Trapezio, Pettorali, Dorsali e Muscoli della Spalla

Trapezio 

Descrizione: è di forma piatta e triangolare

Origine: Medialmente al 3° mediale della linea nucale superiore dell’occipitale, poi si porta alla protuberanza occipitale esterna e scende sul legamento nucale e sovraspinoso fino al termine delle vertebre toraciche

Inserzioni: I fasci superiori si inseriscono al margine posteriore del terzo laterale della clavicola, poi i fasci medi continuano sul margine mediale dell’acromion e al labbro superiore del margine posteriore della spina della scapola, a cui seguono i fasci inferiori

Innervazione: Il nervo accessorio spinale rappresenta il principale nervo per quanto riguarda l’innervazione motoria del muscolo trapezio, mentre sono presenti rami cervicali per quanto riguarda la sensibilità

Azioni: Insieme ad altri muscoli che si inseriscono sulla scapola il trapezio fissa quest’osso controllandolo durante l’uso attivo dell’arto superiore, mantenendo il livello e l’equilibrio della spalla, inoltre è in grado anche di inclinare la testa ed il collo

 

Grande dorsale 

Descrizione: il grande dorsale è un muscolo piatto triangolare che si estende nella regione lombare e nella regione bassa del torace, dove i suoi fasci convergono in uno stretto tendine


Origine: Processo spinoso delle ultime sei vertebre toraciche e delle vertebre lombari attraverso il legamento lombo-dorsale, dalla cresta sacrale media, inoltre è attaccato per mezzo di digitazioni alle ultime tre o quattro coste

Inserzione: arriva con un grosso tendine in corrispondenza del tubercolo minore dell’omero, sulla sua cresta

Innervazione: nervo toraco-dorsale che appartiene al plesso brachiale

Azioni: Interviene nei movimenti di adduzione, estensione e soprattutto rotazione interna dell’omero, poi può intervenire nel sollevare il tronco se fa punto fisso nell’omero

 

Grande pettorale

Descrizione: È un muscolo spesso con la forma a ventaglio

Origine: Dalla metà mediale della clavicola, dalla faccia anteriore dello sterno, dall’aponevrosi del muscolo obliquo esterno più in basso e con fasci profondi dalle prime sei cartilagini costali

Inserzione: il muscolo si inserisce per mezzo di un tendine appiattito, alla cresta del tubercolo maggiore dell’omero

muscolo-pettorale

Innervazione: è innervato dai nervi toracici anteriori, dai nervi pettorali mediale e laterale

Azioni:Il muscolo nel suo complesso ha un ruolo attivo nei movimenti di adduzione e rotazione interna dell’omero, ma è in grado anche di sollevare il tronco

 

Piccolo pettorale

Descrizione: È un muscolo sottile e triangolare che si trova sotto il grande pettorale

 

Origini: Dal margine superiore e dalla superficie esterna delle coste 3°, 4° e 5° presso le rispettive cartilagini

Inserzione: i suoi fasci, portandosi in alto e lateralmente, convergono in un tendine appiattito che si inserisce al margine mediale e alla faccia superiore del processo coracoideo della scapola

Innervazione: innervato dai due nervi pettorali mediale e laterale, appartenenti ai nervi toracici anteriori

Azioni: Collabora con il dentato anteriore nello spostamento della scapola in avanti attorno alla parete toracica, oppure solleva la 3°, 4° e 5° costa durante l’inspirazione forzata in collaborazione con il grande pettorale

 

Deltoide 

Descrizione: Il deltoide è un robusto muscolo triangolare, voluminoso ed incurvato

Origini: Margine anteriore e faccia superiore del terzo laterale della clavicola, poi passa al margine laterale e alla faccia superiore dell’acromion per arrivare al labbro inferiore della cresta della spina della scapola

Inserzione: i fasci convergono in basso verso un tendine corto e robusto che si inserisce nella tuberosità deltoidea della faccia antero-laterale dell’omero

Innervazione: è innervato dal nervo ascellare del plesso brachiale

Azioni: Le fibre muscolari permettono praticamente ogni tipo di movimento a livello dell’omero, ma possono servire anche come aiuto nel’arrampicamento, facendo punto fisso a livello dell’omero

 

Dentato anteriore

Descrizione: è un ampio muscolo laminare che si porta indietro dalle coste e avvolge il torace

Origine: Ha un’ampia zona di origine costale con molte digitazioni che originano dalla superficie esterna e dal margine superiore delle prime 8-9-10 coste

Inserzioni: Sul margine mediale della scapola, per tutta la sua lunghezza

Innervazione: dal nervo toracico lungo del plesso brachiale

Azioni: Con il piccolo pettorale porta avanti la scapola ed è in grado di elevare le coste