Fibrillazione atriale: sintomi e cause

Last updated on agosto 3rd, 2018 at 09:46 am

La fibrillazione atriale (FA) è un disturbo del ritmo cardiaco frequente in cui gli impulsi negli atri (camere cardiache superiori) degenerano e diventano rapidi e irregolari.

INDICE

 

Questa anomalia provoca un battito cardiaco irregolare e rapido a causa della conduzione imprevedibile di questi impulsi nei ventricoli (camere cardiache inferiori) attraverso il nodo atrioventricolare (AV).

Anatomia e funzionamento del cuore

Il cuore è composto da quattro camere:

  1. Due nella parte superiore (atri),
  2. Due nella parte inferiore (ventricoli).

All’interno dell’atrio a destra del cuore c’è un gruppo di cellule specializzate chiamato nodo seno-atriale.
Questo è il pacemaker naturale del cuore.

Il nodo seno-atriale produce l’impulso che avvia il battito cardiaco.
Questo impulso viaggia attraverso gli atri e arriva al nodo atrioventricolare (AV).
Il segnale passa dal nodo del seno attraverso gli atri causando la contrazione del muscolo cardiaco atriale (sistole).
Questa contrazione pompa il sangue dagli atri ai ventricoli sottostanti.

cuore-nodo-seno-atriale-conduzione

Quando il segnale passa ai ventricoli attraverso il nodo AV causa la contrazione dei ventricoli che pompano il sangue in tutto il corpo.
Questo è il battito del cuore che si sente durante la misurazione della frequenza cardiaca.
In condizioni normali, gli impulsi elettrici che provocano la contrazione del muscolo cardiaco sono inviati regolarmente.

Patofisiologia della fibrillazione atriale

Fibrillazione significa una contrazione non coordinata e non ordinata di singoli fasci muscolari. Questo tipo di contrazione non crea la pressione necessaria per la sistole.
La fibrillazione atriale impedisce la contrazione atriale efficace e riduce del 10-15% il riempimento del ventricolo.

È una situazione quasi insignificante per la contrazione ventricolare, ma può causare delle complicanze.
La fibrillazzione atriale provoca una riduzione del flusso di sangue nel corpo.
Le prestazioni fisiche sono ridotte, ma considerando che colpisce spesso le pesone anziane, questo sintomo incide di meno nella vita quotidiana perché generalmente non praticano sport.

Generalmente, una persona può sopravvivere oltre 25 anni con la fibrillazione atriale senza sintomi.
Tuttavia, l’atrio non si svuota completamente perché manca la fase finale della contrazione e si può formare un ristagno di sangue.
Questo liquido stagnante favorisce la formazione di trombi o emboli.

La fibrillazione atriale può avere delle conseguenze sulla circolazione sanguigna, per esempio:

  1. Riduzione della gittata cardiaca fino al 20%
  2. Aumento della pressione nei capillari polmonari, la conseguenza può essere l’insufficienza cardiaca.
    Se la pressione nell’atrio sinistro aumenta, questo provoca un aumento della pressione nel ventricolo destro e nell’arteria polmonare (che porta il sangue nel ventricolo sinistro).
  3. Tachicardia non fisiologica,
  4. Aumento del rigurgito valvolare,
  5. Sistole ventricolare irregolare.

Secondo uno studio scientifico pubblicato su PUBMED (C-reactive protein elevation in patients with atrial arrhythmias: inflammatory mechanisms and persistence of atrial fibrillation. – Chung MK et al. Circulation. 2001 Dec 11; 104(24):2886-91), il valore della proteina C reattiva (un indicatore di infiammazione sistemica) è doppio nei pazienti con fibrillazione atriale rispetto ad un gruppo di controllo di persone che non hanno mai sofferto di aritmia atriale.

Il ritmo cardiaco anormale si chiama aritmia.
Ci sono dei disturbi cardiaci simili, per esempio:

  1. Il flutter atriale è un disturbo simile alla fibrillazione, infatti causa battito irregolare e tachicardia, ma è meno grave.
  2. L’extrasistole è una contrazione cardiaca precoce che altera il ritmo del cuore.

Flutter atriale

All’interno dell’atrio destro si sviluppa un circuito di conduzione anomalo che provoca una contrazione troppo rapida degli atri: circa 250-300 battiti al minuto.

  1. Gli impulsi diminuiscono quando raggiungono il nodo atrioventricolare, ma sono ancora troppo veloci (generalmente circa 150 battiti al minuto).
  2. Questo tipo di ritmo è chiamato tachicardia sopraventricolare perché proviene dagli atri (che si trovano sopra ai ventricoli).

flutter atriale

Il cuore non pompa correttamente il sangue perché batte troppo velocemente.
La quantità di sangue che il cervello e il muscolo cardiaco ricevono può non essere sufficiente.
Tra le conseguenze ci sono:

  1. Insufficienza cardiaca congestizia,
  2. Infarto,
  3. Ictus.

 

Classificazione della fibrillazione atriale

Ci sono tre tipi di fibrillazione atriale:

 

Fibrillazione atriale Caratteristiche
Parossistica Improvvisa e intermittente.
La durata è inferiore a 7 giorni.
Persistente Dura oltre 7 giorni.
Questa aritmia può passare senza terapia.
La maggior parte delle persone ha bisogno di un trattamento per ripristinare il ritmo normale.
Cronica/
Permanente
È sempre presente.
La terapia non può ripristinare il battito normale.

 

La fibrillazione valvolare è causata da una malattia valvolare reumatica (ad esempio la stenosi mitralica) o da una protesi della valvola.
Negli altri casi la fibrillazione atriale è definita come non valvolare.

La  fibrillazione atriale neurogenica può essere:

  1. Di origine vagale se compare di notte, a riposo, dopo i pasti ecc. Questo tipo di FA è preceduta da bradicardia (battito cardiaco lento).
  2. Di origine adrenergica quando si verifica di giorno dopo un forte stress emotivo.

Si parla di fibrillazione atriale isolata quando non c’è una malattia del cuore che provoca questo disturbo.

Fibrillazione-atriale

 


Sintomi di fibrillazione atriale

Spesso la fibrillazione è asintomatica o silente, se si presentano i sintomi, si può sentire:

  1. Debolezza,
  2. Palpitazioni,
  3. Mancanza di respiro,
  4. Dolore al petto (angina pectoris),
  5. Vertigini,
  6. Sincope.

I sintomi più importanti sono le palpitazioni.
Ci sono casi in cui l’individuo sente un battito cardiaco, molto forte. Questa sensazione di “forza o energia” nel battito si chiama palpitazione.

La frequenza cardiaca normale è di 60-70 battiti cardiaci al minuto.
Quando l’individuo è affetto da episodi persistenti di fibrillazione atriale, le pulsazioni possono arrivare fino a 175 ripetizioni al minuto.

 

Cause di fibrillazione atriale

Le anomalie o danni alla struttura del cuore sono la causa più frequente della fibrillazione atriale.
Altre possibili cause sono le seguenti:

  • Alta pressione sanguigna,
  • Attacco di cuore precedente,
  • Malattia coronarica (formazione di placche nelle arterie coronarie),
  • Valvole cardiache anormali,
  • Difetti congeniti del cuore,
  • Ipertiroidismo o un altro squilibrio metabolico,
  • Sindrome del seno-atriale: mal funzionamento del pacemaker naturale,
  • Cardiomiopatia dilatativa
  • Cardiomiopatia ipertrofica
  • Pericardite,
  • Polmonite,
  • Enfisema o altre malattie del polmone,
  • Embolia polmonare,
  • Intervento chirurgico al cuore precedente,

Secondo uno studio scientifico pubblicato su PUBMED (Endurance Sport Activity and Risk of Atrial Fibrillation – Epidemiology, Proposed Mechanisms and Management), le persone di mezza età che praticano sport intensi o di lunga durata hanno un rischio maggiore di FA rispetto agli individui sedentari.

 

Fattori di rischio della fibrillazione atriale

I fattori di rischio per la fibrillazione atriale comprendono:

  1. Età: maggiore è l’età, maggiore è il rischio di sviluppare fibrillazione atriale;
  2. Malattia di cuore: problemi alle valvole, infarto o la cardiochirurgia sono esempi di patologie che aumentano rischio di fibrillazione;
  3. Ipertensione: la pressione arteriosa alta aumenta le probabilità.
  4. Altre malattie croniche: problemi di tiroide, apnea del sonno e altri problemi medici danno un indice di aumento della possibilità di sviluppare la FA.
  5. Consumo di alcool: l’alcol può innescare un episodio di fibrillazione atriale. Bere troppo (cinque cocktail in due ore per gli uomini o quattro drinks per le donne) può provocare la fibrillazione.
  6. Familiarità: la fibrillazione atriale ha una forte componente ereditaria.
Fibrillazione atriale: sintomi e cause ultima modifica: 2014-04-09T08:29:53+00:00 da Dr. Massimo Defilippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Medica  –  What Do You See?