Cos’è l’artrite reumatoide giovanile e quali terapie sono efficaci

Cos'è l'artrite reumatoide giovanile e quali terapie sono efficaci

Vediamo cos’è l’artrite reumatoide giovanile, le terapie della medicina convenzionale e i rimedi più efficaci per sconfiggere questa grave malattia.

L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune che colpisce le articolazioni e può diventare grave e invalidante.
L’artrite idiopatica giovanile è il disturbo reumatico più frequente nell’infanzia, inizia prima dei 16 anni e dura almeno 6 settimane (Hahn – 2010).
Questo disturbo di solito colpisce la stessa articolazione su entrambi i lati del corpo.
Un bambino può avere dei lunghi periodi senza sintomi (remissione). Tuttavia, i bambini con artrite reumatoide grave hanno meno possibilità di andare in remissione.

 

Cause dell’artrite reumatoide giovanile

L’artrite reumatoide non ha una causa certa, ma si pensa che è causata da una combinazione di fattori genetici, ormonali e ambientali che scatenaino una risposta immunitaria anomala.
Fattori di rischio:

  • Familiari con artrite reumatoide,
  • Genere femminile.

 

Sintomi dell’artrite reumatoide giovanile

I bambini con artrite giovanile possono non avere sintomi.
All’inizio, i sintomi dell’artrite reumatoide sono:

Con la progressione della malattia si verifica:

  1. Zoppia (i bambini più piccoli possono perdere delle abilità motorie che hanno imparato recentemente),
  2. Febbre persistente,
  3. Eruzione cutanea,
  4. Perdita di peso,
  5. Irritabilità,
  6. Occhi rossi,
  7. Dolore agli occhi,
  8. Vista offuscata,
  9. Stanchezza,
  10. Perdita di appetito.

 

Conseguenze dell’artrite reumatoide giovanile

Le complicazioni sono:

  1. Rallentamento della crescita,
  2. Crescita irregolare di un braccio o una gamba,
  3. Perdita della vista o diminuzione della vista causata dall’uveite cronica,
  4. Anemia,
  5. Pericardite (infiammazione della membrana del cuore).

 

Diagnosi dell’artrite reumatoide giovanile

Per la diagnosi di artrite reumatoide è necessario avere una storia clinica di gonfiore alle articolazioni.
Il medico deve sapere quante articolazioni sono coinvolte e quali.
Per diagnosticare l’artrite reumatoide bisogna escludere altri disturbi che possono avere sintomi simili come il lupus o la gotta.
Per facilitare la diagnosi, il medico prescrive alcuni esami:

    • Anticorpi anti-nucleo (ANA) – per rilevare la presenza di autoanticorpi; la maggior parte degli esami sono positivi per l’artrite reumatoide nei bambini; circa l’80% di quelli con il coinvolgimento degli occhi è positivo all’ANA.
    • Fattore reumatoide (RF) – può essere positivo o negativo in base al tipo di artrite giovanile che ha un bambino;
    • Velocità di Eritrosedimentazione (VES) o proteina C-reattiva (PCR) – per rilevare l’infiammazione nel corpo
    • Emocromo completo – per valutare i globuli rossi, i globuli bianchi e l’emoglobina del bambino. E’ utile per valutare le complicanze come l’anemia.
  • Gli esami strumentali come
    • la radiografia delle articolazioni e del torace – per identificare la presenza di infiammazione articolare o accumulo di liquidi nelle membrane del cuore o dei polmoni. Inoltre serve ad escludere altri problemi di salute come: fratture, tumori, infezioni o difetti congeniti
    • Esame oculare – per rilevare l’infiammazione degli occhi
    • ECG – per rilevare l’infiammazione del cuore

 

Terapia per l’artrite reumatoide giovanile

Non c’è nessuna cura che risolva l’artrite reumatoide definitivamente.
Gli obiettivi del trattamento sono:

  1. Alleviare il dolore,
  2. Ridurre l’infiammazione,
  3. Rallentare il danno articolare
  4. Migliorare la capacità funzionale.
  5. Permettere la crescita normale del bambino,
  6. Prevenire la degenerazione articolare con il tempo.

Ci sono diversi farmaci per trattare il dolore e l’infiammazione dell’artrite reumatoide.
In generale, per l’artrite idiopatica giovanile (che comprende anche l’artrite reumatoide) il medico prescrive dei farmaci per regolare il sistema immunitario.
La prima linea di trattamento comprende: anti-reumatici come il metotrexato insieme ai cortisonici.
I farmaci biologici dovrebbero essere aggiunti nel trattamento dei pazienti che non rispondono alla terapia.

I seguenti farmaci sono sicuri ed efficaci nei bambini:

  1. L’anti-fattore di necrosi tumorale (infliximab, adalimumab),
  2. l’anticorpo monoclonale anti-interleuchina 1 (canakinumab),
  3. Ol farmaco biologico anti-recettore interleuchina 6 (tocilizumab),
  4. Una medicina che blocca la co-stimolazione dei linfociti T (abatacept).

Il riposo riduce il dolore e l’infiammazione delle articolazioni, inoltre diminuisce la stanchezza.
L’esercizio fisico è importante per mantenere la flessibilità, la forza muscolare e per preservare la mobilità delle articolazioni.
I dispositivi che aiutano nelle attività quotidiane possono ridurre il carico sulle articolazioni. La riduzione del carico può alleviare le difficoltà di vivere con una malattia cronica e dolorosa.
L’intervento chirurgico di protesi d’anca contribuisce ad alleviare il danno articolare.

 

Dieta e rimedi naturali per l’artrite reumatoide

Ci sono diversi studi scientifici sull’alimentazione per l’artrite reumatoide.
Bisogna ricordare anche che ci sono tante testimonianze online di persone guarite seguendo la dieta del gruppo sanguigno.
In base a questa dieta, ci sono alimenti adatti e non tollerati per ogni gruppo sanguigno.

Per esempio,

  1. Le persone di gruppo 0 devono stare attenti a mangiare la frutta e gli alimenti con molti zuccheri o carboidrati.
  2. Le persone di gruppo A possono stare male mangiando la carne rossa,
  3. Le persone di gruppo B non tollerano le arance e i pomodori.

Secondo uno studio di Khanna del 2017, tutte le persone con artrite reumatoide dovrebbero eliminare i cereali con il glutine. Infatti, una dieta vegana senza glutine ha un effetto antinfiammatorio e protegge le arterie.
Uno studio di Badsha del 2018 dice che mangiando pesce tutti i giorni si può prevenire l’artrite reumatoide. Inoltre, con l’eliminazione di latte e glutine dalla dieta, le persone con artrite reumatoide stanno meglio.
L’alimentazione consigliata è quella mediterranea o vegana e anche il digiuno può essere utile.

 

Cosa fare e cosa evitare?

Anche se non esistono delle linee guida per la prevenzione dell’artrite reumatoide, ci sono degli accorgimenti che possono ridurre la rigidità, la debolezza e l’infiammazione.
Le misure preventive sono:

  • Mantenere un equilibrio tra riposo ed esercizio fisico,
  • Rinforzo muscolare,
  • Esercizi aerobici (ad esempio, cammino, nuoto, danza ecc.),
  • Evitare esercizi molto duri,
  • Smettere di fumare,
  • Controllare il peso,
  • Partecipare ad un programma di fisioterapia.

 

References

  • Shweta Khanna, Kumar Sagar Jaiswal, Bhawna Gupta. Managing Rheumatoid Arthritis with Dietary Interventions. Published online 2017 Nov 8.
  • Youn-Soo Hahn, M.D. and Joong-Gon Kim, M.D. Pathogenesis and clinical manifestations of juvenile rheumatoid arthritis. Korean J Pediatr. 2010 Nov; 53(11): 921–930.
  • Humeira Badsha. Role of Diet in Influencing Rheumatoid Arthritis Disease Activity. Open Rheumatol J. 2018; 12: 19–28.
  • Petty RE, Cassidy JT. Textbook of pediatric rheumatology.Philadelphia: Saunders Elsevier; 2011.
  • Barut K1, Adrovic A1, Şahin S1, Kasapçopur Ö1. Juvenile Idiopathic Arthritis. Balkan Med J. 2017 Apr 5;34(2):90-101.
Informazioni su

Il dottor Massimo Defilippo è un fisioterapista specializzato in terapia manuale e osteopatia. Appassionato di medicina convenzionale e naturale, ama scrivere e lo sport all'aria aperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Medica  –  What Do You See?