L’artrosi vertebrale, detta anche spondilosi o spondiloartrosi è un’alterazione anatomica caratterizzata dalla degenerazione della colonna vertebrale lombare.

Artrosi-alla-Schiena-Lombare

L’invecchiamento è la causa principale dell’artrosi vertebrale, ma la posizione e la gravità possono variare molto tra i soggetti.

Il processo degenerativo della spondilosi può colpire:

  • La cervicale (collo),
  • Il dorso,
  • La regione lombare (schiena bassa) o lombosacrale.

Quali sono i termini medici che puoi leggere nei referti degli esami?
Il termine utilizzato per identificare la patologia varia in base alla localizzazione:

  • A livello del collo è chiamata spondilosi cervicale,
  • A livello della schiena si denomina spondilosi lombare,
  • A livello dorsale è chiamata spondilosi toracica.

 

Alterazioni anatomiche causate dall’artrosi vertebrale

Con l’età si verificano dei cambiamenti biologici e strutturali in tutti i tessuti del corpo.
Solo nella colonna vertebrale, ci sono i dischi intervertebrali tra i corpi delle vertebre .

Quindi, in questa parte del corpo l’artrosi si presenta in modo diverso.

Com’è fatto un disco intervertebrale?

disco-intervertebrale

Ci sono due parti:

  1. L’anello fibroso (la parte esterna) è composto da circa 60 cerchi concentrici chiamati lamelle e composti da fibre collagene.
  2. Il nucleo polposo è una sostanza gelatinosa all’interno del disco intervertebrale. È circondato dall’anello fibroso.
    Il nucleo è composto da:

    1. Fibre di collagene,
    2. Acqua,
    3. Proteoglicani.

Cosa succede quando diventiamo anziani?
Gli effetti degenerativi dell’invecchiamento possono indebolire la struttura dell’anello fibroso, causando:

  • Un consumo da usura,
  • Piccole lacerazioni ripetute.

Il contenuto di liquido del nucleo diminuisce con l’età.

La conseguenza è la graduale perdita della capacità di ammortizzare i traumi e microtraumi giornalieri (shock absorber).

Le alterazioni strutturali da degenerazione causano la diminuzione dell’altezza del disco.

Ci sono altre articolazioni nella colonna vertebrale?

Le faccette articolari nella parte posteriore della vertebra formano le articolazioni zigoapofisarie.

Ogni corpo vertebrale ha quattro faccette articolari che controllano e limitano il movimento eccessivo.
Come le altre articolazioni, le superfici articolari dell’osso sono rivestite da cartilagine.
La cartilagine è un tipo di tessuto connettivo speciale che:

  1. Lubrifica,
  2. Riduce l’attrito sulle superfici di scorrimento.

 

Quali sono le caratteristiche dell’artrosi delle faccette articolari?

caratteristiche dell'artrosi delle faccette articolari

L’artrosi delle faccette articolari è caratterizzata da:

  1. La riduzione della cartilagine tra le ossa (Goldring et al. – 2007). Non è chiaro se sia la prima alterazione nell’artrosi o se inizi dopo la modifica dell’osso (Burr et al. – 1997).
  2. La formazione di osteofiti (speroni ossei). Gli osteofiti si possono formare intorno al perimetro dell’articolazione.
  3. Queste alterazioni possono causare ipertrofia delle articolazioni, cioè le ossa diventano più grandi a livello dell’articolazione.
  4. Inoltre, avviene il fenomeno della sclerosi ossea, cioè l’osso subcondrale (sotto la superficie articolare) ha una maggior concentrazione di calcio in alcune zone.
  5. Invece, in altre aree più profonde o interne dell’osso si formano dei geodi, cioè delle aree di osso più rarefatto.
  6. L’alterazione della forma dell’articolazione provoca una diversa distribuzione del carico sulle ossa (Bullough – 2004).

Inoltre, l’artrosi non è solo la degenerazione dell’osso (Goldring et al. – 2012) e della cartilagine perché si verifica un’alterazione anche di:

  1. Legamenti (corde che collegano le ossa),
  2. Tendini (cordoni che collegano i muscoli alle ossa),
  3. Capsula articolare (manicotto fibroso che circonda l’articolazione),
  4. Membrana sinoviale (Goldring et al. – 2009) (un tessuto che produce un liquido lubrificante).
Artrosi vertebrale,bulging,ernia,spondilolistesi,degenerazione

© alamy.com

Cause e fattori di rischio dell’artrosi alla colonna vertebrale

Ci sono diversi motivi per cui alcune persone sono particolarmente predisposte all’artrosi.

Tuttavia, è probabile che l’artrosi sia causata da una combinazione di fattori di rischio che si verificano insieme.

Traumi ripetuti alla colonna vertebrale come stiramenti o compressioni causate da incidenti stradali, interventi chirurgici, lesioni sportive.

Tra i fattori di rischio per lo sviluppo di artrosi vertebrale ci sono:

  • L’età – a partire dai trent’anni inizia la degenerazione dell’articolazione.
  • In genere l’artrosi è più comune nelle donne in età post-menopausa, ma prima dei 45 anni è più comune nei maschi.
  • Eccesso di peso: l’obesità causa più stress sulle articolazioni portanti e sulla colonna vertebrale.

fattori-di-rischio-dellartrosi-alla-colonna-vertebrale

  • La genetica: i soggetti con una storia familiare di artrosi, difetti congeniti delle articolazioni, cattivo allineamento della colonna vertebrale o degli arti inferiori, facilmente sviluppano la spondilosi.
  • Alcune malattie metaboliche. Tra queste ci sono: il diabete e l’emocromatosi (un disturbo caratterizzato da un eccesso di ferro nell’organismo).
  • Lesioni articolari
    Le lesioni che si verificano praticando sport o come conseguenza di un incidente possono aumentare il rischio di artrosi.

Quando una causa specifica dell’artrosi è sconosciuta, come è nella maggior parte dei casi, essa viene definita artrosi primaria.

 

Segni e sintomi dell’artrosi alla colonna vertebrale

Tante persone con spondilosi visibile alla radiografia non hanno alcun sintomo.

In casi estremi, la spondilosi può provocare mal di schiena e dolore al collo ad alcune persone a causa della compressione di un nervo (irritazione radicolare).

Perché?
La compressione dei nervi è causata da sporgenze dell’osso o speroni ossei sulle faccette articolari.

Questi provocano il restringimento dei fori dai quali escono le radici nervose (Stenosi foraminale).

sintomi dell'artrosi alla colonna vertebrale

La maggior parte delle persone di mezza età e anziani hanno i segni della spondilosi nella radiografia o nella risonanza magnetica (Boden et al. 1990), ma non sentono dolore.

Quindi, ci sono altri fattori che probabilmente provocano il mal di schiena.

 

Perché fa male la schiena nelle persone con artrosi?

fa male la schiena nelle persone con artrosi

L’infiammazione dell’articolazione o artrite non è correlata all’artrosi, ci possono essere tanti altri motivi.

Ma quando si parla di dolore, bisogna sempre pensare alla causa e non all’infiammazione che è una conseguenza.

Anche perché dopo aver diagnosticato un’infiammazione, dobbiamo chiederci il perché?

Schiena e collo risentono molto:

  1. Della cattiva postura,
  2. Della sedentarietà,
  3. Di alcuni farmaci,
  4. Di traumi,
  5. Di esercizi sbagliati o eccessivi.

Quindi, prima di andare in depressione, bisogna fare un analisi dell’origine del dolore.

La diagnosi non si fa con la Risonanza magnetica, ma la fa il medico in base alla situazione del paziente.

È importante considerare anche che il dolore causato dal nervo è rarissimo.

Anche i muscoli possono dare un dolore simile, che si estende lungo:

  1. La gamba,
  2. Il braccio.

Leggi anche:

Bibliografia:

  • Boden SD1, Davis DO, Dina TS, Patronas NJ, Wiesel SW. Abnormal magnetic-resonance scans of the lumbar spine in asymptomatic subjects. A prospective investigation. J Bone Joint Surg Am. 1990 Mar;72(3):403-8.
  • Burr DB1, Schaffler MB. The involvement of subchondral mineralized tissues in osteoarthrosis: quantitative microscopic evidence. Microsc Res Tech. 1997 May 15;37(4):343-57.
  • Goldring MB1, Goldring SR. Osteoarthritis. J Cell Physiol. 2007 Dec;213(3):626-34.
  • Goldring SR1. Role of bone in osteoarthritis pathogenesis. Med Clin North Am. 2009 Jan;93(1):25-35, xv. doi: 10.1016/j.mcna.2008.09.006.
  • Bullough PG1. The role of joint architecture in the etiology of arthritis. Osteoarthritis Cartilage. 2004;12 Suppl A:S2-9.
  • Steven R. Goldring Alterations in periarticular bone and cross talk between subchondral bone and articular cartilage in osteoarthritis Ther Adv Musculoskelet Dis. 2012 Aug; 4(4): 249–258.

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera