Dolori muscolari

INDICE


I dolori muscolari alle gambe, schiena e collo possono essere provocati da uno sforzo eccessivo come un crampo al polpaccio o una contrattura del quadricipite, ma anche da diverse patologie che colpiscono i muscoli o i nervi del corpo. Qui si mostrano alcune patologie.

Ogni muscolo può essere colpito da varie patologie e disturbi, tra cui: strappi, crampi, contratture, infezione, traumi, malattie autoimmuni, disturbi neurologici e muscolari, tumori maligni (per esempio la leucemia ) e disturbi causati da alcuni farmaci.

dottoressa,fisiatraI dolori muscolari si possono avvertire in una zona del corpo, come il collo o la schiena oppure si può sentire fastidio dappertutto, come quando si è colpiti dall’influenza.

Il dolore muscolare può essere causato anche da infezioni oppure da gravi patologie autoimmuni o disturbi generali come la fibromialgia, la menopausa o la dermatomiosite, cioè una malattia muscolare infiammatoria.

La meningite può causare forte dolore muscolare al collo, inoltre un infarto cardiaco può provocare dolore al petto proiettato dal muscolo cardiaco.

Il dolore muscolare anche può essere il segno di patologie che interessano tutto il corpo, come alcune infezioni (compresa l’influenza) e disturbi che colpiscono il tessuto connettivo di tutto il corpo (come il lupus).

Una causa frequente di sofferenza muscolare è la fibromialgia, cioè una patologia che provoca rigidità dei muscoli e dei tessuti molli circostanti, insonnia, stanchezza, dolori articolari e mal di testa.

Il dolore ai muscoli degli arti inferiori (polpaccio e quadricipite) possono essere causati da un crampo. una contrattura, lesioni o traumi. Si elencano le cause traumatiche e sportive più frequenti di dolore muscolare.

Crampo muscolare

I crampi sono contrazioni improvvise, involontarie o spasmi in uno o più muscoli, i più colpiti sono il polpaccio e i muscoli del piede.
Spesso si verificano dopo l’esercizio fisico (post allenamento o dopo una gara) oppure durante la notte, durano da pochi secondi a diversi minuti. È un problema muscolare molto comune.
Chi ha avuto spasmi o crampi muscolari sà che può essere estremamente doloroso.
Uno spasmo muscolare grave non passa da solo e bisogna togliere la tensione al muscolo manualmente per aiutare il rilassamento.

Cause
L’esatta causa dei crampi muscolari è ancora sconosciuta, ma le teorie più accreditate sono:

Strappo,stiramento,spasmo

  • Alterato controllo neuromuscolare
  • Disidratazione (soprattutto in estate)
  • Calo di elettroliti (in particolare del potassio)
  • Scarsa condizione fisica
  • Affaticamento muscolare
  • Iniziare una nuova attività fisica o sportiva.

Terapia dei crampi ai muscoli
Di solito il dolore passa senza trattamento, ma si possono seguire alcuni consigli per velocizzare il processo di guarigione e per prevenire ulteriori episodi:

  • Lo stretching o il massaggio dolce del muscolo può alleviare il dolore.
  • Interrompere l’attività che hanno causato il crampo.
  • Tenere l’articolazione in posizione accorciata fino a quando il crampo si ferma.
    Al contrario del pensiero comune, nella realtà se si allunga un muscolo durante un crampo il corpo invia il segnale di contrarre il muscolo come meccanismo di difesa.
    Se invece si toglie la tensione al muscolo avvicinando le estremità (detensione) il corpo non sente pericoli e smette subito di inviare il segnale di contrazione muscolare.

Dolori muscolari
Dolori muscolari

Lo stiramento muscolare

Lo stiramento del muscolo è un fastidio causato da attività faticose.
Chiunque può mettere eccessiva tensione sui muscoli durante il corso delle normali attività quotidiane, per esempio con un improvviso rapido sollevamento di un oggetto pesante, durante l’attività sportiva o durante l’esecuzione di un lavoro.
Lo stiramento del muscolo si verifica soprattutto alle cosce o ai polpacci. Una tensione muscolare eccessiva può provocare una lesione muscolare. La lacerazione del muscolo può danneggiare anche i piccoli vasi sanguigni, causando sanguinamento (ecchimosi) locale e dolore (causata da irritazione delle terminazioni nervose nella zona).

sintomi dello stiramento o dello strappo muscolare sono:

  • Gonfiore, lividi, arrossamento o ferite aperte dovute al trauma,
  • Dolore a riposo,
  • Dolore quando si utilizza il muscolo specifico o l’articolazione su cui agisce quel muscolo,
  • Debolezza muscolare.
  • Impossibilità di utilizzare il muscolo come prima.

Cura
In fase acuta, cosa fare nelle prime 72 ore.
Appena si lesiona un muscolo, bisogna mettersi a riposo.
Si dovrebbe iniziare immediatamente il trattamento e recarsi dal medico per una diagnosi precisa riguardo alla gravità del danno.
Continuando ad utilizzare il muscolo, aumenta l’emorragia e il danno, inoltre il recupero diventa più lungo e difficile. Quanto prima ci si ferma, minore è la pressione e il sanguinamento che si verifica intorno al danno.
La prima cosa da fare è mettere il ghiaccio sulla zona lesa per 20 minuti. Questo rimedio riduce il flusso di sangue al muscolo danneggiato.
Non applicare calore o massaggiare il muscolo. Il calore aumenta il flusso di sangue alla zona danneggiata (vasodilatazione). Il massaggio provoca una maggior emorragia e interferisce con il processo di guarigione.
Bisogna avvolgere la zona lesa con un bendaggio che dà compressione. Mantenere l’arto colpito ad un livello sopra il cuore. Si consiglia di dormire con l’arto infortunato sopra un cuscino.
La ferita guarisce con la formazione di tessuto cicatriziale, che non è flessibile come il muscolo e non si lascia estendere bene. Il tessuto cicatriziale nel centro del muscolo può predisporre a nuove lesioni e potenzialmente lascia il muscolo più debole di quanto fosse prima dell’infortunio.

La contusione

La contusione è una danno o un insieme di danni causati dalla collisione di un oggetto smussato contro il corpo.

L’oggetto in questione non è affilato, quindi non taglia e non penetra nei tessuti del corpo.

Causa
Le contusioni si verificano per un colpo o colpi ripetuti di un oggetto smussato direttamente sul corpo, il tessuto connettivo e le fibre muscolari si schiacciano senza che si ferisca la pelle. Una contusione può essere provocata da una caduta, uno scontro del corpo contro una superficie dura oppure un colpo di frusta da incidente stradale.


Sintomi
L’impatto causa la rottura dei capillari e un versamento di sangue all’interno del tessuto danneggiato, così si forma un ematoma sopra la ferita.
Nei casi più gravi, il gonfiore e il sanguinamento sotto la pelle possono causare uno shock.

Se il danno tissutale è ampio, si può anche verificare una frattura, la lussazione di un articolazione, una distorsione, uno strappo muscolare o tendineo oppure altre lesioni.
Le contusioni causano gonfiore, dolore persistente e limitazione dell’ampiezza di movimento nelle articolazioni vicine alla ferita.
I vasi sanguigni lesionati possono causare delle macchie bluastre, come dei lividi. Il muscolo infortunato può sentirsi debole e rigido.

Cura
L’immobilizzazione dell’arto con riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione (protocollo “RICE”) dev’essere eseguita per le prime 24/48 ore dai pazienti che subiscono la contusione.
La raccomandazione generale è di evitare il calore durante le prime 48 ore per evitare di aumentare l’emorragia e l’edema.
Una volta che la lesione si è stabilizzata, il calore può aiutare a sciogliere e riassorbire l’ematoma; Tuttavia, nella letteratura scientifica, questo semplice rimedio non ha dimostrato importanti beneficio.

Quanto dura? La prognosi
I tempi di recupero da una contusione sono di 7/10 giorni per il dolore e di circa 3 settimane per il riassorbimento dell’ematoma.

Contrattura muscolare

Taping quadricipite,kinesio,vasto mediale
Taping del vasto mediale

I muscoli si contraggono quando si utilizzano, mentre si rilassarno o allentano quando non sono usati.
Tuttavia, il muscolo a volte può rimanere contratto oppure si possono verificare improvvise contrazioni involontarie.
Gli spasmi possono verificarsi quando un muscolo è sovraccaricato, si avverte come un affaticamento, specialmente se si allunga troppo o se si è mantenuto nella stessa posizione per un periodo prolungato di tempo.
Dopo uno sforzo si accumula l’acido lattico nelle cellule, questo causa la “carne greve” che in pochi giorni si risolve spontaneamente, mentre una contrattura ha bisogno di molto tempo o di terapie per passare.

Il freddo e l’aria condizionata possono provocare una contrattura a livello cervicale sul muscolo trapezio.
Molte persone hanno una contrattura all’Ileo psoas (un muscolo che si trova tra il fianco e l’anca) soprattutto sul lato destro.
Questo disturbo può causare dolore nella parte anteriore della coscia o alla schiena.

Le donne in gravidanza soffrono di dolori muscolari soprattutto alle gambe e alla schiena a causa del maggior peso del corpo.
Durante l’allattamento, è normale avere dei dolori muscolari alle braccia e al collo per lo sforzo che si effettua per sostenere il bimbo, si consiglia di tenere un cuscino sulla coscia e appoggiare il bambino.

Sintomi
L’esordio del dolore è improvviso quando i muscoli si contraggono. Un rigonfiamento muscolare e una consistenza più dura si possono notare o sentire sotto la pelle a livello del muscolo.

Cura
Per sciogliere la contrattura bisogna allungare dolcemente il muscolo interessato senza molleggiare.
Utilizzare il ghiaccio per diminuire il dolore, riducendo l’infiammazione e permettendo al muscolo di rilassarsi.
La terapia ideale è combinare l’allungamento con altri rimedi naturali utili.
Il medico può prescrivere un analgesico come il paracetamolo (Tachipirina), gli antinfiammatori come il Ketoprofene (Oki) o il Diclofenac (Voltaren).

Il kinesio taping si applica in questo modo. Forma: Una striscia ad ”Y”. Lunghezza: per tutta la lunghezza del ventre muscolare.
Applicare la striscia senza tensione con la base in basso.
Mettere in stiramento il quadricipite e seguire con i lati della ”Y” il ventre muscolare del vasto mediale.

Il massaggio sulla zona dolente utile per ridurre la contrattura.
L’applicazione del calore rende più morbido il muscolo e aiuta a rilassare le fibre muscolari.

Cause di dolori muscolari, elenco completo

ciclista,dolore,muscolare,male,contrattura,sovraccarico
Sforzo eccessivo durante lo sport, ciclista che esegue una cronometro
RazvanPhotography/bigstockphoto.com

Le cause meccaniche o sportive più comuni sono:

  • Lesioni o traumi tra cui strappi e stiramenti
  • Un lavoro eccessivo: utilizzando troppo un muscolo, troppo spesso o senza un adeguato riscaldmaneto
  • Tensione o stress

Il dolore muscolare può essere provocato anche da alcuni farmaci, tra cui:

  • ACE-inibitori per abbassamento della pressione arteriosa
  • Cocaina
  • Statine per abbassare il colesterolo.

Le patologie sistemiche, autoimmuni, infettive, nervose o vascolari che possono causare le fitte ai muscoli sono:

  • Sclerosi laterale amiotrofica (SLA, conosciuta anche come morbo di Gehrig, una grave malattia neuromuscolare che provoca disabilità e debolezza muscolare)
  • Sclerosi multipla (malattia che colpisce il cervello e midollo spinale causando debolezza, mancanza di coordinazione, difficoltà di equilibrio e altri disturbi)
  • Lesioni del cervello o del midollo spinale,
  • Malattia di Lyme (malattia infiammatoria batterica diffusa dalle zecche),
  • Infezione muscolare come un ascesso,
  • Polimialgia reumatica (malattia caratterizzata da rigidità e dolori muscolari),
  • Lupus eritematoso sistemico (malattia in cui il corpo attacca le proprie cellule sane),
  • Deficit di vitamina B12 o D (soprattutto nelle persone vegetariane),
  • Ictus o infarto cardiaco.

Altre cause più rare di dolori muscolari

Fibromialgia

La fibromialgia provoca dolori cronici e diffusi nei muscoli, ma questa sindrome causa molti altri sintomi.
Gli esami di laboratorio raramente confermano la patologia e i risultati spesso danno al paziente l’impressione di essere un ipocondriaco. Premendo sui tender point si può diagnosticare la fibromialgia, ma l’esame non spiega tutti i sintomi.
Le persone con fibromialgia spesso descrivono i loro sintomi come un’infezione simile ad un influenza che non va via. Questo disturbo lascia esausti e incapaci di ragionare o trovare le parole giuste.
I pazienti con la fibromialgia hanno difficoltà a dormire e ci si sveglia con rigidità, dolore, febbre lieve e formicolio alle dita.

Cause
La causa è sconosciuta, ma ci sono alcuni sospetti: un trauma fisico o emotivo, una risposta anomala al dolore da parte del cervello, la vita sedentaria o un virus.

Sintomi
La fibromialgia può provocare molti sintomi tra cui:

Fibromialgia e Tender point

I test di laboratorio di routine non rilevano il dolore diffuso della fibromialgia.

kinesio,taping,tender,point,dolore,muscolare,male
Kinesio Taping sul tender point

La diagnosi si fa con un esame clinico in cui il medico preme su certi punti detti “tender point”, questo test che richiede circa cinque minuti. Quando si applica una leggera pressione sulla superficie dei muscoli in tutto il corpo, i pazienti con fibromialgia avvertono dolore, soprattutto sui tender point utilizzati per la diagnosi.

Terapia
Le opzioni terapeutiche più efficaci per i sintomi della fibromialgia utilizzano una combinazione di medicine, terapie non farmacologiche e strategie di auto-trattamento.

La terapia di prima scelta può comprendere:

  • Terapia fisica,
  • Programma di allenamento e fitness,
  • Metodi di sollievo dallo stress, compreso il massaggio leggero e le tecniche di rilassamento.

Molti farmaci sono usati per trattare la condizione, tra cui:

  • Farmaci anti-epilettici,
  • Antidepressivi,
  • Miorilassanti.

Dermatomiosite

La dermatomiosite è una malattia muscolare caratterizzata dall’infiammazione e da un’eruzione cutanea. È un tipo di miopatia autoimmune.

La causa della dermatomiosite è sconosciuta. Gli esperti pensano che potrebbe essere provocata da un’infezione virale dei muscoli o un disturbo del sistema immunitario del corpo.
Inoltre, a volte si può verificare in pazienti che hanno tumori nell’addome, nel polmone o in altre zone del corpo.

Sintomi

Trattamento
La malattia è trattata con anti-infiammatori a base di cortisone e farmaci che sopprimono il sistema immunitario.

Polimiosite

La polimiosite è una malattia infiammatoria relativamente rara che porta alla debolezza muscolare, gonfiore (infiammazione), rigidità e lesioni. Fa parte di un grande gruppo di malattie chiamate miositi.

Cause
La polimiosite è una malattia del muscolo scheletrico ed è anche conosciuta come miopatia infiammatoria idiopatica.
La causa è sconosciuta, Una reazione autoimmune o un infezione del muscolo possono scatenarla.

Sintomi
La polimiosite è una malattia sistemica, cioè che colpisce tutto il corpo.

Tra i sintomi ci sono:

  • Difficoltà di deglutizione,
  • Dolore muscolare,
  • Debolezza muscolare dei muscoli prossimali (spalle, fianchi, ecc.) che rendono difficile sollevare le braccia sopra la testa, alzarsi da una posizione seduta, o salire le scale,
  • Problemi con la voce (causata dalla debolezza dei muscoli della gola),
  • Mancanza di respiro.

Trattamento
Il trattamento principale è con farmaci a base di cortisone. Quando la forza muscolare migliora, solitamente in 4-6 settimane, si riduce il dosaggio dei farmaci lentamente.
La terapia di mantenimento con il Prednisone può essere continuata a tempo indefinito. Le persone che non rispondono agli anti-infiammatori con cortisone possono assumere farmaci per sopprimere il sistema immunitario come il methotrexate e l’azatioprina.


Rabdomiolisi

muscoli,lesione,mioglobina,ossa,tendini,struttura,anatomia,manipolazione,funzionamento
Struttura dei muscoli
hkannn:bigstockphoto.com

La rabdomiolisi è una patologia che provoca la rottura delle fibre muscolari e porta al rilascio del loro contenuto (mioglobina) nel flusso sanguigno. La mioglobina è dannosa per il rene e spesso provoca danni.
Quando il muscolo è danneggiato, una proteina chiamata mioglobina è rilasciata nel flusso sanguigno. Questa sostanza è filtrata ed espulsa dal corpo da parte dei reni. La mioglobina si scompone in sostanze che possono danneggiare le cellule renali.

Cause
La Rabdomiolisi può essere causata da qualsiasi patologia che danneggia il muscolo scheletrico, soprattutto le lesioni.

Sintomi

  • Colore delle urine anomalo (scura o rossa)
  • Diminuzione della produzione di urina,
  • Debolezza generale,
  • Rigidità muscolare o dolore (mialgia),
  • Debolezza dei muscoli interessati.

Trattamento
Una bevanda che contiene bicarbonato può prevenire danni ai reni. Ricevendo fluidi contenenti bicarbonato il corpo può impedire i danni renali svuotando la mioglobina fuori dai reni.

Può essere necessario somministrare Il liquido attraverso una vena.
Alcuni pazienti potrebbero aver bisogno della dialisi renale.
I farmaci che possono essere prescritti sono diuretici e bicarbonato (se c’è sufficiente produzione di urina).

 

Diagnosi

Gli esami strumentali da effettuare sono:

 

Leggi anche: dolore muscolare, trattamento – Sintomi della polimialgia reumatica