5 rimedi naturali per le vene varicose

Cosa sono le vene varicose?

Le vene sono vasi sanguigni che portano il sangue dagli organi del corpo al cuore. Le cellule assorbono l’ossigeno del sangue nei capillari e rilasciano i prodotti di scarto (come l’anidride carbonica) nelle vene. Da qui, il sangue è trasportato al cuore e ai polmoni dove:

  • Rilascia l’anidride carbonica,
  • Riceve l’ossigeno.

Le vene possono gonfiarsi di sangue quando il sangue non circola correttamente.
Queste vene visibili e sporgenti sono dette vene varicose.
Sono più frequenti nelle gambe e nelle cosce, ma si possono sviluppare in qualsiasi parte del corpo.
Le grandi vene varicose possono essere:

  • Visibili,
  • Sporgenti,
  • Palpabili (si sentono al tatto),
  • Tortuose,
  • Dilatate (più di 4 millimetri di diametro).

Telangectasia
Alcune piccole “vene varicose” possono apparire sulla superficie della pelle. Questi possono essere:

  • Corte,
  • Linee sottili,
  • Grappoli,
  • A forma di rete.

In genere non sono palpabili. Le telangectasie si trovano soprattutto nelle cosce, nelle caviglie e nei piedi.

Prevenzione delle vene varicose

Le misure di prevenzione o rallentamento dello sviluppo delle vene varicose comprendono:

  • Ginnastica: bisogna fare del movimento. Camminare è un ottimo modo per facilitare la circolazione del sangue nelle gambe. La bicicletta in pianura fa bene se il ritmo non è troppo rapido, altrimenti può peggiorare la situazione.
    La contrazione del polpaccio agisce come una pompa e spinge il sangue verso il cuore.
    Si consiglia di camminare mezz’ora al mattino e mezz’ora la sera, tutti i giorni.
  • Controllare il peso e la dieta: la perdita dei chili in eccesso riduce la pressione sulle vene. Si dovrebbe seguire una dieta povera di sale per prevenire il gonfiore causato dalla ritenzione idrica.
  • Lo zucchero favorisce la formazione di vene varicose, quindi si consiglia di evitare i dolci.
  • Il fumo peggiora la circolazione, quindi si consiglia di smettere di fumare.
  • Evitare i tacchi alti: le scarpe basse fanno lavorare di più i muscoli del polpaccio ed è meglio per le vene.
  • Non bisogna indossare dei vestiti attillati intorno alla vita, gambe o inguine. Per esempio, i pantacollant o i jeans stretti possono rallentare il flusso sanguigno.
  • Alzare le gambe: per migliorare la circolazione nelle gambe, si possono fare delle pause ogni giorno per sollevare le gambe sopra il livello del cuore. Per esempio si può rimanere a letto con le gambe appoggiate su tre o quattro cuscini.
  • Evitare di stare seduti o in piedi per periodi lunghi. Si dovrebbe cambiare posizione frequentemente per facilitare il flusso sanguigno e cercare di muoversi almeno ogni 30 minuti.
  • Alzarsi sulle punte dei piedi – le persone che stanno molto tempo in piedi dovrebbero alzarsi sulle punte per contrarre i polpacci. In questo modo “pompano il sangue verso il cuore”.
  • Non sedersi con le gambe incrociate. Alcuni medici ritengono che questa posizione possa aumentare i problemi di circolazione.
  • Evitare la ceretta per due motivi: il calore della cera e lo strappo possono aggravare la dilatazione delle vene.

Percorso vascolare per le vene varicose
La ginnastica in acqua e il percorso vascolare sono molto utili per migliorare la circolazione venosa.
In acqua:

  • Non si sente la gravità,
  • La pressione sulle gambe facilita la risalita del sangue verso il cuore.

Il percorso vascolare è una terapia naturale basata sulla contrazione e sul rilassamento dei vasi sanguigni.
La persona cammina in una vasca con l’acqua fresca (22° circa) e poi in una calda (32° circa).

  • Nell’acqua calda si verifica la vasodilatazione.
  • Nell’acqua fredda c’è una vasocostrizione.

Questa ginnastica vascolare agisce come una pompa nelle gambe.
Una passeggiata al mare con l’acqua che arriva al ginocchio è ottima e unisce:

  • L’effetto del massaggio dell’acqua,
  • La contrazione muscolare del polpaccio che è la pompa muscolare delle vene.

Sono casalinga o lavoro tutto il giorno, è sufficiente?
Purtroppo queste attività non servono. Anche se la casalinga non sta mai ferma, bisogna camminare 30/40 minuti continui per avere un buon risultato.

Alimentazione e dieta per le vene varicose

Secondo la dieta del gruppo sanguigno, il problema venoso dipende dal fegato. In questo caso gli alimenti responsabili sono soprattutto i formaggi e i latticini (per esempio lo yogurt). Inoltre, per ogni gruppo sanguigno ci sono degli alimenti che non sono tollerati.

Nel gruppo A, la carne rossa può causare la dilatazione delle vene di medio calibro. Generalmente, i medici consigliano di bere molta acqua, ma questo non aiuta a ridurre il gonfiore alle gambe, anzi può accentuarlo. Meglio mangiare dei cibi ricchi di liquidi, ma con poco sodio. La frutta e verdura sono composti soprattutto da acqua, ma la quantità di sodio è piccolissima e molto minore del potassio, quindi hanno un effetto diuretico.

Rimedi naturali per le vene varicose

Vene varicose,donna,gonfie,rosseEstratto d’ippocastano
L’estratto d’ippocastano (Aesculus hippocastanum) è una delle cure naturali più diffusa per le varici e per l’insufficienza venosa cronica. Il principio attivo dell’ippocastano è un composto chiamato escina.

L’escina sembra bloccare il rilascio degli enzimi che degradano le pareti dei capillari:

  • Elastasi,
  • Ialuronidasi.

Si consiglia di spalmare la crema con l’ippocastano sulle gambe. Ci sono degli ottimi prodotti che contengono ippocastano e centella asiatica che stimolano il microcircolo.
Estratti di corteccia di pino e semi d’uva
L’estratto di semi d’uva (Vitis vinifera) e l’estratto di corteccia di pino (Pinus maritima) contengono proantocianidine oligomeriche (OPCs), cioè degli antiossidanti che:

  • Sembrano rafforzare la struttura del tessuto connettivo dei vasi sanguigni,
  • Ridurre l’infiammazione.

Centella asiatica
La centella asiatica è una piccola pianta annuale, originaria dell’Asia. Si usa da tanto tempo nella medicina:

  • Tradizionale cinese,
  • Ayurvedica.

Presumibilmente, la pianta ha molti effetti benefici sulla salute, tra cui:

  • Riduzione del gonfiore
  • Miglioralmento della circolazione sanguigna
  • Guarigione più rapida delle ferite
  • Riduzione del dolore articolare
  • Riduzione dell’ansia

La centella asiatica è disponibile in diversi formati:

  • Tisana,
  • Capsule,
  • Tintura madre (estratto).

Pepe di Cayenna
Il pepe di cayenna è considerato un trattamento miracoloso per le vene varicose. È una fonte molto ricca di vitamina C e bioflavonoidi:

  • Aumenta la circolazione sanguigna,
  • Allevia il dolore delle vene gonfie e congestionate.

Preparazione

  1. Aggiungere un cucchiaino di polvere di pepe di Caienna a una tazza di acqua calda;
  2. Mescolare bene la soluzione;
  3. Bere questa miscela tre volte al giorno per uno o due mesi;

Amamelide
L’amamelide è un’erba molto efficace per rafforzare i vasi sanguigni e quindi può ridurre i sintomi delle vene varicose. Oltre ad essere un astringente, contiene anche acido gallico e diversi oli essenziali che possono aiutare a ridurre:

  • Il gonfiore,
  • Il dolore.

Procedimento

  • Immergere un panno nell’acqua distillata di amamelide,
  • Applicare sulla zona interessata.
  • Ripetere due o tre volte al giorno per uno o due mesi.

Alternativa

  • Riempire una vasca con acqua tiepida,
  • Aggiungere 10 – 20 gocce di acqua distillata di amamelide.
  • Immergere le gambe nella soluzione per almeno 15 minuti.
  • Lavare le gambe con acqua pulita e asciugare.
  • Ripetere questo rimedio una volta al giorno per uno o due mesi.

Leggi anche:

tecar

Tecarterapia

La Tecarterapia è una terapia che sfrutta il principio elettrico del condensatore per curare molti disturbi muscolo scheletrici. Il nome

Clicca sull'Area che ti Fa Male Mal di Testa Dolore al petto Dolore all'Anca Dolore al Piede Dolore al Collo Dolore alla Spalla Dolore al Gomito Mal di Schiena Dolore al Ginocchio Dolore al Piede
© bestdesign36 - bigstockphoto.com
Chiudi Menu