Ginocchio gonfio e infiammato

INDICE

Il ginocchio gonfio (detto anche “acqua nel ginocchio”) è un problema frequente causato dall’accumulo di liquido all’interno o intorno all’articolazione.
Il gonfiore al ginocchio si può manifestare improvvisamente o gradualmente e può limitare il movimento della gamba, rendendo il cammino molto fastidioso.
Il versamento nell’articolazione del ginocchio si sviluppa principalmente dopo un trauma o una distorsione, a causa di un problema nel ginocchio o a volte senza un motivo preciso.

Ragazza,parco,ginocchio gonfio


 

Che cosa provoca il gonfiore del ginocchio?

Il ginocchio ha una capsula articolare che è come un sacco intorno all’intera articolazione.
La capsula contiene il liquido sinoviale che nutre e lubrifica l’articolazione, così si può muovere senza problemi.
La capsula articolare agisce da contenitore mantenendo il liquido all’interno dell’articolazione.
Il gonfiore del ginocchio si verifica quando il liquido in eccesso si accumula all’interno della capsula.
Questo può essere causato da:

  • Un sanguinamento nell’articolazione (emartrosi): di solito è causato da un infortunio e il gonfiore al ginocchio compare molto rapidamente.
    Il gonfiore può essere molto intenso e può provocare la rigidità in tutta la gamba.
  • Un accumulo di liquido sinoviale (acqua nel ginocchio): in questo caso il gonfiore tende a manifestarsi gradualmente. In alcuni casi il gonfiore può andare e venire, inoltre la quantità di liquido nel ginocchio è variabile. Solitamente è causato dall’artrosi.
  • Il ginocchio gonfio può essere la conseguenza di un intervento chirurgico, per esempio la sostituzione dell’articolazione con una protesi.
    In questo caso il gonfiore sparisce dopo diversi mesi dall’intervento, prima passa il dolore.
    I miei pazienti mi chiedono spesso quanto tempo è necessario per sgonfiare l’articolazione perché hanno fretta di guarire.
    Io sottolineo che la guarigione e il gonfiore non sono strettamente correlati.
    Il paziente può tornare a lavorare dato che il ginocchio può essere gonfio senza dolore dopo un operazione chirurgica.


 

Gonfiore al ginocchio improvviso

Solitamente un ginocchio che si gonfia improvvisamente dopo un infortunio è causato da un’emartrosi, cioè il sangue si accumula all’interno dell’articolazione.
In questo caso, una struttura all’interno del ginocchio è danneggiata e inizia a sanguinare aumentando la pressione nell’articolazione. Il gonfiore si diffonde e il ginocchio diventa simile a un pallone rosso e caldo.
In questo caso il versamento articolare si vede nella parte superiore, inferiore e ai lati del ginocchio.
L’articolazione si presenta tesa, dolente e a volte si vedono dei lividi.

Ci sono 3 cause principali di emartrosi:

1) Rottura dei legamenti: un legamento si strappa completamente. Questa è una causa frequente e solitamente coinvolge il legamento crociato anteriore del ginocchio (LCA).
In caso di lesione dei crociati, il ginocchio non si piega oltre i 90/100° e non si riesce ad estendere completamente per diverse settimane.
2) Lesione del menisco: una lesione nella parte più esterna della cartilagine del ginocchio.
3) Frattura del ginocchio: una rottura in una delle ossa che compongono l’articolazione del ginocchio. Un ginocchio gonfio di questo tipo ha bisogno di cure mediche urgenti per impedire le complicanze.

 

Frattura del piatto tibiale,ginocchio


 

Ginocchio gonfio dopo un infortunio

Se il gonfiore al ginocchio si sviluppa dopo un po’ di tempo dall’infortunio (ore-giorni), molto probabilmente è dovuto ad un aumento del liquido sinoviale nell’articolazione (o sinovite).
Questo si verifica quando qualcosa all’interno del ginocchio è danneggiato e causa un aumento del liquido sinoviale. Il gonfiore varia da caso a caso, ma solitamente il gonfiore è minore rispetto ad un emartro.
Se si mette una mano su entrambe le ginocchia, si può sentire che il ginocchio è gonfio e caldo, è una conseguenza normale dell’infiammazione.
È possibile notare una pallina davanti al ginocchio dopo un trauma, si tratta di una borsite al ginocchio.

Le cause più frequenti del ginocchio gonfio sono:
1) Lesione del menisco: Una lesione della parte interna della cartilagine di rivestimento dell’articolazione (la parte interna del menisco ha un apporto di sangue scarso, quindi quando si danneggia non sanguina molto).
2) Distorsione del ginocchio: Quando un legamento è allungato esageratamente e si danneggiando alcune fibre, ma rimane sostanzialmente intatto.
L’accumulo di liquido al ginocchio può variare di giorno in giorno, di solito migliora mentre l’infortunio guarisce.
Solitamente ci vogliono 6-12 settimane per la guarigione delle lesioni dei tessuti molli (muscoli e legamenti). Le lesioni della cartilagine possono aver bisogno di più tempo poiché hanno un afflusso di sangue minore.

 

 x

Ginocchio gonfio e infiammato
Ginocchio gonfio e infiammato

 

Ginocchio che si gonfia gradualmente senza un infortunio

Le possibili cause di un ginocchio che si gonfia gradualmente senza un trauma sono le malattie croniche come l’artrite o l’artrosi. Il gonfiore può variare in base ai giorni e alle attività svolte.
Solitamente, il gonfiore non è molto marcato.
L’artrosi (ovvero la degenerazione delle articolazioni) è la patologia che causa più spesso un gonfiore di questo tipo.
L’artrosi induce il corpo a produrre ulteriore liquido nel ginocchio.
Nei giorni in cui la gamba è sovraccaricata, il ginocchio si può infiammare producendo più fluido per cercare di proteggere e guarire sè stesso.
Il gonfiore ai lati può essere la conseguenza di una riduzione della cartilagine in quelle parti del ginocchio, di solito si verifica nella fase iniziale dell’artrosi.
Il ginocchio gonfio nella parte laterale è meno frequente rispetto al lato interno perché questo lato del ginocchio ha più probabilità di sviluppare l’artrosi.
Il gonfiore sul lato esterno capita soprattutto in caso di ginocchio valgo perché c’è un maggior sovraccarico della parte laterale del ginocchio.

La tendinite causa un’infiammazione del tendine, in particolare il quadricipitale nella parte alta (sopra la rotula) e il rotuleo nella parte bassa, ma non si sviluppa un gonfiore visibile dall’esterno.


 

Ginocchio che si gonfia rapidamente senza un infortunio

A volte il gonfiore si sviluppa rapidamente senza alcun trauma. Le cause più frequenti di questo fenomeno sono:

1) Infezione: Le infezioni aumentano la quantità di liquido sinoviale prodotto. Di solito le infezioni si sviluppano dopo un’operazione chirurgica o un taglio profondo e possono arrivare alle articolazioni.
Combattere un’infezione articolare è molto difficile e a volte è necessario un intervento chirurgico per risolvere il problema.
2) Gotta: Alti livelli di acido urico (prodotti dal processo digestivo) causano la formazione di cristalli che si depositano nelle articolazioni.
Il deposito di questi cristalli causa l’infiammazione del ginocchio ed un modesto gonfiore.
La gotta è trattata con l’assunzione di farmaci e una dieta adeguata.


 

 

Ginocchio gonfio nella parte laterale

Il gonfiore si può manifestare anche esternamente alla capsula articolare (gonfiore extra-articolare).
Solitamente è causato da un’infiammazione di una delle borse del ginocchio (borsite) o da un trauma a carico dei muscoli che circondano il ginocchio (ematoma). I gonfiori extra-articolari più frequenti sono:

1) Borsite: le borse sono piccole sacche piene di fluido situate tra l’osso e i tessuti molli e servono per ridurre l’attrito tra le strutture.
Se per una determinata malattia l’attrito aumenta, queste borse si possono infiammare.
In questo caso il gonfiore non è esteso a tutto il ginocchio, ma è localizzato a livello della borsa.
Il gonfiore davanti alla rotula può essere causato dalla borsite pre-rotulea (ginocchio del cameriere).
Un gonfiore localizzato nella parte posteriore del ginocchio, più o meno della grandezza di un’arancia, è dovuto ad una borsite poplitea, detta anche cisti di Baker.
2) Ematoma: un trauma contusivo ai tessuti molli del ginocchio può causare un sanguinamento.
Il sangue, che si raccoglie intorno ai muscoli si può accumulare in un grumo duro.
Se c’è solo un piccolo sanguinamento, solitamente quello che si evidenzia è un piccolo livido chiamato contusione.


 

Gonfiore al ginocchio dopo un intervento

È normale che il ginocchio diventi gonfio dopo un intervento chirurgico, spesso il paziente ha anche la febbre.
Un’operazione di routine come l’intervento per il menisco rotto (meniscectomia) causa un gonfiore che ha una durata di alcune settimane.

 

Intervento chirurgico,menisco,meniscectomia
Non bisogna mettersi in ansia per il gonfiore post-intervento, il ginocchio ha bisogno di molto tempo per sgonfiarsi.
Dopo un’operazione di ricostruzione del LCA (legamento crociato anteriore) il ginocchio ha bisogno di almeno 4/6 mesi per sgonfiarsi.
Una cosa che si nota spesso è che l’articolazione è più grossa dopo un intervento, è una conseguenza normale. Non si tratta di versamento articolare perché si sente che il ginocchio è duro nella zona gonfia.

 

Ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio

 


 

Altre cause di ginocchio gonfio

Solitamente il liquido che si forma rimane all’interno del ginocchio perché la capsula agisce da barriera ed evita la fuoriuscita. Tuttavia, a volte si possono presentare dei gonfiori extra-articolari.

Le infezioni possono provocare gonfiore al ginocchio, in particolare la sifilide, la tubercolosi, la brucellosi ecc.
In questo caso servono gli antibiotici per ridurre i sintomi.

 


 

Cause rare di ginocchio gonfio

1) Lussazione della rotula: durante la flesso-estensione la rotula scivola in una scanalatura nella parte anteriore del ginocchio. Una forza esterna può spingerla lateralmente, provocando l’uscita dalla sede anatomica. Questo trauma causa il gonfiore al ginocchio.

2) Ginocchio del corridore: l’infiammazione del tendine rotuleo può provocare un lieve gonfiore nella parte anteriore del ginocchio.

3) Tumore osseo: ci sono vari tipi di tumore che possono causare un gonfiore al ginocchio anche nei bambini.

4) TVP: La trombosi venosa profonda è un coagulo di sangue che si forma in una delle vene profonde, di solito nelle gambe.
Generalmente questi coaguli sono dolorosi e si formano dopo un riposo a letto prolungato, un intervento chirurgico o un viaggio aereo.

5) Emartrosi spontanea: è un sanguinamento improvviso che avviene nell’articolazione in persone che hanno problemi di coagulazione del sangue o che stanno prendendo dei farmaci per fluidificare il sangue, per esempio il Coumadin.


 

Ginocchia gonfie durante la gravidanza

Ginocchio gonfio,gonfiore,infiammazioneSpesso durante la gravidanza si sviluppano le ginocchia gonfie, specialmente dal secondo trimestre.
Questo fenomeno si verifica poiché il bambino aumenta il peso e provoca un aumento della pressione dell’utero contro la vena cava (un grande vaso venoso che porta il sangue dalle gambe al cuore).
Questa situazione può portare alla ritenzione dei liquidi a livello delle ginocchia, ma può interessare anche mani e piedi.
Per ridurre il gonfiore alle gambe è necessario evitare di stare molto tempo in piedi, cercando di riposarsi il più possibile tenendo le gambe elevate.
Stare troppo in piedi aumenta la pressione sulla vena cava, diminuendo la qualità della circolazione sanguigna.
Il caldo tende ad aumentare il gonfiore delle gambe, mentre le garze fredde possono diminuire il gonfiore alle ginocchia.
Bisogna fare molta attenzione alle gambe gonfie durante la gravidanza, perchè potrebbe essere il segno di una patologia più grave conosciuta come preclampsia o ipertensione.
Consultare il medico per escludere una malattia più grave, nel caso in cui il gonfiore non dovesse passare con il riposo o coinvolga diverse parti del corpo.
Bisogna riferire al medico se il ginocchio gonfio si verifica insieme al mal di testa, disturbi visivi o dolore al basso ventre.


 

Ginocchio gonfio nei bambini

Spesso i bambini hanno delle ginocchia gonfie a causa di una botta o un infortunio, ma a volte il gonfiore potrebbe essere collegato ad altre cause.
Il ginocchio gonfio a causa di una distorsione è meno evidente rispetto agli adulti e agli anziani.
La malattia di Lyme può causare infiammazione e gonfiore persistente nelle articolazioni. La malattia di Lyme è più diffusa nella regione nord-orientale degli Stati Uniti, quindi, soprattutto nelle aree più a rischio è importante escludere questa patologia.
I bambini possono avere del liquido nel ginocchio a causa di un infezione o dell’artrite giovanile.
L’artrite settica è un’infezione dolorosa, accompagnata da calore e gonfiore. Il batterio che causa questa infezione solitamente colpisce le ginocchia, ma può anche trovarsi in altre articolazioni.


 

Terapia per il ginocchio gonfio

I metodi per sgonfiare un ginocchio sono tanti e spesso la scelta terapeutica dipende da ciò che ha causato il gonfiore:

1) Ghiaccio: può essere utilizzato per rallentare il flusso sanguigno e quindi ridurre il gonfiore e il dolore. È importante usare il ghiaccio correttamente ad intervalli di 10 minuti.
2) Compressione: per ridurre il gonfiore, utilizzare delle bende elastiche o delle ginocchiere, per creare la giusta compressione sul ginocchio.
3) Farmaci: farmaci antinfiammatori non steroidei(FANS) come il brufen o il voltaren possono essere prescritti per ridurre il gonfiore del ginocchio.
4) Aspirazione: il liquido presente all’interno del ginocchio può essere drenato con un ago dal medico. A volte il liquido aspirato si può riformare.
5) Infiltrazioni di cortisone: il cortisone è un ormone steroideo che, sopprimendo il sistema immunitario, riduce l’infiammazione e il dolore.


 

Rimedi naturali per un ginocchio gonfio

Se il gonfiore e il dolore durano più di 48 ore o sono accompagnati da febbre e forte dolori, bisogna sottoporsi ad accertamenti medici per arrivare ad una diagnosi corretta.
Evitare di dare peso al ginocchio dolorante fino a quando non si è sgonfiato.
Una fascia elastica non aiuta a sgonfiare il ginocchio, meglio fare un impacco di argilla verde da tenere tutta la notte.

Ghiaccio. Avvolgere un po’ di ghiaccio tritato in un panno e appoggiare l’impacco sul ginocchio per 20 minuti. Il ghiaccio migliora un ginocchio gonfio e dolorante.
Ripetere l’impacco ogni 2-4 ore, tenendo la gamba elevata.
Il ghiaccio è utile solo nelle prime 24 ore dopo un infortunio o dopo la comparsa/acutizzazione del dolore.

Elevazione. Si può appoggiare il piede su alcuni cuscini.
Un trucco per tenere la gamba più in alto durante la notte è mettere dei rialzi sotto ai piedi del letto, così il corpo ha le caviglie più in alto del cuore durante la notte.

Esercizi di riabilitazione. Se si soffre di artrosi al ginocchio è importante effettuare esercizi di stretching e di tonificazione muscolare.
Questi esercizi aiutano a riscaldare e ad allungare i muscoli e sono molto utili dopo lunghi periodi di riposo.
Fare dell’esercizio fisico regolare è molto utile per migliorare la forma fisica e il tono muscolare.
Non esagerare con gli esercizi se si è inesperti.
Scegliere una ginnastica dolce che non causi dolore come lo yoga o il nuoto.

Obesità. In caso di sovrappeso è necessario regolare la dieta in modo da perdere i chili in eccesso. Per fare questo affidarsi sempre alle mani di professionista esperto e qualificato.

Il peso in eccesso crea una pressione maggiore sulle articolazioni e sui muscoli, soprattutto a livello delle ginocchia e delle caviglie.
La pressione eccessiva favorisce l’infiammazione dell’articolazione e quindi è un fattore di rischio per il ginocchio gonfio.
La massoterapia è una terapia utile che si può associare alle altre descritte per rimuovere il gonfiore al ginocchio.
La terapia manuale favorisce il rilascio di endorfine e altre sostanze chimiche antidolorifiche, inoltre promuove una circolazione efficiente.