Otite media acuta e cronica

L’otite media è un’infiammazione dell’orecchio medio, cioè una cavità posta tra:

  • Il condotto uditivo esterno,
  • L’orecchio interno.


L’orecchio medio è formato da:

  • Il timpano, una membrana sottile che vibra quando il suono arriva alle orecchie;
  • Una catena di ossicini (martello, incudine e staffa) che amplificano le vibrazioni e le trasmettono all’orecchio interno;
  • La tuba di Eustachio è un tubo sottile che va dall’orecchio medio alla parte posteriore del naso ed:
    • Aiuta a mantenere la pressione normale di aria all’interno dell’orecchio,
    • Aiutare il drenaggio del muco e di altri detriti dall’orecchio medio.

Se la tuba diventa gonfia o bloccata, il muco non può defluire correttamente dall’orecchio medio, la conseguenza è un accumulo di muco nell’orecchio medio che può causare  facilmente un’infezione.
Di solito colpisce i bambini, è più frequente dai 3 mesi fino a 3 anni perché:

  1. I bambini piccoli hanno un sistema immunitario non maturo,
  2. La tuba di Eustachio è orizzontale, mentre negli adulti è obliqua perché la faringe si trova più in basso, quindi negli adulti il catarro e le secrezioni scendono verso la faringe, mentre nei bimbi rimangono nell’orecchio medio.
  3. La tuba di Eustachio è corta, quindi un’infezione in gola si diffonde più velocemente.

Nei bambini spesso è bilaterale.
Si può verificare anche negli adulti.

Sviluppo dell’otite media acuta – fisiopatologia

Molte patologie dell’orecchio medio originano da infezioni delle vie respiratorie superiori, in particolare naso e rinofaringe (parte superiore della faringe).
Quando una persona ha il raffreddore:

L’infezione provoca l’edema (gonfiore) della tuba di Eustachio.
Le conseguenze sono:

  • Il blocco del passaggio dell’aria,
  • La formazione di una pressione negativa nell’orecchio medio che attira il liquido dalle pareti esterne (trasudato).

Il liquido si accumula e provoca un’otite sierosa o secretiva.
Questa situazione è tipica del bimbo con le adenoidi ingrossate.
In caso di sovrainfezione batterica (secondaria), c’è l’otite con accumulo di pus nella cassa del timpano che provoca:

Otite-media-pus-streptococco
Se l’accumulo di pus è importante, si può perforare il timpano.
La conseguenza è l’otorrea (fuoriuscita di pus dall’orecchio).
Generalmente, l’otite acuta passa senza conseguenze, la perforazione si chiude facilmente tranne se i germi sono particolarmente aggressivi e causano la necrosi di una parte della membrana timpanica.
La perforazione permanente della membrana timpanica causata dall’otite acuta è rarissima.

 

Otite media nel bambino

Il bambino con questo disturbo soffre di ipoacusia, ma non ha:

Il bambino:

  • Sta sempre con la bocca aperta,
  • Respira male,
  • Ha catarro che esce dal naso,
  • È distratto.

Il dolore si verifica se al trasudato si sovrappone l’otite acuta.
Un bambino che ha del trasudato nell’orecchio ha più probabilità di sviluppare un’otite acuta. Tuttavia, alcuni bambini in questa situazione non sviluppano mai l’otite.
Il trasudato che si accumula è liquido, ma con il tempo diventa denso, come la colla o il dentifricio.

 

Otite media nell’adulto

Se un adulto sviluppa un’otite cronica bisogna fare molta attenzione perché:

  • Nel bambino è quasi sempre causata da adenoidi ingrossate,
  • Nell’adulto, un versamento (accumulo di liquido trasudato o essudato) cronico monolaterale con ipoacusia e sensazione di orecchio pieno può indicare un problema di salute grave come un tumore maligno aggressivo.

Questo disturbo non provoca dolore, ma nelle fasi iniziali è caratterizzato solo da versamento e ostruzione della Tuba di Eustachio.

Tipi di otite media

 

Otite media acuta

timpano-rossore-gonfiore-estroflessioneL’infezione dell’orecchio medio si verifica bruscamente, provocando gonfiore e rossore.
L’otite media acuta può essere:

  • Catarrale se il fluido e il muco sono intrappolati nella membrana timpanica è una forma lieve di otite che guarisce spontaneamente, ma può durare per settimane o mesi.
  • Purulenta è la forma più grave di otite ed è caratterizzata da un’infezione che provoca l’accumulo di pus nella membrana timpanica. Tra i sintomi e le conseguenze possibili per il bambino ci sono la febbre alta, dolore pulsante all’orecchio, la perdita temporanea dell’udito e il timpano perforato.
  • Bollosa emorragica, è un tipo di otite che si verifica spesso durante un’influenza, si formano delle bolle sulla membrana timpanica che si possono rompere e causare un’emorragia dal condotto uditivo.
  • Barotraumatica se si verifica a causa di una brusca variazione di pressione atmosferica che l’orecchio non riesce a compensare, per esempio durante un immersione o un viaggio aereo. Se la variazione di pressione è rapida può causare danni al timpano e dolore.

 

Otite media cronica

Si tratta di una complicazione dell’otite acuta. Si tratta di un’infezione cronica (ovvero un’infezione persistente che dura almeno sei settimane) dell’orecchio medio che può provocare significative lesioni dell’orecchio medio e del timpano, con un indebolimento dell’udito.
L’otite cronica non causa dolore (al contrario di quella acuta), ma se non è trattata può evolvere lentamente e causare gravi danni.
La caratteristica più importante dell’otite è l’ipoacusia trasmissiva: Il trasudato riempie la cassa del timpano e blocca parzialmente la trasmissione del suono, causando ipoacusia e senso di orecchio tappato.
Tuttavia il paziente con otite è senza febbre e dolore.
Si divide in otite:

  1. A timpano chiuso (non perforato),
  2. A timpano aperto (perforato),
  3. Colesteatomatosa.

Il termine “otite” non significa sempre infezione batterica o accumulo di pus, ma solo accumulo di secrezioni.
1) Otite cronica a timpano chiuso
Nell’otite cronica a timpano chiuso, il timpano non è perforato ma è molto retratto, si divide in:

  • Trasudativa,
  • Fibroadesiva.

otite-cronica-transudativaOtite cronica trasudativa
L’otite cronica trasudativa (sierosa o siero mucosa) si sviluppa nei bambini raffreddati o nell’adulto.
La diagnosi è difficile perché il timpano non è:

  • Arrossato,
  • Perforato.

Si vede solo il trasudato nella cassa timpanica.
La membrana del timpano è “risucchiata” verso l’interno. C’è una tasca (zona limitata) di retrazione della membrana.
Questa degenerazione si sviluppa in diversi anni.
Nei casi più gravi il timpano diventa opaco a causa del versamento nella cavità timpanica (orecchio medio).
Quasi sempre la causa è una malattia del naso o del rinofaringe:

  • Rinite cronica,
  • Sinusite cronica,
  • Stenosi (restringimento) tubarico cronico,
  • Adenoidi infiammate,
  • Tumore del rinofaringe (più raro), a volte il primo sintomo è l’orecchio tappato.


Tra le altre cause dell’otite cronica ci sono delle anomalie anatomiche che influiscono sulla Tuba di Eustachio:

  1. La palatoschisi provoca una disfunzione muscolare: durante la deglutizione, i muscoli peristafilini aprono la tuba di Eustachio, ma se la persona ha la palatoschisi, questo meccanismo non funziona bene,
  2. Anomalie anatomiche come la sindrome di Down.

Otite cronica fibroadesiva
Si tratta dell’evoluzione dell’otite trasudativa.
Il bambino che ha un versamento da molto tempo e una stenosi (restringimento) della tuba di Eustachio può sviluppare questa degenerazione dell’orecchio a causa della mancanza d’aria.
Dopo tanti anni, il versamento non ha più una consistenza liquida-collosa, ma può diventare tessuto fibroso e può causare delle aderenze di tipo cicatriziale.
Le conseguenze sono:

  • Una retrazione della membrana timpanica,
  • La perdita dello strato fibroso, quindi il timpano diventa più sottile.

retrazione-timpano-importante-vedo-incudine-staffa-fin-ovaleL’immagine a sinistra mostra l’esame con l’otoscopio di un paziente con otite cronica adesiva.
La membrana timpanica è ancora presente a livello dell’anulus, ma nel centro è aderente alla parete mediale e quindi si possono vedere delle strutture che generalmente non sono visibili:

  • Martello,
  • Incudine,
  • Staffa,
  • Tendine della staffa,
  • Promontorio,
  • Finestra rotonda,
  • Finestra ovale,
  • Nervo facciale.

Il paziente ha una perdita di udito importante perché non c’è più la cavità aerea che permette:

  • La vibrazione del timpano,
  • La trasmissione della vibrazione alla catena di ossicini.

Gli ossicini possono diventare più rigidi e si possono formare delle calcificazioni (depositi di calcio).
L’otite cronica trasudativa è reversibile, mentre quella fibroadesiva è irreversbile.
Sintomi

  1. Ipoacusia di trasmissione o mista di grado variabile,
  2. Acufeni.

2) Otite cronica a timpano aperto
Può essere di due tipi:

  • Semplice,
  • Colesteatomatosa.

In questo caso c’è una perforazione, ovvero un buco.
Otite media cronica semplice
Esistono diversi tipi con caratteristiche diverse in base a:

  • Estensione del danno: inferiore, superiore, centrale, ecc.
  • Se coinvolge la parte centrale o anche l’anulus

Una perforazione che interessa solo la parte centrale (marginale o paracentrale), ma lascia intatti gli ossicini e l’anulus (cordone fibroso che circonda la membrana timpanica), causa solo una lieve perdita dell’udito.
Il paziente non ha problemi, ma non può nuotare al mare o in piscina perché può provocare un otite dolorosa.
A volte, la membrana timpanica perforata riesce ad autoripararsi, però si formano delle tasche di retrazione senza la presenza dello strato fibroso intermedio, quindi rimane solo:

  • Lo strato cutaneo,
  • Lo strato composto dalla mucosa respiratoria.

Non essendoci lo strato intermedio, la membrana timpanica si retrae e si incolla al promontorio (la parte dell’orecchio medio a contatto con la coclea), all’incudine e al tendine della staffa.
In caso di otite cronica suppurativa (purulenta o granulomatosa) si verifica anche l’infiammazione della mastoide e secrezioni croniche di pus. La riacutizzazione si può verificare facilmente.
Il timpano si può perforare anche con un forte schiaffo, se causa una pressione abbastanza elevata.
Sintomi dell’otite cronica a timpano aperto

  1. Ipoacusia trasmissiva/ mista, che dipende da:
    • Sede della perforazione,
    • Dimensione della perforazione,
    • Erosione ossiculare.
  2. Secrezioni dall’orecchio in caso di otite suppurativa. Per esempio, al mattino la persona vede il cuscino sporco,
  3. Acufeni (ronzio alle orecchie),
  4. Dolore alle orecchie (solo nelle riacutizzazioni)

In caso di otite non suppurativa, i sintomi sono solo una lieve ipoacusia e l’acufene. Si può verificare un lieve dolore, ma solo quando il paziente è in acqua.
La perdita dell’udito dipende dalle dimensioni della lesione e dalla sede.
Una piccola perforazione del timpano causa solo una lieve riduzione dell’udito.
Nelle fasi avanzate si  verifica anche l’erosione degli ossicini (Martello, incudine e staffa), in questo caso la perdita dell’udito è più importante.

Otite media cronica colesteatomatosa

colesteatoma-congenito-massa-biancastra-deposito-calcareoIl colesteatoma è una patologia grave, in passato poteva essere mortale perché era diagnosticata tardi.
Il colesteatoma è un tessuto epiteliale squamoso che cresce nella cavità timpanica al posto dell’epitelio cilindrico.
Con il tempo si verifica la desquamazione di questo tessuto.
Le squame di cheratina:

  • Si accumulano e formano una massa che cresce progressivamente,
  • Producono degli enzimi che possono causare l’erosione delle strutture ossee circostanti.

Leggi anche:

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu