Laser agli occhi per la miopia – risultati

Last updated on aprile 23rd, 2018 at 11:49 am

Quali sono i principali difetti di rifrazione?

  1. Miopia: gli oggetti distanti sono sfocati e quelli vicini sono più chiari.
  2. Ipermetropia: la luce proveniente dagli oggetti va a fuoco oltre la retina e questo causa la visione sfocata sia da lontano che da vicino.
  3. Astigmatismo: la forma della cornea o della lente è distorta e causa immagini multiple sulla retina. Gli oggetti a qualsiasi distanza appaiono sfocati.Miopia-ipermetropia
  4. Molte persone hanno una combinazione di miopia o ipermetropia con astigmatismo.
INDICE

 

Obiettivi della chirurgia LASIK:

  • In caso di miopia, il laser deve appiattire la curvatura corneale.
  • Per l’astigmatismo la chirurgia regolarizza la curvatura corneale
  • In caso di ipermetropia il laser accentua la curvatura.

 


Testimonianza di un paziente che si è sottoposto a Chirurgia Lasik

Paziente Miope e leggermente astigmatico

Pre intervento
Non ho fatto esami o visite particolari i giorni prima di recarmi in ospedale, però dovevo evitare di truccarmi gli occhi per alcuni giorni prima.
Non prendevo farmaci prima dell’intervento per altre malattie.
Il primo giorno di ricovero il medico effettua alcuni esami:

  • Test del campo visivo, un esame utile per diagnosticare il glaucoma, l’infiammazione del nervo ottico ed un tumore.
  • Pachimetria corneale per misurare lo spessore della cornea,
  • Misurazione della pressione dell’occhio.

Per procedere con l’intervento non puoi avere problemi di glaucoma, infezioni o patologie importanti, inoltre bisogna controllare lo spessore corneo che non dev’essere sotto determinati livelli.
Si svolge tutto in 3 giorni, il primo si effettuano gli esami, il secondo è quello dell’intervento e il giorno dopo serve per il controllo.

La mattina dell’operazione
L’intervento dura pochissimo, pochi minuti, il medico mette un collirio anestetico, ti preparano e poi opera entrambi gli occhi.
Si perde più tempo per la preparazione che per l’intervento: bisogna mettere la pinza per i capelli, sdraiarsi sul lettino, aspettare che l’anestetico faccia effetto e infine applicano il divaricatore alle palpebre.
Durante l’operazione senti poco dolore o niente perché hai l’anestetico, il medico dice di guardare la luce.
Si vede una luce molto forte e il medico dice di fissare un puntino.
Devi stare fermo, c’è una gran luce.

Dopo l’operazione Lasik
Il post-intervento è soggettivo, subito dopo devi stare seduto in una stanza, inizi pian piano a sentire il dolore, sensazione di corpo estraneo o come sabbia negli occhi, molto fastidioso.
Una mia compagna di stanza dice che il post-intervento è stato una passeggiata.
Le prime 2/3 ore il medico consiglia di andare in albergo rimanere al buio, tenere gli occhiali da sole e consiglia un antidolorifico: il paracetamolo.
Nel pomeriggio, passate le prime 2/3 ore, ho avuto un miglioramento veloce e continuo
La sera stessa sono andato al ristorante e vedevo bene, anche se ancora non perfettamente perché deve ancora avvenire l’accomodazione dell’occhio, ma vedevo meglio rispetto ai giorni precedenti senza occhiali.
Il giorno dopo c’è un controllo medico, il dottore controlla i decimi e poi si può andare a casa.
In teoria il paziente può andare a casa da solo e guidare in autostrada anche il giorno dopo l’intervento.
Nelle giornate soleggiate bisogna usare gli occhiali da sole per il primo periodo, ma si consiglia di usare gli occhiali da sole a lungo termine.

I controlli successivi sono uno a 3 mesi, uno dopo un anno e l’ultimo dopo 2 anni.
Sono tornato a lavorare dopo 2/3 giorni, la visione era un po’ sfocata da vicino, al computer, quando si legge un documento o un libro la messa a fuoco non era buona.
È normale perché il cervello si deve abituare.
In una settimana/10 gironi ho ottenuto il massimo risultato, prima ti potrebbero dare fastidio i fari e le luci delle altre macchine di notte.
È un effetto molto leggero che pian piano è svanito.
Post-intervento devi fare un trattamento con un Netildex che è un collirio, poi un collirio idratante e un gel idratante da dare la notte.
Per 10 giorni ti consigliano di mettere la conchiglia rigida così non si sfrega l’occhio durante la notte involontariamente.


Il miglioramento durerà a lungo termine, verso i 40 anni ovviamente inizierà a presentarsi la presbiopia da vicino come nelle persone non operate, ma la visione lontana (che è quella per cui mi sono operato) dovrebbe rimanere a lungo termine.
Se lo spessore della cornea è ancora buono si potrebbe fare un ritocco futuro.

 

Risultati a lungo termine dell’intervento con laser agli occhi

La maggior parte delle persone recupera la vista di almeno 10/10 dopo l’intervento, ma la LASIK ha risultati variabili.
Alcune persone possono realizzare solo una vista di 5/10 o meno.
Si può aver bisogno di occhiali da vista o lenti a contatto dopo la correzione con il laser, anche se in genere la vista è migliorata notevolmente.
La procedura ha un profilo di sicurezza eccellente, ma si possono verificare delle complicanze post-operatorie della LASIK, per esempio:

  • Infezione;
  • Abbagliamento notturno (esplosione di stelle o aloni che sono più evidenti quando si guardano le luci di notte, ad esempio mentre si sta guidando);
  • Guarigione imperfetta dell’incisione del tessuto corneale che può rimanere sollevato anche a distanza di un anno dall’intervento
  • Cheratite Lamellare, avviene quando alcune cellule estranee si infiltrano tra il “flap” della cornea e lo stroma, cioè il tessuto sottostante, è una sindrome detta anche sindrome da sabbia del Sahara;
  • Inoltre potrebbero essere necessari ancora gli occhiali da vista dopo i 40 anni a causa della perdita relativa della vista da vicino dovuta all’età chiamata presbiopia.

Questo tipo di intervento agli occhi non influisce sulle dimensioni e sul colore degli occhi.

Laser agli occhi per la miopia – risultati ultima modifica: 2017-11-10T12:08:00+00:00 da Dr. Massimo Defilippo