Vitiligine – sintomi e cause

La vitiligine è una malattia cutanea caratterizzata dalla depigmentazione della pelle a macchie per un lungo periodo di tempo.

Il colore della pelle umana è dovuto alla presenza della melanina che è un pigmento prodotto dalle cellule chiamate melanociti.
Quando queste cellule non sono in grado di produrre la melanina o sono distrutte si ha la formazione di macchie bianche (depigmentazione) sulla regione cutanea interessata.
A seconda della gravità della malattia, queste macchie bianche possono essere:

  • Piccole,
  • Grandi.

L’abbronzatura è un processo legato alla melanina contenuta nelle cellule.
Le persone che soffrono di vitiligine noteranno che con l’esposizione al sole:

  • Le macchie della pelle più chiare rimangono inalterate o quasi,
  • Mentre il resto del corpo diventa più scuro.

Le zone più colpite sono dove la pelle copre direttamente le ossa:

  • Mani,
  • Piedi,
  • Viso,
  • Organi genitali,
  • Ginocchia,
  • Avambracci.

Quando compare la vitiligine?
La vitiligine ha un esordio infantile, di solito si manifesta nei bambini e negli adolescenti, generalmente è bilaterale.
In circa metà dei pazienti si manifesta prima dei vent’anni.
Questa malattia può avere:

  • Un esordio rapido,
  • Un andamento con periodi di peggioramento seguiti da una stabilizzazione.

La vitiligine è una malattia che può persistere per tutta la vita.

Tipi di vitiligine
La vitiligine può essere:

  • Bilaterale o generalizzata. In questo sottotipo più frequente, la perdita di pigmento è diffusa in molte parti del corpo, spesso in maniera simmetrica.
  • Segmentale. Le perdita del colore nella pelle si verifica solo su un lato del corpo. Questo tipo si verifica in età giovanile, progredisce per un anno o due, poi si interrompe.
  • Focale. La depigmentazione è limitata a una o a poche aree del corpo.

È difficile predire il corso naturale della vitiligine.
A volte la formazione delle macchie si interrompe senza la terapia.
In molti casi, la perdita di pigmento si diffonde e alla fine può coinvolgere la maggior parte della superficie cutanea.

 

Leggi anche:

Cause della vitiligine

La causa esatta della vitiligine non è chiara, due possibili cause sono:
Malattie autoimmuni
La vitiligine non-segmentale è il tipo più frequente e si ritiene che abbia un’origine autoimmune.
Questo significa che il sistema immunitario (sistema di difesa naturale del corpo) non funziona correttamente.
Invece di attaccare le cellule estranee come i virus, il sistema immunitario produce degli anticorpi (proteine che combattono le infezioni) che attaccano le cellule sane del corpo.
Quando si ha la vitiligine non segmentale, il sistema immunitario sviluppa degli anticorpi che distruggono i melanociti (le cellule che producono la melanina).
Le persone con vitiligine hanno più probabilità di soffrire di altre malattie autoimmuni, come :

Sostanze neurochimiche
Secondo alcuni autori, la vitiligine è causata da alcune sostanze chimiche rilasciate dalle terminazioni nervose nella pelle.
Questi prodotti chimici sono tossici per i melanociti.

Fattori di rischio della vitiligine
Il rischio di sviluppare la vitiligine non-segmentale può aumentare se:

  • Ereditarietà: circa il 20% delle persone con vitiligine ha un altro membro della famiglia colpito.
    Una storia clinica familiare di altre malattie autoimmuni: per esempio, un genitore ha l‘anemia perniciosa (una malattia autoimmune che colpisce lo stomaco).
  • Un’altra malattia autoimmune.
  • Il melanoma (un tipo di cancro alla pelle) o il linfoma cutaneo a cellule T (un tipo di cancro del sistema linfatico).
  • Traumi – in caso di trauma o escoriazione, dopo la cicatrizzazione può apparire una macchia bianca in quell’area.
  • Stress – periodi più stressanti, per esempio dopo la morte di un parente.

La vitiligine non è contagiosa e non è una patologia grave.

 

Sintomi della vitiligine

Il segno principale della vitiligine è la perdita di pigmento che produce macchie color panna (depigmentazione) sulla pelle.
Le macchie possono essere:

  • Di dimensioni variabili,
  • Lisce, non ci sono squame o alterazioni della consistenza rispetto al resto della pelle,
  • Di colore bianco-latte o avorio,
  • Con i bordi netti o sfumati,

Altri segni meno frequenti possono essere:

  • I peli e i capelli diventano bianchi o grigi prematuramente.
  • Perdita di colore nei tessuti che rivestono l’interno della bocca (mucose).
  • Perdita o alterazione del colore dello strato interno dell’occhio (retina)
  • Alcuni pazienti sentono prurito nelle zone più chiare.


Anche se ogni parte del corpo può essere colpita dalla vitiligine, solitamente la depigmentazione si sviluppa prima sulle zone della pelle esposte al sole, come:

  • Le mani,
  • I piedi,
  • Le braccia,
  • Il viso,
  • Le labbra.

Possono essere colpiti anche i genitali esterni e la zona anale.
Anche se può iniziare a qualsiasi età, la vitiligine spesso appare per la prima volta tra i 10 e i 30 anni.

Aspetti emotivi e psicologici della vitiligine

Anche se solitamente la vitiligine non è pericolosa, gli effetti emotivi e psicologici possono essere gravi.
Le macchie bianche della vitiligine possono influenzare:

  • L’autostima,
  • Il benessere emotivo e psicologico.

Le persone con vitiligine possono sperimentare stress emotivo, in particolare se la malattia si sviluppa:

  • Su aree visibili del corpo (come il viso, mani, braccia e piedi),
  • Sui genitali.

Gli adolescenti che spesso sono particolarmente preoccupati per l’aspetto fisico possono essere colpiti duramente dalla vitiligine diffusa.
Alcune persone che hanno la vitiligine provano:

  • Imbarazzo,
  • Vergogna,
  • Depressione,
  • Preoccupazione per la reazione degli altri.

Diagnosi di vitiligine
Il dermatologo controlla le macchie bianche con la lampada di Wood che mostra una fluorescenza bianco latte.
Lampada di wood
Questa è una caratteristica che permette di escludere le altre malattie che provocano macchie bianche.
Dato che la vitiligine è spesso associata ad altre malattie autoimmuni, il medico può prescrivere anche le seguenti analisi del sangue per misurare i valori di:

Diagnosi differenziale
Il medico deve escludere:

  1. Eczema o dermatite atopica
  2. Pitiriasi alba e versicolor
  3. Pitiriasi lichenoide
  4. Ipopigmentazione post infiammatoria o post-infettiva
  5. Lichen sclerosus
  6. Morfea
  7. Micosi
  8. Lichen striatus
  9. Nevo acromico.

Leggi anche:

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu