I muscoli adduttori si trovano nel compartimento mediale della coscia, cioè nell’interno coscia.

Gli adduttori sono un gruppo di muscoli che servono per addurre il femore nell’articolazione dell’anca, cioè per spostare il ginocchio verso l’interno.

Questa azione è una parte fondamentale :

  1. Della camminata,
  2. Dello scatto di corsa,
  3. Di altri movimenti in piedi.

Tutti questi muscoli originano dal bacino nella parte:

  • Anteriore,

  • Interna.

L’eccezione a questo è il più grande di essi il muscolo grande adduttore, che abbiamo trattato in un post precedente.

Muscoli-Adduttori-della-Coscia

Gli adduttori dell’anca sono i seguenti:

  • Pettineo,

  • Adduttore breve,

  • Adduttore lungo,

  • Grande adduttore,

  • Adduttore minimo,

  • Muscolo gracile.

Molti di loro sono muscoli molto sottili.

Il più voluminoso è il grande adduttore.

Il gracile è simile a una cintura e il pettineo è un muscolo piatto.

Adduttori-superficiali-e-profondi

Gli adduttori più superficiali sono:

  • Il gracile, all’esterno rispetto al grande adduttore.

  • Il pettineo,

  • L’adduttore lungo.

I muscoli adduttori più profondi sono:

  • L’adduttore breve,

  • Il grande adduttore che si trova al fianco del semimebranoso.

 

 

Tabella riassuntiva dei muscoli adduttori

Muscoli:

  • Gracile,
  • Pettineo,
  • Adduttore lungo
  • Adduttore breve,
  • Grande adduttore
  • Adduttore minimo.
Funzione/Azione:

Adduzione dell’anca

Innervazione:

  • Nervo otturatore (L2-L3),
  • Nervo femorale (L2-L3).
Vascolarizzazione:

  • Arteria otturatoria,
  • Vena otturatoria.

 

Muscolo grande adduttore

Muscolo grande adduttore

Il grande adduttore è il muscolo più grande e più posteriore del compartimento mediale della coscia.

Ha la forma di un grande triangolo.

Dalla sua origine sul bacino, si espande per inserirsi lungo il femore.

Come gli altri adduttori, quando si contrae tira il femore verso la linea mediana del corpo.

Il muscolo estende anche l’anca, cioè sposta il femore posteriormente.

Anche se è un adduttore, il grande adduttore è spesso considerato uno del gruppo dei muscoli posteriori della coscia.

Il sangue ossigenato arriva al muscolo grande adduttore attraverso l’arteria otturatoria che origina dall’arteria iliaca interna.

Il sangue venoso torna al cuore attraverso la vena otturatoria.

L’innervazione proviene dal ramo inferiore del nervo otturatore.

Tabella riassuntiva del grande adduttore

Origine

Branca ischiopubica.

Inserzione:

Tuberosità glutea, linea aspra e linea sopracondilare mediale.

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Flessione dell’anca,
  • Rotazione interna dell’anca.
Innervazione:

Nervo otturatore (L2-L3).

Muscolo adduttore breve

Muscolo-adduttore-breve

L’adduttore breve è un muscolo della coscia situato in profondità rispetto a:

  • Pettineo,
  • Adduttore lungo.

Appartiene al gruppo muscolare degli adduttori.

Origine:

Ramo inferiore del pube.

Inserzione:

Linea aspra.

Azione:

  • Adduzione dell’anca (spostamento all’interno),
  • Flessione (piegamento) dell’anca,
  • In base alla posizione dell’anca (piegamento, estensione, ecc.), può aiutare la rotazione esterna o interna.

La funzione principale dell’adduttore breve è quella di tirare la coscia verso l’interno.

Inoltre, serve per stabilizzare l’anca:

  • Mentre camminiamo,
  • Quando corriamo,
  • Nei movimenti di rotazione.

In pratica, insieme ai muscoli abduttori (esterno coscia e glutei) evita che il corpo si sbilanci e cada a terra.

Questa funzione è presente quando il piede appoggia a terra.

Tabella riassuntiva dell’adduttore breve

Origine

Ramo inferiore e anteriore dell’osso pubico.

Inserzione:

Linea aspra del femore

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Flessione dell’anca,
  • Rotazione esterna dell’anca.,
  • Stabilizzazione dell’anca.
Innervazione:

Nervo otturatore (L2-L3).

Muscolo adduttore lungo

Muscolo-adduttore-lungo

Il muscolo adduttore lungo è un muscolo situato nella parte interna della coscia.

Il muscolo origina nell’area superiore del pube, sotto il tubercolo pubico.

Si inserisce nel terzo medio della linea aspra del femore lungo il labbro mediale.

Questo muscolo:

  • Sposta la coscia verso l’interno,
  • Partecipa alla flessione dell’anca,
  • Contribuisce alla rotazione interna o esterna dell’anca, in base al piegamento dell’articolazione.

Inoltre, serve per mantenere l’equilibrio mentre si cammina.

L’adduttore lungo ha una forma lunga e triangolare.

Tabella riassuntiva dell’adduttore lungo

Origine

Area superiore del pube
(sotto il tubercolo pubico).

Inserzione:

Linea aspra del femore.

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Flessione dell’anca,
  • Rotazione esterna dell’anca,
  • Stabilizzazione dell’anca.
Innervazione:

Nervo otturatore (L2-L3).

 

Muscolo pettineo

Questo muscolo è il più anteriore rispetto agli adduttori dell’anca.

Muscolo-pettineo

Origine

Faccia anteriore del ramo superiore del pube.

Inserzione

Tra il piccolo trocantere del femore e la linea aspra.

Insieme all’adduttore lungo, forma il pavimento del triangolo femorale.

Tabella riassuntiva del Pettineo

Origine:

Ramo superiore del pube.

Inserzione:

Linea pettinea del femore e la linea aspra.

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Flessione dell’anca,
  • Rotazione esterna e interna dell’anca,
  • Stabilizzazione dell’anca.
Innervazione:

Nervo Femorale (L2-L3).

 

Muscolo Gracile

Muscolo-Gracile

Il muscolo Gracile è nel gruppo di muscoli adduttori.

Il suo nome descrive la sua forma, infatti è lungo e stretto.

Si tratta del muscolo più mediale (superficiale) degli adduttori.

Origine:

Ha origine nella faccia anteriore della branca ischiopubica, vicino alla sinfisi pubica.

Inserzione:

Insieme ad altri due muscoli si inserisce nella zampa d’oca, sulla parte interna della tibia.

Azione:

Poiché il gracile attraversa sia l’articolazione dell’anca che del ginocchio, agisce su entrambe le articolazioni.

  • Azione sull’anca: Flette e adduce la coscia.
  • Azione sul ginocchio: Flette la gamba e la ruota internamente, come il sartorio.

 

Tabella riassuntiva del gracile

Origine:

Faccia anteriore della branca ischiopubica.

Inserzione:

Zampa d’oca della tibia.

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Flessione dell’anca,
  • Rotazione interna del ginocchio,
  • Flessione del ginocchio.
Innervazione:

Nervo Otturatorio (L2-L3).

 

Muscolo adduttore minimo

Muscolo adduttore minimo

L’adduttore minimo è un piccolo muscolo che si trova tra il quadrato femorale e il grande adduttore.

In pratica è considerato come la parte superiore del grande adduttore.

È presente nel 50% degli adulti e può essere fuso con il bordo superiore del grande adduttore.

Origine:

Ramo pubico inferiore.

Inserzione:

Sulla tuberosità glutea.

Azione:

Adduzione e rotazione interna della coscia sull’articolazione dell’anca.

Tabella riassuntiva del gracile

Origine:

Ramo pubico inferiore.

Inserzione:

Tuberosità glutea.

Azione:

  • Adduzione dell’anca,
  • Rotazione interna dell’anca.
Innervazione:

Nervo Otturatorio (L2-L3).

 

 

 

Esercizi di rinforzo

1° Esercizio da sdraiato

Esercizio-da-sdraiato-per-gli-adduttori

  • Il paziente si posiziona sdraiato sul fianco del ginocchio malato.
  • Si piega il ginocchio sano ad angolo retto e si appoggia il piede davanti davanti all’altro ginocchio, poi si stende la gamba che sta sotto, il piede dev’essere a martello.
  • Successivamente si solleva la gamba a contatto col pavimento, sempre mantenendola distesa (si sente la fatica nell’interno coscia).
  • Eseguire 10-12 ripetizioni e cambiare gamba.

2° Esercizio da seduto

Esercizio da seduto per gli adduttori

  • Eseguire l’adduzione delle gambe (avvicinare le ginocchia) seduti su una sedia con una palla.
  • Si posiziona la palla in mezzo alle ginocchia e si stringe.
  • Eseguire 10 ripetizioni.

3° Esercizio da supino

  • L’esercizio inizia col paziente sdraiato in posizione supina (pancia in alto).
  • Si sollevano entrambe le gambe con le ginocchia unite e distese.
  • Quando le gambe formano un angolo retto con la schiena si devono aprire e chiudere.
  • Eseguire 10-12 ripetizioni e riposare per 30-40 secondi.
  • Ripetere l’esercizio 3 volte.

4° Esercizio da supino

Esercizio per gli adduttori da supino

  • Questo esercizio è simile al precedente.
  • Si parte in posizione supina e si solleva una gamba.
  • Si consiglia di piegare l’altra per non affaticare la schiena.
  • Con la gamba sollevata si eseguono 5-8 cerchi (come per disegnare delle O) in senso orario e 5-8 cerchi in senso antiorario.
  • Appoggiare la gamba ed eseguire lo stesso esercizio con l’altro arto inferiore.

5° Esercizio in palestra

Esercizio-in-palestra-per-gli-adduttori

  • Posizione iniziale seduto sull’attrezzo per gli adduttori,
  • Si parte con le gambe divaricate, con anca e ginocchio piegati a 90°,
  • Chiudere le gambe (avvicinare le ginocchia),
  • Ripetere 10 volte per 3 serie.

 

Leggi anche:

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera