Infiltrazioni di acido Ialuronico

Le Infiltrazioni di Acido Ialuronico sono iniezioni di lubrificante che si effettuano nelle articolazioni per rimediare alla perdita di cartilagine che avviene con l’età o dopo un infortunio.

 

INDICE

 

Che cos’è l’acido ialuronico?

L’Acido ialuronico (nomi di marca Hyalgan, Hyalart, Euflexxa, ecc.) è un integratore usato per trattare l’artrosi, un disturbo che colpisce le articolazioni (giunture).

L’utilizzo più frequente è nel trattamento dell’artrosi del ginocchio, ma può essere iniettato tra il polso e la mano per la Rizoartrosi o nell’anca per la Coxartrosi.

Infiltrazioni di Acido Ialuronico

Infiltrazioni di Acido Ialuronico

In questi due casi serve un controllo ecografico per localizzare il punto esatto in cui infiltrare l’Acido Ialuronico.
Le iniezioni si possono effettuare anche sulla spalla, ma generalmente questa articolazione è meno sollecitata perché non deve sorreggere il peso del corpo.
In un articolazione normale, lo strato di cartilagine copre le estremità delle ossa.
La cartilagine aiuta lo spostamento delle ossa senza intoppi e lubrifica le estremità delle ossa. Nell’artrosi, la cartilagine si consuma e diventa sottile.
Questo processo toglie la protezione dalle estremità della ossa e l’articolazione perde la sua capacità di muoversi agevolmente.

L’acido ialuronico si trova naturalmente nelle articolazioni e in altre parti del corpo.
All’interno dell’articolazione, è presente nella cartilagine e nel liquido sinoviale che lubrifica le giunture per potersi muovere senza attrito.
In caso di artrosi, l’acido ialuronico diventa più sottile e non è più in grado di lubrificare la giuntura.

Le Iniezioni di acido ialuronico sintetico nelle articolazioni colpite da condropatia possono migliorare lo scorrimento delle ossa.
Di solito, le infiltrazioni di questo integratore sono prescritte a pazienti con artrosi del ginocchio se gli altri trattamenti non hanno tolto il dolore al ginocchio.
Le articolazioni sono come degli ingranaggi, funzionano meglio se sono ben lubrificate.
Una giuntura sana contiene una sostanza chiamata liquido sinoviale per lubrificare e permettere alle ossa di scivolare una sull’altra con il minimo attrito.
Il liquido sinoviale agisce anche come un ammortizzatore.
L’acido ialuronico è una sostanza fondamentale contenuta nel fluido sinoviale, ma si disgrega nei pazienti con artrosi.
La perdita di acido ialuronico contribuisce a dare rigidità e dolore articolare al ginocchio.

 

L’infiltrazione di acido ialuronico allevia i sintomi dell’artrosi?

Le Iniezioni di acido ialuronico (noto anche come viscosupplementazione) sono approvate dal “Food and Drug Administration” (FDA) per il trattamento dell’artrosi del ginocchio, anche se alcuni medici utilizzano questa terapia su altre articolazioni, come l’anca e la caviglia.
Gli studi sulle iniezioni di acido ialuronico hanno prodotto raramente dei risultati deludenti, molti medici che trattano l’artrosi affermano che le prove scientifiche e l’esperienza clinica mostrano che una puntura al ginocchio può dare molto sollievo.
Inoltre, le ricerche di laboratorio e cliniche suggeriscono che l’azione dell’acido ialuronico non è solo quella di lubrificare una giuntura che scricchiola, ma può fare molto di più.
L’infiltrazione di acido ialuronico può essere utile dopo l’intervento di meniscectomia totale perché il menisco favorisce lo scorrimento delle ossa e protegge la cartilagine.

 

Artroscopia di ginocchio,menisco,meniscectomia,mediale

Quali sono le indicazioni per le infiltrazioni di acido ialuronico?

All’inizio, l’idea di usare l’Acido Ialuronico per curare l’artrosi è stata proposta 70 anni fa dallo scienziato ungherese Endre A. Balasz.
Nel 1987 i trattamenti con Acido Ialuronico erano utilizzati all’estero, anche se il primo integratore a base di Acido Ialuronico disponibile negli Stati Uniti è stato approvato dalla FDA 10 anni più tardi, si chiama Hyalgan.
Ora ci sono cinque trattamenti di Acido Ialuronico per l’artrosi del ginocchio in uso negli USA.
La maggior parte degli integratori sono costituiti da una materia prima sorprendente, sono prodotti con le creste di gallo o di gallina, mentre l’Euflexxa deriva da batteri.

Le Iniezioni di Acido Ialuronico sono un opzione di trattamento che i medici possono prescrivere quando:

  • il paziente non è più in grado di controllare il dolore dell’artrosi con ibuprofene o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).
  • Il paziente non può tollerare i farmaci (che possono causare effetti collaterali come irritazione allo stomaco, problemi di emorragie e danni ai reni).

Il tipo di trattamento per l’acido ialuronico prevede un iniezione a settimana nell’articolazione per tre-cinque settimane. Molti pazienti hanno sollievo dal dolore con questa terapia.

Quali marche di acido ialuronico si possono acquistare?

L’obiettivo delle iniezioni di acido ialuronico è sostituire alcuni alimenti naturali che sono stati persi.
La procedura è semplice. L’acido ialuronico è iniettato direttamente nella cavità intorno all’articolazione del ginocchio.
Un tipico ciclo di trattamento è: una sola iniezione a settimana per tre-cinque settimane.
L’infiltrazione di acido ialuronico è stata approvata dalla FDA per le persone con artrosi al ginocchio, ma a volte si effettua in altre articolazioni con buoni risultati.

Artrosi al ginocchio,cartilagine,acido ialuronico

Ci sono diverse marche di acido ialuronico tra cui:

  • Euflexxa
  • Hyalgan (basso peso molecolare)
  • Hyalart
  • Hyalubrix
  • Synvisc-One (alto peso molecolare)

 

Trattamento con  infiltrazioni di acido ialuronico

Se l’articolazione del ginocchio è gonfia (con edema), il medico aspira i liquidi in eccesso prima di iniettare l’acido ialuronico.
Di solito, questo può essere fatto nella stessa seduta, con un solo ago iniettato nella giuntura, anche se alcuni medici preferiscono utilizzare due siringhe separate.
In base al prodotto utilizzato, si effettuano da 3 a 5 punture per alcune settimane.

Le infiltrazioni si possono effettuare in uno studio medico, non è necessario recarsi in ospedale nel reparto di ortopedia.

 

Tecnica di iniezione

L’acido ialuronico può essere venduto in fiale da 2Ml (una sola iniezione per fiala) oppure in siringhe pre-riempite.
La frequenza raccomandata per ogni iniezione è una alla settimana per cinque settimane con Hyalgan, mentre una sola infiltrazione a settimana per tre settimane con Hyalubrix o Synvisc-one.
Un ulteriore ciclo di viscosupplementazione può essere effettuato dopo sei mesi.

Nell’articolazione del ginocchio l’iniezione si può eseguire in due modi diversi.

  1. Il paziente si sdraia supino sul lettino con il ginocchio flesso a 90 gradi circa.
    In questa posizione, le parti interna ed esterna dell’articolazione possono essere palpate facilmente come fossette all’interno o all’esterno del polo inferiore della rotula. In questo caso l’ingresso nell’articolazione è sotto la patella, ai lati dell’origine del tendine rotuleo.

  2. In alternativa il paziente si sdraia supino con il ginocchio esteso, l’articolazione del ginocchio può essere infiltrata in questa posizione. Il punto in cui si effettua la puntura è tra il femore e il margine superiore ed esterno della rotula, ma si possono scegliere altre aree del ginocchio vicine ai bordi della patella.
    Con questo approccio (ginocchio in posizione estesa), generalmente l’ago è diretto sotto la rotula.

 


Risultati

L’infiltrazione di Acido Ialuronico può essere utile per i pazienti che hanno eseguito altre terapie, ma senza benefici.
È più efficace se l’artrosi è nella fase iniziale (da lieve a moderata). Alcuni pazienti possono sentire dolore nel punto dell’iniezione, raramente le infiltrazioni possono causare un aumento del gonfiore.
L’efficacia a lungo termine delle iniezioni di Acido Ialuronico non è ancora nota, c’è una ricerca continua in questo settore.
Se l’artrosi non risponde bene alla cura o se si sta cercando di ritardare l’intervento chirurgico, è possibile discutere questa opzione con l’ortopedico.

 

Costo

Il costo dell’acido ialuronico è abbastanza elevato. Il prezzo medio in farmacia per cinque fiale va dai 150 ai 250€ (30/50€ per fiala).
Per un pacchetto di tre siringhe pre-riempite, il prezzo medio all’ingrosso va da 150 a 200€.

 

Effetti delle infiltraizoni di acido ialuronico

Le iniezioni di questa sostanza hanno dimostrato di alleviare il dolore a molti pazienti che non hanno avuto sollievo da altri rimedi o farmaci analgesici.
La tecnica è stata utilizzata in Europa e in Asia per diversi anni, ma il “US Food and Drug Administration” non ha approvato fino al 1997, inoltre l’approvazione è solo per il trattamento dell’artrosi del ginocchio.
Oggi, sono disponibili in commercio diversi tipi di fiale a base di acido ialuronico.


Effetti immediati
L’acido ialuronico non ha un effetto immediato come antidolorifico.
Si può notare una reazione locale, come dolore, calore e lieve gonfiore subito dopo l’infiltrazione.
Generalmente, questi sintomi durano poco.
Si consiglia di applicare un impacco di ghiaccio nel caso in cui si formi un infiammazione.
Per le prime 48 ore dopo l’iniezione, si dovrebbe evitare un carico eccessivo sulla gamba, come stare in piedi per lunghi periodi, fare jogging o sollevare carichi pesanti.

Effetti a lungo termine
Dopo la prima iniezione si può sentire meno dolore al ginocchio.
L’acido ialuronico sembra avere proprietà da anti-infiammatorio e antidolorifico.
Le iniezioni possono anche stimolare l’organismo a produrre più acido ialuronico nelle articolazioni.

Quante infiltrazioni di acido ialuronico bisogna fare? Ogni quanto tempo?

La durata dell’effetto delle iniezioni è di diversi mesi, generalmente le cure prevedono 3 iniezioni all’anno oppure ogni 6 mesi.

 

Le infiltrazioni di acido ialuronico sono dolorose?

No, sono leggermente fastidiose, meno di una puntura nel gluteo, tuttavia i pazienti che hanno già un forte dolore al ginocchio possono sentire un po’ di dolore durante la penetrazione.

 

Quali precauzioni sono necessarie?

Dopo l’iniezione

• Si raccomanda di evitare le attività faticose (ad esempio sport di alto impatto come jogging o tennis) oppure stare in piedi per un periodo prolungato, per circa 48 ore dopo la puntura.

Infezione

• Le iniezioni di acido ialuronico non possono essere effettuate se c’è un‘infezione nell’articolazione o una malattia della pelle intorno alla zona dove si effettua l’infiltrazione.

Circolazione

• Le Iniezioni di acido ialuronico non si possono effettuare in caso di disturbi della circolazione nelle gambe.
• Si deve informare il medico in caso di gonfiore importante o coaguli di sangue nelle gambe (trombosi venosa).

Controindicazioni


Rispetto alle infiltrazioni di cortisone, l’acido ialuronico è quasi privo di controindicazioni, per questo questa terapia si effettua molto spesso.

Allergia

• Le iniezioni di acido ialuronico non si possono fare se c’è stata una reazione allergica a prodotti a base di acido ialuronico.
• Bisogna informare il medico in caso di allergia a prodotti derivati dagli uccelli come piume, uova e pollame.

Interazioni con altri farmaci

• Si deve informare lo specialista e il medico di base su tutti i farmaci che si assumono. Questi comprendono anche i farmaci da banco e i prodotti naturali che si comprano in erboristeria.
• Si deve dire al medico anche la terapia già eseguita per l’artrosi.

Quando si vede un altro medico bisogna spiegare la propria storia clinica, se si è incinta o in fase di allattamento.

• L’Acido ialuronico non è stato testato in donne incinte o che stanno allattando al seno.
• È importante informare il medico se c’è l’intenzione di rimanere incinta.

 


Effetti collaterali delle infiltrazioni di acido ialuronico

Insieme ai risultati sperati, i farmaci possono causare alcuni effetti indesiderati.
Se si verificano degli effetti indesiderati è possibile aver bisogno di cure.
Verificare immediatamente con il medico o l’infermiere se si verifica uno dei seguenti effetti collaterali:

Più frequenti:

  • Difficoltà nei movimenti
  • Dolore muscolare o rigidità
  • Dolore alle articolazioni

Meno frequenti:

  • Gonfiore
  • Arrossamento dell’articolazione.

Rari :

  • Emorragie,
  • Formazione di vesciche,
  • Calore,
  • Sensazione di freddo,
  • Alterazione del colore della pelle,
  • Sensazione di pressione,
  • Orticaria,
  • Infezione,
  • Infiammazione,
  • Prurito,
  • Intorpidimento,
  • Dolore,
  • Eruzione cutanea,
  • Rossore,
  • Indolenzimento,
  • Gonfiore,
  • Formicolio,
  • Ulcerazione
  • Calore nel punto in cui è avvenuta l’iniezione.

Altri effetti collaterali non elencati possono verificarsi in rarissimi casi.

Se si notano altri segni o sintomi, bisogna rivolgersi al medico.
Alcuni effetti indesiderati possono verificarsi ma non necessitano di una visita medica.
Questi effetti collaterali possono passare durante il trattamento appena il corpo assorbe la medicina.
Inoltre, il medico può essere in grado di spiegare in che modo prevenire o ridurre alcuni effetti indesiderati.

 

 

38 comments on “Infiltrazioni di acido Ialuronico
  1. Massimo Defilippo ha detto:

    Bisogna capire se c’è gonfiore, se c’è la cisti di baker gonfia oppure se è più latearle e quindi è più una tendinite.
    Ci sono esercizi per l’anca e per il piede che possono aiutarti.
    Altrimenti dovresti fare delle manipolazioni.

  2. francesca filippini ha detto:

    Buongiorno!Il 20 agosto ho fatto la seconda e ultima infiltrazione di acido ialuronico al ginocchio a causa della cartilagine consumata (al secondo stadio ).Quindici giorni fa sono andata al controllo e il medico mi ha detto che ero migliorata guardando l ‘ ecografo( anche se testandomi con 30 minuti di corsa accusavo un dolore dietro il ginocchio ) e quindi di avere ancora pazienza e che una terza infiltrazione non sarebbe servita. Ieri e stamane mi sono ancora testata con 30 minuti di corsa e ho ancora dolore.Un consiglio , grazie!Francesca

  3. francesca ha detto:

    Buongiorno !avendo la cartilagine un po’ “consumata”(secondo grado) il medico sportivo mi ha fatto 2 infiltrazione di acido ialuronico Supartz al ginocchio.L’ ultima il agosto 20.Dieci giorni fa sono andata al controllo e mi ha detto guardando l’ecografo che sono migliorata e che quindi non sarebbe servita una terza infiltrazione nonostante un dolore ancora presente (quello dietro al ginocchio)anche durante le mie corse di 30 minuti per testarmi. Stamane(dopo che sono stata ferma 10 giorni) ho corso 30 minuti e il dolore c’è ancora. Mi chiedo come mai e se è normale dopo tutto questo tempo avvertire ancora dolore e in caso cos’ altro posso fare per correre come prima Ormai mi sembra quasi impossibile! Grazie Francesca.

  4. Lorenzo,
    Al tuo posto, io agirei su diversi fronti.
    Se l’infiltrazione non fosse sufficiente, si può ripetere.

    Se il tono muscolare è molto minore, dopo due anni non è così normale.
    Io farei molti esercizi di rinforzo seguito da un fisioterapista nella prima fase. Dopo puoi continuare in palestra da solo.
    Bisogna recuperare il tono muscolare e il controllo neuromotorio (per semplificare diciamo la coordinazione).

    Io starei attento alla dieta, in particolare ad alcuni alimenti che possono causare problemi e infiammazione, cioè i cereali e i latticini.
    Non è facile perché quando gli amici vanno in pizzeria dovresti prendere un pesce con le verdure, ma è possibile.
    Io li ho abbandonati da anni e la mia salute generale è migliorata tantissimo.

  5. Lorenzo ha detto:

    Salve dottore,
    due anni fa mi è stata rimossa la plica sinoviale del ginocchio sinistro a seguito di alcune analisi (risonanze ed rx) che hanno evidenziato una condropatia rotulea. Dopo l’operazione la situazione è migliorata (prima non riuscivo neanche a correre) ma non abbastanza da permettermi di tornare all’attività sportiva agonistica (pallacanestro). Ho provato una sola infiltrazione di Synvisc-one su consiglio dell’ortopedico ma non ho avuto nessun effetto benefico. Devo dire definitivamente addio allo sport o dovrei riprovare con il trattamento, magari concludendo un ciclo di iniezioni?

    Per completezza, al momento dell’unica infiltrazione fatta, il tono muscolare della gamba era nettamente inferiore allo stato attuale (differenza di 12 cm di circonferenza della coscia tra destra e sinistra).

    Grazie.

  6. Giovanni,
    è raro aver fastidio per l’infiltrazione dopo un mese, ma tutto è possibile.
    Non abbiamo mai usato questo farmaco, ci sono tante altre medicine che non hanno il cortisone.
    Secondo me una sola infiltrazione non è sufficiente.
    Stai facendo gli esercizi?

  7. Carlo,
    Le reazioni allergiche sono veloci e non durano 2 mesi.
    Se l’infiltrazione era di acido ialuronico non dovrebbe averti causato questo dolore.
    Del resto, se hai fatto la RMNn, significa che qualcosa avevi già.
    C’è sempre da valutare bene il ginocchio, cosa che a distanza non riesco a fare, ma dopo 2 mesi di esercizi dovresti stare meglio.
    Forse è il caso di far valutare di nuovo il ginocchio per capire cosa provoca i sintomi, eventualmente un altra visita o consulenza.

  8. Giovanni ha detto:

    Gentile/i Dottori, ho 31 anni e di recente mi è stata fatta in seguito di condropatia femoro-rotulea, un’infiltrazione di acido ialuronico CINGAL 4ML, dopo 1 mese ho ancora qualche fastidio post infiltrazione e leggendo il foglietto del farmaco ho notato:”Ogni ml di Cingal contiene 22 mg/ml di acido ialuronico cross-linkato (HA) e 4,5 mg/ml di triamcinolone esacetonide (TH) ad azione ancillare”. Non essendo esperto in materia, ho cercato cosa fosse il (TH) e con molta preoccupazione leggo trattasi di cortisone. Mi è stata presentata dall’ortopedico come infiltrazione di acido ialuronico, mi devo preoccupare?

  9. Carlo ha detto:

    Salve Dottore, ad aprile ho fatto un’infiltrazione di acido ialuronico in un’unica seduta poiché tramite una risonanza mi è stata diagnosticata una sindrome femore rotulea. Io mi sono fidato dell’ortopedico anche se i sintomi erano sporadici e poco frequenti. Adesso mi ritrovo a distanza di due mesi con un continuo fastidio tra il femore e la rotulea, nonostante non ci fossero problemi di gonfiore. Sto facendo tutti i giorni gli esercizi indicati per questa sindrome, ma il continuo fastidio mi accompagna per l’intera giornata in questi 2 mesi. Da ignorante in materia, visto che anche passando la mano nel punto il bruciore aumenta, mi sembra una reazione di ipersensibilità al farmaco, anche se non sono presenti arrossamenti. Sono molto preoccupato, lei pensa che quando il farmaco finirà di fare effetto, smetterà di darmi fastidio e tornerà alla normalità come prima dell’infiltrazione? Non voglio pensare che quest’ultima mi abbia creato un danno permanente. Grazie in anticipo per la risposta

  10. Mary, una infiltrazione non è tanto e comunque si tratta di una buona terapia.
    La cosa più importante è migliorare l’alimentazione perché ci sono cibi pro-infiammatori (cibo grasso, cibo spazzatura e alcuni tipi di carne) e altri antinfiammatori (frutta e verdura, pesce e legumi, con poche eccezioni).
    Inoltre, l’attività fisica regolare è fondamentale, anche una passeggiata al giorno può aiutare.
    Consiglio anche il nuoto.

  11. mary bruna ha detto:

    Buona sera vorrei chiedere mio figlio di 33anni a causa di un incidente avvenuto 23anni fa si ritrova con artrosi al ginocchio e x di più compromesso da dover mettere protesi al ginocchio. Purtroppo data la sua giovane età l ortopedico..vuole rimandare più che può..x cui dopo antinfiammatori x bocca ed integratori. senza nessun risultato li ha dovuto fare un infiltrazionè di acido ialuronico…da ripetere dopo sei mesi…Ma anche questo dopo una settima senza nessuna miglioria..Cosa ne pensa??Grz anticipatamente

  12. Bhe, considera che l’acido ialuronico è indicato per problemi di cartilagine, non per problemi ossei.
    Non è ben chiaro cosa intende per areole erosive al condilo femorale mediale, ma se hai perso la cartilagine puoi parlarne con il medico che ti indirizzerà allo specialista giusto nella tua zona.

  13. Nicolò ha detto:

    Buongiorno,
    scrivo qui per chiedere un parere sulla mia condizione.
    Sono un ragazzo di 25 anni e pratico il calcio a livello agonistico. In seguito ad una operazione di ricostruzione di LCA del ginocchio mi sono state diagnosticate delle “areole erosive” al condilo femorale mediale. I sintomi che avevo erano dei dolori durante il carico. Mi è stato detto di fare magneto-terapia, cicli di camera iperbarica e punture di “clodil” ma poco-nulla è cambiato. Delle infiltrazioni di acido ialuronico potrebbero aiutare a risolvere il problema?
    Grazie in anticipo.

  14. Andrea,
    per migliorare la circolazione nella zona hai bisogno di movimento.
    Secondo Still, il padre dell’osteopatia, dove non arriva abbastanza sangue si sviluppano disturbi, malattie e dolore.
    Quindi si, cammina anche se senti dolore, se la diagnosi è corretta non fai danni, poi mi raccomando gli esercizi specifici.
    Trovi qualcosa anche nel mio sito se cerchi: sindrome femoro-rotulea

  15. Andrea ha detto:

    Dr. Massimo Defilippo la ringrazio per la pronta risposta. Vorrei chiederle un ultimo chiarimento. Prima dell’infiltrazione avevo un piccolo fastidio molto altalenante nella zona femoro-rotulea, in alcuni periodi neanche si presentava. Il fatto che dopo l’infiltrazione a distanza di un mese sento tutto infiammato anche quando sono a letto la notte è perché l’acido ialuronico lubrifica e stimola la zona? Al momento appena cammino l’infiammazione aumenta, lei mi consiglia ugualmente di riprendere la normale attività? Perché pensavo di non dover fare esercizi durante l’infiammazione. Scusi ancora per l’insistenza.

  16. Andrea, non so chi ti abbia detto di stare a riposo totale, ma non va assolutamente bene.
    Anzi, in caso di sindrome femoro rotulea la prima cosa da fare è il rinforzo del quadricipite, quindi è normale un peggioramento.
    Si tratta di un disturbo causato dal cattivo allineamento della rotula in fase di piegamento del ginocchio.
    La correzione meccanica consiste nel rinforzo del muscolo vasto mediale che “tira” la rotula nella sua sede normale.
    Ora, dovresti riprendere a fare la vita normale e dovresti seguire un programma di riabilitazione consigliato da un fisioterapista.
    Dopo la fase iniziale puoi continuare da solo in palestra.
    Attenzione ai cereali e all’eccesso di carboidrati e zuccheri nella dieta, attento anche al miele e alla frutta. Il corpo può avere delle reazioni avverse in caso di ingestione di carboidrati e zuccheri se non li smaltisci con l’esercizio fisico.

  17. Andrea ha detto:

    Salve, sono un ragazzo di 30 anni, 1 mese fa (24 aprile di preciso) l’ortopedico mi ha fatto un infiltrazione di acido ialuronico (4ml Cingal) a causa di una condropatia femoro rotulea. Nella prima settimana ho avuto il ginocchio gonfio, dopo una settimana si è sgonfiato ma l’infiammazione interna nella zona femoro rotulea è rimasta tutt’ora e sinceramente è molto peggiore in confronto al fastidio che avevo prima dell’infiltrazione che era sopportabile e non continuativo. Dopo 3 settimane dall’infiltrazione sono stato dall’ortopedico che mi ha rassicurato sul fatto che è una reazione nella norma in seguito alla grande quantità di farmaco applicato in un’unica seduta. Io in questo mese sono stato praticamente a riposo totale, ora sono un po’ demoralizzato, devo preoccuparmi o con il passare del tempo l’infiammazione sparirà? Grazie in anticipo

  18. Carlo,
    Mi dispiace, non ho questa informazione, ha provato a leggere il foglietto illustrativo? Lo sò che c’è tanto testo scritta in piccolo, ma per informazioni così dettagliate ci vuole un documento del produttore.

  19. carlo ha detto:

    Buongiorno dovrei fare delle infiltrazioni con donegal,mi sapreste dire che peso molecolare ha?

  20. Alba,
    cambia la quantità di sostanza all’interno.
    Gli ortopedici che lavorano nel mio ambulatorio consigliano lo Hyalubrix perché avendo una quantità di sostanza maggiore si possono fare solo 3 infiltrazioni, mentre con lo Hyalgan spesso si fanno 5 iniezioni.
    Generalmente sono terapie che si ripetono ogni 6 mesi oppure ogni anno, quindi puoi provare una fiala e vedere come va.
    Se ha funzionato bene, altrimenti la prossima volta puoi provarne un altro.

  21. alba ha detto:

    buongiorno vorrei sapere la differenza tra Hyalubrix, Hynovis e Hyalgan …. non so quale fare e il mio medico ha detto che posso scegliere io

  22. Redaelli,
    Purtroppo non ci sono certezze.
    Alcuni riescono a non opearsi perché con il tempo e le terapie l’infiammazione passa.
    Il menisco degenera, ma il ginocchio non fa male.
    In altri casi, soprattutto se il ginocchio si blocca durante il movimento, le terapie non sono sufficienti e quindi il paziente di solito si opera.
    Ti consiglio di fare gli esercizi di riabilitazione, seguire un’alimentazione naturale antinfiammatoria.
    Eventualmente il medico può prescriverti anche una terapia strumentale (per esempio la magnetoterapia), se non hai controindicazioni.
    Una sola infiltrazione di acido ialuronico potrebbe non essere sufficiente e forse l’ortopedico te ne consiglierà altre due.

  23. Redaelli Gianni ha detto:

    Ho 67 anni ho avuto una lesione o rottura al menisco il mio medico ortopedico mi ha fatto un infiltrazione di acido ialuronico piu cortisone dovrebbe andare a posto senza intervento dopo quanto tempo posso camminare e fare le cose normali di tutti i giorni grazie.

  24. Giuseppe,
    A volte può capitare qualche paziente che ha una reazione allergica o una risposta negativa all’infiltrazione.
    Io sono controcorrente rispetto al tuo ortopedico perché dopo 8 giorni non vedo l’indicazione del ghiaccio che di solito si usa nelle infiammazioni acute.
    Ti consiglio di leggere qui:
    http://www.fisioterapiarubiera.com/cura/ghiaccio-per-l-infiammazione/

    Cosa fare? Bhe, se hai avuto una risposta negativa e a 45 anni ti sei già rivolto all’ortopedico per delle infiltrazioni, secondo me bisogna riflettere un attimo sulla causa perché non puoi andare avanti ad infiltrazioni tutta la vita.
    Considera che le allergie derivano spesso da quello che mangiamo. Tutti pensano che la causa siano le sostanze volatili o gli acari o il nichel. In realtà, generalmente con un alimentazione corretta tutti questi allergeni non danno più reazioni.
    E’ un test che non costa niente e possono farlo tutti.
    Basta saltare la cena o un giorno di digiuno per vedere se i sintomi dell’allergia migliorano.
    Dopo questo test, io consiglio di eliminare i cereali (pane, pasta, pizza, riso, miglio, ecc.) perché sono graminacee, hanno un alto indice glicemico e facilmente ingrassano.
    Poi latte e latticini, infine il caffè e le bevande stimolanti (tè, caffè, ecc.)
    Su questo argomento parlo anche per esperienza personale.

    Il ginocchio risente molto del peso, non so se sei sovrappeso, in tal caso dovresti cercare di dimagrire.
    Ti consiglio anche di pedalare in bicicletta, anche se lentamente, ma le articolazioni hanno bisogno di movimenti per lubrificare la cartilagine.
    Non aver paura a muoverti, il corpo umano non è fatto per stare a riposo.

    Probabilmente i medici ti avranno detto l’opposto di quello che ho scritto, ora tocca a te pensare se le mie spiegazioni sono oggettive e convincenti oppure no.

  25. Giuseppe ha detto:

    Ho eseguito una infiltrazione ad ambedue le ginocchia di Hyalubrix (ho 45 anni) ma soprattutto nel ginocchio dx avverto dopo 8 giorni dolenzia lieve e forte senso di pressione. Da 4 giorni sto prendendo un antiffiammatorio e applico ghiacchio ma con scarsi risultati. Ogni tanto avverto in ambedue le ginocchia anche una sensazione di bruciore. Al PS dove ho eseguito una RX dopo 4 giorni dalke infiltrazioni hanno detto che non vedevano infezione. L’ortopedico dice di continuare con ghiaccio e antiffiammatorio. Sono preoccupato perché prima delle infiltrazioni a riposo non avevo alcun sintomo. Cosa devo fare?

  26. Matteo, naturalmente ognuno risponde diversamente. Se l’effetto è durato poco i casi sono due:
    1) La dose non era sufficiente, quindi dovresti chiedere al tuo medico se è il caso di farne ancora. Scrivi che hai fatto una sola infiltrazione, generalmente noi ne facciamo 3/5. Vedo che gli ortopedici nella nostra zona consigliano quel numero di sedute.
    2) La terapia non era adatta, ma se per un po’ ti ha fatto stare meglio significa che qualcosa ha fatto.
    Anche se non l’hai scritto, suppongo che si tratti di un ginocchio.

    E’ importante fare l’attività fisica che riesci, compatibilmente con il dolore.
    Ci sono anche altre terapie e ti consiglio anche di seguire una dieta sana con alimenti “antinfiammatori”, cioè frutta e verdura cruda, frutta con guscio, patate, ecc.

  27. Matteo ha detto:

    Salve

    Ho fatto un infiltrazione di acido ialuronico di 80 mg (4ml) in una unica soluzione che dovrebbe durare circa 12 mesi
    Ora dopo un iniziale benessere,sono riaffiorati.i.vecchi dolori che avevo prima..
    Come mai?
    L’effetto dell’acido è già esaurito,o come qualcuno mi ha detto l’effetto deve ancora estendersi?
    Inizio ad essere un pò sfiduciato ricomparendo il dolore che avevo prima….
    Grazie

  28. Gian,
    Generalmente l’ortopedico prescrive il farmaco in base a diversi parametri, tra cui l’età.
    Il Synvisc è prescritto spesso ai giovani e adulti, mentre per gli anziani vediamo soprattutto prescrizioni di hyalubrix o hyalart.
    Tuttavia alcuni ortopedici fanno prescrizioni personalizzate in base ai loro risultati.

    La differenza di prezzo è generalmente basata sulla quantità di liquido e di principio attivo nella fiala.
    Considera che in certi casi si fanno anche 5 infiltrazioni.
    Non ho mai visto terapie composte da 1 sola infiltrazione.
    In ogni caso, tra una seduta e l’altra deve passare una settimana, quindi è possibile aspettare alcuni giorni per valutare il risultato, se una sola iniezione fosse sufficiente, tanto meglio.

    Alcuni pazienti fanno un ciclo di 3 iniezioni all’anno, mentre altri lo ripetono dopo 6 mesi in base ai sintomi.

    Generalmente, non sono favorevole alla protesi di ginocchio, prima consiglio sempre di valutare una modifica della dieta (evitare gli alimenti pro-infiammatori), la perdita di peso e un programma regolare di esercizio fisico.
    Questi cambiamenti dello stile di vita e alimentazione possono dare risultati ottimi.

  29. Gian ha detto:

    Salve, è vero che prodotti a base di acido ialuronico ad alto peso molecolare danno risultati migliori e più duraturi rispetto ai prodotti a basso e medio peso molecolare? Sarei interessato a farne con il Synvisc-one (p.m. 6 milioni Dalton). Sul sito c’è scritto che la fiala è da 6 ml e si può fare un’iniezione sola ogni 6 mesi. Lei invece vedo che consiglia di farne una a settimana per tre settimane? Nel caso di situazioni al ginocchio gravemente compromesse (necessità di fare protesi, ma impossibilità per gravi problemi cardiaci), lei ritiene sia meglio un prodotto a p.m. molto alto che si inietta solo una volta ogni 6 mesi o prodotti a p.m. decisamente più basso (1,5/ 2 milioni Dalton) da iniettare più volte nel corso dello stesso periodo? Grazie

  30. Alessandro, io sono contrario ai farmaci in generale, ma ho visto che le infiltrazioni di acido ialuronico nell’articolazione hanno dati buoni effetti e poche controindicazioni.
    Non avendo altri dati non riesco ad aiutarti nella diagnosi, anche se ti consiglio esercizi, attività fisica e una dieta naturale.
    Tante volte pensiamo di poter fare quello che vogliamo durante il giorno perché c’è la pillolina che risolve tutto, ma non è così.
    Tuttavia, una sola iniezione non è sufficiente per me, quindi ne farei almeno 2 prima di dire che è inutile.

  31. Alessandro Sanguineti ha detto:

    Ho fatto una doppia infiltrazione di acido ialuronico ad entrambe le ginocchia un 15 giorni fa ma senza nessun beneficio. Ha senso farne altre visto che due costano 275€?

  32. Raffy, io non lo userei, sono due cose diverse.
    Non conosco ortopedici e fisiatri che lo facciano e non conosco studi sull’efficacia di questo prodotto.

  33. raffy ha detto:

    è possibile usare lo ialunorato di sodio al posto dell’acido ialuronico nelle infiltrazioni a ginocchio?Grazie

  34. Angela,
    non ci sono controindicazioni ad effettuare le infiltrazioni ad entrambe le ginocchia contemporaneamente.
    Il paziente esce tranquillamente dall’ambulatorio senza dolore, tranne rari casi in cui c’è una reazione allergica temporanea.

  35. Angela ha detto:

    Si può fare l’infiltrazione di acido ialuronico (in un’unica dose) in tutte e due le ginocchia contemporaneamente, o è meglio distanziarle? E di quanto? grazie

  36. Claudia, nessuno dei miei pazienti si è mai lamentato per il dolore con queste infiltrazioni, credo che l’ago sia piccolo e sentirai solo fastidio.

  37. Claudia Guarnieri ha detto:

    Le infiltrazioni di acido ialuronico per rizoartrosi, sono dolorose ? Dovrei farle, ma mi hanno messo molta paura in merito a causa del forte dolore che si può provare durante l’iniezione. Grazie.

  38. Vincenzo Ammirati ha detto:

    bravi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?