L’epitrocleite (detta anche gomito del golfista) è una tendinite inserzionale che colpisce i tendini che si attaccano all’epicondilo mediale dell’avambraccio.

È considerata una tendinopatia da sovraccarico.

Cioè si presenta soprattutto a causa degli sport che prevedono i lanci come:

  • Golf,
  • Bowling,
  • Tennis,
  • Football,
  • Baseball.

Tuttavia, tante persone che praticano questi sport non ne soffrono e tante persone non sportive lo possono sviluppare.

Questo è importante per capire la reale causa e il trattamento più efficace.

L’insorgenza dell’epitrocleite può essere traumatica, ma solitamente è progressiva.

In pratica:

  • Il fastidio aumenta lentamente,
  • Spesso diventa cronico.

Il gomito del golfista è molto meno frequente dell’epicondilite (cioè il gomito del tennista che causa dolore all’esterno del gomito).

L’epicondilo mediale più colpito è quello del braccio dominante.

Di solito è unilaterale, cioè colpisce solo un braccio.

Tuttavia, in alcuni casi è bilaterale (a destra e a sinistra insieme).

 

Cenni di anatomia del gomito

L’epicondilo mediale si trova nella parte interna del gomito (condilo omerale) ed è l’origine dei muscoli:

  • Flessori del polso,
  • Pronatori dell’avambraccio.

Questi muscoli sono coinvolti:

  • Nella flessione del palmo verso il basso,
  • Nella rotazione dell’avambraccio verso l’interno.

Sono anche importanti per afferrare gli oggetti.

Generalmente, l’epitrocleite si verifica nell’origine muscolo-tendinea:

  • Del flessore radiale del carpo,
  • Dei muscoli pronatori.

Ma si può verificare una lesione anche:

  • Nel palmare lungo,
  • Nel flessore superficiale delle dita,
  • Nel flessore ulnare del carpo.
Epitrocleite al gomito

Epitrocleite al gomito
© Massimo Defilippo

Tendinite o Tendinosi

Il problema principale non è l’infiammazione acuta dei tendini che non si verifica quasi mai.

Il problema è a livello di:

  • Nervi,
  • Vasi sanguigni.

Questi possono causare un calo di circolazione al tendine.

La conseguenza è la degenerazione del tessuto connettivo che forma i tendini.

In pratica, si formano delle micro-lesioni nei tendini che si inseriscono nell’epicondilo mediale.

Studi microscopici hanno mostrato delle alterazioni del tendine caratterizzate da disorganizzazione delle fibre tendinee.

Invece di essere parallele, queste fibre diventano a zig-zag.

A livello cellulare, il sovraccarico meccanico induce la differenziazione delle cellule staminali tendinee in:

  • Adipogeniche (che diventano cellule adipose),
  • Osteogeniche (che possono evolvere in cellule ossee),
  • Condrogeniche.

Il risultato è che invece della riparazione del tendine queste cellule possono sviluppare:

  • Formazioni lipidiche,
  • Calcificazioni,
  • Degenerazione mucoide.

 

Chi soffre di epitrocleite?

Chiunque può soffrire di epitrocleite, ma si vede spesso negli sportivi che praticano:

  • Golf,
  • Baseball,
  • Arrampicata,
  • Arcieri,
  • Musicisti.

Gli atleti hanno maggiori probabilità di soffrire di epitrocleite perché sovraccaricano alcuni muscoli.

I movimenti ripetitivi che possono causare l’epitrocleite sono:

  • Lanciare,
  • Raccogliere e afferrare gli oggetti.

Il gomito del golfista è più frequente negli uomini.

Si verifica soprattutto negli individui tra i 20 e 50 anni.

 

Cause dell’epitrocleite

La causa più comune di epitrocleite è il sovraccarico sul tendine, ma soprattutto dei muscoli collegati.

Può anche essere causato da un infortunio improvviso, ma è raro.

Quando si effettuano delle attività ripetitive che allungano o comprimono la parte interna del gomito, questa zona è stirata e sovraccaricata.

Cosa voglio dire?

Pensa quando giochi a golf, quando colpisci la palla, il tuo gomito tenderebbe a piegarsi verso l’esterno.

Ma i tessuti connettivi e i muscoli bloccano questo movimento.

Questo provoca un sovraccarico.

I principali fattori di rischio sono:

  • L’età: gli adulti hanno tendini meno flessibili ed eseguono movimenti ripetitivi durante il lavoro o l’attività sportiva;
  • Il diabete aumenta le probabilità di sviluppare il gomito del golfista;
  • Una tecnica di esecuzione del gesto sportivo errata;
  • Squilibro muscolare nei muscoli dell’avambraccio.

 

Quali sono i segni e sintomi dell’epitrocleite?

La tendinite provoca i seguenti sintomi:

  • Dolore sulla parte interna del gomito,
  • Debolezza durante la pronazione dell’avambraccio e flessione del polso,
  • Talvolta gonfiore sull’epicondilo mediale.

I sintomi si possono anche irradiare dall’avambraccio fino al polso.

Il dolore aumenta gradualmente nel tempo.

I sintomi peggiorano:

  • Allungando i muscoli nella parte palmare dell’avambraccio,
  • Premendo sul tendine interessato,
  • Afferrando gli oggetti, cioè con la contrazione dei muscoli collegati.

In caso di grave epitrocleite, può esserci una limitazione del movimento.

Con il tempo, si indeboliscono anche i muscoli.

Il dolore al gomito può ostacolare le attività quotidiane o sportive.

 

Diagnosi dell’epitrocleite al gomito

Il medico a cui rivolgersi per questo disturbo può essere:

  • Il fisiatra,
  • L’ortopedico.

Lui deve esaminare la storia medica del paziente per valutare la presenza di fattori di rischio.

Per esempio, deve sapere se il paziente fa attività sportive o lavorative che provocano il sovraccarico.

Il medico deve sapere se il dolore:

  • È insorto lentamente,
  • È la conseguenza di un trauma diretto sull’epicondilo.

Inoltre, deve conoscere quali sono i sintomi e quanto durano.

epitrocleite-stretching-esercizio-forza-test-dolore-male-infiammazione-gomito-golfista-pronatori-muscoli-flessori

Stretching dei muscoli dell’epicondilo mediale del gomito e test di forza
© Massimo Defilippo

Esame fisico

Controllare il gomito doloroso e palpare l’epicondilo mediale per localizzare la posizione esatta dei sintomi.

Inoltre, l’esaminatore controlla anche la forma del gomito.

Infatti, spesso chi soffre di questa sindrome ha un eccessivo valgismo del gomito.

Test per diagnosticare il gomito del golfista

  • L’esaminatore supina ed estende passivamente il polso e il gomito.
  • In questo modo stira i muscoli colpiti.

Il test è positivo in caso di dolore sull’epicondilo mediale.

Per escludere un intrappolamento nervoso bisogna valutare anche i riflessi mio-tendinei del gomito.

Diagnosi differenziale

Il medico deve escludere:

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera