Antinfiammatori naturali

In certi casi, gli antinfiammatori naturali possono essere un alternativa ai farmaci, possono prevenire le malattie e sono adatti anche per i bambini e le donne in gravidanza.

Che cos’è l’infiammazione?

L’infiammazione è una risposta immunitaria del corpo per riparare i tessuti che hanno subito una lesione o per curare un’infezione (Emanuela Ricciotti et Al. – 2011).

Il corpo aumenta l’afflusso di sangue alla zona colpita per la guarigione e causa:

  1. Rossore,
  2. Gonfiore,
  3. Dolore,
  4. Calore.

In certi casi l’infiammazione diventa cronica e comincia a danneggiare il corpo.

I rimedi naturali migliori sono:

  1. Gli olii essenziali,
  2. Alcune creme,
  3. Terapia del caldo e del freddo,
  4. Alcuni alimenti,
  5. Una dieta naturale.

Gli enzimi COX sono responsabili del processo infiammatorio nel corpo.
I farmaci inibitori della COX bloccano questo processo e alleviano il dolore e l’infiammazione.
I farmaci antinfiammatori come aspirina, ibuprofene e Celecoxib funzionano in questo modo.

Gli olii essenziali agiscono nella stessa maniera.

Come ridurre l’infiammazione?
Gli studi hanno mostrato che lo stile di vita non corretto favorisce l’infiammazione, ecco i comportamenti da evitare.

Perdere ore di sonno – dormire poco e l’insonnia non consentono al corpo la rigenerazione durante la notte.
Gli oli essenziali possono aiutare a dormire meglio.

Stress e ansia – riducendo lo stress e l’ansia si riduce la risposta infiammatoria del corpo. Gli oli essenziali aiutano a gestire l’ansia.

Esercizio – l’esercizio fisico rimuove le tossine dal sistema linfatico e riduce l’infiammazione.
Ci sono degli esercizi in particolare che aiutano ad eliminare l’infiammazione causata dall’ernia del disco, sono quelli del metodo Mckenzie.

Sistema immunitario – il sistema immunitario si può rinforzare con una sana alimentazione e aspettando di terminare la digestione del pasto precedente prima di mangiare.

Come si utilizzano gli olii essenziali?

Si possono prendere queste sostanze sotto forma di:

  • Tisana
  • Gargarismi
  • Inalazione
  • Vaporizzazione ambientale.

Quali oli essenziali riducono l’infiammazione causata dall’ossido nitrico?
L’ossido nitrico (ON) influenza il flusso sanguigno ed è prodotto da numerose cellule nel corpo.
Questa sostanza ha un effetto proinfiammatorio (Sharma JN – 2007).

Qui ci sono gli oli essenziali che inibiscono l’ON:

    • Menta piperita (efficace per i problemi di gola e delle gengive)(de Sousa AA et Al – 2010)
    • Cumino (Cuminum cyminum)
    • Achillea – Achillea millefolium (Su-Tze Chou – 2013)
    • Cassia o cannella cinese (Tung YT et Al – 2010)

Quali oli essenziali agiscono da inibitori degli enzimi COX e quindi da antinfiammatori naturali?

  • Timo (è efficace contro le infezioni batteriche come la cistite)
  • Finocchio
  • Chiodi di garofano
  • Eucalipto (ottimo per i problemi ai bronchi e la sinusite)
  • Bergamotto
  • Rosa

Fonte: Mariko Hotta et Al. 2010

Alimenti antinfiammatori naturali

Ci sono molti alimenti con proprietà antinfiammatorie, ma non hanno lo stesso effetto su tutte le persone. Per esempio, alcune persone possono sviluppare dei sintomi e delle malattie mangiando regolarmente un alimento considerato antinfiammatorio.

Zenzero
Lo zenzero è una spezia piccante usata in molte cucine asiatiche.
Si può acquistare in polvere o come radice fresca nella maggior parte dei supermercati.
Lo zenzero serve per curare:

Gli studi scientifici hanno confermato i benefici sulla salute.

Cannella
La cannella è una spezia popolare utilizzata per le proprietà anti-infiammatorie che possono ridurre il gonfiore.

Aglio
Le proprietà antinfiammatorie dell’aglio hanno dimostrato di alleviare i sintomi dell’artrite.
Si può mettere l’aglio fresco in qualsiasi piatto per dare sapore e per i benefici.

Pepe di cayenne
Tra gli antinfiammatori naturali, il pepe di cayenne e i peperoncini piccanti sono famosi per i loro benefici fin dai tempi antichi.
Il peperoncino contiene delle sostanze naturali chiamate capsaicinoidi.
Questo dà ai frutti piccanti le proprietà anti-infiammatorie.
È stato usato da tantissimi anni per aiutare la digestione.
Inoltre, il pepe di cayenne ha dimostrato recentemente di alleviare il dolore provocato dall’artrite e dal mal di testa.

Chiodi di garofano

I chiodi di garofano si utilizzano come espettoranti (per favorire l’espulsione del catarro con la tosse) dato che contengono l’eugenolo. Inoltre, sono utili per curare il mal di stomaco, nausea e infiammazione della bocca e della gola. La ricerca è ancora in corso, ma gli studi mostrano che il chiodo di garofano ha ottime proprietà antinfiammatorie. I chiodi di garofano in polvere sono ottimi nei prodotti da forno e in alcuni piatti salati, come zuppe e stufati. È possibile utilizzare anche i chiodi di garofano interi per insaporire le bevande calde come il tè o il sidro.

Soia
Diversi studi mostrano che gli isoflavoni (composti estrogeno-simili trovati nei prodotti di soia) possono aiutare ad abbassare i livelli di Proteina C reattiva e l’infiammazione nelle donne.
Uno studio sugli animali del 2007 pubblicato in “The Journal of Inflammation” mostra che gli isoflavoni contribuiscono a ridurre gli effetti negativi dell’infiammazione sulle ossa e sul cuore.

Olio d’oliva
Questo rimedio fai da te è molto efficace per combattere l’infiammazione.
Il composto oleocantale che dà il gusto tipico all’olio d’oliva ha dimostrato di avere un effetto simile agli antinfiammatori non steroidei nel corpo (Lucas L – 2011).

Curcuma

La curcuma (Curcuma longa) ha un sapore caldo, amaro e un delicato profumo che ricorda l’arancia e lo zenzero.
È noto per essere uno degli ingredienti usati per fare il curry.
La curcuma è un rimedio naturale potente che è stato utilizzato a lungo nella medicina indiana e cinese come antinfiammatorio naturale per trattare diversi disturbi.

Effetti della curcuma:
La parte più potente è il pigmento giallo o arancio della curcuma che è chiamato curcumina.
In numerosi studi, gli effetti anti-infiammatori della curcumina hanno dimostrato di essere paragonabili a farmaci potenti come l’idrocortisone e il fenilbutazone, nonché i farmaci antinfiammatori da banco come l’ibuprofene (Moment).
A differenza dei farmaci, che causano tanti effetti collaterali importanti e tossici (per esempio la formazione di ulcera allo stomaco e al duodeno, riduzione dei globuli bianchi, emorragia intestinale), la curcumina non provoca nessuna tossicità, ma non bisogna esagerare con le quantità.

Può alleviare il dolore
La curcuma può essere un utile antidolorifico, anche in caso di dolore da artrite.

Migliora la funzionalità epatica
L’effetto antiossidante della curcuma è molto potente e previene la degenerazione del fegato provocata dalle tossine.
Questa è una buona notizia per le persone che assumono tanti medicinali per il diabete o altre malattie dato che i farmaci possono influire negativamente sulla salute del fegato.

Può ridurre il rischio di cancro
La curcumina è un trattamento promettente per il cancro. Gli studi mostrano che ha effetti protettivi contro:

Un efficace trattamento per la sindrome del colon irritabile
la ricerca recente mostra che la curcumina può essere un trattamento efficace, ben tollerato e poco costoso per la sindrome del colon irritabile, del morbo di Crohn e della colite ulcerosa.
In questo studio, è stato somministrata una sostanza che provoca la colite ai topi. I topi che avevano preso la curcumina negli ultimi 5 giorni erano protetti.

Sollievo per l’artrite reumatoide
Gli studi clinici hanno dimostrato che la curcumina ha un effetto antiossidante molto potente.
Come antiossidante, la curcumina è in grado di neutralizzare i radicali liberi, sostanze chimiche che possono viaggiare nel corpo e causare gravi danni:

  • Alle cellule sane,
  • Alle membrane cellulari.

Si consiglia anche per curare l’artrosi.

Attenzione, la curcuma è controindicata in caso di:

Antinfiammatori naturali in base al disturbo

Infiammazione della prostata
Tra i cibi consigliati contro l’ingrossamento e l’infiammazione della prostata ci sono i semi di zucca e il prezzemolo.
L’alimentazione è importante per combattere questo disturbo, in particolare si consigliano i centrifugati di carote e verdure crocifere (Rucola, cavolfiore, cavoli, broccoli, ecc.).

Infiammazioni respiratorie
Ci sono molti prodotti che si possono prendere per:

Innanzitutto bisogna seguire un alimentazione ricca di sali minerali come il rame, zinco e la Vitamina C.
Tra i rimedi da erboristeria più forti ci sono il Ribes Nigrum, la Propoli e la Rosa canina.

Antinfiammatori naturaliDolori muscolari, articolari e contusioni
Per il dolore causato da un trauma, da un infiammazione articolare (per esempio la sinovite del ginocchio o la borsite della spalla) oppure da un ematoma muscolare si consiglia una pomata all’arnica montana ad uso topico.
Questa sostanza riduce l’infiammazione e il dolore perché favorisce il riassorbimento:

  • Del liquido infiammatorio,
  • Dell’ematoma.

In caso di tendinite le pomate e le erbe non riescono a risolvere il disturbo perché la causa è una lesione o tante micro-lesioni. In questo caso la fisioterapia è efficace e non provoca gli effetti collaterali dei farmaci.

Tallonite o infiammazione del tallone
Il metodo migliore per curare in modo naturale la tallonite è un pediluvio con acqua tiepida e bicarbonato.
Bisogna riempire una bacinella di acqua caldina e versare 4/5 cucchiai di bicarbonato che assorbe il liquido infiammatorio del calcagno.

Dolore al collo e lombalgia
Per il mal di schiena e il dolore cervicale di tipo muscolare si può spalmare una crema con l’artiglio del diavolo (o arpagofito) che ha effetti:

  • Analgesici,
  • Antinfiammatori,
  • Antipiretici (contro la febbre).

Ci sono degli integratori con l’estratto secco di artiglio del diavolo in erboristeria.
Evitare in caso di gastrite e ulcera allo stomaco.

Infezioni delle vie urinarie
L’uva ursina insieme agli olii essenziali di timo e ginepro è utile per combattere le infezioni urinarie (reni, ureteri, vescica e uretra) e la cistite.
È fondamentale l’igiene degli organi genitali e una sana alimentazione.

Problemi del fegato
Per il cattivo funzionamento del fegato si consiglia il tarassaco che si trova in erboristeria e il succo di aloe vera. Queste sostanze aiutano a disintossicare e depurare il fegato.

Infiammazione del nervo sciatico
L’infiammazione dei nervi si verifica a causa di un trauma, un virus o la compressione causata da un ernia o una protrusione.
I medici generalmente prescrivono i cortisonici per la sciatalgia.
Si può spalmare l’olio di zenzero e di camomilla,
Si possono prendere delle bacche di ribes che hanno un effetto antinfiammatorio.

Infezione alle orecchie
L’otite si può curare con un rimedio della nonna molto semplice.
Si può usare l’olio di oliva o l’aglio tritato.
Bisogna scaldare questa sostanza a fuoco lento fino a raggiungere una temperatura di 30 gradi circa.
Poi si versa l’olio su un cotton fioc e si tiene a contatto con l’orecchio per 30 minuti.
Ha una azione antibatterica.

 

Dieta naturale e antinfiammatoria

Non esiste una pomata miracolosa se l’alimentazione del paziente è pessima e comprende il cibo spazzatura.

L’infiammazione è il principale meccanismo di difesa del nostro organismo contro microrganismi e allergeni.
L’infiammazione è utile, ma in alcuni casi si verifica all’interno del corpo in assenza di microrganismi o sostanze estranee.
L’infiammazione cronica può portare a:

Le persone obese hanno più probabilità di sviluppare un’infiammazione nel corpo, quindi per loro è fondamentale una dieta antinfiammatoria.

Verdure antinfiammatorie naturali

Le verdure sono una parte importante della dieta.
Si dovrebbero mangiare solo le verdure biologiche nella dieta.
Usare solo olio di oliva per la cottura delle verdure, ma è molto meglio mangiare le verdure crude, si consigliano:

  • Broccoli
  • Spinaci
  • Cavolfiore
  • Cavolo
  • Rapa verde
  • Fagiolini
  • Patate dolci
  • Pomodori
  • Asparagi
  • Funghi
  • Bruxelles
  • Olive

Frutta antinfiammatoria naturali

La frutta fresca è ricca di vitamine e altri nutrienti vitali che sono essenziali per il corpo.
I frutti sono ricchi anche di fibre, quindi sono importante nella dieta perché agiscono come antinfiammatori naturali.
Si consigliano:

  • Papaia
  • Mirtilli
  • Mele
  • Jack fruit (sud est asiatico)
  • Soursop, chiamato anche Custard apple, Paw paw, Guyabano e Graviola, si trova nelle aree tropicali.
  • Uva
  • Zucca
  • Anguria
  • Ananas
  • Prugne
  • Pesche.

Altri alimenti antinfiammatori naturali

Insieme ai cibi scritti sopra, l’elenco include anche cereali, noci e frutta secca che aiuta a prevenire l’infiammazione e dà al corpo l’energia necessaria.

  • Noci
  • Mandorle
  • Legumi
  • Semi di soia

Cibi da evitare

Di seguito sono elencati gli alimenti che peggiorano l’infiammazione, soprattutto i cibi ricchi di oli, zuccheri e grassi idrogenati.
È fondamentale evitare di mangiare completamente questi cibi.

  • Cibo spazzatura
  • Alcol
  • Bevande analcoliche
  • Alimenti fritti
  • Gli oli idrogenati come la margarina che causano gli stessi danni dei grassi saturi
  • Dolci e torte
  • Prodotti lattiero-caseari ad alto contenuto di grassi
  • Tutti i latticini.

Attenzione ai cereali (pane, pasta, cracker, grissini, biscotti, ecc.) perché contengono molti carboidrati che diventano zuccheri durante la digestione. Bisogna sostituire il caffè con altre bevande, per esempio il tè verde che contiene alcuni anti ossidanti ottimi per la salute generale del corpo. Una dieta sana e naturale insieme all’esercizio fisico quotidiano riduce la probabilità di soffrire di infiammazioni.

Leggi anche:

Bibliografia:

  1. Emanuela Ricciotti, PhD and Garret A. FitzGerald, MD. Prostaglandins and Inflammation. Arterioscler Thromb Vasc Biol. Author manuscript; available in PMC 2012 May 1. Published in final edited form as:Arterioscler Thromb Vasc Biol. 2011 May; 31(5): 986–1000. doi:  10.1161/ATVBAHA.110.207449.
  2. Su-Tze Chou, Hsin-Yi Peng, Jaw-Cherng Hsu, Chih-Chien Lin, and Ying Shih. Achillea millefolium L. Essential Oil Inhibits LPS-Induced Oxidative Stress and Nitric Oxide Production in RAW 264.7 Macrophages. Int J Mol Sci. 2013 Jul; 14(7): 12978–12993.Published online 2013 Jun 24. doi:  10.3390/ijms140712978.
  3. Chen X. Chen, Bruce Barrett,  and Kristine L. Kwekkeboom. Efficacy of Oral Ginger (Zingiber officinale) for Dysmenorrhea: A Systematic Review and Meta-Analysis. Evid Based Complement Alternat Med. 2016; 2016: 6295737. Published online 2016 May 5. doi:  10.1155/2016/6295737.
  4. Maghbooli M, Golipour F, Moghimi Esfandabadi A, Yousefi M. Comparison between the efficacy of ginger and sumatriptan in the ablative treatment of the common migraine. Phytother Res. 2014 Mar;28(3):412-5. doi: 10.1002/ptr.4996. Epub 2013 May 9.
  5. Lucas L, Russell A, Keast R. Molecular mechanisms of inflammation. Anti-inflammatory benefits of virgin olive oil and the phenolic compound oleocanthal. Curr Pharm Des. 2011;17(8):754-68.
tecar

Tecarterapia

La Tecarterapia è una terapia che sfrutta il principio elettrico del condensatore per curare molti disturbi muscolo scheletrici. Il nome

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu