Rimedi naturali per la diarrea

La diarrea significa che le feci sono sciolte e acquose.
Avere la diarrea significa evacuare tre o più volte al giorno.

 

Cosa mangiare? dieta e nutrizione

Fino a quando rimane la diarrea, se si evita la caffeina, i cibi grassi, ricchi di fibre o dolci, si possono alleviare i sintomi.
Questi cibi possono aggravare la diarrea.
Alcune persone hanno anche problemi a digerire il lattosio durante o dopo un attacco di diarrea.

Lo yogurt ha meno lattosio del latte, spesso è tollerato meglio.
Gli yogurt con culture batteriche vive possono aiutare il recupero delle persone con diarrea più rapidamente.

Per ridurre i sintomi, si dovrebbe modificare la dieta, gli alimenti consigliati sono

  • Banane,
  • Riso raffinato (bianco),
  • Patate lesse,
  • Pane tostato,
  • Cracker,
  • Carote cotte,
  • Zucchine,
  • Zucca,
  • Zenzero.

La banana ha alcune proprietà che favoriscono la salute del colon e dell’intestino in caso di diarrea.

Il riso, l’orzata, i succhi di verdure freschi (soprattutto carote e sedano) e il brodo chiaro aiutano a ripristinare il corretto equilibrio di fluidi ed elettroliti.

Il digiuno breve è la “terapia” più indicata per guarire velocemente.
Se l’organismo non deve consumare energie per digerire, può concentrarsi sull’infezione.
Inoltre, i batteri e i parassiti non trovano più il nutrimento per proliferare.

Attenzione:

  1. Ci sono delle controindicazioni (per esempio la gravidanza, i pazienti con organi trapiantati, ecc.),
  2. Non si può digiunare oltre i 3 giorni senza controllo medico.

Per i bambini, il medico può anche raccomandare una dieta apposita.
Una volta fermata la diarrea, il medico permette ai bimbi di tornare ad una dieta normale e sana se può essere tollerata.
I neonati con diarrea devono prendere il latte materno o quello che assumono di solito, insieme a soluzioni reidratanti orali.
Alcuni bambini convalescenti dalla diarrea virale hanno problemi a digerire il lattosio fino ad almeno un mese.

 

Integratori per la diarrea

Probiotici – I Lactobacilli, acidophilus o i bifidobatteri si possono assumere in polvere o in capsule, aiutano a mantenere i batteri “buoni” nel vostro intestino.
I probiotici fanno parte dei fermenti lattici, cioè prodotti che contengono batteri in grado di metabolizzare il lattosio.
Essi possono contribuire ad alleviare la diarrea, anche se l’evidenza scientifica è composta da opinioni contradditorie.
Gli yogurt attivi contenenti questi probiotici possono aiutare a prevenire la diarrea. Le persone gravemente immunocompromesse o che prendono farmaci per sopprimere il sistema immunitario dovrebbero parlare con il loro medico prima di prendere i probiotici.

Esiste un lievito chiamato Saccharomyces boulardii che si utilizza spesso in Europa per prevenire la diarrea associata all’assunzione di antibiotici. Prendere 1-3 capsule al giorno.
Può essere assunto con altri probiotici.
Non si può prendere il boulardii Saccraromyces senza la supervisione di un medico.

Glutammina (3.000 mg per 3 volte al giorno), può contribuire a trattare la diarrea causata da irritazione della mucosa intestinale.
Alte dosi di glutammina possono potenzialmente causare disturbi mentali negli individui suscettibili. La glutammina può interferire con alcuni medicinali, tra cui:

  • Alcuni anti-epilettici,
  • Alcuni farmaci chemioterapici.

Chi è intollerante al lattosio dovrebbe prendere in consegna gli integratori di lattasi prima di consumare prodotti lattiero-caseari.

Zinco (10-20 mg al giorno) può aiutare a migliorare le funzioni del sistema immunitario.

 

Erbe per la diarrea

Non prendere le erbe per curare la diarrea senza parlare prima con il medico, soprattutto prima di trattare la diarrea di un bambino.
Se la diarrea è causata da alcuni tipi di infezioni, le terapie a base di erbe potrebbero peggiorare la situazione.
I rimedi più frequenti a base di erbe per la diarrea sono descritti di seguito.
Si possono utilizzare come tè se non è specificato diversamente .

  • Fare il tè con 1 cucchiaino di erba per ogni tazza d’acqua calda.
  • Tenere coperto 5-10 minuti per le foglie o i fiori e 10-20 minuti per le radici.
  • Bere 2-4 tazze al giorno.
  • Chiedere al medico quali erbe si possono prendere.

Erbe astringenti:
Le erbe astringenti, come la foglia di mora (Rubus fruticosus) o le foglie di lampone (Rubus idaeus) aiutano a “seccare” le mucose nell’intestino.
Preparare un tè con 1 cucchiaino colmo per ogni tazza. Bere ½ tazza ogni ora.

  1. Polvere di carrubo (Ceratonia siliqua) che è ricca di fibre.
  2. Estratto di mirtillo (Vaccinum myrtillus) ha proprietà astringenti. Non prendere il mirtillo se si prendono farmaci anticoagulanti (fluidificanti del sangue). Il mirtillo può interagire con i farmaci per il diabete.
  3. Agrimony (Agrimonia eupatorium) è un rimedio tradizionale per la diarrea. Il dosaggio usuale è di 3 g (circa 1/2 cucchiaino) al giorno.

 

Rimedi naturali antinfiammatori

  • Quercetina (250-500 mg 2 – 4 volte al giorno), un erba basata sui flavonoidi che può contribuire a ridurre l’infiammazione.
  • Camomilla (Matricaria recutita) di solito si prende come un tè.
    Sciogliere 3-4 g di polvere (circa 3 cucchiaini) in una tazza di acqua calda, mescolare e raffreddare. Bere 3 volte al giorno. Questo rimedio della nonna può interferire con i farmaci ormonali.
  • Limone
    Si consiglia di bere una spremuta di limone con un cucchiaino di bicarbonato la mattina.
  • Radice di marshmallow (Althea officinalis) può essere presa come tè con acqua fredda. Tenere 2 cucchiai di radice in 1 litro d’acqua tutta la notte. Mescolare. Bere un po’ tutto il giorno. Marshmallow può interferire con alcune medicine prese per bocca, tra cui il farmaco al litio.
  • Polvere di olmo (Ulmus fulva). Utilizzare 30 grammi di polvere per 1 litro d’acqua. Fare una pasta con la polvere e una piccola quantità di acqua. Aggiungere gradualmente il resto dell’acqua e poi cuocere a fuoco lento. Prendere 1 cucchiaino ogni 30-60 minuti.
  • Erbe che combattono le infezioni:
    Le piante contenenti berberina possono contribuire a curare la diarrea infettiva. Tra questi si trovano:

    • Crespino (Berberis vulgaris),
    • Goldenseal (Hydrastis canadensis).
  • Le donne incinta o quelle che allattano non possono prendere la berberina.
  • Psyllium, una fibra solubile che deriva dalle bucce dei semi di una pianta chiamata Plantago ovata può contribuire a curare la diarrea. È una sostanza che assorbe l’acqua nel colon contribuendo a indurire le feci. Quando si prende il psyllium bisogna bere tanta acqua insieme.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?