Diagnosi dell’artrosi vertebrale lombare

Qualsiasi paziente che avverte dolore lombare o rigidità a livello vertebrale per più di due settimane dovrebbe andare dal medico.

Non dimentichiamoci che il mal di schiena può essere causato anche da problemi degli organi interni.

Per questo, prima di fare una diagnosi fai da te e impostare la terapia da soli, meglio rivolgersi al medico.

La valutazione consiste in:

  1. Un’esposizione dei sintomi e della storia clinica,
  2. Un esame fisico
  3. Eventualmente esami strumentali come la radiografia della colonna vertebrale.

Artrosi alla colonna vertebrale,cervicale,osteofiti

© alamy.com

 

Perché è fondamentale l’esame fisico?

Come scrivevo nella pagina sui sintomi dell’artrosi lombare, non c’è una correlazione diretta tra dolore e artrosi.

Quindi è fondamentale cercare la vera causa del mal di schiena.

Il medico deve sapere se il paziente:

  1. Ha altri disturbi,
  2. Prende dei farmaci,
  3. Ha fatto dei trattamenti importanti in passato (per esempio radioterapia o chemioterapia),
  4. Storia familiare,
  5. Abitudini di stile di vita generale (ad esempio l’assunzione di alcol, fumo, ecc.).

Esame fisico

 

Il medico deve effettuare un esame fisico per valutare:

  1. La salute generale del paziente,
  2. La condizione di muscoli e ossa,
  3. I riflessi.

Il medico deve controllare:

  1. La forza muscolare,
  2. La flessibilità,
  3. La capacità del paziente di svolgere le attività della vita quotidiana come camminare, piegarsi e alzarsi da seduto.

Esami strumentali

Radiografia

Radiografia

La radiografia può mostrare:

  1. La perdita della cartilagine,
  2. Alterazioni dell’osso,
  3. La posizione di eventuali speroni ossei (osteofiti).

Gli esami ulteriori che possono essere necessari per escludere altre cause di dolore sono:

  • Una scintigrafia ossea serve per escludere l’infiammazione, un tumore, un infezione o una piccola frattura.
  • Una TAC può essere effettuata per misurare meglio l’ampiezza del canale spinale e le strutture circostanti.
  • La risonanza magnetica, è un esame che può mostrare i dischi intervertebrali, i legamenti e i tessuti circostanti.
    Inoltre, mostra quali sono le strutture infiammate.
    La Tac e la Rmn hanno una visione più dettagliata della colonna perché mostrano anche immagini “dall’alto”, in pratica una sezione della colonna (Feydy et al. – 2009).

 

Terapia per l’artrosi della colonna vertebrale

Terapia per l'artrosi della colonna vertebrale

Non c’è una cura per le alterazioni degenerative della colonna vertebrale causate dalla spondilosi.

Ma questo non deve assolutamente preoccupare.

Perché?

Perché l’artrosi lombare non provoca sintomi, tranne in casi eccezionali.

Però se stai leggendo questa pagina, probabilmente hai un’artrite, che è un’altra cosa.

Sto parlando dell’infiammazione articolare.

Quindi cosa fare?

La prima cosa da fare è capire la causa.

La Risonanza magnetica può aiutare a escludere un disturbo, ma sicuramente non permette di fare la diagnosi.

Quindi bisogna rivolgersi al medico o al professionista sanitario per la diagnosi.

Ora ti illustro alcune terapie che possono aiutare in caso di infiammazione alla schiena lombare.

Il trattamento più indicato prevede diverse terapie, tra cui:

  1. La terapia fisica,
  2. Gli esercizi,
  3. I farmaci,
  4. Raramente serve l’intervento chirurgico.

Farmaci per l’infiammazione alla colonna lombare

Il trattamento del dolore da spondilosi comprende:

  1. Farmaci anti-infiammatori,
  2. Analgesici (antidolorifici),
  3. Miorilassanti.

 

Quando sono prescritti?

  1. I Farmaci anti-infiammatori non steroidei o FANS possono essere molto efficaci nell’alleviare il dolore. Alcuni di questi farmaci sono disponibili senza prescrizione medica: ibuprofene (brufen) e naproxene (Aleve).
  2. I Miorilassanti come il muscoril e il sirdalud sono esempi di farmaci che servono ad alleviare le contratture muscolari.
  3. Gli analgesici (antidolorifici) come ad esempio acetaminofene (efferalgan), sono utilizzati per calmare il dolore.
    Se il dolore è molto intenso, il medico può prescrivere un oppioide (per esempio il tramadolo) per alcuni giorni.

Non prendere farmaci fai da te perché ci sono tanti possibili effetti collaterali.

Iniezioni nella colonna vertebrale lombare

Iniezione epidurale,spondilosi,infiltrazione

© alamy.com

 

Il cortisone può essere iniettato nello spazio epidurale (lo spazio che circonda il midollo spinale).
Questa procedura si chiama infiltrazione epidurale.

Iniezioni nella colonna vertebrale lombare

I cortisonici possono essere iniettati anche:

  1. Nelle faccette articolari che collegano le vertebre in caso di sindrome delle faccette articolari,
  2. Nei punti trigger dei tessuti molli.

Queste terapie hanno un ruolo importante nella gestione del dolore acuto, soprattutto di tipo radicolare, cioè che si irradia in un arto.

 

Auto-trattamento

Gli esperti hanno riscontrato che il riposo a letto prolunga il tempo di recupero.

Pertanto, si raccomanda di continuare la normale attività o quasi.

Tuttavia, bisogna evitare tutto ciò che potrebbe esacerbare il problema, come il sollevamento di carichi pesanti in modo scorretto.

Tra i rimedi naturali, Alcune persone trovano beneficio dal calore o dal ghiaccio

Generalmente sulla schiena si applica il calore.

Tuttavia, alcune persone (rare) hanno beneficio con l’applicazione del ghiaccio.

La postura è fondamentale per la schiena, soprattutto:

  • Il modo corretto di sollevare i pesi,
  • La posizione corretta da seduti, per esempio l’uso del rotolo lombare.

Dormire con un cuscino tra le gambe può essere utile per il mal di schiena se il paziente:

  1. Ha dolore al mattino appena sveglio,
  2. Dorme sul fianco.

 

Esercizi per il dolore alla schiena

Esercizi per il dolore alla schiena

I fisioterapisti possono insegnare specifici esercizi che se sono eseguiti ogni giorno possono aiutare a rinforzare:

  1. La schiena,
  2. I muscoli addominali.

Questa è un buon metodo per:

  1. Curare il mal di schiena cronico (Booth et al. – 2012),
  2. Prevenire le recidive.

Un programma di esercizi eseguito regolarmente, ha dimostrato di dare benefici per il mal di schiena cronico (Hayden et al. – 2005).

Secondo gay et al. (2016) gli esercizi devono essere personalizzati.

Perché?

Ci tengo a specificare una cosa.

Molti pensano che il mal di schiena sia causato da:

  1. Muscoli deboli,
  2. Muscoli corti/rigidi.

In realtà gli esercizi non si fanno né per il semplice rinforzo muscolare, ma soprattutto non servono ad allungare.

Quindi, lo stretching è inutile, anzi, è controindicato perché può causare il mal di schiena.

Quindi qual è l’obiettivo degli esercizi?

Si fanno per migliorare:

  1. La coordinazione,
  2. La circolazione sanguigna.

La coordinazione è fondamentale per attivare dei muscoli che non stanno lavorando perché la persona ha dimenticato lo schema di movimento corretto.

In pratica i muscoli ci sono, ma non li utilizziamo.

La circolazione sanguigna è fondamentale perché i tessuti:

  1. Hanno bisogno di ossigeno e nutrienti,
  2. Devono espellere gli scarti.

Se non arriva abbastanza sangue, le cellule soffrono e il cervello lo interpreta come dolore.

Fisioterapia per l’infiammazione alla colonna lombare

Generalmente per il mal di schiena non si utilizzano gli apparecchi elettromedicali (Laser, ultrasuoni, ecc.).

Tuttavia, in alcuni casi la Tecarterapia può aiutare.

In particolare serve se ci sono delle contratture muscolari alla schiena alta o bassa (dorso).

 

Altre terapie per l’infiammazione della schiena lombare

terapie per l'infiammazione della schiena lombare

La manipolazione vertebrale chiropratica può essere utile per alcune persone, soprattutto nel primo mese dalla comparsa del dolore.
Tuttavia, alcuni pazienti non dovrebbero subire manipolazione spinale per motivi di sicurezza.

L’Agopuntura per il mal di schiena comporta l’inserimento di aghi molto sottili a diverse profondità in zone specifiche del corpo.
Studi di agopuntura per il mal di schiena hanno avuto risultati contrastanti.

Linee guida del NICE (National Institute for Health and Care Excellence)

 

Complicazioni dell’artrosi vertebrale

È insolito che la spondilosi provochi una grave disfunzione neurologica dovuta alla compressione del nervo.

Nel corso del tempo, i cambiamenti degenerativi della spondilosi possono causare stenosi spinale, cioè il canale spinale diventa stretto e il midollo spinale può essere pizzicato.
La stenosi spinale della schiena può essere una complicanza dell’artrosi vertebrale.

Stenosi vertebrale

© alamy.com

 

 

Leggi anche:

Bibliografia:

  • Frank W. Booth, Ph.D., Christian K. Roberts, Ph.D., and Matthew J. Laye, Ph.D. Lack of exercise is a major cause of chronic diseases. Compr Physiol. Author manuscript; available in PMC 2014 Nov 23.
  • Gay C, Chabaud A, Guilley E, Coudeyre E. Educating patients about the benefits of physical activity and exercise for their hip and knee osteoarthritis. Systematic literature review. Ann Phys Rehabil Med. 2016 Jun;59(3):174-83. doi: 10.1016/j.rehab.2016.02.005.
  • Feydy A, Pluot E, Guerini H, Drapé JL Role of imaging in spine, hand, and wrist osteoarthritis. Rheum Dis Clin North Am. 2009 Aug; 35(3):605-49.
  • Hayden JA, van Tulder MW, Malmivaara A, Koes BW Exercise therapy for treatment of non-specific low back pain. Cochrane Database Syst Rev. 2005 Jul 20; (3):CD000335.

Dr. Defilippo Massimo

Massimo Defilippo Mi chiamo Massimo Defilippo, sono un Fisioterapista di Rubiera che effettua fisioterapia ed osteopatia dal 2008.
Mi sono laureato con votazione di 110/110 presso l’università degli studi Magna Graecia …. Biografia completa

RESTA AGGIORNATO

 

Iscriviti alla newsletter per ricevere le ultime news


shares
Fisioterapia Rubiera