Problemi di erezione

INDICE

 

I problemi di erezione (o impotenza maschile) possono colpire i giovani e gli anziani.

Problemi di erezione significa l’incapacità dell’uomo di avere e mantenere un’erezione necessaria per un rapporto soddisfacente.
Può essere completa se il soggetto non riesce a raggiungere l’erezione, oppure è parziale se il pene diventa duro ma non abbastanza per la penetrazione.
I problemi di erezione colpiscono giovani, adulti e le persone in età avanzata
Una piccola indagine è stata condotta sui maschi in età giovanile o nell’adolescenza (tra 18 e 25 anni) a Chicago. L’indagine è stata condotta da Najah Senno Musacchio, MD of “Children’s Memorial Hospital in Chicago”.
Uomo,problemi di erezione
L’indagine è stata condotta oltre 234 uomini, e i risultati sono stati sorprendenti.

  • Gli uomini di 30 anni si lamentavano di avere difficoltà nell’ottenere o mantenere un’erezione.
  • Gli uomini di circa 58 anni hanno riferito che indossare un preservativo causa la perdita dell’erezione.

Più che un disturbo sessuale, i medici ritengono che i problemi di erezione giovanili (non psicologici) indicano una malattia cardiovascolare.
Per essere precisi, la disfunzione erettile negli uomini di età inferiore ai 50 anni, ha maggiori probabilità di essere causata da disturbi di cuore.
D’altra parte, i problemi di erezione negli uomini over 60/70 anni di età indicano con meno probabilità che la causa è un disturbo cardiovascolare.
È importante considerare che il raggiungimento dell’erezione è più lento negli anziani.

Cause dei problemi di erezione

Problemi di erezione di tipo psicologico
Secondo la maggior parte degli esperti, la disfunzione erettile ha origine principalmente nei problemi psicologici.
Questo si verifica soprattutto nei maschi intorno ai 20 anni (dai 16 ai 25 anni) che hanno uno stato di salute buono.
I motivi psicologici elencati di seguito sono la causa della disfunzione erettile in almeno il 10-25% degli uomini tra i 30 e 40 anni.
•Omosessualità,
Stress (può essere un disturbo occasionale o regolare),
Depressione,
•Poca autostima,
Ansia da prestazione,
•Ansia di avere rapporti sessuali o di causare una gravidanza.

Inoltre, l’indagine condotta dal dottor Musacchio mostra che circa il 25% degli uomini hanno problemi di erezione improvvisi appena provano a mettere un condom (profilattico).
Questo dimostra che l’impotenza nei giovani maschi può essere più una preoccupazione psicologica rispetto a una malattia fisica.

Problemi di erezione dopo prostatectomia

La rimozione chirurgica della prostata ammalata di cancro può provocare un danno ai nervi del pene che passano vicino alla prostata.
Il chirurgo oncologico pensa ad eliminare tutte le cellule cancerose, quindi durante l’operazione rimuove anche alcune cellule sane nella zona del tumore.
La conseguenza è un danno ai nervi che controllano il meccanismo dell’erezione.
Il recupero del nervo può avvenire in un periodo lungo, dopo alcuni mesi o dopo un anno.
In questo periodo il pene diventa più corto, i tessuti si atrofizzano e diventano fibrosi.
Uno studio della Urological Research Institute (URI) del San Raffaele condotto dal professor. Montorsi mostra che la somministrazione di Tadalafil 5 mg per un anno previene l’accorciamento del pene e permette il raggiungimento dell’erezione.


Stile di vita ed errori alimentari

I problemi di erezione sono aumentati molto negli ultimi anni.
Come si può pensare che i ragazzi di oggi stiano bene nonostante il pessimo stile di vita della maggior parte di loro!
I ragazzi che passano le giornate al computer, non escono mai e non fanno sport causano l’atrofia del loro corpo.
Inoltre, l’alimentazione non somiglia affatto a quella dei loro nonni, i ragazzi passano i pomeriggi a mangiare cibo spazzatura al fast food.
La conseguenza è che gli organi devono lavorare nonostante la carenza di sostanze nutrienti nel sangue.
Il sistema immunitario si indebolisce a causa dell’alimentazione ricca di zuccheri.
La circolazione peggiora perché il cibo spazzatura è ricco di sodio e povero di potassio magnesio.
I ragazzi non ci pensano, ma una dieta simile provoca anche problemi di relazione perché si fa fatica a dormire, si soffre di irritabilità e stress.
Gli uomini che lavorano troppo o sono troppo impegnati diventano stanchi la sera e non hanno le forze per mantenere l’erezione.
La dieta stretta può causare stanchezza, debolezza e mancanza di forza se non ci sono abbastanza energie nel corpo, l’erezione è una sfida molto dura.

Cosa fare? La terapia per i probemi di erezione

Il medico che si occupa dei disturbi al pene è l’andrologo.
Il trattamento della disfunzione erettile prevede diversi metodi:
1. Farmaci,
2. Dispositivi meccanici,
3. Consulenza psicologica.
Il trattamento dipende dalla gravità e delle cause sottostanti.

Se una malattia di cuore è la causa dell’impotenza, la terapia principale consiste in alcuni cambiamenti nella dieta e nello stile di vita. Seguire una dieta sana per il cuore, mantenere un peso equilibrato e aumentare l’attività fisica contribuisce a migliorare la situazione.

Rimedi naturali per i problemi di erezione

Ci sono alcune erbe che possono essere una soluzione al problema.

Erbaccia di capra cornea o cornuta
L’erbaccia di capra cornea è un rimedio cinese per l’impotenza.
Aiuta anche con basso desiderio sessuale e sintomi comuni come affaticamento e dolore.
Nel linguaggio profano, l’erezione si verifica quando la stimolazione sessuale stimola il rilascio di ossido nitrico nel corpo.
Questo rilassa i muscoli del pene che permettono al sangue di sgorgare nei nervi causando l’erezione.
Ora, questa erezione si perde quando é rilasciata un’altra sostanza chimica chiamata fosfodiesterasi di tipo 5. Questo ferma l’effetto dell’ossido nitrico. L’erbaccia di capra cornea inibisce l’azione della fosfodiesterasi, quindi aiuta la persona a mantenere l’erezione per un periodo prolungato.

Ginkgo biloba
Tra le terapie naturali per la disfunzione erettile c’è un’erba chiamata gingko.
La funzione principale di questa erba è migliorare la circolazione del sangue nel corpo.
Il trattamento dell’impotenza consiste in una maggior circolazione del sangue nel pene, quindi favorisce la durata dell’erezione per il piacere sessuale.

Studi scientifici
Ci sono numerosi studi sull’efficacia della pianta Ginkgo Biloba per trattare l’impotenza.
Alcune ricerche sono state in grado di confermare l’utilità dell’erba nel trattamento dell’impotenza.

Ginseng
Questa erba particolare è in grado di raggiungere dei risultati interessanti nel trattamento dei problemi di erezione.
In particolare, il ginseng rosso coreano è utilizzato in numerosi studi che hanno dato risultati soddisfacenti.
Tradizionalmente, il ginseng è considerato come un antichissimo rimedio naturale per stimolare la funzionalità sessuale maschile.

Ricerca scientifica
Gli esperti hanno condotto uno studio con 45 uomini che hanno preso il ginseng. Sorprendentemente, la maggior parte dei partecipanti ha avuto un miglioramento dell’erezione.

Rimedi casalinghi e auto-trattamento

Le seguenti misure potrebbero non essere sufficienti per curare l’impotenza, ma aiutano molto nel trattamento.

Smettere di fumare – i fumatori cronici hanno spesso dei problemi sessuali, tra cui l’impotenza.
Una delle conseguenze più gravi del fumo è la cattiva circolazione del sangue.
Secondo l’American Heart Association, chi fuma 20 sigarette al giorno ha il 60% di probabilità in più di sviluppare l’impotenza rispetto agli uomini che non hanno mai fumato.

Esercizio fisico regolare – un altro metodo naturale per risolvere la disfunzione erettile è rimanere fisicamente attivo.
Un allenamento sportivo per 30 minuti tutti i giorni dà ottimi benefici nella riduzione del rischio di problemi di erezione.
Lo sport serve per migliorare la salute dei vasi sanguigni, compresi quelli del pene.

Problemi di erezioneDieta e alimentazione

L’amore in tavola
Asparagi
Sono pieni di potassio, fibra, vitamine A, B6 e C, tiamina e acido folico.
Gli asparagi stimolano la produzione di istamina che è necessaria per raggiungere l’orgasmo negli uomini (e donne).

Avena
L’avena sativa è un rimedio omeopatico ricco di fibra e vitamina B.
Questo prodotto aumenta il livello di testosterone e permette di mantenere duro il pene.

Caviale
Il caviale ha anche delle proprietà medicinali, si pensa che possa favorire la rigenerazione e riparazione delle cellule nervose, quindi accresce i sensi.

Alga Kelp
In alcune parti del mondo l’alga kelp è considerata come un afrodisiaco. Kelp è ricca di vitamine e minerali essenziali.
Lo iodio serve per il corretto funzionamento della ghiandola tiroide e aumenta il desiderio sessuale.
La mancanza di questa sostanza provoca stanchezza e disinteresse nei rapporti sessuali.

Aragoste
L’aragosta è un afrodisiacio perché è ricca di zinco e vitamina B12, entrambi sono elementi essenziali per la libido maschile.

Ostriche
Le ostriche sono leggendarie per le proprietà afrodisiache perché contengono molto zinco e hanno un aminoacido (l’acido D-aspartico) che favorisce la produzione di ormoni sessuali.

Oloturia
L’Oloturia (o cetriolo di mare) ha delle proprietà altamente nutrienti ed è considerato un afrodisiaco.
Questo pesce combatte i radicali liberi ed è ricco di niacina, vitamina C, magnesio e zinco.
Tra gli effetti ci sono:

Spezie per i problemi di erezione

Cannella
La cannella è ottima per ridurre la glicemia (i livelli di zucchero nel sangue) che possono causare la diminuzione della libido.

Noce moscata
Questa spezia profumata si utilizza come stimolante sessuale perché è afrodisiaca.
La cannella è usata anche per curare il diabete e l’artrite.

Zafferano
Lo zafferano riduce i trigliceridi e il colesterolo “cattivo” nel sangue.
Ha forti proprietà antiossidanti e può essere utilizzata anche per la prevenzione del cancro.
Lo zafferano favorisce l’eccitazione sessuale perché contiene una sostanza in grado di stimolare i neurotrasmettitori nel cervello e la libido.

Vaniglia
La vaniglia stimola una ghiandola chiamata ipotalamo che controlla le emozioni e la memoria.