Condividi sui social

L’importanza del materasso per il mal di schiena

Si passa circa un terzo della giornata a letto.

Se quel tempo si trascorre beatamente rilassati o girandosi e rigirandosi sul letto dipende dal materasso.

Un buon materasso e la corretta postura a letto possono migliorare la qualità del sonno.

La cosa importante è sapere quali caratteristiche cercare.
Un materasso nuovo può essere un investimento.

Si può scegliere un materasso online, ma è fondamentale andare in negozio per fare alcuni test così si sà esattamente quello che si sta per acquistare.

Questo perché un materasso non va bene per tutti.

materasso-per-il-mal-di-schiena

Anche se il materasso non è la causa del mal di schiena, la scelta del materasso sbagliato può peggiorare la situazione.

 

Perché il materasso influisce sul mal di schiena?

Un modo in cui il materasso influenza il sonno è legato alla rete di vasi sanguigni che si trovano sotto la pelle.
Quando si sta appoggiati su una qualsiasi parte del corpo per un periodo prolungato, il peso:

  1. Riduce il flusso di sangue attraverso i vasi sanguigni
  2. Priva la pelle di ossigeno e nutrienti.

Per questo motivo le cellule nervose e i recettori di dolore nella pelle inviano un messaggio al cervello per cambiare posizione.

Il rotolamento ristabilisce il flusso di sangue nella zona, ma interrompe brevemente anche il vostro sonno.
Idealmente, un materasso che riduce la pressione su alcuni punti del corpo dovrebbe consentire un sonno migliore durante la notte. Eppure il materasso ideale è diverso per ognuno di noi.

Un materasso troppo rigido può causare dolori nei punti in cui si appoggia maggior peso, come ad esempio i fianchi.

materasso-influisce-sul-mal-di-schiena

I pazienti che hanno una borsite troncanterica (infiammazione della borsa sierosa del femore) possono sentire male se usano un materasso troppo duro.

Chi dorme di lato applica maggior pressione sui fianchi e sulle spalle, nelle aree in cui sono a contatto con il materasso.

Un buon supporto mantiene il naturale allineamento della colonna vertebrale come quando si sta in piedi.

Il corpo è composto da 3 curvature:

  1. Lordosi cervicale,
  2. Cifosi dorsale (la gobba per intenderci),
  3. Lordosi lombare.

Se il tuo corpo mantiene la sua posizione naturale:

  1. I muscoli sono rilassati,
  2. Il sonno è più riposante.

Quando si cerca il miglior materasso, è importante ricordare che la scelta dipende in gran parte dalle preferenze personali.

Non c’è un particolare tipo di materasso o letto che funziona bene per tutti, e non esiste uno migliore degli altri per i problemi di schiena.
In generale, le cause del dolore lombare e cervicale possono essere molto complesse ed è difficile determinare se il materasso ha causato o aggravato il dolore.
Chi soffre di importanti o persistenti mal di schiena può avere una patologia concomitante che non ha nulla a che vedere con il materasso.
Nessuno deve aspettarsi che il semplice cambio del materasso o del letto sia in grado di curare ogni mal di schiena.

Qual è il materasso giusto per te?

Trovare il giusto materasso non vuol dire ricercare il brand di alto livello o spendere più soldi. Un materasso più costoso non è necessariamente migliore.
Invece di concentrarsi sul prezzo e sulla marca, bisogna capire se il materasso è adatto per il tuo corpo.

Selezionare un materasso è una scelta molto personale.

Alcune persone preferiscono un materasso più duro, mentre altri ne preferiscono uno più morbido (Bader et Engdal 2000).

Qual-è-il-materasso-giusto-per-te

Tuttavia, un materasso che si imbarca (facendo un effetto amaca) è probabilmente il peggiore perché tiene la schiena leggermente piegata in avanti tutto il giorno.

 

Anche se non ci sono prove scientifiche per dimostrare che un materasso aiuta a dormire meglio di un altro, tante persone con mal di schiena stanno meglio su un certo tipo di materasso.
Chiunque abbia dolore lombare, dorsale o cervicale dovrebbe prestare un attenzione particolare nell’acquisto del materasso.

Un materasso duro, ma non troppo è il più indicato per il mal di schiena secondo uno studio di Bert et al. (2004).

Queste indicazioni sono confermate da uno studio di Hadler et al. (2004) in cui si confronta l’effetto di un materasso duro con uno di media durezza nelle persone con mal di schiena non specifico (non causato da una malattia).

Stesso risultato anche per uno studio pubblicato sull’autorevole rivista scientifica Lancet nel 2003 (https://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140-6736(03)14792-7/fulltext).

Un materasso troppo duro causa molta pressione sulle parti del corpo in cui l’osso è molto superficiale:

  • Sull’osso sacro,
  • Sui talloni,
  • Sulle spalle
  • Sulla nuca.

Un materasso di media durezza dà il giusto equilibrio tra supporto e comodità.

Forse qualcuno rimarrà scioccato, ma un materasso ad aria risulta più indicato per il mal di schiena rispetto a uno con le molle per il mal di schiena cronico.

Lo afferma uno studio di Monsein et al. del 2000.

Ho bisogno di un nuovo materasso?
I materassi non durano per sempre.

La maggior parte di noi aspetta troppo per sostituirlo. Se si usa lo stesso materasso per oltre 10 anni, le probabilità di aver bisogno di cambiarlo sono alte.

Ci sono alcuni altri segni da considerare tra cui:

  • Ci si sveglia stanchi e doloranti. Questo può essere un segno che il materasso non dà un sostegno sufficiente per riposare durante la notte. Se al mattino quando ti alzi non hai una sensazione di freschezza, può essere ora di cambiare materasso.
  • Il tessuto sembra vecchio, usurato o sfilacciato. La base scricchiola oppure cigola. Questi sono segni che il materasso e la base potrebbero essere usurati.
  • Il letto non è più confortevole. Il materasso si affloscia o lascia un avvallamento dove dormi? Se si rotola verso il centro o non si riesce a trovare una posizione comoda per dormire, è il momento di considerare un acquisto.

 

La posizione in cui dormo fa differenza?

Assolutamente!

Spesso diamo la colpa del mal di schiena al materasso, ma in realtà, nella maggioranza dei casi non è il vero responsabile.

Sicuramente scarterei il materasso tra le cause del mal di schiena se il dolore:

  1. Non si verifica al risveglio,
  2. Peggiora durante il giorno.

 

Qual è la posizione migliore per dormire?

Non esiste una posizione giusta e una sbagliata, ma in certi casi bisogna utilizzare dei cuscini per evitare di stare male.

posizione-migliore-per-dormire

Dormire su un fianco, con le ginocchia piegate e con un cuscino tra le cosce è utile per mantenere la corretta postura del corpo.

Se si vuole dormire sulla schiena, posizionando un cuscino sotto le ginocchia per sostenere la normale curva della parte bassa della schiena.
Dormire sulla pancia o con la testa rialzata su un cuscino molto alto può invertire le curve naturali della colonna vertebrale.

Benché la posizione prona (a pancia in giù) non sia scorretta per la schiena (tranne se hai la schiena molto rettilinea), questa posizione fa male al collo.

Perché?

Considera che a pancia in giù devi tenere la testa ruotata verso un lato tutta la notte, quindi tieni i muscoli del collo in stiramento per tante ore.

Questo provoca:

  1. Dolore cervicale,
  2. Rigidità.

 

Dormire con un partner

Se dormi con tua moglie, tuo marito, il tuo fidanzato o i tuoi figli, devi tenere in considerazione la trasmissione del movimento e il supporto dei bordi.

Se dormi con qualcuno che è particolarmente attivo nel sonno, bisogna evitare che ti svegli per tutta la notte.

In questo caso, il materasso ideale è quello con le molle impacchettate piuttosto che quello a molle tradizionale.

Le molle insacchettate si muovono indipendentemente l’una dall’altra.

Questo evita il trasferimento del movimento ai lati.

Dormire-con-un-partner

Le molle impacchettate:

  1. Danno un ottimo supporto,
  2. Permettono la dissipazione del calore.

Inoltre oggi ci sono dei materassi con molle insacchettate ad accoglienza progressiva (con un doppio strato).

In pratica, c’è uno strato più accogliente e adattabile in superficie e uno strato più resistente in profondità per dare un buon supporto.

Si consiglia di controllare anche se c’è un buon bordo perimetrale.

Significa che il bordo esterno dà un buon supporto.

Se il sostegno esterno è scarso, può dare una sensazione di rotolare fuori e potrebbe non essere adatto per il mal di schiena.

Meglio sedersi sul bordo prima dell’acquisto per valutare se il bordo è sufficientemente rigido.

 

Quali caratteristiche dovrei cercare in un materasso?

Anche se le preferenze personali sono probabilmente il fattore più importante nel determinare il materasso migliore per ogni persona, ci sono alcune regole generali da rispettare.
In generale, la maggior parte delle persone preferisce un materasso più rigido che dà più sostegno alla colonna vertebrale.
Come regola generale, il miglior materasso è quello che:

  1. Aiuta a dormire bene,
  2. Permette di svegliarsi riposati e freschi, senza dolore e rigidità.

Quali-caratteristiche-dovrei-cercare-in-un-materasso

Quando si acquista un nuovo materasso bisogna tenere in mente i seguenti punti:

  • Tipo: Ci sono diversi tipi di materassi: a molle, memory, in poliuretano, ad acqua e ad aria.
    Ogni materasso ha caratteristiche diverse.
    Per esempio, i materassi memory possono davvero aiutare se si ha un partner molto attivo a letto che non permette di dormire. I memory riducono l’onda del movimento, questo consente di rimanere fermo mentre il partner si gira e rigira.
  • Base: può essere formata da doghe in legno o da molle. Questa struttura sostiene il peso del materasso, se è di buona qualità può prolungare la durata del materasso, quindi bisogna cercare di acquistare la base adeguata al tipo di materasso. Se si utilizza una struttura vecchia a molle, può influenzare negativamente sul livello di supporto e sulla durata del materasso.
  • Durezza: Non è sempre vero che se è più rigido è meglio. Un materasso che è troppo duro non supporta il corpo in modo uniforme, tende solo a sostenere le parti più pesanti del corpo. Un materasso troppo morbido s’infossa e impedisce di mantenere il corretto allineamento della colonna vertebrale.
  • Comodità: Quando si acquista un materasso bisogna prendersi il tempo per provarlo. Bisogna sdraiarsi sul materasso nella posizione in cui si è soliti dormire e girarsi da un lato all’altro. Bisogna considerare che i produttori utilizzano termini diversi per il comfort e la durezza e possono creare confusione. I termini come “ortopedico” sono spesso utilizzati dai venditori, ma non hanno alcun significato medico reale.
  • Durata: Se ci sono state difficoltà a dormire, il problema non dev’essere necessariamente il tipo di materasso, ma può essere la sua età.
    La durata dipende da quanto tempo resisterà il materiale del materasso. Un buon materasso con base a molle dovrebbe durare circa 8-10 anni.
    Se si utilizza lo stesso materasso troppo a lungo, la schiuma visco-elastica e gli altri materiali all’interno si consumano e si compromettere la capacità di sostenere il corpo.

 

Tipi di materasso: tutte le caratteristiche

Memory foam

Materasso-Memory-foam

Il Memory è un materiale visco elastico che si modella con il calore del corpo.

Il materasso memory:

  • Prende la forma del corpo,
  • Si adatta in pochi secondi.

Tuttavia, ogni volta che ci alziamo dal letto, ritorna nella sua forma originale, senza deformarsi mai.

Il pregio di questo materasso è che lascia sprofondare solo le parti più pesanti.

Quindi il peso corporeo si scarica in modo uniforme su tutta la superficie del corpo e non solo su alcune parti.

Il materasso memory foam permette una buona riduzione della pressione.

Quando la schiuma si riscalda, inizia ad ammorbidirsi, ma generalmente dà ancora un buon sostegno.

Non tutti i materassi memory foam sono uguali.

Bisogna controllare:

  1. La densità,
  2. Lo spessore.

Naturalmente, ha anche alcuni aspetti negativi, infatti ti scalda più di un materasso:

  1. In Lattice,
  2. A molle impacchettate.

Quindi, può essere più utile se vivi in montagna.

Materasso in lattice

Materasso-in-lattice

Ha molte caratteristiche positive, ma dipende anche:

  1. Dalla densità,
  2. Dallo spessore.

Rispetto al memory foam, la schiuma di lattice è generalmente più:

  1. Fresca,
  2. Leggera,
  3. Favorisce i movimenti.

Dà un supporto solido e si dorme molto più fresci rispetto alla normale memory foam.

Spesso questi materassi in lattice sono composti da materiali naturali.

Materasso in Poliuretano

I materassi in poliuretano o poliuretano espanso sono materassi:

  1. Indeformabili,
  2. Anallergici,
  3. Traspiranti, grazie alle cellule aperte presenti al loro interno, Che non favoriscono la colonizzazione di acari e muffe.

Generalmente sono materassi duri, ma la rigidità può variare in base al materiale utilizzato.

Non ha l’elasticità di un materasso memory foam e la pressione pressione può dare fastidio.

Può dare un ottimo supporto e favorisce il movimento.

In genere, è più facile cambiare posizione di notte su un letto in lattice o poliuretano, rispetto a un materasso in memory foam.

Tuttavia, ci sono dei materassi ibridi con:

  1. Poliuretano nella parte profonda o inferiore,
  2. Memory foam nella parte superficiale, in base allo spessore di questo strato, può essere più duro o più morbido.

Il poliuretano è anche uno dei materiali più economici.

Probabilmente non è il miglior materasso per un individuo più pesante, ma se hai pesi meno di 70 kg può essere un ottima soluzione.

Materasso a molle

Generalmente i materassi a molle danno il massimo supporto perché è formato da un ampio sistema di molle in acciaio interconnesse.

È una delle opzioni migliori per:

  1. Le persone pesanti,
  2. Chiunque desideri il massimo supporto.

I letti a molle tendono anche a durare più a lungo perché sono realizzati in acciaio.

Materasso-a-molle

Gli aspetti negativi sono:

  1. Un trasferimento del movimento molto maggiore degli altri,
  2. La pressione si concentra sulle aree più pesanti (spalle e fianchi soprattutto) poiché il sistema è un “pezzo unico”.

Molle insacchettate

Le molle insacchettate sono una soluzione ibrida che offre un supporto più localizzato.

Si parla di materasso ibrido perché è composto da:

  • Molle impacchettate nella parte inferiore o profonda,
  • Uno strato di schiuma (spesso memory foam) nella parte superficiale.

Poiché le molle sono indipendenti l’una dall’altra, il trasferimento del movimento è inferiore rispetto a quello che si verifica su un letto a molle tradizionale.

Materasso-a-molle-insacchettate

Ma, poiché abbiamo ancora a che fare con bobine di acciaio (di solito), il materasso:

  1. È durevole,
  2. Ha un fattore di rimbalzo durante i movimenti,
  3. Dà un ottimo supporto complessivo.

È importante notare che la comodità del materasso dipende molto dai suoi strati superiori.

Infatti, un materasso con molle insacchettate di 18 cm e quindi 5 cm di materiali morbidi (per esempio memory foam) è molto più morbido di un letto composto solo da un sottile strato di schiume nella parte superiore.

Calore Sostegno Movimento Prezzo Trasferimento
del movimento
Manutenzione 
Tipo
Memory foam Molto caldo Ergonomico Ostacolato Alto Quasi nullo Ruotare e girare
Ogni 6 mesi
Lattice Fresco
Traspirante
Elastico
Deformabile
Facilitato Alto Ridotto Frequente
Poliuretano Caldo
Traspirante
Elastico
(No persone pesanti)
Facilitato Economico Disturba
il partner
Ruotare e girare
Ogni tanto
A molle tradiz. Fresco
Traspirante
Costante
(persone pesanti)
Facilitato Economico Disturba
il partner
Ruotare e girare
Ogni tanto
Molle insac. Traspirante Ergonomico Medio Medio Quasi nullo Ruotare e girare
Ogni tanto

I dati della tabella sono indicativi, ci sono materassi ibridi o più evoluti che hanno caratteristiche un po’ diverse.

 

Come si valuta il prezzo del materasso?

materasso,memory,peso,appoggio,corpo,superficie,dolore,male,durezza,commodity

Materasso memory foam che permette di appoggiare il peso del corpo su tutta la superficie.
© hkannn/bigstockphoto.com

Ci sono due fattori principali che compongono un materasso:

  • Supporto: Le molle interne del materasso sostengono la colonna vertebrale. Un materasso dovrebbe avere abbastanza molle per dare un adeguato sostegno e mantenere le curve naturali della colonna vertebrale.
  • Comodità: L’imbottitura sulla parte superiore del materasso serve principalmente per il comfort.

In generale, il materasso migliore e più costoso è quello con:

  • Il più alto numero di bobine,
  • L’imbottitura più spessa.

Tuttavia, questo non significa che è necessario acquistare il materasso con il maggior numero di molle o con l’ imbottitura più spessa.

Test del materasso prima dell’acquisto

Perché vuoi investire centinaia o addirittura migliaia di dollari in un materasso senza prima provarlo?

Bisogna utilizzare ogni materasso nuovo che si sta valutando per fare un pisolino di prova.

Decker dice: “Le persone non dovrebbero essere imbarazzate ad andare in un negozio e sdraiarsi su un letto per 20 minuti”.

Per un test più realistico, si consiglia di dormire nei letti di diverse catene alberghiere quando si viaggia. Se durante la notte si dorme meglio di su uno di questi, chiedere alla reception la marca del materasso.
Quando si prova un materasso, controllare di essere comodi in qualsiasi posizione, soprattutto sul lato che si preferisce.

Il letto dovrebbe essere di supporto dove necessario, senza mettere troppa pressione sul corpo.

Leggi anche:

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


Fisioterapia Rubiera