Lasonil (Ketoprofene) e il Voltaren emulgel ® (Diclofenac).
Per rilassare la muscolatura si può assumere il Tiocolchicoside (Muscoril), anche se molte persone sviluppano la diarrea a causa di questa medicina.

Massoterapia,massaggio,muscoliFisioterapia
Tra le terapie più efficaci e più veloci c’è sicuramente la Tecarterapia, cioè una cura basata sul passaggio di una micro corrente elettrica in grado di stimolare l’assorbimento del liquido infiammatorio e il rilassamento delle fibre muscolari.
Prima dell’invenzione della Tecar, si effettuava la Laserterapia e gli ultrasuoni insieme che hanno degli ottimi risultati.
La massoterapia può avere gli stessi risultati delle terapie strumentali, ma la pressione delle mani del fisioterapista può causare molto dolore al paziente.
Lo stretching è controindicato finché il paziente sente fastidio al muscolo perché può aggravare lo stiramento.


 

Rimedi naturali per lo stiramento muscolare

I rimedi omeopatici come una crema a base di Arnica sono un’opzione con meno effetti collaterali.

Impacchi da erboristeria
Si avvolge il muscolo con alcune erbe terapeutiche.
In alternativa si dovrebbe spalmare una pasta a base di olii essenziali nella zona interessata per migliorare la circolazione e per un recupero più veloce.
La cultura asiatica indica questo rimedio per uno stiramento lieve da secoli.

Riposo
Il riposo è la fase cruciale del trattamento.
Si deve interrompere immediatamente l’attività che provoca il dolore.
Si dovrebbe evitare di svolgere esercizi e preservare la parte dolorante nei successivi 2 o 3 giorni. Infine si possono riprendere lentamente tutte le attività.

Elevazione, tenere l’arto in scarico
Si consiglia di tenere sollevato l’arto colpito durante questo periodo.
Tenere il braccio o la gamba elevata contribuisce a drenare i liquidi in eccesso.
L’effetto della gravità migliora il gonfiore e il dolore muscolare.
Si può appoggiare l’arto su dei cuscini.
Nel caso in cui si ha un problema a un muscolo nella schiena o nel collo, la posizione sdraiata con la pancia verso il basso è la migliore.

Compressione
Avvolgere l’arto colpito con un bendaggio elastico aiuta a ridurre il gonfiore. Questo aumenta la resistenza elastica, favorisce il riassorbimento del liquido e riduce il movimento. Ciò garantisce che il muscolo riposi e non sia sottoposto ad inutili sforzi.


 

Ghiaccio o calore per lo stiramento muscolare?

Quando applicare il ghiaccio
Il ghiaccio si deve applicare prima possibile.
La bassa temperatura del ghiaccio rallenta il flusso di sangue nella zona lesa.

Questa terapia previene il gonfiore perché provoca una vasocostrizione.
Il ghiaccio “intorpidisce” i nervi e attenua la sensazione di dolore.
Non si deve applicare il ghiaccio direttamente sulla pelle perché può causare un’ustione che persiste per molti giorni.
Il ghiaccio si applica per 20 minuti intervallati da 2 ore di pausa. Questa terapia si può effettuare il primo giorno.

Quando applicare il calore
Dopo il primo giorno bisogna utilizzare una fonte di calore sul muscolo.
Nelle fasi iniziali gli impacchi di ghiaccio rallentano il flusso di sangue, successivamente il calore provoca un aumento del flusso sanguigno nel muscolo colpito.
Questo meccanismo previene gli spasmi muscolari, favorisce il rilassamento del muscolo e il metabolismo cellulare.
Il calore si dovrebbe applicare per 20 minuti, almeno una volta al giorno.
Chi continua ad applicare il ghiaccio dopo 24 ore dall’infortunio rallenta la guarigione perché il freddo blocca l’attività cellulare.


 

Quanto dura uno stiramento muscolare?

La durata è variabile, con le terapie adatte i tempi di guarigione sono di una settimana circa, ma senza la cura il dolore può persistere oltre un mese.