Quando le ossa di un gomito si separano, si parla di lussazione del gomito.

Le lussazioni del gomito possono essere:

  • Complete,
  • Parziali (sublussazione).

In una lussazione completa, le superfici articolari sono completamente separate.

In una sublussazione, le superfici articolari sono separate solo parzialmente.

Di solito si verificano dopo un trauma, come:

  • Una caduta,
  • Un incidente.

 

Cenni di Anatomia del gomito

Questo paragrafo serve per capire meglio i successivi.

Tre ossa si uniscono per formare l’articolazione del gomito:

  • L’omero è l’osso del braccio,
  • Le due ossa dell’avambraccio (radio e ulna) formano la parte inferiore del gomito.

Ognuna di queste ossa ha una forma particolare.

Il gomito è un’articolazione che può fare due tipi di movimenti:

  • Flessione-estensione, cioè puoi piegare o stendere il gomito,
  • Pronazione-supinazione, cioè la rotazione dell’avambraccio.

 

Chi mantiene stabile l’articolazione?

anatomia-gomito

Il gomito è un articolazione stabile grazie a:

  • Congruenza tra le ossa dell’articolazione,
  • Legamenti,
  • Capsula articolare,
  • Muscoli.

I legamenti collaterali del gomito mantengono:

  • Unite le ossa,
  • Un allineamento corretto del gomito.

 

Tipi di lussazione

Ci sono due possibilità:

  • Lussazione semplice,
  • Lussazione complessa.

 

Lussazione semplice

A livello più tecnico, il gomito si lussa essenzialmente per due meccanismi:

  1. Rotazione dell’avambraccio in supinazione eccessiva (col palmo verso l’alto): è la causa più frequente. Infatti è responsabile di circa il 90% dei casi. Generalmente accade in persone che cadendo, si appoggiano con la mano, ma continuano a scivolare. Succede che il braccio va in ipersupinazione e il capitello radiale rompe il legamento collaterale laterale e scivola posteriormente.
  2. Pronazione eccessiva dell’avambraccio: rappresenta la causa del 10% delle lussazioni. Il classico esempio è quello del motociclista che si tiene saldamente al manubrio della moto. Poi va a sbattere contro un’auto, prende il volo, ma mantiene la presa sul manubrio iperpronando il braccio, in questo caso il gomito si lussa nel versante interno.

 

Lussazione complessa

lussazione-gomito

Si verifica quando oltre alla lussazione c’è anche una frattura.

La frattura-lussazione che si riscontra più facilmente è la “frattura di Monteggia”.

In questo caso si verifica:

  • La frattura dell’ulna,
  • La lussazione del capitello radiale.

È frequente nei bambini.

Viene classificata secondo la classificazione di Bado in

  • TIPO I: Il capitello radiale esce dalla sua sede e scivola anteriormente
  • TIPO II: il capitello radiale scivola posteriormente
  • TIPO III: Il capitello radiale scivola lateralmente
  • TIPO IV: scivola anteriormente e si associa ad una frattura del radio

 

Sintomi della lussazione del gomito

In caso di lussazione del gomito, i sintomi sono:

  • Deformità dell’articolazione,
  • Dolore,
  • Gonfiore,
  • Rossore,
  • Calore,
  • Impossibilità di muovere il gomito normalmente.

Naturalmente se ci sono delle complicanze, i sintomi possono essere più gravi.

Ricordo che un mio amico ha avuto un’emorragia perdendo molto sangue.

 

Complicanze della lussazione del gomito

lussazione-gomito-complicanze

Nelle lussazioni più gravi, si possono lesionare:

  • I vasi sanguigni,
  • I nervi che viaggiano attraverso il gomito.

Se ciò accade, esiste il rischio di perdere il braccio.

Inoltre, ci può essere una limitazione nel movimento del gomito.

 

Terapia per la lussazione del gomito

Terapia per la lussazione semplice del gomito

Il trattamento consiste in:

Riduzione della lussazione in narcosi.

Significa rimettere le ossa al loro posto dopo aver anestetizzato il paziente.

Se il gomito è stabile, si mette un tutore.

Questo dev’essere tenuto per circa un mese.

È molto importante l’immobilizzazione iniziale per ridare la stabilità, soprattutto nei giovani.

Dopo pochi giorni comincia la fisioterapia, in particolare la mobilizzazione passiva.

La fisioterapia consiste nel recupero:

  • Dell’ampiezza di movimento,
  • Della forza.

Se non si raggiunge una sufficiente stabilità, il chirurgo può consigliare l’intervento.

 

Terapia per la lussazione complessa del gomito

Per quanto riguarda il trattamento, questo può essere:

  • Incruento: riducendo la frattura dell’ulna il capitello radiale rientra nella sua sede. Questo trattamento viene eseguito nei bambini, ma non negli adulti perché dà uno scarso risultato.
  • Chirurgico: si riduce chirurgicamente la frattura dell’ulna e il capitello radiale rientra nella sua sede. È importante, quindi, occuparsi della frattura, ma controllare anche che il capitello radiale torni al suo posto.

 

Fisioterapia post intervento

Dopo l’operazione, la fisioterapia è utile per recuperare:

  • L’ampiezza di movimento,
  • La forza muscolare.

Il fisioterapista inizia con esercizi passivi rispettando la soglia del dolore del paziente.

Gradualmente, si faranno sempre più esercizi attivi per permettere al paziente di recuperare la funzionalità del gomito.

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera