Dieta dimagrante

Ci sono tanti tipi di dieta dimagrante, un nutrizionista può spiegare quali sono le più adatte e può creare una dieta personalizzata in base ai disturbi della persona.

Diete dimagranti a confronto

 

Dieta a zona

La teoria
Il cibo è come una droga, dice il creatore della dieta a zona e biochimico Barry Sears.
Bisogna mangiare le dosi giuste al momento giusto.

Dieta dimagrante
Dieta dimagrante

La chiave per perdere peso è raggiungere un equilibrio ormonale e mantenere stabili i livelli dello zucchero nel sangue.
Secondo Sears, gli alti livelli di insulina (un ormone cha aiuta a controllare il livello di zucchero nel sangue) e altri ormoni causano l’aumento di peso, quindi questa dieta non è solo per diabetici.
È possibile evitare un picco di questi ormoni mangiando le giuste quantità di alimenti ad ogni pasto: 40% carboidrati, 30% proteine e 30% grassi.
La teoria della dieta a zona è opposta a quella della dieta dissociata in cui non si possono mischiare i carboidrati e le proteine nello stesso pasto.
Il corpo ha bisogno di un alimentazione bilanciata con questi nutrienti per una buona salute e per un corretto funzionamento.
L’obesità provoca tante malattie, per esempio l’aterosclerosi, l’ictus, l’ovaio policistico, il diabete, la cellulite, ecc.
Una dieta drastica (d’urto) non è utile per perdere peso perché si rischia di recuperare i chili persi appena si interrompe la dieta, spesso un uomo ingrassa in certi periodi dell’anno e poi vuole dimagrire subit (come durante le feste di natale).

Questo tipo di alimentazione può avere anche un effetto anticellulite su cosce, glutei e fianchi.
Non esiste una dieta che permette di dimagrire solo in una parte del corpo, la perdita di peso è generale, sia nella zona della pancia, cosce e glutei
Come funziona la dieta a zona? Quante calorie si mangiano?
In genere la dieta zona è leggera, infatti c’è un limite massimo di 1200 calorie giornaliere per la donna e 1.500 per l’uomo. Questi sono i due terzi e i tre quarti delle quantità generalmente raccomandate per le persone sane. Si mangia cinque volte al giorno: tre pasti e due spuntini.
Ogni pasto dovrebbe contenere il 40% carboidrati, 30% proteine e 30% di grassi sani. Gli unici strumenti di misurazione che sono necessari sono le mani e gli occhi.
La dieta a zona è dimagrante?
Anche se ci sono poche ricerche sulla dieta Zona, queste mostrano che aiuta a perdere peso. Ma il rapporto proteine/carboidrati/grassi 40:30:30 non è una formula magica e infatti altre ricerche scientifiche hanno dei dubbi sull’efficacia di questa dieta
Questa dieta è indicata per le persone con metabolismo lento che tendono a ingrassare, per esempio le donne in menopausa o le persone che soffrono di ipotiroidismo
Una persona che soffre di celiachia (intolleranza al glutine) può seguire questa dieta, ma deve sostituire la pasta e gli spaghetti con riso, miglio e quinoa.

Dieta Dukan

La dieta Dukan è una dieta iperproteica e povera di carboidrati.
Pro:
Si può perdere peso molto velocemente, anche 10kg nel primo mese (dieta lampo)
È una dieta molto ferrea (rigida) e limitata
È facile da seguire
Non è necessaria una dieta ipocalorica, quindi non bisogna pesare il cibo o contare le calorie
Contro:
All’inizio della dieta si possono verificare alcuni effetti collaterali come l’alito cattivo, bocca secca, stanchezza, vertigini, stitichezza, insonnia e nausea causata dall’eliminazione dei carboidrati. La mancanza di cereali integrali, frutta e verdura nelle prime fasi della dieta potrebbe causare problemi, come la costipazione.
Non dovrebbero seguire questa dieta i bambini, le donne in gravidanza o allattamento.
Giudizio della BDA (British Dietetic Association):
La perdita rapida di peso può essere incoraggiante, ma è insostenibile e malsana. La dieta Dukan non è equilibrata e si può capire dal fatto che è necessario assumere un integratore vitaminico e delle fibre sotto forma di crusca d’avena.

Dieta alcalina

La dieta alcalina (seguita da alcune celebrità come Gywneth Paltrow, Jennifer Aniston e Victoria Beckham), si basa sull’idea che la dieta moderna causa una produzione eccessiva di acido nel corpo. Teoricamente l’acido in eccesso nell’organismo è trasformato in grasso che provoca l’aumento di peso. Gli elevati livelli di acidità sono responsabili anche di alcune malattie come l’artrite, l’osteoporosi, la stanchezza e i disturbi renali e del fegato.
Pro:
La dieta contiene un sacco di buoni consigli per una buona alimentazione, come:

  • Ridurre la carne
  • Evitare lo zucchero, l’alcol e gli alimenti trasformati
  • Mangiare più frutta, verdura, noci, semi e legumi
  • Limitare il sodio (dieta iposodica)
  • Questo significa che si riduce il consumo degli alimenti che si mangiano normalmente e si sostituiscono con altri più sani, che riducono anche le calorie.


Contro:
Il corpo regola i livelli di acidità indipendentemente dalla dieta. Quando si riduce il consumo di latticini, come il latte, il formaggio e lo yogurt, bisogna trovare altri alimenti sostitutivi ricchi di calcio. Non dimenticare di bere tanta acqua che contiene molti sali minerali.
Giudizio della BDA:
La teoria della dieta alcalina si basa sul fatto che mangiare alcuni alimenti può aiutare a mantenere l’equilibrio ideale del pH del corpo (livelli di acidità) per migliorare la salute generale.

Dieta Slim-Fast

La dieta Slim-Fast è un programma alimentare di sostituzione con pasti a basso contenuto calorico per le persone in sovrappeso. Essa si basa su diversi prodotti Slim-Fast. La dieta consiglia tre spuntini al giorno da scegliere in una lista numerosa (tra cui patatine e cioccolato), due pasti sostitutivi di frullati o barrette e un pasto regolare, preso da un elenco di ricette sul sito Slim-Fast. Si può seguire la dieta finché si vuole, in base a quanti chili si vuole dimagrire.
Pro:
Le diete dei pasti sostitutivi possono aiutare alcune persone a perdere peso e mantenerlo. Questo programma alimentare è conveniente perché non bisogna controllare le porzioni o la quantità di calorie. Non ci sono cibi proibiti, anche se è consigliato mangiare verdure, frutta e proteine magre.
Contro:
Le diete dei pasti sostitutivi non insegnano alle persone a mangiare bene e cambiare le loro abitudini. C’è il rischio di rimettere su peso quando si smette di usare i prodotti Slim-Fast. Può essere difficile mangiare per 5 giorni frutta e verdura senza seguire un rigido programma.
Giudizio della BDA:
Se non piace il gusto dei prodotti dei pasti sostitutivi, non si riesce a seguire il programma.

Dieta mediterranea

Una dieta vegetariana è altrettanto utile per la salute
Il punto principale della dieta mediterranea è l’intero stile di vita.
Bisogna concentrarsi sui cambiamenti allo stile di vita, come la riduzione delle quantità di cibo e l’attività fisica.
Questo è l’unico modo per vedere dei risultati a lungo termine e per rassodare o tonificare il corpo.
La dieta mediterranea è quasi il contrario di quella giapponese a base di riso, pesce crudo (sushi), soia, thè verde e piccole porzioni di frutta e verdura fresca.
Reprimere l’appetito
La dieta Mediterranea è ottima per la salute ed è efficace per ridurre l’appetito naturalmente. Quando si mangiano verdure e grassi sani in modo equilibrato, si sente una sensazione di sazietà. Perciò dato l’uomo è sazio, non c’è la tentazione a fare degli spuntini di cibo spazzatura ipercalorico dopo il pasto.
Si mangiano molte fibre che aiutano a sentirsi più sazi.
La dieta mediterranea è ricca di alimenti a basso contenuto glicemico, quegli alimenti che contengono carboidrati e mantengono bassi i livelli di zucchero nel sangue.
Gli alimenti a basso indice glicemico possono solo aiutare a sentirsi più sazi.
L’appetito è controllato da diversi ormoni che causano le sensazioni di fame e di sazietà.

Dieta dimagranteLa dieta vegana dimagrante funziona?

Innanzitutto, quando le persone diventano vegane tendono a perdere peso. Perché?
Quando si mangiano cibi ricchi di fibre, queste fibre “puliscono” l’intestino e favoriscono l’eliminazione dei prodotti di scarto.
È importante mangiare regolarmente dei cibi ricchi di fibre che tengono pulito l’intestino.
D’altra parte, i prodotti animali (carne rossa, pollo, tacchino, pesce, uova, latte, formaggio) non hanno fibre.
Finché si continua a mangiare questi cibi, sarà difficile perdere peso.
La dieta vegana è la più consigliata dal naturopata e da tanti medici per prevenire i disturbi cardiaci e i tumori.
È utile un centrifugato di frutta e verdura al giorno, questo tipo di bevanda contiene le vitamine e i minerali della frutta e della verdura, ma ha un sapore più buono.
Con questa dieta si può dimagrire di circa 5kg nel primo mese.

Una variante della dieta vegana è quella di Holliwood (o di Beverly Hills o fruttariana) in cui si mangia solo frutta.
Questa dieta è disintossicante e facile da seguire, ma bisogna stare molto attenti perché si rischia di non mangiare abbastanza proteine o grassi.
Le ricette ipocaloriche per vegetariani
Se una persona è vegetariana o semplicemente cerca di ridurre le calorie, si consiglia di mangiare dei pasti senza carne per perdere realmente peso. Le fibre prevengono l’aumento di peso e favoriscono il dimagrimento.
Inoltre, una dieta a base di carboidrati e senza carne diminuisce il rischio di malattie cardiache.

Esempio di dieta giornaliera vegetariana

Colazione
1 porzione di frutta biologica
1 bicchiere di succo d’arancia o spremuta di limone
½ tazza di cereali ricchi di crusca
½ tazza di latte magro
Oppure
½ tazza di yogurt magro
1 cucchiaino di miele sui cereali
Tè, caffè o cacao con ¼ di tazza di latte magro
Variazioni
Sostituire i cereali con due fette di pane tostato integrale e due cucchiaini di margarina o due cucchiai di formaggio magro (sostituire il formaggio con un uovo in camicia, ma solo tre o quattro volte a settimana).

Pranzo
2-4 porzioni di pane
2 panini integrali con 2 cucchiaini di margarina
2 porzioni di carne/formaggio
2-4 cucchiaini di formaggio magro grattugiato o 2 fette di carne senza grassi (60g)
1 porzione di verdure
Lattuga, pomodoro, cetriolo
Dato che il pomodoro contiene il nichel, le persone allergiche dovrebbero sostituire questa verdura con la rucola o le bietole
Variazioni
Lo yogurt magro con 2 frutti O 2 porzioni di legumi, come i piselli, con verdure cotte (fagioli/piselli/burro di arachidi) e frutta (senza dolce).
Merenda pomeridiana
1 porzione di frutta biologica
Banana, mela, arancio, uva
Tè o caffè con ¼ di tazza di latte magro o 1 bicchiere di succo di frutta
Cena
2 porzioni di pesce
2 fette di pesce magro (come il salmone) (50 g)
2 porzioni di amido
1 patata grande al forno o un risotto con lo zafferano
2 verdure
½ tazza di carote cotte e ½ tazza di insalata
2 cucchiaini di grasso
1 cucchiaino di yogurt magro e 1 cucchiaino di condimento con poco olio per l’insalata

Spuntino serale
1 frutto
Banana/mela/uva
Té, caffé o cacao con ¼ di tazza di latte magro
Un infuso allo zenzero

Leggi anche:

Dieta del gruppo sangiugno 0

La dieta del gruppo sanguigno 0 è consigliata alle persone di questo gruppo sia con rh positivo che negativo. La dieta del

Dieta del gruppo sanguigno A

La dieta del gruppo sanguigno A deve tener presente che questi individui hanno caratteristiche diverse da quelli di gruppo 0, sono

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
Chiudi Menu