Insufficienza renale acuta o cronica – sintomi e terapia

I reni sono due organi situati nella parte bassa della schiena, su ciascun lato del tronco.
Questi organi filtrano il sangue e rimuovono le tossine dal corpo.

I reni inviano queste scorie alla vescica sotto forma di urine.
Il corpo rimuove le tossine nelle urine durante la minzione.
L’insufficienza renale si verifica quando i reni perdono la capacità di filtrare adeguatamente il sangue.
Se i reni non possono svolgere il loro lavoro, il corpo diventa sovraccarico di tossine

Senza trattamento, questa malattia può essere mortale.
L’insufficienza renale cronica si sviluppa in alcuni mesi o anni.

Classificazione dell’insufficienza renale

Insufficienza renale acuta
L’insufficienza renale acuta è la rapida perdita di funzione del rene.

Insufficienza renale cronica
Quando i reni non funzionano bene per almeno 3 mesi, l’insufficienza renale è cronica.
Indipendentemente dalla causa, questa malattia evolve verso la sindrome uremica.

Tipi di insufficienza renale acuta

Insufficienza renale acuta funzionale o prerenale
L’insufficienza renale acuta prerenale è un’improvvisa perdita di funzionalità del rene a causa di una riduzione dell’afflusso di sangue ai reni.
Non ci sono problemi riguardo la capacità di filtrare dei reni.
È la forma più frequente, si verifica in caso di calo del volume di sangue circolante e vasocostrizione.

Proprio per questo discorso numerosi farmaci come ACE-inibitori, Beta-bloccanti, FANS e mezzi di contrasto iodato possono provocare l’insufficienza renale in un soggetto disidratato.
Se l’afflusso di sangue è molto scarso, si può verificare un’ischemia (interruzione del flusso di sangue) con necrosi tubulare acuta (morte delle cellule tubulari).

Insufficienza renale acuta organica o intrinseca
L’insufficienza renale acuta intrinseca è una perdita improvvisa della funzionalità renale causata da un danno renale interno. Nel novanta per cento dei casi di questa forma di insufficienza renale acuta è provocata da tossine o da un’insufficiente quantità di ossigeno disponibile nei reni (ischemia).
Nell’Insufficienza renale acuta pre-renale il danno è provocato dal ridotto flusso sanguigno nei reni, mentre in questo caso c’è un danno organico a livello di:

  • Glomeruli,
  • Tubuli,
  • Interstizio.

Insufficienza renale acuta ostruttiva o postrenale
Un’ostruzione parziale del flusso urinario provoca un aumento di pressione nei reni che si danneggiano, generalmente è bilaterale.
È la forma più rara di insufficienza renale acuta (5% dei casi), è dovuta ad un’ostruzione meccanica della pelvi renali, degli ureteri, della vescica o dell’uretra.
Quando è colpito solo un rene, gli esami di laboratorio sono negativi (creatinina normale).
Dato che ogni rene è sufficiente per eliminare le scorie, l’ostruzione di un uretere provoca l’insufficienza renale acuta nei pazienti:

  1. Che hanno un solo rene,
  2. Con una malattia renale cronica grave.

L’ostruzione bilaterale è generalmente dovuta a neoplasie della prostata nell’uomo e ginecologiche nella donna.

Tra le cause ci sono:

  1. L’ingrossamento della prostata,
  2. Calcoli renali,
  3. Calcoli alla vescica,
  4. Vescica neurogena.

insufficienza renale pre-renale, organica, post renale

Cause dell’insufficienza renale acuta

L’insufficienza renale acuta può verificarsi quando:

  • Una malattia rallenta il flusso di sangue ai reni,
  • Si verificano danni all’interno dei reni,
  • Le vie urinarie si bloccano e le scorie non possono essere espulse attraverso l’urina.

Flusso di sangue alterato ai reni

Tra le malattie, situazioni e farmaci che possono rallentare il flusso di sangue ai reni ci sono:

  1. Perdita di sangue o liquidi
  2. Attacco di cuore
  3. Malattia del cuore
  4. Infezione
  5. Insufficienza epatica
  6. Uso di aspirina, ibuprofene (brufen), naproxen sodico (Aleve) o farmaci correlati
  7. Farmaci per la pressione sanguigna
  8. Grave reazione allergica (anafilassi)
  9. Gravi ustioni
  10. Grave disidratazione

Danno ai reni

Alcune malattie, condizioni e sostanze possono danneggiare i reni e causare l’insufficienza renale acuta:

  1. Coaguli di sangue nelle vene e nelle arterie dei reni;
  2. Placche di colesterolo che bloccano il flusso sanguigno nei reni;
  3. Glomerulonefrite, infiammazione dei piccoli filtri nei reni (glomeruli);
  4. Sindrome emolitico-uremica, una malattia che deriva dalla distruzione prematura dei globuli rossi
  5. Infezione;
  6. Lupus, un disturbo del sistema immunitario che causa la glomerulonefrite;
  7. Farmaci – per esempio i chemioterapici, antibiotici e mezzi di contrasto radiologici;
  8. Sclerodermia, una malattia rara che interessa la pelle e i tessuti connettivi;
  9. Porpora trombotica trombocitopenica, una rara malattia del sangue;
  10. Tossine come alcol e metalli pesanti;
  11. Rottura del tessuto muscolare (rabdomiolisi) che porta al danno renale causato dalle tossine accumulate durante la distruzione del tessuto muscolare;
  12. Sindrome da lisi tumorale, la rottura delle cellule di un tumore causa il rilascio di tossine che possono causare delle lesioni.

Blocco delle urine nei reni

Le malattie che bloccano il passaggio dell’urina sono:

  1. Tumore alla vescica
  2. Trombo nel tratto urinario
  3. Tumore del collo dell’utero
  4. Tumore al colon
  5. Prostata ingrossata
  6. Calcoli renali
  7. Danni ai nervi che controllano la vescica
  8. Tumore alla prostata

Caratteristiche dell’insufficienza renale in base al tipo Insufficienza Renale Acuta, pre-renale, intrinseca

Sintomi dell’insufficienza renale

Tra i sintomi dell’insufficienza renale acuta ci sono:

Formaggio,dieta,insufficienza renale

Insufficienza renale negli anziani

La vecchiaia è uno dei fattori di rischio della malattia renale a causa dei cambiamenti anatomici e funzionali legati all’età nei reni.
Con l’aumento dell’età, il numero di nefroni (le unità funzionali dei reni) diminuisce e questo abbassa la funzionalità renale.

Tuttavia, negli anziani il motivo più frequente dell’insufficienza renale è il restringimento delle arterie renali a causa della deposizione di grasso sulla parete delle arterie.

Tra i sintomi ci sono:

  • Disfunzione del sistema immunitario;
  • Diminuzione della capacità di concentrazione;
  • Deficit di memoria;
  • Diminuzione della capacità d’attenzione;
  • Delirio;
  • Riduzione della fluenza verbale.

Complicanze dell’insufficienza renale

Conseguenze dell’insufficienza renale sul livello di potassio nel sangue
L’iperkaliemia (eccesso di potassio) causata da un’eliminazione ridotta di K+ (ioni potassio positivi) nel rene si può verificare in caso di insufficienza renale acuta e cronica.
Il rene non funziona adeguatamente nelle persone con malattie renali.

Di solito, non sono in grado di regolare correttamente il livello di potassio. Ciò può causare un eccesso di potassio nel sangue.
Anche alcuni farmaci usati per trattare la malattia renale possono aumentare il potassio e quindi peggiorare la situazione.
Di solito il potassio aumenta lentamente per settimane o mesi. La conseguenza è la stanchezza o la nausea.

Se il potassio aumenta improvvisamente, il paziente può avere:

  1. Difficoltà di respirazione,
  2. Dolore al petto,
  3. Palpitazioni cardiache.

Questo è un problema di salute molto grave.

Iperparatiroidismo provocato dall’insufficienza renale
Questo è un problema provocato dalla malattia renale cronica, legato ad alterazioni del metabolismo calcio-fosforo.
Il rene malato non produce la vitamina D3 che serve per assorbire il calcio nell’intestino.
La conseguenza è la riduzione del calcio nel sangue.
Inoltre, il rene malato non riesce a eliminare il fosforo, quindi aumenta il livello di questo minerale nel sangue.

Le paratiroidi sono quattro piccole ghiandole che producono il PTH (paratormone) e collaborano nella regolazione del metabolismo calcio-fosforo.
In caso di insufficienza renale, la produzione di PTH aumenta perché:
Questo ormone:

  1. Riduce il fosforo nel sangue,
  2. Preleva il calcio dall’osso per aumentare il livello del calcio nel sangue.

La conseguenza dell’iperparatiroidismo secondario cronico è la riduzione della densità di calcio nelle ossa (osteoporosi).
Se il livello di fosforo è alto e il calcio è tornato ai valori normali, (il prodotto calcio (Ca) x fosforo (P) è superiore ai 65-70 mg/dl) causano l’accumulo di fosfato di calcio nei tessuti del corpo umano, per esempio:

  1. A livello del polmone, in cui possono causare problemi di diffusione dei gas
  2. Nei vasi sanguigni, si verifica la formazione di calcificazioni, quindi accelera l’aterosclerosi, in particolare nelle coronarie.

Cause di morte nei pazienti con insufficienza renale acuta

Sepsi (infezione sistemica) 29%
Sanguinamento gastrointestinale 24%
Cardiache 9%
Sanguinamento + Sepsi 6%
Insufficienza respiratoria 6%
Altro 26%

Diagnosi dell’insufficienza renale

L’insufficienza renale può essere confermata attraverso esami di laboratorio (analisi del sangue e delle urine) ed esami strumentali.
Il medico deve controllare la storia clinica del paziente, in particolare è importante sapere se è la prima volta che gli esami sono alterati.
Inoltre deve controllare la VFG (uno dei valori più importanti per la diagnosi).

Esami dell’urina IR
pre-renale
IR
intrinseca
Sodio nelle urine
(Mmol / L)
< 10 > 20-40
Osmolalità delle urine
(MOsm / L)
> 500 < 350
Urea nelle urine /
Urea nel plasma
> 8 < 3
Creatinina nelle urine /
Creatinina nel plasma
> 40 < 20
Escrezione frazionata
di sodio (%)
< 1 > 1

La concentrazione delle urine aiuta la diagnosi:

  1. In caso di insufficienza renale pre-renale, il paziente riassorbe acqua e sodio, quindi le urine sono concentrate;
  2. Se è intrinseca, il rene non riesce a concentrare le urine.

Analisi di laboratorio

L’azoto ureico (BUN) e i livelli di creatinina nel sangue sono indicatori di salute renale;
I valori di riferimento della creatinina sono:

  • Uomini adulti: 0.8-1.3 mg/dl
  • Donne adulte: 0.6-1.1 mg/dl

Per valutare la funzionalità del rene, sono necessari anche i valori dell’azotemia e della clearance della creatinina.
Valori normali di:

  • Azotemia: 8-20 mg/dl
  • Clearance della creatinina: 60-130 ml/min

Formula per il calcolo della clearance della creatinina (Cockcroft and Gault)

  • Maschi: (140 – età) x peso / (creatinina x 72)
  • Femmine: formula dei maschi x 0.85

Altri esami del sangue utili sono:

  • Emocromo
  • Pcr
  • Profilo proteico
  • Sodio, potassio, cloro, calcio e fosforo,
  • Emogasanalisi

Esami delle urine:

Per la diagnosi il medico ha bisogno di questi dati:

  1. Peso specifico: nell’insufficienza prerenale è maggiore di 1020, nell’insufficienza renale organica ha un valore compreso tra 1010 e 1012 perché il rene perde la capacità di concentrare le urine;
  2. Sedimento: presenza di globuli rossi, globuli bianchi o cilindri ialini
  3. Proteinuria
  4. Urinocoltura
  5. Il volume dell’urina;

Esami diagnostici strumentali

  1. Dopo aver controllato il sangue e l’urina, l’ecografia renale è il primo esame da fare per capire il tipo di insufficienza renale.
    Insufficienza renale ostruttiva, ecografia
    Ecografia – Insufficienza renale ostruttiva

    L’ecografia addominale serve anche per verificare la riduzione delle dimensioni del rene;

  2. La TAC o la RMN sono raccomandate per individuare la presenza di una massa anomala o un’ostruzione;
  3. Radiografia del torace per escludere le infezioni polmonari dato che nell’anziano sono molto frequenti e la sepsi può essere una causa di insufficienza renale pre-renale.
  4. ECG che mostra se il potassio ha causato dei problemi

Terapia dell’insufficienza renale

La malattia è curata dal nefrologo.
La gestione e la terapia dell’insufficienza renale acuta dipende dal tipo.
I 4 pilastri della terapia sono la correzione:

  1. Del volume circolante di sangue – infusioni di soluzione isotonica / utilizzo di furosemide (diuretico) per mantenere la diuresi,
  2. Dell’acidosi – con l’inieizione di bicarbonati, anche se spesso non è utile,
  3. Dell’iperkalemia – molto importante,
  4. Delle anomalie del sangue, ad esempio l’anemia, ma in realtà non si usano tanto.

Si consiglia in ogni caso il consulto con un nefrologo appena possibile.
All’arrivo in pronto soccorso, bisogna sospendere l’assunzione di ACE-inibitore e Metformina. Molti pazienti prendono questa medicina per il diabete, ma è controindicata in caso di insufficienza renale poiché sovraccarica i reni, dunque l’accumulo può causare l’acidosi lattica.

Se il paziente è disidratato, si somministra il fluido endovenoso per sostituire la perdita di liquidi e per idratare il corpo.

I pazienti che hanno accumulato un’elevata quantità di liquido nel corpo devono assumere i farmaci diuretici per eliminare i liquidi in eccesso.
Inoltre questi pazienti devono limitare l’assunzione di liquidi che dovrebbe essere proporzionale alla produzione di urina.

Farmaci per il controllo del potassio nel sangue
Se i reni non filtrano adeguatamente il potassio, il medico può prescrivere calcio, glucosio o sodio polistirene sulfonato.
Troppo potassio nel sangue può causare:

  1. Aritmie pericolose,
  2. Debolezza muscolare.

A causa della diminuzione dei livelli di calcio, certi pazienti hanno bisogno dell’infusione di questo sale minerale.

Insieme ai farmaci, l’alimentazione corretta per l’insufficienza renale è altrettanto importante per minimizzare l’accumulo delle tossine.

Spesso si raccomanda ai pazienti una dieta povera di proteine e di sale.

Chi soffre di insufficienza renale dovrebbe evitare o ridurre l’assunzione di alcuni farmaci come l’allopurinolo (Zyloric ®) e l’azitromicina (Zitromax ®), valaciclovir (Zelitrex ®) ed eparina.

Dieta consigliata per l’insufficienza renale

Non ci sono rimedi naturali per l’insufficienza renale, ma l’alimentazione può ridurre il sovraccarico sul rene.
L’eccessivo consumo di alimenti ricchi di proteine favorisce alcune malattie renali. Pertanto il medico consiglia di limitare l’apporto proteico.
Gli alimenti come carne, uova e prodotti lattiero-caseari dovrebbero essere evitati quanto più possibile quando si segue la dieta ideale per l’indebolimento renale.
Si consiglia anche di limitare il consumo di vegetali ricchi di proteine.
Secondo la medicina convenzionale, gli alimenti ricchi di carboidrati complessi come cereali e cibi integrali sono sicuri per la salute.

Tuttavia, secondo la medicina naturale e in particolare la dieta del gruppo sanguigno (un’alimentazione generalmente efficace per curare tante malattie), i cereali sono generalmente la causa dell’insufficienza renale. In particolare, i cereali che contengono il glutine sono i più dannosi.
Infatti, questi alimenti danneggiano il rene e non permettono una filtrazione adeguata del sangue.

Quindi, in base a questo tipo di medicina naturale, il problema non è l’eccesso di proteine, ma le maglie del filtro renale che sono troppo larghe e permettono l’uscita delle proteine.

Inoltre, il sistema immunitario può non essere compatibile con alcuni alimenti in base al gruppo sanguigno, per esempio, le persone di gruppo B generalmente non tollerano il pomodoro.

Poiché l’insufficienza renale provoca la deposizione di tossine e sali all’interno del corpo, si deve ridurre l’apporto esterno di queste sostanze.
Si dovrebbero preparare ricette a basso contenuto di sodio, altrimenti si rischia la ritenzione idrica all’interno del corpo.
I cibi ricchi di potassio e fosforo (formaggio, lievito in polvere, carne, mandorle, ecc.) devono essere mangiati in quantità minime.

Il danno renale è reversibile? Si può guarire dall’insufficienza renale?

La risposta a questa domanda dipende dallo stadio dell’insufficienza renale.
La diminuzione della funzionalità renale è reversibile.

insufficienza renale acuta, prognosi-

La rimozione dell’ostruzione che provoca l’insufficienza renale acuta, la cura del diabete e della pressione arteriosa possono invertire parzialmente i danni ai reni.
Questi metodi aiutano nella prevenzione dell’ulteriore deterioramento dei reni che causerebbe la morte. L’ultimo stadio dell’insufficienza renale è l’uremia, cioè l’accumulo di urea e sostanze azotate nel sangue.

Leggi anche:

Tipi di sclerosi multipla e cause

Tipi di sclerosi multipla SM recidivante-remittente (SM-RR) È il più tipo più frequente, è caratterizzata da attacchi o fasi di

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu