La parte del piede in cui si sviluppa l’artrite più spesso è la base dell’alluce.

Questa articolazione è chiamata metatarso-falangea.

È fondamentale perché deve piegarsi ogni volta che fai un passo.

Se l’articolazione inizia a irrigidirsi, il cammino può diventare doloroso e difficile.

 

Come si sviluppa?

L’artrosi è la degenerazione dell’articolazione.

Vediamo in cosa consiste.

Come in qualsiasi articolazione, le estremità delle ossa sono coperte da cartilagine.

La cartilagine articolare si può consumare.

Questo può essere causato:

  • Da una lesione (come una frattura) all’alluce,
  • Da alterazioni nella postura del piede che aumentano la tensione sull’articolazione.

Dopo si può sviluppare uno sperone osseo (una crescita eccessiva dell’osso) sulla parte superiore.

Questa crescita eccessiva può impedire all’alluce di piegarsi quanto serve quando si cammina.

Il risultato è un alluce rigido.

alluce-rigido

Tuttavia, il problema può essere anche la retrazione della capsula articolare.

Cos’è?

Si tratta di un manicotto fibroso che circonda l’articolazione.

Se si retrae (accorcia), l’ampiezza di movimento si riduce.

Chi colpisce?

L’alluce rigido di solito si sviluppa negli adulti di età compresa tra 30 e 60 anni.

 

Quali sono le cause dell’alluce rigido?

Non esiste una causa nota di alluce rigido, ma sono stati identificati diversi fattori di rischio.

Tra i fattori di rischio ci sono:

Genere femminile

L’alluce rigido è più comune nelle femmine.

Circa il 66 % sono donne.

Anatomia del piede anomala

Le anomalie nella struttura del piede (come un primo metatarso troppo lungo o alto) possono aumentare il rischio.

Lesione

Le lesioni, come inciampare l’alluce o la slogatura dell’articolazione possono favorire l’alluce rigido.

Alcune malattie

Le malattie infiammatorie, come l’artrite reumatoide e la gotta, possono causare l’alluce rigido.

Piede piatto o pronato

Le persone che hanno il piede piatto o una pronazione eccessiva della caviglia hanno più probabilità di sviluppare l’alluce rigido.

Quali sono i Sintomi dell’alluce rigido?

  • Dolore all’articolazione quando si preme sulle dita dei piedi quando si cammina,
  • Gonfiore intorno all’articolazione,
  • Una protuberanza che si sviluppa sulla parte superiore del piede,
  • Rigidità nell’alluce e incapacità di piegarlo verso l’alto o verso il basso
  • Camminare appoggiando solo l’esterno del piede.

 

Come si fa la Diagnosi dell’alluce rigido?

Quando andare dal medico?

Se hai difficoltà a piegare la punta del piede su e giù o scopri che stai camminando sull’esterno del piede, consulta subito il medico.

L’alluce rigido è più facile da trattare se è scoperto presto.

Infatti, se aspetti di vedere una protuberanza ossea sulla parte superiore del piede, sarà più difficile da curare.

Esame fisico

Il medico esaminerà il piede cercando eventuali speroni ossei visibili.

Inoltre prova a muovere l’alluce per capire qual è l’ampiezza di movimento senza dolore.

Nella popolazione normale, l’alluce si piega circa 70/80°.

Se si piega solo di 30°/40° o anche meno, si tratta di un alluce rigido.

Esami per l’alluce rigido

alluce-rigido-rx

La radiografia mostra:

  • Le ossa dell’articolazione più vicine perché la cartilagine è ridotta,
  • La posizione e le dimensioni dell’eventuale sperone osseo,
  • In caso di gotta o artrite, si può vedere la deformità dell’articolazione.

 

Qual è la terapia per l’alluce rigido?

Trattamento non chirurgico

Probabilmente il medico ti dirà che gli antidolorifici e i farmaci antinfiammatori come l’ibuprofene possono aiutare a:

  • Ridurre il gonfiore,
  • Alleviare il dolore.

L’applicazione di impacchi di ghiaccio o bagni di contrasto può anche aiutare a ridurre l’infiammazione a breve termine.

Ma non sono sufficienti per impedire l’evoluzione del disturbo.

Indossare una scarpa con una punta larga riduce la pressione sull’alluce.

Quindi, si consiglia di rinunciare a indossare i tacchi alti.

Il medico può raccomandare una scarpa:

  • Basculante,
  • Con la parte inferiore arrotondata.

Questo tipo di scarpa sostiene il piede quando cammini e riduce il bisogno di piegare l’alluce.

Un bagno di contrasto utilizza alternativamente acqua calda e fredda per ridurre l’infiammazione.

Servono due bacinelle.

  • La prima con acqua più fresca (circa 20°)
  • La seconda con acqua più calda (circa 32°).

Immergi il piede nell’acqua fredda per 30 secondi.

Poi inseriscilo subito nell’acqua calda per 30 secondi.

Continua a alternare tra freddo e caldo per cinque minuti.

Alla fine termina nell’acqua fredda.

Puoi fare bagni di contrasto fino a tre volte al giorno.

Tuttavia, fai attenzione a evitare temperature estreme nell’acqua.

Fisioterapia

La fisioterapia può aiutare perché permette di ridurre:

  • La rigidità,
  • Il dolore.

Gli esercizi e la mobilizzazione passiva sono utili per prevenire la retrazione della capsula.

Inoltre, un lavoro sui muscoli può:

  • Migliorare la postura,
  • Ridurre le rigidità che hanno portato all’artrosi.

 

Intervento chirurgico per l’alluce rigido

intervento-alluce-rigido

Ci sono diversi possibili interventi per curare l’alluce rigido.

Il medico decide in base alle caratteristiche del paziente.

Cheilectomia

Questo intervento è di solito raccomandato quando il danno è lieve o moderato.

Consiste nella rimozione degli speroni ossei e una porzione dell’osso del piede.

Quindi l’alluce ha più spazio per piegarsi.

L’incisione si fa sulla parte superiore del piede.

L’alluce e la zona operata possono rimanere gonfi per diversi mesi dopo l’operazione.

Dovrai indossare un sandalo apposito con una suola di legno per almeno due settimane dopo l’intervento.

Ma la maggior parte dei pazienti sta bene a lungo termine.

Artrodesi

La fusione delle ossa (artrodesi) è spesso raccomandata quando il danno alla cartilagine è grave.

La cartilagine danneggiata è rimossa.

Poi, il chirurgo blocca l’articolazione in una posizione permanente con:

  • Chiodi,
  • Viti,
  • Una piastra.

Questo tipo di operazione non ti permetterà di piegare affatto il dito del piede.

Tuttavia, è uno dei modi più affidabili per ridurre il dolore nei casi più gravi.

Per le prime sei settimane dopo l’intervento, bisogna indossare un tutore.

Inoltre dovrai usare le stampelle per circa altre sei settimane.

Non riuscirai a usare le scarpe con tacchi alti.

Potrebbe essere necessario indossare una scarpa con una suola basculante o arrotondata.

Artroplastica

I pazienti più anziani e con meno esigenze di movimento possono essere candidati per un intervento chirurgico di protesi.

Le superfici articolari sono rimosse e il chirurgo impianta un’articolazione artificiale.

Questa procedura può:

  • Alleviare il dolore,
  • Preservare il movimento articolare.

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera