Perdita di peso involontaria – cause

La perdita di peso corporeo può essere volontaria o involontaria.

INDICE

La riduzione del peso corporeo può essere causata da una malattia.

A volte, un paziente può non conoscere la malattia che sta provocando la perdita di peso perché i segni e i sintomi non sono evidenti.

La causa più frequente della perdita di peso involontaria è la conseguenza di:

Un’altra causa può essere una mobilità ridotta che previene o ostacola la preparazione e l’assunzione del cibo.
In caso di perdita di peso repentina bisogna andare dal medico prima possibile perché il motivo potrebbe essere una malattia grave.

Cachessia
La cachessia è un termine medico per indicare una grave perdita di peso e il deperimento muscolare che si verificano in caso di:

  • Infezioni sistemiche come l’AIDS,
  • Insufficienza d’organo ( ad esempio in caso di insufficienza renale cronica o cardiaca),
  • Malattie progressive e degenerative come la fibrosi cistica e la cirrosi epatica,
  • Tumore, per esempio una leucemia,
  • Aumento del catabolismo, cioè la scomposizione di sostanze nutritive per ricavare l’energia, ad esempio a causa dell’allenamento eccessivo,

 


Cause di perdita di peso involontaria o patologica

Le malattie indicate sotto sono alcune delle cause più frequenti di perdita di peso.
Non tutti i sintomi o i segni clinici elencati possono essere evidenti.
Ci sono altre cause che dovrebbero essere considerate in caso di inspiegabile perdita di peso.

Tossicodipendenza
La perdita di peso è una caratteristica comune della maggior parte dei tipi di dipendenza, tra cui:

Anche la nicotina può causare una riduzione dell’appetito.

Cancro
Un tumore maligno può non essere visto fino alle ultime fasi della malattia. La stanchezza e la perdita di peso inspiegabili possono essere gli unici segni nelle fasi iniziali.
Il dimagrimento si verifica anche mangiando come prima perché le cellule tumorali consumano molte energie per crescere.
Un tumore può anche causare sintomi come febbre stanchezza estrema (fatica).

Diabete
Sia il diabete mellito sia il diabete insipido possono provocare una perdita di peso.
Si può verificare insieme ad altri sintomi, per esempio:

  1. Frequente/eccessiva minzione (poliuria);
  2. Aumento della sete (polidipsia).

La metformina è un farmaco che si utilizza per trattare il diabete, se si prende regolarmente può provocare una lieve riduzione del peso corporeo.

Disturbi alimentari
La perdita di peso è una caratteristica frequente nella maggior parte dei disturbi alimentari, in particolare nell’anoressia nervosa.
Questa causa dovrebbe essere sospettata negli adolescenti e nei giovani, soprattutto nelle donne.
Si può verificare insieme ad altri comportamenti, per esempio:

  • Evitare il cibo;
  • Alimentazione incontrollata;
  • Vomito;
  • Mancanza di autostima;
  • Ossessione per la forma o il peso corporeo.


Infezioni gastrointestinali
Possono essere dovute ad agenti infettivi virali, batterici, fungini o parassitari. I parassiti intestinali umani possono rimanere inosservati per lunghi periodi di tempo. Gli altri sintomi che provoca la gastroenterite sono:

Problemi di colecisti
I calcoli biliari sono accumuli di colesterolo che si formano nella colecisti quando il fegato produce un eccesso di:

  • Colesterolo
  • Bile.

La maggior parte delle persone che sviluppa calcoli biliari non ha sintomi, ma quando ostruiscono i dotti biliari, i sintomi sono:

HIV/AIDS
L’infezione con il virus dell’immunodeficienza umana (HIV) o l’insorgenza dell’AIDS può causare la perdita di peso con cachessia visibile nelle ultime fasi. Gli altri sintomi della malattia sono:

Ipertiroidismo
Chiamata anche tireotossicosi, la perdita di peso è dovuta a un’iperattività della ghiandola tiroide e ad alti livelli degli ormoni tiroidei che aumentano il metabolismo basale. Gli altri sintomi dell’ipertiroidismo sono:

  • Intolleranza al calore;
  • Sudorazione eccessiva o anomala;
  • Tremore;
  • Occhi sporgenti (esoftalmo);
  • Affaticamento;
  • Irritabilità;
  • Ansia;
  • Insonnia.

Malattie mentali
Tra queste ci sono:

Le malattie mentali possono provocare i seguenti sintomi:

  • Mancanza di autostima,
  • Delirio,
  • Alterate capacità cognitive o percezione,
  • Comportamento irrazionale,
  • Modelli anormali di comportamento nelle attività quotidiane e di interazione sociale,
  • Appetito scarso o eccessivo.

Tubercolosi
La perdita di peso può essere causata da un’infezione attiva da Mycobacterium tubercolosis.
La tubercolosi colpisce soprattutto i polmoni, ma possono essere colpiti anche altri organi senza alcun coinvolgimento polmonare.
Tra i sintomi ci sono:

Stress
La perdita di peso può essere causata da stress mentale o emotivo in seguito alla mancanza di appetito e alla riduzione dell’assunzione di cibo.
Di solito la persona è preoccupata per un’attività o un evento passato, ma anche le cause ormonali (ormoni dello stress) possono essere coinvolte nella mancanza di appetito.
A parte lo stress del lavoro o le preoccupazioni finanziarie, i recenti incidenti traumatici (come morte e divorzio) o post traumatici (guerra, atti di criminalità) possono causare una temporanea perdita di appetito e di peso.
Si può verificare insieme ad altri sintomi, per esempio:


 

Perdita di peso e il ciclo mestruale

Le donne in sovrappeso non sono le uniche che possono avere problemi con i cicli mestruali.
Un ritardo del ciclo mestruale che può durare per alcuni mesi si può verificare nelle:

  • Donne con disturbi alimentari che provocano una perdita di peso estremo (per esempio l’anoressia nervosa),
  • Donne in sottopeso.

Le donne con poco grasso corporeo possono avere un minor numero di cicli mestruali.
Una dieta drastica può causare il blocco dell’ovulazione.
La fame, l’esercizio estremo e lo stress possono influenzare l’attività dell’ipotalamo.
Alcune donne sono così sottopeso che il corpo smette di produrre gli ormoni. Inoltre, la mancanza di grasso non permette alle cellule di convertire il colesterolo in estrogeni.

 

Effetti collaterali da perdita di peso troppo in fretta


Perdita muscolare
Un importante effetto collaterale dell’improvvisa perdita di peso è la riduzione del tessuto muscolare magro.
Mangiare una quantità di calorie insufficienti determina una mancanza di energia per l’organismo.

In caso di digiuno, dopo le prime 24/48 ore, il corpo scompone i grassi e crea i corpi chetonici:

  • Acido acetoacetico,
  • Acido beta-idrossibutirrico,
  • Acetone.

Molte persone sono preoccupate perché pensano che il digiuno provochi la perdita della massa magra, invece si verifica l’opposto perché quando il corpo esaurisce le riserve di glucosio, utilizza i grassi.
La perdita muscolari si può verificare in caso di dieta ipocalorica perché il corpo non produce i corpi chetonici, quindi può utilizzare anche le proteine dei muscoli.

Sentire freddo
Un effetto collaterale temporaneo ma spiacevole di perdere peso troppo in fretta sono i brividi e la sensazione di freddo.
Il grasso isola il corpo e previene la perdita di calore corporeo.
Una rapida perdita di peso rimuove una parte di tale isolamento. Al contrario, alcune persone in sovrappeso sudano eccessivamente.

Perdita di capelli
Un altro effetto collaterale della rapida perdita di peso a breve termine è il diradamento o la perdita di capelli.
In genere, si verifica in seguito a un’insufficiente assunzione di proteine; il corpo sacrifica alcune proteine derivate dai capelli per supportare altre funzioni importanti del corpo.
La buona notizia è che appena si torna a una corretta alimentazione con una quantità adeguata di proteine, i capelli ricrescono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?