Fisioterapia Rubiera parla di mal di schiena, dolore al collo, sintomi e terapia

Fisioterapiarubiera.com è un sito di medicina e fisioterapia che parla di: Malattie, Sintomi (soprattutto il dolore), Terapie, Rimedi naturali, Anatomia, diagnosi, dieta, alimentazione e sport.
Gli argomenti più trattati sono: mal di schiena, dolore al collo, mal di testa, mal di pancia, dolori alle braccia e alle gambe.
Fisioterapiarubiera.com è un sito che riguarda la medicina convenzionale e alternativa perché i farmaci e gli interventi chirurgici non sono le migliori terapie e spesso riducono solo i sintomi.

Sintomi

mal-di-testa

Mal di testa


male-al-collo

Dolore cervicale


dolore-al-petto

Dolore al petto


dolore-alla-spalla

Dolore alla spalla


dolore-al-gomito

Il dolore al gomito


dolore-alla-mano

Il dolore alla mano

Le mani gonfie

Il formicolio delle dita

mal-di-schiena

Mal di schiena


mal-di-pancia

Mal di pancia


dolore-all-anca

Il Dolore all’anca


dolore-al-ginocchio

Il dolore al ginocchio


dolore-alla-caviglia

Il dolore alla caviglia


dolore-al-piede

Il dolore al piede

Il piede gonfio

 


La nostra mission

Quando un paziente ha un disturbo deve andare dal medico perché è l’unico professionista qualificato per fare la diagnosi e prescrivere la terapia, però dovrebbe conoscere anche le possibili alternative.
Ci sono tante cure naturali che possono aiutare il paziente a stare meglio e che possono eliminare la causa della malattia.
Un alimentazione corretta e sana insieme agli esercizi di ginnastica sono ottimi metodi per curare e prevenire i disturbi, ma non sempre sono sufficienti.

Ci sono tante terapie manuali che possono ridurre i sintomi e spesso eliminano la causa della malattia.
Tra le terapie manuali più efficaci ci sono
1) Fisioterapia,
2) Osteopatia,
3) Chiropratica,
4) Riflessologia plantare,
5) Medicina tradizionale cinese,
6) Agopuntura,
7) Shiatsu e reiki.

In caso di disturbi cronici, il paziente potrebbe avere dei sintomi causati da contratture muscolari, anche se generalmente pensa di avere un problema di nervi (per esempio un ernia o l’infiammazione del nervo sciatico).
Negli ultimi anni si effettuano sempre meno interventi per l’ernia del disco perché nell’80% dei casi non eliminano il dolore.
I medici specialisti (fisiatra e ortopedico) prescrivono sempre più spesso esercizi di rinforzo, per esempio il pilates perché i muscoli forti stabilizzano la colonna vertebrale e riducono i sintomi.
L’esercizio fisico è importante sempre, soprattutto per le persone sedentarie che lavorano o studiano e passano molto tempo davanti al computer.

 

Anatomia

Anatomia

Anatomia del corpo umano


Diagnosi

Diagnosi


Terapie

Terapie

Fisioterapia


Malattie della pelle

malattie della pelle,macchie

Malattie della pelle


Malattie del fegato

Malattie del fegato,epatite,cirrosi

Malattie del fegato


Dolore ai reni

malattie dei reni,nefrite,calcoli

Dolore ai reni


Malattie circolazione

problemi di circolazione,vene,arterie

Malattie della circolazione


Dolore all’orecchio

Dolore all'orecchio,otite,acufeni,vertigini

Dolore all’orecchio


Tiroide

Tiroide

Malattie della tiroide


Dolore ai nervi

Dolore ai nervi,cervello

Dolore ai nervi

 

 

Malattie dell’intestino

intestino

Malattie dell’intestino


Malattie della prostata

prostata

Malattie della prostata


Le fratture delle ossa

Frattura

Le fratture


Diabete

diabete

Diabete


Infezioni

Infezione

Infezione


Malattie sessuali

Malattie veneree

Malattie veneree


Malattie degli occhi

Occhi

Malattie degli occhi


La respirazionepolmone

Disturbi della respirazione


Malattie del cuore

cuore

Malattie del cuore


Utero e Ovaie

Utero e ovaie

Malattie di Utero e Ovaie

 

Cosa facciamo

I pazienti mi chiedono spesso come usare il ghiaccio e il calore perché c’è molta confusione sull’argomento.
Nel sito c’è una pagina sul ghiaccio per l’infiammazione che spiega bene il concetto.
Fisioterapiarubiera.com contiene molti video che spiegano alcuni concetti fondamentali di medicina e mostrano come effettuare i test ortopedici, gli esercizi (per il mal di schiena, dolore alla spalla e al ginocchio), il linfodrenaggio, l’applicazione dei bendaggi con il kinesio taping e i rimedi naturali.
Per ogni malattia, si possono leggere le cause, i sintomi, eventuali esami strumentali o test che permettono al medico di diagnosticare il disturbo, il trattamento, i rimedi naturali e la prognosi.

Link utili

Wikipedia

Français

Espanol

Português

Deutsch

English

Pagine più visitate

Lombosciatalgia

Lesione del tendine sovraspinoso della spalla

Sindrome del piriforme

Artrosi delle mani

Lesione muscolare

Dolore ai muscoli del collo

Distorsione della caviglia

La frattura delle costole

 

La cura è decisa in base alle condizioni personali della persona, non si può trattare il paziente come un consumatore e vendere delle terapie uguali per tutti.
La prima cosa da fare è una valutazione globale per capire la causa del disturbo e poi si imposta una terapia adeguata.
Per la diagnosi, il medico deve sapere tutti i sintomi del paziente, se ha avuto degli interventi chirurgici, traumi, le medicine che prende, i valori anomali nelle analisi del sangue, ecc.

Il paziente deve andare dal medico e solo dopo può consultare internet per capire meglio la causa del sintomo e sapere di più sulle opzioni di trattamento e su eventuali terapie naturali.
Le informazioni che si trovano online devono essere interpretate da un professionista, la diagnosi fai da te può essere pericolosa.

Le medicine non sono l’unica possibilità terapeutica, nel mondo ci sono molti popoli che non utilizzano farmaci per curarsi e la gente vive normalmente.
In asia, gli indiani e i cinesi preferiscono rimedi naturali o altre terapie come l’agopuntura, i massaggi ayurvedici, le manipolazioni, ecc.
Non condanno la medicina basata sui farmaci che in certi casi è molto utile, ma non dovrebbe essere l’unica possibilità terapeutica.

Un altro aspetto da considerare è la mente che spesso è sottovalutata.
Tutti sanno che una forte emozione può causare attacchi di panico o crisi di ansia, ma spesso si sottovaluta lo stress cronico o temporaneo.
Chi va all’estero spesso può notare che la tensione emotiva per il viaggio, il caldo e l’aria condizionata, alcuni problemi nella sistemazione o situazioni di pericolo possono causare disturbi intestinali come la gastroenterite.
La prevenzione delle malattie dovrebbe partire da qui, cercare di migliorare lo stile di vita e l’alimentazione.

Internet è un ottima invenzione che permette a tutti di conoscere le malattie, i sintomi e le terapie che si possono effettuare, ma non sostituisce il medico
Serve una figura professionale che abbia studiato tutta la medicina e abbia esperienza clinica per valutare ogni situazione.
Le malattie non si presentano sempre come sono scritte nei libri di medicina e bisogna interpretare i sintomi. Inoltre un paziente può avere più di un disturbo contemporaneamente, quindi la diagnosi si complica.
I farmaci hanno tanti effetti collaterali e interazioni tra di loro, quindi solo un medico che conosce la storia clinica del paziente può prescriverli.

 

 

 

12 thoughts on “Fisioterapia Rubiera parla di mal di schiena, dolore al collo, sintomi e terapia

  1. Matteo,
    l’ematoma è molto grande, ma bisogna vedere l’estensione dello strappo sotto.
    Sicuramente con le terapie guariresti prima e meglio.
    Con il tempo puoi guarire anche senza, ma vista la dimensione potrebbero essere necessari alcuni mesi.
    La Tecarterapia è sicuramente la più indicata, se non hai controindicazioni, anche se capisco che il costo potrebbe essere un ostacolo per qualcuno.
    Quando l’ematoma sarà riassorbito, si vedrà l’entità del danno.
    Dopo la chiusura della lesione, ti dovrebbe rimanere una sensazione di qualcosa che tira per circa un mese, non ti devi preoccupare, sono le fibre scompaginate della cicatrice che si devono allineare, dopo andrà meglio.

  2. Salve a tutti, giocando a calcio ho riportato uno strappo muscolare, ho eseguito l’ecografia, che riporta : Lo studio della loggia muscolare anteriore della coscia destra rileva, a carico del muscolo retto femorale nel tratto medio, un aumento di volume, con infiltrazione ipercogena edematoso-emorragica, con perdita di visualizzazione del setto centrale, con piccole areole fluide nel contesto, estesa longitudinalmente per 90mm ed assiale di mm 28×19, riferibile a lesione distrattiva di tipo 2°. E grave? cosa mi consiglia di fare? Lo strappo può guarire senza fare nessun tipo di terapia? grazie

  3. Maria, riassumento hai una leggera tendinite del bicipite brachiale, cioè un infiammazione del tendine lieve.
    Il resto sembra a posto, non hai borsite e altre infiammazioni.
    Non ci sono lesioni di tendini o altre strutture.
    C’è una lieve tendinosi, cioè invecchiamento del tendine che di per sè non è un problema.

    Se hai la spalla bloccata dovresti amplicare le vedute ad altre parti del corpo oppure chiedere al medico se è il caso di fare una Risonanza magnetica.

  4. salve a tutti, sono 2 mesi che sono bloccata con una spalla ieri ho fatto l’ennesima ecografia ed è risultato questo, cuffia dei rotatori di spessori nella norma, a margini regolari ad ecostruttura finemente disomogenea. Tendine del capo lungo il bicipite in sede morfo-volumetricamente nei limiti con esile falda liquida peritendinea. Nella norma per spessore ed ad ecostruttura finemente disomogena , il tendine del sottoscapolare specie a carico delle sue fibre craniali. Nella norma per spessore ed ad ecostruttura finemente disomogenea, il tendine del sovraspinoso, specie nel suo tratto preinserzionale. Assenza di versamento liquido nella borsa sub-acromion deltoidea. Potete spiegarmi un pò cosa significa per piacere.

  5. Gianni, ti sconsiglio di prendere scarponi alti o cavigliere elastiche, il piede deve abituarsi a camminare bene, se non ci sono deformità o altro.
    Ci sono molti esercizi di riabilitazione propriocettiva che puoi fare per evitare le distorsioni, sono la miglior prevenzione.

  6. Grazie per la vs. risposta. Prendo l’occasione per chiedervi un’altra cosa. Dato che spesso ho la tendenza a distorcere internamente il mio piede sx, sia mentre cammino normalmente su asfalto, sia quando faccio delle escursioni sullo sterrato (il piu’ delle volte ho delle lievi distorsioni che non hanno conseguenze a parte un lieve dolore iniziale),volevo chiedervi se devo prendere in considerazione di fare uso sempre di cavigliere elastiche o scarponi alti, che ne impediscano la distorsione del piede? E nel caso di scarponi alti, ci sono dei modelli abbastanza rigidi lateralmente, che impediscano la distorsione?

  7. Gianni,
    Il rimedio naturale più efficace è il sollevamento del piede per ridurre il gonfiore.
    Il resto non lo ritengo molto utile.
    Dopo due giorni io inizierei a muovere il piede.
    A volte metto una benda imbevuta di ossido di zinco ai miei pazienti, si trova in farmacia.

  8. Salve a tutti. Ho appena avuto una distorsione tibio tarsica del mio piede sx e mi trovo a casa in malattia col piede sx gonfio e dolente. Il mio medico mi ha messo a riposo per 10 giorni, e mi ha detto di fare degli impacchi di ghiaccio e usare del Voltaren gel (freddo di frigo). Sapete consigliarmi altri rimedi per guarire al piu’ presto? Grazie

  9. Francesco,
    con uno strappo del genere è normale avere un ematoma duro o organizzato.
    Ovviamente bisogna sentire cosa dice il medico che ti sta curando, ma forse 20 tecar non sono sufficienti per uno strappo così grosso.

  10. salve a tutti ho avuto un incedente da fermo con la moto, strappo bicipite femorale III GRADO.
    HO fatto 20 tecar ed ora ho del sangue raggruppato in 5cm come posso risolvere? il muscolo si è risanato.

Comments are closed.