Ritardo mestruale

INDICE


Cause del ritardo mestruale

Nulla colpisce al cuore ogni donna più di un ritardo nelle mestruazioni tranne se sta cercando di rimanere incinta. Io sono incinta?
La gravidanza è la prima cosa che si pensa quando le mestruazioni arrivano in ritardo.
Ma la gravidanza è veramente l’unica ragione per un ritardo? Ecco gli 11 motivi più comuni per un ritardo:
 
1. Lo stress
Lo stress può influenzare il corpo di una donna, anche il ciclo mestruale (Nagma et al. – 2015).
A volte ci si sente così stressati che il corpo diminuisce la quantità di ormone di liberazione delle gonadotropine (GnRH), questo provoca il blocco dell‘ovulazione o delle mestruazioni (Allsworth et al. – 2007).
Parlare con il medico o l’ostetrica può aiutare a capire che cosa bisogna fare per rilassarsi e riprendere il normale ciclo.
Per il ritorno alla normalità a volte possono servire un paio di mesi o di più.
A volte le preoccupazioni possono causare un ritardo, compreso il pensiero di essere rimasta incinta, quindi la cosa migliore è fare un test di gravidanza per stare più tranquilli.

2. Malattia
Una malattia improvvisa e breve o anche una malattia di lunga durata può causare un ritardo delle mestruazioni, per esempio:

  1. Lupus,
  2. Artrite reumatoide (Cutolo – 2003),
  3. Malattie mentali, in particolare la schizofrenia (Lande et al. – 2002).

Se si pensa che questo è il motivo del ritardo, chiedere al medico quando si aspetta che il ciclo ritorni normale.

3. Cambiare gli orari di lavoro
Cambiare gli orari di lavoro può davvero scombussolare l’orologio biologico.
Questo è particolarmente vero se si passa dal lavoro di giorno a quello notturno o viceversa.
Se si cambiano i turni frequentemente e si notano alterazioni dei cicli si può chiedere se è possibile fare dei turni che variano solo dopo un periodo di tempo più lungo.

4. Cambiare i farmaci
Se si cambia un farmaco e il ciclo è in ritardo o assente, questa può essere la causa.
Bisogna parlare con il medico o l’ostetrica di questo effetto collaterale.

5. Essere sovrappeso
L’obesità o essere eccessivamente grassi può spostare i cicli ormonali e anche fermarli (Min Ko et al. 2017).
La maggior parte delle donne ha un ritorno ai normali cicli e alla fertilità quando perde peso, anche se è ancora in sovrappeso.

6. Essere troppo magri
Chi non ha abbastanza grasso corporeo può non avere cicli regolari, a volte è possibile bloccare le mestruazioni. Questo fenomeno si chiama amenorrea.
Il digiuno per dimagrire può avere lo stesso effetto (Yavangi et al. – 2013).
In genere un aumento del peso aiuta il ritorno delle mestruazioni.
Questa è una causa frequente di perdita del ciclo nelle donne che lavorano molto duramente o sono atleti professionisti.

7. Errore di calcolo
Il ciclo mestruale varia da donna a donna.
Si dice che il ciclo mestruale medio è di 28 giorni, ma non è vero per tutti.
A volte si crede che le mestruazioni siano in ritardo quando in realtà tutti noi abbiamo semplicemente fatto un errore di calcolo.
Chi ha fasi mestruali irregolari, ma sa quando dovrebbe avvenire l’ovulazione, dovrebbe aspettare le mestruazioni circa due settimane dopo l’ovulazione. Questo può aiutare a mantenere una traccia del ciclo.

8. Pre-menopausa
La pre-menopausa è il periodo di tempo in cui avviene la transizione dall’età riproduttiva ad un’età non-riproduttiva.
Le mestruazioni possono essere meno frequenti.
Se non si desidera rimanere incinta, bisogna essere sicuri di continuare a utilizzare la pillola perché si può essere ancora fertili per un po’.

9. Menopausa
La menopausa è il periodo della vita in cui non si può più ovulare o avere le mestruazioni. La menopausa può essere un evento della vita naturale o potrebbe succedere chirurgicamente a causa di un’isterectomia o della chemioterapia.

10. Ipotiroidismo  e ipertiroidismo
L’ipotiroidismo (Krassas et al. – 1999) e l’ipertiroidismo (Koutras – 1997) possono causare ritardi o altre irregolarità mestruali.
I disturbi della tiroide possono alterare la quantità di un ormone chiamato prolattina che influenza l’ipotalamo e può interrompere il normale ciclo mestruale.

11. Gravidanza
Finalmente! Sì, il ritardo delle mestruazioni potrebbe capitare perché si è incinta!
Un semplice test di gravidanza solitamente aiuta a determinare se il ritardo è causato dalla fecondazione.
Il test di gravidanza delle urine e gli esami del sangue cercano l’ormone HCG (Human chorionic gonadotropin o gonadotropina corionica) che è prodotto dall’embrione.

Chi fa il test di gravidanza ed è negativo dovrebbe aspettare una settimana e ripetere il test.
Se il secondo test è ancora negativo o se si ha una buona idea del motivo del ritardo si dovrebbe chiamare il medico curante o il ginecologo per un esame fisico.

 

Cosa fare se il ciclo è irregolare?

Ritardo mestruale

Ritardo mestruale
© Alila Medical Images – Fotolia.com

La maggior parte dei cicli irregolari è benigna (normale).
In molti casi, l’assenza del ciclo o i cicli che si verificano troppo spesso, lo spotting (perdite ematiche lievi che macchiano le mutande o l’assorbente) o un pesante sanguinamento sono causati da uno squilibrio ormonale.
Questo può essere facilmente trattato da un medico.
Il salto di un ciclo è più comune durante la perimenopausa (l’intervallo in cui il corpo di una donna comincia a entrare in menopausa).

La maggior parte delle donne perde un ciclo in certi momenti.
Questo può succedere senza nessun motivo apparente o a causa di ansia o tensione.

La maggior parte dei medici non si preoccupa se una donna ha perso un ciclo (una volta o due in un anno).
A seconda dell’età della donna, mestruazioni più frequenti, cicli mancati o variazioni nella lunghezza del ciclo mestruale possono essere:

  1. Un’indicazione della pre-menopausa,
  2. Un’alterazione degli ormoni che controllano il ciclo mestruale.

I cicli irregolari e il ritardo delle mestruazioni possono essere causati dai seguenti fattori:

Un cambiamento nei livelli di ormoni può influenzare il ciclo o la fertilità. Ad esempio, gli adolescenti tendono ad avere livelli di progesterone basso o variabile.
Questo vale anche per le donne vicine alla menopausa.
Ecco perché gli adolescenti e le donne over 40 possono avere pesanti sanguinamenti mestruali e cicli che variano in lunghezza.

A volte i sintomi tipici di ogni fase mestruale possono aiutare a capire in che fase ci si trova, per esempio:

  • Un maggior produzione di muco e l’aumento della temperatura basale sono tipici dell’ovulazione;
  • I crampi addominali, la pancia gonfia e l’indolenzimento al seno e ai glutei è tipico della fase premestruale, soprattutto i 3 giorni precedenti.

Non esiste un ritardo massimo, in certi casi addirittura si perde un ciclo e le mestruazioni non si vedono per 2/3 mesi.

 

Ritardo mestruale con la pillola contraccettiva

Se si perdono due cicli consecutivamente, anche senza aver dimenticato di prendere la pillola, è meglio fare il test di gravidanza.
Chi non dimentica di prendere la pillola è improbabile che rimanga incinta.
Non sospendere la pillola e rischiare una gravidanza senza consultare il medico.

 

Cause per la perdita di un ciclo mentre si prende la pillola

Ci sono molti motivi per cui le donne possono perdere un ciclo durante l’assunzione della pillola. Anche se la pillola si usa per regolare il ciclo mensile, a volte non è molto efficace.
Alcuni motivi per cui non vengono le mestruazioni sono:

  • Interruzione dell’assunzione della pillola;
  • Cambio del tipo di pillola;
  • Aumento dell’attività fisica;
  • Menopausa o pre-menopausa;
  • Alcuni farmaci;
  • Stress.

 

È normale il ritardo mestruale con la pillola?

Alcune donne pensano che senza le mestruazioni tutti i mesi si accumulino le tossine, ma questo è falso.
Non è pericoloso avere un ritardo delle mestruazioni per una volta, soprattutto appena si inizia a prendere la pillola perché si sta cercando di manipolare il ciclo mensile.
È normale anche un forte calo nella quantità di mestruazioni nel primo mese in cui si prende la pillola.

Gli studi hanno dimostrato che il 91% delle donne che usano pillole anticoncezionali in realtà voleva ridurre:

Altri motivi per cui le donne potrebbero voler manipolare le mestruazioni prendendo la pillola sono:

  • Date di nozze o luna di miele,
  • Vacanze,
  • Lavori esigenti,
  • Altri  problemi di salute correlati.

Le donne che vogliono saltare le mestruazioni lo fanno semplicemente iniziando una nuova confezione di pillole anticoncezionali durante la quarta settimana invece di prendere le pillole inattive.
Prima di fare questo, si dovrebbe parlare con il medico e notificare a lui o a lei le proprie intenzioni. Il medico potrebbe avere una soluzione diversa, per esempio l’iniezione di “Depo provera”.
Questa puntura impedisce le mestruazioni fino a 14 settimane dopo l’iniezione, va fatta almeno una volta ogni 12 settimane.
Dopo la sospensione della pillola possono passare da tre a sei mesi per rivedere l’ovulazione e il ciclo regolare.

Leggi anche:

Bibliografia

  1. Nagma S, Kapoor G, Bharti R, Batra A, Batra A, Aggarwal A, Sablok A. To evaluate the effect of perceived stress on menstrual function. J Clin Diagn Res. 2015 Mar; 9(3):QC01-3.
  2. Kaplan JR, Manuck SB. Ovarian dysfunction, stress, and disease: a primate continuum. ILAR J. 2004; 45(2):89-115.
  3. Jenifer E. Allsworth, PhD, Jennifer Clarke, MD, MPH, Jeffrey F. Peipert, MD, MPH, Megan R. Hebert, MA, Amy Cooper CRNP, andLori A. Boardman, MD, ScM. The influence of stress on the menstrual cycle among newly incarcerated women. Womens Health Issues. 2007; 17(4): 202–209. doi:  10.1016/j.whi.2007.02.002
  4. Saira Dars, Khashia Sayed, and Zara Yousufzai. Relationship of menstrual irregularities to BMI and nutritional status in adolescent girls. Pak J Med Sci. 2014 Jan-Feb; 30(1): 141–144. doi:  10.12669/pjms.301.3949
  5. Cutolo M. Gender and the rheumatic diseases: Epidemiological evidence and possible biologic mechanisms. Annals of the Rheumatic Diseases. 2003;62:3–3.
  6. Anker J.J., Carroll M.E. Females are more vulnerable to drug abuse than males: evidence from preclinical studies and the role of ovarian hormones. Curr Top Behav Neurosci. 2011;8:73–96.
  7. Lande RG1, Karamchandani V. Chronic mental illness and the menstrual cycle. J Am Osteopath Assoc. 2002 Dec;102(12):655-9.
  8. Yavangi M, Amirzargar MA, Amirzargar N, Dadashpour M. Does Ramadan fasting has any effects on menstrual cycles? Iran J Reprod Med. 2013 Feb; 11(2):145-50.
  9. Kyung Min Ko,Kyungdo Han, Youn Jee Chung,Kun-Ho Yoon, Yong Gyu Park, and Seung-Hwan Lee. Association between Body Weight Changes and Menstrual Irregularity: The Korea National Health and Nutrition Examination Survey 2010 to 2012 Endocrinol Metab (Seoul). 2017 Jun; 32(2): 248–256. doi:  10.3803/EnM.2017.32.2.248
  10. Krassas GE, Pontikides N, Kaltsas T, Papadopoulou P, Paunkovic J, Paunkovic N, Duntas LH. Disturbances of menstruation in hypothyroidism. Clin Endocrinol (Oxf). 1999 May;50(5):655-9.
  11. Koutras DA. Disturbances of menstruation in thyroid disease. Ann N Y Acad Sci. 1997 Jun 17;816:280-4.
  12. Thomas R, Reid RL. Thyroid disease and reproductive dysfunction: a review. Obstet Gynecol. 1987 Nov; 70(5):789-98.
  13. Chen EC, Brzyski RG. Exercise and reproductive dysfunction. Fertil Steril. 1999 Jan; 71(1):1-6.
  14. Susan M Sirmans and Kristen A Pate. Epidemiology, diagnosis, and management of polycystic ovary syndrome. Clin Epidemiol. 2014; 6: 1–13. doi:  10.2147/CLEP.S37559
  15. Melanie H. Jacobson, MPH,a Ann C. Mertens, PhD,b Jessica B. Spencer, MD,c Amita K. Manatunga, PhD,d and Penelope P. Howards, PhDa. Menses resumption after cancer treatment-induced amenorrhea occurs early or not at all. Fertil Steril. 2016 Mar; 105(3): 765–772.e4. doi:  10.1016/j.fertnstert.2015.11.020
  16. Badraoui MH, Hefnawi F. Ovarian function during lactation. Popul Sci. 1982;(2):95-107.
  17. Vaishali B. Popat,a Tamara Prodanov,a Karim A. Calis,b andLawrence M. Nelsona. The Menstrual Cycle A Biological Marker of General Health in Adolescents. Ann N Y Acad Sci. 2008; 1135: 43–51. doi:  10.1196/annals.1429.040
  18. Anne Zimmermann, David Bernuit, Christoph Gerlinger,Matthias Schaefers, and Katharina Geppert. Prevalence, symptoms and management of uterine fibroids: an international internet-based survey of 21,746 women. BMC Womens Health. 2012; 12: 6. doi:  10.1186/1472-6874-12-6
  19. Kamini Dhiman. Ayurvedic intervention in the management of uterine fibroids: A Case series. Ayu. 2014 Jul-Sep; 35(3): 303–308. doi:  10.4103/0974-8520.153750

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

AlphaOmega Captcha Geographica  –  What City Do You See?