Vertigini o giramenti di testa – sintomi e cause

Le vertigini (o giramenti di testa) sono un termine usato per descrivere molte sensazioni:

  • Stordimento,
  • Sbandamento,
  • Debolezza,
  • Instabilità.
INDICE


Le vertigini possono essere causate da disturbi nell’orecchio interno (vertigini periferiche).
La sensazione è la stessa che si prova ad un altezza notevole da terra quando si guarda in basso.
Le vertigini colpiscono più le donne degli uomini.

Secondo Marcelo B Antunes, MD (Resident Physician, Department of Otorhinolaryngology-Head and Neck Surgery, University of Pennsylvania Health System) l’equilibrio è il risultato di un’integrazione di informazioni che provengono dai recettori sensoriali a livello di:

Queste informazioni sono elaborate:

La corretta integrazione dei segnali provenienti dai nervi permette:

  • Un andatura dritta,
  • Una postura corretta,
  • La messa a fuoco delle immagini negli occhi.

Le vertigini centrali possono essere causate da:

  • Una lesione degli organi cerebrali dell’equilibrio (Tronco cerebrale e cervelletto),
  • La mancata corrispondenza sensoriale delle informazioni (a livello della corteccia cerebrale).

Il nervo vestibolare è il nervo dell’equilibrio.
Le lesioni del nervo vestibolare provocano uno squilibrio che può influenzare le informazioni sensoriali vestibolari.
Tuttavia può essere compensato dal nervo dell’altro lato e dai nuclei vestibolari, quindi i pazienti non hanno mai vertigini violente, possono avere un senso di sbandamento.

 

Cenni di anatomia dell’orecchio e meccanismo dell’equilibrio

Gli organi vestibolari dell’orecchio sono:

  • Utricolo,
  • Sacculo,
  • Tre canali semicircolari.

I canali semicircolari registrano il movimento rotatorio della testa.
Questi si trovano perpendicolari tra loro e contengono un liquido chiamato endolinfa.

canali semicircolari,equilibrio,orecchio interno

Ogni canale ha una funzione specifica e registra il movimento della testa: verso l’alto, il basso, da un lato o dall’altro e le rotazioni.

Questi canali contengono delle cellule ciliate sensoriali che si attivano con il movimento del fluido endolinfatico.
Muovendo la testa (per esempio quando si inclina la testa da un lato) le cellule ciliate sensoriali inviano un impulso nervoso al cervello tramite il nervo acustico.
Il liquido endolinfatico (nel canale semicircolare) sposta gli otoliti.
Questi cristalli scivolano sulle cilia sensoriali alla base:

  • Dell’utricolo,
  • Del sacculo.

Gli impulsi arrivano al tronco cerebrale e alla zona del cervelletto.
Se gli otoliti si staccano dalle cellule ciliate sensoriali, navigano all’interno del labirinto vestibolare e possono causare dei problemi di vertigini ed equilibrio gravi (vertigine benigna parossistica posizionale).

 

Classificazione delle vertigini

  • Nelle vertigini soggettive l’individuo sente il suo corpo che gira in tondo.
  • Nelle vertigini oggettive, la persona sente il corpo fermo ma è la stanza che ruota intorno.

 

Tipi di vertigini in base all’origine

1) Le vertigini periferiche sono causate da un disturbo del labirinto, la durata è breve, ma si verificano all’improvviso.
I disordini vestibolari periferici sono limitati all’ottavo nervo cranio e all’orecchio interno.
I pazienti possono anche segnalare una perdita di equilibrio.

Spesso si verificano altri sintomi come:

In questo caso le vertigini sono ricorrenti o recidivanti per un periodo, poi passano da sole. (Timothy L. Thompson, MD – Department of Otolaryngology – Head and Neck Surgery, Ochsner Clinic Foundation, New Orleans, LA).

Tra le malattie che provocano vertigini periferiche ci sono:

  1. Sindrome di Meniere
  2. Vertigine parossistica posizionale benigna
  3. Neuronite vestibolare
  4. Labirintite
  5. Schwannoma vestibolare (tumore intracranico)
  6. Fistola Perilinfatica (canale di comunicazione anomalo tra orecchio interno e spazio perilinfatico)
  7. Canale semicircolare superiore deiscente (mancanza dell’osso sopra al canale semicircolare superiore)
  8. Trauma

2) Le vertigini si definiscono centrali se la causa è una malattia o lesione del sistema nervoso centrale. Il disturbo è graduale, ma dura per molto tempo.
I pazienti con vertigine centrale hanno soprattutto problemi di equilibrio e coordinazione costanti, non vertigini vere e proprie.
Tuttavia non è sempre vero.
Spesso, i pazienti non riescono a stare in piedi o camminare, mentre i pazienti con vertigini periferiche riescono a camminare senza problemi.
In base alla lesione, si possono verificare:

Le malattie che possono causare questo sintomo sono:

 


Cause di vertigini

Molte cause non sono gravi, si può guarire dai sintomi con semplici cambiamenti nella vita di tutti i giorni.
Molti sintomi scompaiono senza bisogno di cure.
Le cause più frequenti delle vertigini sono spiegate seguente elenco:

Bassa pressione sanguigna
Nell’ipotensione ortostatica la pressione sanguigna del corpo scende:

  • Quando ci si alza velocemente,
  • Quando si passa rapidamente della posizione seduta a quella sdraiata.

Il corpo si dovrebbe adeguare rapidamente a questi cambiamenti di posizione.
Alcune persone necessitano di diversi minuti per recuperare la pressione normale.
Finché la pressione sanguigna non si stabilizza l’individuo può avere le vertigini.

Disidratazione
Un’altra causa delle vertigini improvvise è la disidratazione.
Quando il corpo non ha abbastanza liquidi sente:

  • Stordimento,
  • Instabilità,
  • Vista annebbiata o sfocata.

Durante l’esercizio fisico, la mancanza d’acqua può provocare uno squilibrio nel corpo.
Bere alcolici causa disidratazione.
Quando si ha attacco di vomito, di diarrea o febbre si possono avere vertigini.

Emicrania
I sintomi dell’emicrania sono i seguenti:

Anche la luce o il rumore causano vertigini.
Gli esperti pensano che i cambiamenti che avvengono all’interno dei vasi sanguigni del cervello siano i responsabili dell’emicrania. Spesso quando si cura l’emicrania spariscono anche le vertigini.
Per curare le vertigini causate da un’emicrania vestibolare, il medico può dare consigli utili su:

  • La dieta,
  • Lo stress,
  • Come dormire la notte,
  • Gli esercizi da fare.

Alcuni farmaci possono prevenire l’emicrania vestibolare dando sollievo dalla nausea e dal vomito.

Ipoglicemia
La glicemia bassa nelle persone che prendono l’insulina per curare il diabete può causare vertigini e altri sintomi come:

Farmaci
I farmaci per abbassare la pressione sanguigna possono essere troppo efficaci ed abbassare la pressione sotto i livelli desiderati, ciò causa le vertigini.
Anche i sedativi possono causare vertigini.

Gravidanza
Le donne potrebbero sentire capogiri e vertigini durante la gravidanza.
Essi sono causati dai cambiamenti che si verificano nel corpo della donna.

Secondo Webmd, l’ormone della gravidanza progesterone causa vasodilatazione (dilata i vasi sanguigni), Inoltre, una quantità maggiore di sangue va all’utero.
Le conseguenze sono:

Anche la posizione può fare molta differenza.
Ad esempio, quando una donna incinta sta supina, l’utero comprime la vena cava inferiore (che porta il sangue dalla parte inferiore del corpo al cuore).
In questo modo, ostacola il ritorno del sangue al cuore e abbassa ulteriormente la pressione sanguigna.

Aritmia e altri problemi di cuore
Il cuore è l’organo che pompa il sangue nel corpo.
La mancanza di afflusso di sangue al cuore causa dolore al muscolo cardiaco.
Anche l’aritmia (battito cardiaco irregolare) può provocare vertigini.

Depressione e ansia
Spesso la depressione e l’ansia causano le vertigini.

Gli esperti associano i disturbi di panico, ansia, depressione, ecc. con le vertigini.
Le persone depresse o ansiose spesso hanno le vertigini.
Altri sintomi della depressione sono:

  • Attacchi d’ansia
  • Attacchi di panico
  • Pseudo-vertigini

L’ansia colpisce l’apparato respiratorio di una persona e provoca iperventilazione.
Si ricorda che le vertigini sono causate anche dall’assunzione di alcune pillole per curare la depressione.

Vertigini di origine cervicale
Tra le cause delle vertigini da cervicale ci sono:

Vertigini o giramenti di testaProblemi all’orecchio
Molte cause della vertigini sono provocate da disturbi delle orecchie.
Alcuni problemi dell’orecchio interno causano:

  • Mancanza di equilibrio,
  • Vertigini.

Il neurinoma acustico è una massa benigna sul nervo acustico.
Questo nervo collega il cervello con la parte interna dell’orecchio. Questa patologia causa le vertigini.
Anche la sindrome di Ménière provoca gli stessi sintomi.
Quando si accumula del liquido nella regione dell’orecchio interno si può verificare questa patologia.
La neurite vestibolare acuta è un’infiammazione del nervo vestibolare e può causare vertigini per molti giorni.
I sintomi di questa patologia sono i seguenti:

La labirintite è un disturbo dell’orecchio in cui si infiamma il labirinto. La labirintite causa forti attacchi di vertigini e altri sintomi tra cui:

  1. Sordità,
  2. Vomito,
  3. Acufeni (ronzii o fischi alle orecchie).

Mandibola,malocclusione,lussazioneDisfunzione dell’articolazione temporo-mandibolare
L’osso della mandibola è collegato all’osso temporale (quello che contiene gli organi dell’orecchio).
Se un osso è malposizionato o non è ben allineato con l’altro può causare diversi sintomi, tra cui:

Vertigine parossistica posizionale benigna (VPPB)
Si tratta di un disturbo causato dallo spostamento di otoliti (piccoli cristalli di carbonato di calcio) dagli organelli otolitici (utricolo e sacculo) ai canali semicircolari dell’orecchio interno.
I sintomi si presentano durante alcuni movimenti, soprattutto al mattino.

Durante la notte, se la persona dorme con un cuscino, la testa è sollevata con un angolo di circa 30° rispetto al piano del letto.
In questa posizione, la macula dell’utricolo si trova esattamente sopra alla cupola del canale semicircolare posteriore.
Se gli otoconi si staccano, possono scendere nell’ampolla (la porzione del canale semicircolare posteriore in cui si trovano i recettori della posizione con le stereociglia).

Al risveglio, quando la persona si alza dal letto, lo spostamento dell’endolinfa e degli otoconi (che non dovrebbero essere lì) provoca una sollecitazione eccessiva della cupola del canale semicircolare.
La conseguenza è una vertigine.
Anche la mancanza degli otoliti a livello della macula, nell’utricolo può favorire la comparsa delle vertigini.

Colesteatoma
Si tratta di una formazione benigna nell’orecchio medio che si può estendere verso l’interno e può interferire con:

  • L’apparato vestibolare,
  • L’apparato uditivo o coclea.

Se il colesteatoma colpisce quest’ultima causa una sordità neuro sensoriale irrecuperabile (anche con la protesi).

Se invade l’apparato vestibolare provoca le vertigini oggettive con:

  • Nausea,
  • Vomito.

C’è un segno particolare che facilita la diagnosi.
Il canale semicircolare laterale che si trova sulla parete mediale dell’orecchio medio è il più colpito.
Se questo canale è leso:

  • Si verifica l’erosione del labirinto osseo.
  • La conseguenza è l’esposizione del labirinto membranoso (non è più protetto dall’osso).

Si forma una fistola labirintica che collega il labirinto con l’orecchio medio.
Una pressione (anche lieve) nel condotto causa la comparsa di una vertigine violentissima.
È il segno della fistola.

Problemi cardiovascolari
I principali disturbi cardiovascolari che causano vertigini sono riportati di seguito:

Altre cause di vertigini

  • Fumare una sigaretta, dopo aver fumato i giramenti di testa lievi durano alcuni secondi
  • La droga
  • Allergia – può causare il blocco della tuba di Eustachio e quindi l’accumulo di liquido infiammatorio nell’orecchio. La conseguenza è la perdita di equilibrio perché nell’orecchio ci sono gli organi dell’equilibrio.
  • Raffreddore
  • Influenza – ci sono dei farmaci antistaminici per l’influenza che possono causare le vertigini, per esempio la difenidramina (Benadryl).
  • Tumore o metastasi al cervello
  • Emorragia interna o mestruazioni abbondanti (in caso di anemia o pressione bassa).
  • Sindrome pre-mestruale (prima del ciclo mestruale o durante l’ovulazione a causa delle variazioni degli ormoni)
  • Dopo mangiato o quando la persona è sotto sforzo il corpo porta più sangue ai muscoli e allo stomaco, quindi il cervello riceve una quantità minore e può causare delle vertigini lievi.

 

Vertigini nell’anziano

Spesso, un paziente sta bene quando si alza, ma le vertigini compaiono dopo un po’ di tempo.
Ad esempio il paziente non ha problemi in casa, ma non riesce a fare la spesa o una passeggiata all’aperto.
In questo caso si parla di instabilità.

Nel paziente anziano, le cause sono tante, per esempio:

1) Rigidità muscolo scheletrica, un corpo rigido vibra ad alta frequenza può essere percepito dal sistema vestibolare come instabilità (es. Morbo di Parkinson);

2) L’anziano spesso soffre di presbiacusia (progressiva perdita dell’udito legata all’età) e presbiatassia (progressiva degenerazione del sistema vestibolare con riduzione dei riflessi del labirinto);

3) Spesso il paziente ha dei disturbi che causano ipovisione (cataratta, maculopatia, ecc.), la conseguenza è che la vista non può compensare il calo della funzionalità labirintica;

4) Tra le possibilità ci sono i disturbi neuropatici periferici, come la neuropatia sensitivo-motoria degli arti inferiori che provoca la perdita di sensibilità alla pianta del piede. In questo caso il paziente percepisce instabilità soprattutto:

  • Quando chiude gli occhi,
  • Di notte,
  • Se cammina su terreni dissestati.

5) La vertigine psicogena è considerata quando il paziente:

  • Non riesce a descrivere in modo preciso la sensazione di instabilità o vertigine,
  • Cambia la versione continuamente,
  • Usa termini generici.

 

Esame neurologico,occhi,vertigini

 

 

Vertigini nei bambini

I bambini si possono sentire instabili, deboli o aver dei capogiri.
Spesso con le vertigini ci sono altri sintomi:

Secondo uno studio di A.P. CASANI et al. (Department of Medical and Surgical Pathology, Otorhinolaryngology Unit, Pisa University Hospital, Italy), Le cause più frequenti di vertigini nei bambini sono le seguenti:

  1. Emicrania vestibolare (38%),
  2. Labirintite acuta/Neuronite vestibolare (16),
  3. Somatizzazione (16%),
  4. Vertigine parossistica posizionale benigna (11%),
  5. Torcicollo parossistico (2%),
  6. Post-traumatica: canalolitiasi del canale semicircolare posteriore (8%),
  7. Sindrome di Ménière (5%),
  8. Vertigini croniche idiopatiche (2%).

L’ipoglicemia è un’altra causa di vertigini.
L’ipoglicemia cause le seguenti conseguenze:

In questo caso la terapia è semplice, un po’ di acqua e zucchero permettono di migliorare la sintomatologia.

Anche un colpo di calore o la disidratazione possono causare le vertigini.
I bambini che hanno l’anemia, l’aritmia cardiaca e il diabete sono più predisposti ad avere le vertigini.

 

Giramenti di testa e vista offuscata

Cause:

  • Tumore al cervello
  • Diabete
  • Disidratazione
  • Alta / bassa pressione sanguigna
  • Sclerosi multipla
  • Emicrania
  • Attacco di panico.

 

Tumore cerebrale,vertigini

Vertigini improvvise

Le più importanti cause di vertigini improvvise sono le seguenti:

  • Disidratazione,
  • Pseudovertigine (psicogena),
  • Bassa pressione sanguigna,
  • Ictus.
  • Assunzione di farmaci (antibiotici, oncologici, analgesici, inibitori della COX-2, cardiovascolari, ecc.).

 

Arterie cervicali, carotidi,cerebraliCause delle vertigini al mattino

  • Infezioni dell’orecchio interno,
  • Problemi vestibolari,
  • Disturbi sensitivi,
  • Emicrania,
  • Sclerosi multipla,
  • Bassa pressione sanguigna,
  • Vertigini psicogene o funzionali causate dall’ansia (tra i sintomi ci sono anche tachicardia, sudorazione eccessiva e tremori),
  • Movimenti Rapidi,
  • Ictus.

 

Le vertigini quando la persona si alza sono provocate dalle seguenti cause:

  • Problemi di circolazione,
  • Effetti collaterali dei farmaci,
  • Trauma cranico,
  • Emorragia interna,
  • Variazioni ormonali
  • Ansia,
  • Attacchi di panico,
  • Depressione,
  • Emicrania,
  • Anemia,
  • Disidratazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code