Diarrea: cause e sintomi

INDICE

La diarrea è una malattia caratterizzata da evacuazioni frequenti e liquide.
Esistono essenzialmente tre tipi di diarrea:

  1. Acuta,
  2. Cronica,
  3. Ricorrente.

Fortunatamente, la maggior parte dei tipi di diarrea è acuta o di durata breve.
Questo tipo di diarrea dura solo un paio di giorni.

Se persiste per almeno 4/5 giorni si consiglia di andare dal medico.

  • La diarrea acuta è nota anche come diarrea non infiammatoria.
  • La diarrea cronica è persistente, è provocata da malattie croniche intestinali o sistemiche.
  • La diarrea ricorrente è caratterizzata da alcuni episodi intervallati da periodi senza sintomi.

 

Cause della diarrea

La diarrea è un disturbo spiacevole e può essere pericoloso per la salute poiché solitamente indica un’infezione. Alcune cause della diarrea comprendono:

  • Assunzione di antibiotici.Gli antibiotici (Varughese et al. – 2013), i farmaci anti-tumorali, la pillola anticoncezionale e gli antiacidi contenenti magnesio possono causare la diarrea improvvisa.
  • Celiachia. La celiachia è una malattia che danneggia l’intestino tenue delle persone intolleranti al glutine, una proteina che si trova nel frumento, segale e orzo.
    La celiachia provoca la diarrea osmotica (Bul et al. – 2016) che è caratterizzata da una ritenzione idrica importante nel colon.
  • Morbo di Crohn. Un disturbo infiammatorio che di solito si verifica nell’ultima parte dell’intestino tenue (ileo), causando gonfiore intestinale. Il Morbo di Crohn si può verificare anche nell’intestino crasso e provoca una diarrea (Binder – 2009) di tipo infiammatorio (con pus e sangue nelle feci).
  • Diverticolite. La diverticolite è un’infiammazione delle sacche piccole (diverticoli) che si possono formare nella parete muscolare indebolita dell’intestino crasso (Tursi et al. – 2009).
  • Dissenteria. La dissenteria è un’infiammazione dell’intestino accompagnata da diarrea intensa ed emorragia intestinale (Dans et al. – 2007), provocata dall’acqua potabile che contiene un parassita chiamato Entamoeba histolytica.
  • Intossicazione alimentare. Mangiare cibi che sono avariati o contaminati perché contengono dei microrganismi nocivi o delle sostanze tossiche (Cangemi – 2009).
  • Diarrea di origine infettiva. Diarrea derivante da infezioni batteriche o virali. Diversi tipi di batteri ingeriti attraverso acqua o alimenti contaminati possono causare la diarrea. Generalmente i colpevoli sono: Campylobacter (Blaser et al. – 1997), Salmonella, Shigella ed Escherichia coli.
  • Sindrome dell’intestino irritabile (SII). La SII è una malattia in cui le contrazioni del muscolo sono più veloci (diarrea funzionale) (Saha – 2014).
  • Intolleranza al lattosio. L’incapacità di digerire una quantità significativa di lattosio (Rejane Mattar et al. – 2012).
  • Malassorbimento. L’intestino tenue assorbe poche sostanze nutritive e causa una diarrea cronica con meteorismo e flatulenza (Keller et al. – 2014).
  • Colite ulcerosa. La colite ulcerosa è un’infiammazione della parete interna del colon (Sandle – 2005), caratterizzata da piaghe aperte che appaiono nella membrana mucosa.
  • Gastroenterite virale o influenza intestinale (Chow et al. – 2010).
    Un’infiammazione del tratto digestivo causata da un virus, se accade dopo un viaggio all’estero è detta diarrea del viaggiatore.
    Molti virus causano diarrea, compresi i rotavirus, norovirus, citomegalovirus, herpes simplex e il virus dell’epatite.
    L’infezione con il rotavirus è la causa più frequente di diarrea acuta nei bambini, solitamente si risolve in 3-7 giorni, ma può causare problemi a digerire il lattosio per oltre un mese.
  • Parassiti. I parassiti possono entrare nel corpo attraverso cibo o acqua e stabilirsi nel sistema digestivo. Parassiti che causano diarrea sono la Giardia lamblia, Entamoeba histolytica e Cryptosporidium.
  • Lo stesso sintomo può comparire a chi soffre di intolleranza al fruttosio.
  • Alcune persone possono avere la diarrea se mangiano alcuni tipi di dolcificante in quantità eccessiva.
  • Sindrome pre mestruale. Una settimana prima delle mestruazioni alcune donne soffrono di diarrea, questo sintomo si verifica anche prima del travaglio (parto).
  • Integratori. Molti integratori di vitamine, sali minerali, aminoacidi, creatina, carnitina, ecc. possono causare la diarrea.
  • Tumore al colon-retto (Margaret Astin et al. – 2011), provoca una diarrea acquosa (liquida).
  • Alcune persone sviluppano la diarrea dopo l’intervento chirurgico allo stomaco che può causare uno scorrimento del cibo più veloce attraverso il sistema digestivo.
  • Stress e ansia (Hamidreza Roohafza et al. – 2016) possono causare la colite nervosa.
  • Esercizio fisico eccessivo (Prado de Oliveira et al. – 2011).

In molti casi, non è possibile trovare la causa della diarrea. Dato che la diarrea passa da sola entro 1 o 2 giorni, non è necessario capire la causa.

 


Quali sono i sintomi della diarrea?

In genere la diarrea si presenta insieme a dei sintomi come:

Negli adulti solitamente la diarrea temporanea non è nociva, ma a volte può segnalare dei problemi più seri.
In parte a causa del volume più piccolo del corpo, i bambini possono soffrire di conseguenze gravi derivanti dalla diarrea prolungata.
I neonati e i lattanti devono continuare l’allattamento al seno per evitare la disidratazione e perché il latte materno ha delle proprietà antibatteriche (Sazawal et al. – 1992).

 

Rimedi naturali per bloccare la diarrea

Mangiare pasti piccoli e frequenti e degli spuntini.
Non mangiare quantità grandi di cibo in una volta sola, perché questo può peggiorare la diarrea. Nell’arco della giornata mangiare spesso degli spuntini piccoli.

Mangiare degli alimenti con i probiotici
I probiotici si trovano naturalmente in tutti gli yogurt e sono benefici per i tipi diversi di diarrea, tra cui la diarrea indotta da un trattamento per il tumore come la chemioterapia o la radioterapia.

Evitare il freddo. È importante coprire bene la pancia.

Gli individui sono diversi nella tolleranza agli alimenti. Evitare i cibi che provocano crampi, flatulenza e diarrea.

Quando si hanno dei crampi, evitare i cibi che possono produrre gas come:

  • Bevande gassate
  • Birra
  • Legumi (fagioli, piselli, ceci o lenticchie)
  • Cavolo
  • Broccolo
  • Cavolfiore
  • Cibi altamente speziati
  • Gomma da masticare.

Gli alimenti a temperatura ambiente si possono tollerare meglio rispetto ai cibi caldi o freddi.

Leggi anche:

Bibliografia

  1. Varughese CA, Vakil NH, Phillips KM. Antibiotic-associated diarrhea: a refresher on causes and possible prevention with probiotics–continuing education article. J Pharm Pract. 2013 Oct;26(5):476-82. doi: 10.1177/0897190013499523.
  2. Bul V, Sleesman B, Boulay B. Celiac Disease Presenting as Profound Diarrhea and Weight Loss – A Celiac Crisis. Am J Case Rep. 2016 Aug 5;17:559-61.
  3. Binder HJ. Mechanisms of diarrhea in inflammatory bowel diseases. Ann N Y Acad Sci. 2009 May;1165:285-93. doi: 10.1111/j.1749-6632.2009.04039.x.
  4. Tursi A, Papagrigoriadis S. Review article: the current and evolving treatment of colonic diverticular disease. Aliment Pharmacol Ther. 2009 Sep 15; 30(6):532-46.
  5. Leonila F Dans, and Elizabeth G Martínez, Amoebic dysentery. BMJ Clin Evid. 2007; 2007: 0918.
  6. Cangemi JR. Food poisoning and diarrhea: small intestine effects. Curr Gastroenterol Rep. 2011 Oct;13(5):442-8. doi: 10.1007/s11894-011-0209-5.
  7. Blaser MJ. Epidemiologic and clinical features of Campylobacter jejuni infections. J Infect Dis. 1997 Dec;176 Suppl 2:S103-5.
  8. Rejane Mattar, Daniel Ferraz de Campos Mazo, and Flair José Carrilho. Lactose intolerance: diagnosis, genetic, and clinical factors. Clin Exp Gastroenterol. 2012; 5: 113–121.  doi:  10.2147/CEG.S32368
  9. Lekha Saha. Irritable bowel syndrome: Pathogenesis, diagnosis, treatment, and evidence-based medicine. World J Gastroenterol. 2014 Jun 14; 20(22): 6759–6773. doi:  10.3748/wjg.v20.i22.6759
  10. Sandle GI. Pathogenesis of diarrhea in ulcerative colitis: new views on an old problem. J Clin Gastroenterol. 2005 Apr;39(4 Suppl 2):S49-52.
  11. Chung M Chow, Alexander KC Leung, and Kam L Hon. Acute gastroenteritis: from guidelines to real life. Clin Exp Gastroenterol. 2010; 3: 97–112.
  12. Hamidreza Roohafza, Ehsan Zare Bidaki, Ammar Hasanzadeh-Keshteli,Hamed Daghaghzade, Hamid Afshar, and Peyman Adibi.
  13. Margaret Astin, MSc BSc, Tom Griffin, MSc, BSc, and Richard D Neal, PhD, FRCGP. The diagnostic value of symptoms for colorectal cancer in primary care: a systematic review. Br J Gen Pract. 2011 May; 61(586): e231–e243. doi:  10.3399/bjgp11X572427
  14. Anxiety, depression and distress among irritable bowel syndrome and their subtypes: An epidemiological population based study. Adv Biomed Res. 2016; 5: 183. doi:  10.4103/2277-9175.190938
  15. Erick Prado de Oliveira and Roberto Carlos Burini. Food-dependent, exercise-induced gastrointestinal distress. J Int Soc Sports Nutr. 2011; 8: 12. doi:  10.1186/1550-2783-8-12
  16. Acta Paediatr Suppl. 1992 Sep;381:93-7. Sazawal S, Bhan MK, Bhandari N. Type of milk feeding during acute diarrhoea and the risk of persistent diarrhoea: a case control study.
Informazioni su

Il dottor Massimo Defilippo è un fisioterapista specializzato in terapia manuale e osteopatia. Appassionato di medicina convenzionale e naturale, ama scrivere e lo sport all'aria aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?