Milza ingrossata o splenomegalia

La milza ingrossata (o splenomegalia) non è una situazione normale e può essere causata da molte patologie, tra cui:

  • Le infezioni,
  • Malattie del fegato,
  • Alcuni tipi di cancro.

La milza è un piccolo organo situato sul lato sinistro dell’addome, sotto la gabbia toracica.
La milza è grande come un pugno.

 

Cos’è la milza? Qual è la sua funzione?

La milza:

  1. È un importante filtro del sangue, aiuta a rimuovere i globuli rossi vecchi e danneggiati e i batteri.
  2. Fa parte del sistema linfatico e produce linfociti (globuli bianchi) che combattono le infezioni.
  3. È un deposito delle cellule del sangue e delle piastrine, per i casi di necessità.

 

Le cause della milza ingrossata

Molte malattie compromettono la funzionalità della milza e causano gonfiore.
Le cause di ingrossamento del fegato e della milza si classificano in diversi gruppi:

Le infezioni si suddividono ulteriormente in:

  • Infezioni virali (per esempio, la mononucleosi),
  • Infezioni parassitarie (per esempio, la malaria (7) ),
  • Infezioni batteriche (per esempio, la sifilide (8) ).

Il gonfiore della milza dovuto all’infezione si verifica in risposta a un meccanismo di difesa del corpo per combattere l’agente patogeno.

Alcuni tipi di tumori come la leucemia e il linfoma di Hodgkin si diagnosticano quando ci sono i primi problemi alla milza.
Qualsiasi altro tipo di cancro che si diffonde nella milza la può danneggiare e causare gonfiore.

La cirrosi e altre malattie del fegato provocano l’ipertensione portale (pressione alta nella vena porta), la conseguenza è la splenomegalia (9 – 10 – 11).

La prematura distruzione dei globuli rossi a causa dell’anemia ingrossa la milza.

Un livello di piastrine molto basso nel sangue è uno dei maggiori fattori di rischio della milza ingrossata (12).

Ci sono alcuni disturbi metabolici, come la malattia di Gaucher, malattia di Niemann-Pick e la sindrome di Hurler che causano la milza ingrossata.

L’ostruzione del flusso sanguigno può causare gonfiore in questo organo.

Nella persona che soffre di insufficienza cardiaca congestizia la pressione sulla vena splenica è alta.
Ciò si traduce in un aumento delle dimensioni del fegato e della milza.

Alcune malattie infiammatorie come l’artrite reumatoide e la sarcoidosi causano la milza ingrossata.

I traumi contro quest’organo causano una milza ingrossata.

Alcuni farmaci possono causare la milza ingrossata temporaneamente, ma le dimensioni della milza ritornano normali quando il paziente interrompe l’assunzione di queste medicine.

Cause della splenomegalia massiva (oltre 1500 g)
La maggior parte degli autori definisce splenomegalia massiva una milza che:

  1. Raggiunge la cresta iliaca,
  2. Attraversa la linea mediana del corpo,
  3. Pesa oltre 1500 grammi.

Le cause più frequenti di splenomegalia massiva sono:

Sintomi della milza ingrossata

La milza ingrossata non sempre causa dei sintomi.
In seguito si elencano i sintomi principali:


Ingrossamento della milza nei bambini

L’ingrossamento della milza nei bambini è causato soprattutto da:

  • Anemia mediterranea o microcitemia,
  • Cancro,
  • Altre infezioni.

 

Diagnosi della milza ingrossata

I medici diagnosticano facilmente l’ingrossamento della milza nei bambini.
Un dottore sospetta che ci sia un problema a quest’organo quando il paziente si lamenta per lo stomaco gonfio anche senza mangiare.
Se è ingrossata, il medico sente la milza alla palpazione, nella regione superiore sinistra dell’addome.
Per confermare la presenza di splenomegalia (milza ingrossata), i medici prescrivono degli approfondimenti diagnostici (esami) tra cui:

  • L’emocromo completo per valutare la quantità e la forma di:
    • Globuli bianchi,
    • Globuli rossi,
    • Piastrine.
  • Analisi del sangue per controllare:
    • I valori degli enzimi epatici,
    • La lipasi,
    • Gli anticorpi per le malattie autoimmuni.

Le transaminasi alte, la Ves alta e la milza ingrossata possono indicare la mononucleosi.
In caso di mononucleosi e anemia si può vedere anche la bilirubina indiretta alta.
Se il medico sospetta un tumore come la leucemia o il linfoma può prescrivere il prelievo di midollo osseo per analizzare le cellule.

  • Radiografia,
  • Tac, può identificare un ascesso, una massa, anomalie vascolari, cisti, alterazioni causate da un infiammazione, lesioni traumatiche, anomalie dei linfonodi addominali e alterazioni del fegato.
  • Ecografia è utile per misurare le dimensioni della milza.
  • Risonanza magnetica (traccia il flusso del sangue attraverso la milza)

Si studiano le immagini per determinare l’aumento delle dimensioni della milza e le cause.

 

Milza ingrossata o splenomegalia
Milza ingrossata o splenomegalia

Quando preoccuparsi per la milza ingrossata?

Il paziente esegue gli esami del sangue per verificare la conta dei globuli rossi, dei globuli bianchi e delle piastrine.

  • In caso di leucemia ci sono i globuli bianchi alti (e immaturi), ma le emazie e le piastrine bassi.
  • In caso di malattia di Gaucher, le analisi del sangue mostrano i globuli bianchi e rossi bassi e la piastrinopenia.

 

Qual’è la dimensione della milza sana negli adulti e nei bambini?

Età Misura della milza in cm (inferiore o uguale a)
3 mesi 6
6 mesi 6.5
12 mesi 7
2 anni 8
4 anni 9
6 anni 9.5
8 anni 10
10 anni 11
12 anni 11.5
> 20 anni 12 (per le donne)
13 (per gli uomini)

Fonte: Pubmed.gov

 

Cosa fare? La terapia per la splenomegalia (milza ingrossata)

Il trattamento della splenomegalia dipende dalla causa della malattia.

Attesa
Se il paziente non ha sintomi e non si conosce la causa della splenomegalia, generalmente il consiglia di aspettare ed effettuare dei controlli dopo 6/12 mesi.

Gli antibiotici si prescrivono per curare le infezioni batteriche, in gravidanza bisogna parlare con il medico prima di assumere dei farmaci.

Il paziente si può sottoporre a sedute di chemioterapia o radioterapia quando la leucemia o il linfoma di Hodgkin causano l’ingrossamento della milza.
Fino alla guarigione è consigliato il riposo ed evitare lo stress che può abbassare le difese immunitarie.

Si consiglia l’intervento chirurgico alla milza quando:

  • Quest’organo sta causando delle complicanze gravi,
  • Non si riesce a identificare la causa,
  • Il paziente non risponde al trattamento.

In questi casi una parte della milza o l’intero organo dev’essere rimosso.
La rimozione della milza non cura la patologia, ma riduce l’effetto del basso conteggio dei leucociti.

Tra le complicanze della milza ingrossata c’è la rottura della milza, in questo caso bisogna fare la splenectomia urgentemente perché questa lesione può essere mortale.

Intervento chirurgico,rimozione della milza,rotta,lesione

L’asportazione chirurgica della milza è l’ultima opzione.
Una persona può vivere senza milza, ma la probabilità di sviluppare una grave infezione è elevata.

Prevenzione delle infezioni
Per ridurre al minimo il rischio di infezioni si consiglia di eseguire vaccinazioni prima e dopo la rimozione della milza.
Queste iniezioni proteggono contro la polmonite, la meningite e le infezioni alle ossa, alle articolazioni e al sangue.
Alcuni pazienti devono assumere della penicillina dopo l’intervento chirurgico.

 

Rimedi naturali per la milza ingrossata

Per i problemi della milza è importante seguire una dieta o alimentazione sana, gli alimenti da evitare secondo la dieta del gruppo sanguigno sono:

  • Cereali,
  • Latticini,
  • Cibi fritti,
  • Alcol,
  • Bevande zuccherate e dolci che si trovano in supermercato.

Si consiglia di mangiare frutta, verdura, legumi e altri prodotti vegetali non trattati dall’uomo.

Leggi anche:

Bibliografia
1) Clinical Manifestations of Human Brucellosis: A Systematic Review and Meta-Analysis
Anna S. Dean,  Lisa Crump, Helena Greter,  Jan Hattendorf, Esther Schelling, Jakob Zinsstag. PLoS Negl Trop Dis. 2012 Dec; 6(12): e1929.
2) Infective endocarditis presents as isolated splenomegaly.
Atoosheh Rohani, Vahid Akbari, and Kianoosh Homayoon. J Cardiovasc Dis Res. 2011 Jan-Mar; 2(1): 71–73.
3) Infectious Diseases and the Liver. Rohit Talwani, MD, Bruce L. Gilliam, MD, and Charles Howell. Clin Liver Dis. 2011 Feb; 15(1): 111–130.
4) Turk J Gastroenterol. 2012;23(6):799-803. Splenomegaly as the first manifestation of pancreatic adenosquamous carcinoma: a case report. Chen K1, Xu XW, Xie K, Zhou YC, Mou YP.
5) The Amyloidoses: Clinical Features, Diagnosis and Treatment. Kelty R. Baker, M.D. and Lawrence Rice, M.D. Methodist Debakey Cardiovasc J. 2012 Jul-Sep; 8(3): 3–7.
6) Splenomegaly and splenectomy in sarcoidosis. A K Webb, D N Mitchell, C M Bradstreet, and A J Salsbury. J Clin Pathol. 1979 Oct; 32(10): 1050–1053.
7) Jaundice and hepatomegaly in primary malaria. Ramachandran S, Perera MV. J Trop Med Hyg. 1976 Sep; 79(9):207-10.
8) Hypersplenism: History and current status. Yunfu Lv et Al. Exp Ther Med. 2016 Oct; 12(4): 2377–2382.
9) Pathophysiology of portal hypertension. Iwakiri Y. Clin Liver Dis. 2014 May; 18(2):281-91.
10) The spleen in liver cirrhosis: revisiting an old enemy with novel targets. Liang Li, Mubing Duan, Weisan Chen, An Jiang, Xiaoming Li,Jun Yang and Zongfang Li. J Transl Med. 2017; 15: 111.
11) Liver cirrhosis. Tsochatzis EA, Bosch J, Burroughs AK. Lancet. 2014 May 17; 383(9930):1749-61.
12) [Splenomegaly and thrombocytopenia in patients with liver cirrhosis]. Djordjević J, Svorcan P, Vrinić D, Dapcević B. Vojnosanit Pregl. 2010 Feb; 67(2):166-9.
13) Massive splenomegaly. Hugo L Paz-Y-Mar, Alexei Gonzalez-Estrada, and M Chadi Alraies. BMJ Case Rep. 2013; 2013: bcr2013200515.
14) Splenomegaly in 2,505 patients in a large university medical center from 1913 to 1995. 1913 to 1962: 2,056 patients. O’Reilly RA. West J Med 1998;2013:78–87
15) Hairy cell leukaemia: biological and clinical overview from immunogenetic insights. Forconi F.  Hematol Oncol 2011;2013:55–66
16) Thrombocytopenia in liver disease. Peck-Radosavljevic M1. Can J Gastroenterol. 2000 Nov;14 Suppl D:60D-66D.
17) A Review of Gaucher Disease Pathophysiology, Clinical Presentation and Treatments. Jérôme Stirnemann et Al. Int J Mol Sci. 2017 Feb; 18(2): 441.
18) Normal splenic size in infants and children: sonographic measurements. Rosenberg HK1, Markowitz RI, Kolberg H, Park C, Hubbard A, Bellah RD. AJR Am J Roentgenol. 1991 Jul;157(1):119-21.

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu