Sintomi dell’ansia


I sintomi dell’ansia possono essere fisici e mentali.

Quali sono i tipi di disturbi d’ansia?

Esistono diversi tipi di malattie legate a questa malattia psicosomatica che sono state riconosciute, tra cui:
1. Attacco di panico: le persone che soffrono di questo disturbo provano
sentimenti di episodi di improvvisa e intensa ansia, paura o terrore che colpiscono improvvisamente e ripetutamente.
I sintomi degli attacchi di panico comprendono:

  • Sudorazione,
  • Dolore al petto,
  • Mancanza di respiro,
  • Palpitazioni (battiti cardiaci insolitamente forti o irregolari) e sensazione di soffocamento che possono dare l’impressione di avere un attacco di cuore o di “impazzire”.

Questi attacchi possono raggiungere alti livelli in pochi minuti.
2. Disturbo d’ansia sociale. Il disturbo d’ansia sociale (chiamato anche fobia sociale) provoca una preoccupazione esagerata e un disagio nelle situazioni sociali quotidiane. La preoccupazione riguarda spesso la paura di essere giudicati dagli altri per un comportamento che potrebbe causare imbarazzo o derisione.
L’ansia sociale può essere un disturbo giovanile oppure può colpire gli adulti.
3. Fobie specifiche: una fobia specifica è una forte paura di un oggetto o di una situazione specifica, come ad esempio i serpenti, l’altezza o il volo.
Di solito il livello di paura è inadeguato alla situazione. Come conseguenza, la persona evita frequenti situazioni quotidiane.
Le fobie possono anche provocare attacchi d’ansia acuta.
4. Disturbo d’ansia generalizzato: questa malattia provoca ansia persistente ed eccessiva riguardo a eventi o attività, anche situazioni ordinarie, di routine. Essa è difficile da controllare e può interferire con la capacità di concentrarsi. Il disturbo spesso si presenta insieme ad altre malattie come lo stress o la depressione..

5. Disturbo d’ansia da separazione, è un disturbo caratterizzato da ansia eccessiva che colpisce i bambini. Questo disturbo è relativo alla separazione dai genitori o da altre persone che hanno questo ruolo.
6. Il mutismo selettivo, è un costante rifiuto di parlare in determinate situazioni, come a scuola, ma anche a casa con i parenti stretti. Questo disturbo può interferire con:

  • La scuola,
  • Il lavoro,
  • La vita sociale.

7. Agorafobia (paura degli spazi aperti) la persona che soffre di questo disturbo evita i luoghi o le situazioni in cui si potrebbe sentire intrappolata o impotente. Di conseguenza si può provare panico, imbarazzo, sino alla perdita di controllo.
8. Disturbo d’ansia indotto da sostanze, è caratterizzato da sintomi di ansia o di panico che sono la conseguenza diretta di;

  • Abuso di droghe, farmaci,
  • Esposizione a una sostanza tossica,
  • Astinenza da farmaci.

9. Disturbo d’ansia causato da una patologia provoca soprattutto sintomi d’ansia o di panico che sono causati direttamente da un problema di salute.
10. Il disturbo d’ansia non altrimenti specificato è un termine usato per indicare ansia o fobie che non soddisfano i criteri esatti dei disturbi d’ansia, ma sono abbastanza significativi e possono essere angoscianti.
11. L’ipocondria è un tipo di ansia caratterizzato dalla paura eccessiva delle malattie. Il paziente va spesso dal medico o in ospedale per effettuare delle visite o degli esami, anche se sono sempre negativi.
12. Ansia reattiva: è la reazione ad un evento.

Ansia fisiologica

Ogni tanto si diventa nervosi, ad esempio:

  • Prima di un esame,
  • Quando si parla in pubblico,
  • In caso di difficoltà finanziarie.

Tuttavia, per alcune persone l’ansia diventa molto frequente (cronica o quotidiana) e diventa invalidante.
Alcune donne possono avere l’ansia nei giorni successivi all’ovulazione fino alla fine del ciclo mestruale, in questo caso può essere un sintomo della sindrome pre-mestruale.
Quando l’ansia supera il confine tra sano e malato?
Non è facile. L’ansia si presenta in molte forme diverse (come attacchi di panico, fobia e ansia sociale) e la distinzione tra una diagnosi ufficiale e l’ansia “normale” non è sempre semplice.

Quali sono i sintomi dell’ansia patologica?

L’ansia somatizzata si manifesta con i seguenti sintomi:




Spesso le persone soffrono di ansia mattutina, cioè i sintomi sono più gravi al risveglio di mattina a causa del pensiero di andare a lavorare.

Quando recarsi dal medico per l’ansia

Consultare il medico se:

  1. La preoccupazione è eccessiva e interferisce con il lavoro, relazioni o altri aspetti della vita
  2. La paura, preoccupazione o gli stati d’ansia sono sconvolgenti
  3. Si è depressi, si hanno problemi legati all’abuso d’alcol o droghe o si hanno altri problemi di salute mentale
  4. Si pensa che l’ansia sia collegata ad un problema di salute grave
  5. Si hanno pensieri o comportamenti suicidi — cercare immediatamente un trattamento d’emergenza


Le preoccupazioni non passano sempre da sole, in realtà possono peggiorare con il tempo se il disturbo non è curato. Si consiglia di recarsi da un medico o in un centro di salute mentale, prima che l’ansia peggiori. Prima si raggiunge un aiuto, più è facile curare l’ansia.

Leggi anche:

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu