Acufeni – cura e rimedi naturali

Last updated on giugno 19th, 2018 at 10:02 pm

L’acufene (noto come ronzio nell’orecchio) è un disturbo caratterizzato dalla sensazione di ronzio nell’orecchio senza l’esistenza di un suono esterno.

INDICE

Anche se è definito come un ronzio, può essere notevolmente diverso da persona a persona.
In alcuni casi, può anche essere un suono simile a:

  • Un bisbiglio,
  • Un mormorio,
  • Un sibilo,
  • Un fischio,
  • Un rumore battente.

Non è una malattia, ma un sintomo di alcune patologie sottostanti come:

L’acufene può avere origine in tre sezioni:

  • Orecchio esterno, medio o interno;
  • Il nervo acustico che collega l’orecchio interno al cervello;
  • La parte del cervello che elabora il suono.

Inoltre, può capitare in una o in entrambe le orecchie.

 

Terapia medica per gli acufeni

Sintomi degli acufeni e curaPer curare gli acufeni, il medico prova innanzitutto ad identificare una malattia curabile sottostante che può essere associata ai sintomi.
Se l’acufene è dovuto ad una malattia, il medico può consigliare:

  • Rimozione del cerume. Rimuovere il cerume può diminuire i sintomi degli acufeni.
    Se il cerume in eccesso è la causa, si può curare ripulendo il cerume con lavaggio o un dispositivo di aspirazione.
  • Uso di tappi per le orecchie: una persona può soffrire di acufene a causa del rumore eccessivo. Quindi, si consigliano i tappi per le orecchie.
  • Gocce per l’orecchio: una persona con un’infezione all’orecchio può anche avere l’acufene. Per la cura, i medici consigliano delle gocce per l’orecchio che contengono l’idrocortisone o degli antibiotici per via orale. Queste aiutano ad alleviare il prurito e il ronzio nell’orecchio. Si consiglia di consultare un medico prima di iniziare una terapia.
  • Curare una malattia dei vasi sanguigni. Le malattie vascolari sottostanti possono essere curate con farmaci, un’operazione chirurgica o un’altra terapia per affrontare il problema.
  • Cambiare il farmaco. Se un farmaco sembra essere la causa degli acufeni, il medico può consigliare di smettere o ridurre l’assunzione del medicinale oppure di passare ad un farmaco diverso.
  • Terapia Laser: il laser è un macchinario che aumenta il metabolismo cellulare a livello del tessuto connettivo e del sistema immunitario.
    Il raggio laser stimola la produzione di energia nelle cellule e la conseguenza è la rigenerazione del tessuto danneggiato.
  • Operazione chirurgica: quando si ha un problema di acufene cronico o quando esso è dovuto a un tumore benigno, è possibile optare per un intervento chirurgico per la guarigione completa.

 

Cura farmacologica per gli acufeni

I farmaci non possono curare l’acufene, ma in alcuni casi possono aiutare a ridurre la gravità dei sintomi o delle complicazioni.
I medicinali possibili comprendono:

Gli antidepressivi triciclici come il Laroxyl e il Noritren. Tuttavia questi farmaci si usano generalmente solo per l’acufene grave poiché possono causare degli effetti collaterali fastidiosi, tra cui:

Lo Xanax può aiutare a ridurre i sintomi dell’acufene, ma tra gli effetti collaterali ci sono:

Può anche creare assuefazione.

 

Eliminazione del rumore degli acufeni

In alcuni casi il rumore chiaro può contribuire a sopprimere il suono così è meno fastidioso.
Il medico può consigliare di utilizzare un dispositivo elettronico per sopprimere il rumore.
I dispositivi sono:

Macchine per il rumore chiaro. Questi dispositivi (che producono suoni ambientali come la pioggia che cade o le onde dell’oceano) sono spesso una terapia efficace per l’acufene.
Una persona potrebbe provare una macchina per il rumore bianco con degli altoparlanti nel cuscino che aiutano a dormire.

È possibile utilizzare il computer e collegarsi a siti che generano rumori bianchi come:

Per coprire il rumore interno durante la notte, potrebbero aiutare anche dei ventilatori, umidificatori, deumidificatori e condizionatori nella camera da letto.

Apparecchi acustici. Questi possono essere particolarmente utili quando si hanno dei problemi di udito. A causa di un calo dell’udito, gli stimoli acustici non riescono a stimolare i neuroni uditivi.
La conseguenza è un’ipereccitabilità dei neuroni per permettere alla persona di sentire i suoni, cioè le cellule nervose si attivano anche in caso uno stimolo lieve.
Questo tipo di acufene può essere curato con delle protesi acustiche per ripristinare il normale funzionamento del sistema.
Bisogna scegliere gli apparecchi acustici che non occludono il condotto uditivo, altrimenti le voci o i rumori esterni e interni risuonano nell’orecchio.
Non serve avere un’ipoacusia importante per avere gli acufeni.

Dispositivi di mascheramento. Messi nell’orecchio e simili agli apparecchi acustici, questi dispositivi producono un rumore chiaro, fisso e di basso volume che nasconde i sintomi dell’acufene.

Musica per l’acufene. Un dispositivo genera della musica personalizzata per mascherare le frequenze specifiche dell’acufene.
Col tempo questa tecnica può abituare all’acufene, in modo che la persona non si concentri su di esso.

Il volume della musica non deve coprire l’acufene, ma dev’essere minimo per:

  • Inibire la percezione del fischio,
  • Distrarre il paziente dal ronzio.

Altre terapie per gli acufeni

Terapia muscolo-scheletrica
Se l’acufene origina dall’articolazione temporo-mandibolare, ci sono 3 professionisti che possono aiutare i paziente:

  • Il dentista che può correggere una malocclusione dentale,
  • L’osteopata può sbloccare le articolazioni, rilassare la muscolatura che muove la mandibola e ridurre le tensioni della fascia di tessuto connettivo.
  • Lo gnatologo è un consulente fondamentale per capire se è indicato il bite o altri strumenti.

Applicazione della psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC): con l’aiuto della psicoterapia cognitivo-comportamentale un medico esamina i pensieri indesiderati, gli atteggiamenti, le convinzioni e il comportamento di un paziente.

Terapia di rilassamento: le terapie di rilassamento (come yoga, meditazione e ipnosi) aiutano a curare l’acufene. Utilizzare una qualsiasi di queste terapie può alleviare lo stress e l’ansia che possono provocare questo disturbo uditivo.

Terapia da erboristeria: nella cura dell’acufene un erborista utilizza una dose contenuta di pulsatilla e rehmannia glutinosa. Queste aiutano a diminuire i sintomi seguenti associati a questo disturbo:

 

Trattamento per le orecchie tappate

Ecco alcuni rimedi ottimi per le orecchie otturate che possono curare efficacemente il crepitio nell’orecchio:

Mantenere pulite le orecchie
Bisogna pulire le orecchie regolarmente.

Fare degli esercizi per le mascelle
Il Crepitio nelle orecchie quando si sbadiglia si verifica quando c’è un gonfiore vicino al condotto uditivo. Non bisogna essere preoccupati! Aprire bene e distendere le mascelle in modo che l’orecchio medio rilasci la pressione. Questo è uno dei metodi migliori per alleviare la pressione dell’orecchio.

Praticare la manovra di Valsalva per i subacquei
Il crepitio nelle orecchie è una cosa molto frequente nei subacquei.
Essi seguono il metodo della manovra di Valsalva per rilasciare la pressione dell’aria. In questa procedura, prima premono le narici per evitare che passi l’aria, poi fanno un respiro profondo e un espirazione con le narici chiuse. Questa forza rilascia la pressione.

Rimedi naturali per gli acufeni all’orecchio

I rimedi indicati di seguito si possono utilizzare a casa:

L’estratto di ginkgo biloba (dell’albero di capelvenere) è uno dei rimedi frequentemente utilizzati.
Secondo una revisione della letteratura scientifica (di Alexander von Boetticher – Ear, Nose and Throat Surgery, Lueneburg, Germany) la dose giornaliera dovrebbe essere di 120-240 mg.

La durata della terapia per l’acufene cronico è di 12 settimane.
In base allo studio, l’estratto di Gingko biloba dà effetti migliori del placebo e migliora la qualità della vita.

Ci sono alcune erbe e alimenti naturali che si utilizzano da secoli per ridurre gli acufeni. Queste comprendono:

  • Semi di sesamo
  • Actaea racemosa
  • Radice di bardana maggiore
  • Idraste
  • Foglie e fiori di biancospino
  • Pervinca
  • Spinaci
  • Tisana con  semi di fieno greco, finocchio o camomilla romana
  • Olio di ricino
  • Succo di cipolla.

Altri rimedi a base di erbe comprendono:

  • Tè di vischio
  • Equiseto
  • Succo di aglio orsino
  • Fiore della passione.

Tuttavia, si consiglia di consultare un medico prima di iniziare con una qualsiasi delle terapie a base di erbe.

A parte i rimedi indicati sopra, si possono seguire dei consigli molto semplici per mantenere le orecchie sane, come inalare del vapore, soffiare il naso quando si soffre di raffreddore per rilasciare le ostruzioni e fare dei gargarismi con l’acqua calda per due volte al giorno.

Dieta e alimentazione per gli acufeni

Una persona dovrebbe evitare di mangiare:

  • Alimenti trasformati, in particolare i dolci con la crema e i latticini
  • Cibi contenenti grassi saturi,
  • Bevande stimolanti (caffè, tè, ecc.) e gassate, alcool,
  • Sale.

Secondo l’igienismo (un tipo di medicina naturale) la dieta dovrebbe contenere molta frutta e  verdura.

Questi sono gli alimenti principali insieme a:

  • Frutta con guscio,
  • Patate.

Molte persone non credono che la dieta sia sufficiente per risolvere l’acufene, tuttavia questa terapia naturale può disintossicare il sangue e rimuovere la causa del fischio nell’orecchio.

Le persone che non vogliono diventare vegetariane o vegane, possono optare per la dieta del gruppo sanguigno che può dare ottimi risultati, ma bisogna essere costanti.
In base a questa teoria, la causa degli acufeni è l’ingestione di alimenti che non sono compatibili con il sistema immunitario della persona.
In base al gruppo sanguigno, ci sono degli alimenti che possono dare questo sintomo, ma il latte e i latticini (yogurt e formaggio) sono i principali responsabili per tutti.
Inoltre, una persona di gruppo 0 può sentire il fischio dopo aver bevuto il caffè e una persona di gruppo B può avere l’acufene a causa delle nocciole.

 

Alcuni alimenti sono consentiti al mattino e fino alle 5 del pomeriggio, ma non la sera perché il corpo non riesce a smaltire velocemente gli zuccheri contenuti, tra questi ci sono:

  • Frutta,
  • Vino

Bisognerebbe inserire nella dieta anche gli alimenti che contengono quantità elevate di vitamine A, B ed E, magnesio, zinco ecc.
Le bevande come tè, caffè e alcool aggravano il problema.

 


Cause degli acufeni all’orecchio

Trattamento naturale per l’acufene

Terapie alternative
Una persona dovrebbe anche fare esercizio fisico regolarmente per prevenire questa malattia.
Ci sono tante terapie alternative che hanno aiutato alcuni pazienti, ma non ci sono evidenze scientifiche, per esempio:

  • L’agopuntura,
  • La medicina tradizionale cinese,
  • La pranoterapia,
  • La terapia cranio-sacrale.
Acufeni – cura e rimedi naturali ultima modifica: 2017-11-18T09:13:16+00:00 da Dr. Massimo Defilippo