Tumore al seno benigno o nodulo

Ci sono diversi tipi di nodulo e tumore al seno benigno, è importante saper riconoscere i segni e i sintomi per distinguere questa massa da un carcinoma maligno.
Tuttavia, l’esame fisico non è sufficiente per la diagnosi, ma servono degli esami strumentali (per esempio la mammografia).

Fibroadenoma

Il fibroadenoma è un tumore benigno del seno che di solito si forma nelle donne giovani, con meno di 30 anni.
Il fibroadenoma è un tumore composto da:

  1. Una parte ghiandolare (legata alla ghiandola),
  2. Tessuto fibroso (contenente fibre di tessuto connettivo).

I fibroadenomi generalmente non danno segni e sintomi (non causano dolore), quindi possono essere scoperti durante:

  1. L’auto palpazione del seno: il fibroadenoma è solido, forma un nodulo che si muove se toccato,
  2. Durante un check-up di routine.
fibroadenoma,grande,tumore benigno
Fibroadenoma

Quando rimuovere il fibroadenoma?
Quando diventa molto grande 3-4 cm, ma prima serve un agobiopsia.
Nelle giovani donne è meglio aspettare perché spesso sono diversi.

Mastite al seno

La mastite è un’infiammazione della mammella, solitamente è causata da un’infezione batterica.
È più comune nelle donne che allattano e spesso interessa un solo seno.
La mastite causa un eritema (arrossamento) localizzato del seno, tra i sintomi ci sono:

  1. Calore,
  2. Dolore localizzato nel seno,
  3. Seno indurito,
  4. Febbre.

La mastite può progredire e aggravarsi diventando un ascesso.

Sintomi del tumore al seno

Cisti al seno

Le cisti sono la causa più frequente di noduli al seno, soprattutto nelle donne tra i 30 e i 40 anni.
Solitamente, una ciste è:

  1. Liscia,
  2. Rotonda,
  3. Piena di liquido,
  4. Morbida e leggermente elastica.

Le cisti si possono presentare come:

  1. Un nodulo isolato,
  2. A grappoli,
  3. Con noduli diffusi e ben definiti.

I noduli cistici sono mobili e non si attaccano al tessuto mammario sottostante; pertanto, le cisti non producono deviazioni del tessuto o fossette.
La mobilità è una caratteristica importante perché le cisti sono mobili mentre i noduli maligni sono fissi.
Le cisti al seno possono anche produrre un fluido che esce dal capezzolo e può essere un liquido:

  1. Chiaro,
  2. Acquoso,
  3. Appiccicoso.

Le cisti sono quasi sempre benigne ed innocue, anche se possono causare un po’ di fastidio.
Se diventano grandi e dolorose, il senologo potrebbe aspirare il liquido della cisti con un ago per fare le analisi.
Il contenuto fluido che fuoriesce dalla ciste è spesso chiaro, comunque il colore non è importante e non deve preoccupare se non contiene del sangue.
La maggior parte delle cisti:

  1. Si forma durante i cicli mestruali o la gravidanza, le cisti possono diventare più grandi quando il livello di ormoni ovarici nel sangue aumenta,
  2. Durante la menopausa.

Mastopatia fibrocistica del seno

La mastopatia fibrocistica del seno è un disturbo caratterizzato da:

  1. Fibrosi (formazione di tessuto connettivo cicatriziale),
  2. Cisti (noduli morbidi di liquido),
  3. Noduli,
  4. Aree di ispessimento della pelle.

Anche se provoca dolore, la mastopatia fibrocistica del seno non è un tumore maligno.
In certi casi si può trasformare in neoplasia o in un tumore difficile da rilevare con la mammografia.
Di solito, la mastopatia fibrocistica si verifica intorno ai 30 anni.

mastopatia fibrocistica,mammografia
Mastopatia fibrocistica

I sintomi più frequenti della mastopatia fibrocistica del seno sono:

  1. Indolenzimento di uno o entrambi i seni alla palpazione per la presenza di cisti con liquido.
  2. Dolore al seno
  3. Un senso persistente o intermittente di fastidio mammario, soprattutto ai capezzoli,
  4. La comparsa di cisti o noduli che si formano e poi passano entro poche settimane,
  5. Perdite dal seno,
  6. Infiammazione.
Mastopatia fibrocistica
Mastopatia fibrocistica, mammografia

Questi sintomi possono variare da lievi a gravi.
Molte donne notano alcuni di questi sintomi con frequenza mensile, i sintomi diventano più intensi poco prima di ogni ciclo mestruale.
La malattia può peggiorare se la donna prende la pillola anticoncezionale.

Tumore filloide al seno

Tumore al seno,carcinoma,mammellaSolitamente, i tumori filloidi sono formazioni benigne.
Nelle fasi iniziali si sviluppano nel tessuto connettivo del seno, chiamato stroma.
Lo stroma comprende:

  1. Il tessuto grasso,
  2. I legamenti che circondano i dotti, i lobuli, i vasi sanguigni e i vasi linfatici nel seno.

Può essere utile pensare allo stroma come il tessuto che “tiene tutto insieme” all’interno del seno.
Oltre alle cellule stromali, i tumori filloidi in una seconda fase possono invadere anche le cellule:

  1. Dei dotti,
  2. Dei lobuli.

Segni e sintomi di tumori filloidi
Il sintomo più frequente di un tumore filloide è un nodulo al seno che si può sentire con l’auto palpazione oppure può essere trovato dal senologo.

  1. I Tumori filloidi crescono rapidamente, in poche settimane o pochi mesi, fino ad arrivare a una dimensione di almeno 2-3 cm.
    Questa rapida crescita non significa automaticamente che il tumore filloide sia maligno perché anche i tumori benigni possono crescere rapidamente.
  2. Il nodulo di solito non è doloroso, ma se non si cura può crescere fino a creare un rigonfiamento visibile sotto la pelle e può premere verso l’esterno.
  3. La pelle del seno può essere calda e arrossata.
  4. Nei casi più avanzati, un tumore filloide può causare un’ulcera o può aprire una ferita sulla pelle del seno.
tumore filloide,ecografia
tumore filloide, ecografia

La terapia per il tumore al seno maligno (per esempio la chemioterapia) non si effettua in caso di tumore filloide.
Il tumore filloide può essere rimosso dal chirurgo, ma questo tumore spesso si ripresenta.

Necrosi grassa del seno

La necrosi grassa del seno è una malattia benigna caratterizzata da tessuto adiposo che:

  1. È stato danneggiato,
  2. È morto.

La necrosi grassa si può presentare dopo un intervento chirurgico al seno, ad esempio:

  1. La biopsia,
  2. La radioterapia,
  3. La ricostruzione del seno.

Il tessuto adiposo danneggiato si può trasformare gradualmente in:

  1. Tessuto cicatriziale (fibroso),
  2. Una cisti.

La Necrosi grassa non provoca lo sviluppo di un cancro al seno, ma a volte può causare dolore.

Sintomi della necrosi grassa del seno

  1. Dolore al seno,
  2. La pelle sulla superficie del seno diventa arrossata e irregolare (con fossette),
  3. Possibile retrazione del capezzolo.

Papilloma intraduttale della mammella

Le lesioni papillari della mammella possono essere:

  1. Benigne (papillomi),
  2. Maligne (carcinomi papillomatosi).

I papillomi sono composti da un asse centrale fibrovascolare con tante ramificazioni.
Ogni ramificazione ha un asse di tessuto connettivo rivestito da cellule:

  1. Luminali,
  2. Muscolo-epiteliali.

La proliferazione cellulare si verifica all’interno dei dotti.
I papillomi possono avere un peduncolo che li unisce alla parete del dotto.

  • I papillomi dei grandi dotti sono spesso solitari e situati nei seni galattofori del capezzolo.
  • Di solito, i papillomi dei piccoli dotti sono diversi e situati in profondità dentro il sistema duttale.

L’80 % dei papillomi nei grandi dotti produce secrezioni dal capezzolo.
Un papilloma di grandi dimensioni può avere un infarto, probabilmente a causa della torsione del peduncolo.
La conseguenza è la secrezione di sangue.
La secrezione non ematica può dipendere:

  1. Dal blocco e dal rilascio intermittente delle secrezioni mammarie normali,
  2. Dall’irritazione del dotto causato dal papilloma.

Alcuni papillomi dei grandi dotti e la maggior parte dei papillomi dei piccoli dotti sono caratterizzati da:

  1. Piccole masse palpabili,
  2. Addensamenti,
  3. Calcificazioni che si vedono all’esame mammografico.

Di solito colpiscono le donne di età compresa tra 30 e 50 anni.
È difficile capire se l’intervento è indicato per il papilloma intraduttale perché non sempre è possibile distnguere il papilloma dal cancro al seno.
Inoltre, non tutti chirurghi pensano che il papilloma intraduttale sia maligno.
I pazienti con papillomi multipli hanno un maggior rischio di sviluppare il cancro al seno, quindi si consiglia un controllo annuale con la mammografia.
Fonte: W Al Sarakbi, D Worku, PF Escobar, and K Mokbel – (The Breast Care Centre, St. George’s & The Princess Grace Hospitals, London, UK)

Adenoma (adenosi) del capezzolo

L’adenoma del capezzolo (o papillomatosi florida del capezzolo) è un tumore benigno che deriva dalla proliferazione delle cellule dei piccoli dotti che tendono ad assumere forme e dimensioni diverse.

Leggi anche:

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu