Tendinite all’arto superiore

INDICE


Cos’è la tendinite all’arto superiore?

Epicondilite significa infiammazione dei tendini degli estensori e supinatori del polso: estensore radiale breve, estensore ulnare lungo del carpo, estensore comune delle dita, supinatore breve.

Chi soffre di epicondilite non riesce ad aprire la porta o a versare l’acqua dalla bottiglia perché sente un forte dolore, quasi insopportabile.

tendinite del gomito, degli estensori e supinatori dell'avambraccio
gomito del tennista
© Lovrencg – Fotolia.com

Spesso non si forma un versamento articolare. Di solito i tendini infiammati non sono quelli degli estensori, ma il supinatore e per saperlo bisogna fare i testi muscolari.
Nello sport il 40/50% dei tennisti amatori ha la tendinite del gomito.
Ogni tennista ha la sua racchetta personale per prevenire l’epicondilite.
Anche il muratore può avere questo disturbo per l’utilizzo della cazzuola.
Spesso soffrono di epicondilite anche i suonatori: chitarra, tromba, saxofono ecc.
La cosa più importante è affrontare il disturbo prima possibile perché le tendinopatie diventano facilmente croniche e si formano delle calcificazioni (deposito di sali di calcio) e degenerazione del tessuto.

Qual’è l’esame strumentale più adatto?

L’ecografia è l’esame indicato per stabilire se il dolore al gomito è causato da un’epicondilite.
A volte i tendini sono lievemente ipoecogeni con un aumento di spessore, questa caratteristica è tipica delle tendinopatie.

Tendinite all'arto superiore
Tendinite all’arto superiore

Diagnosi della tendinite

La diagnosi della tendinopatia del gomito è clinica con la conferma dell’ecografia.
Se applico il test che consiste nell’alzare la mano pronata e il paziente non prova dolore o fastidio, significa che non ha l’infiammazione dei tendini degli estensori.
Se invece gli chiedo di ruotare verso l’esterno la mano (supinazione) e fa male, significa che il problema è a livello dei muscoli supinatori.

 

Epicondilite,tendinite del gomito

Cosa fare? Qual’è la terapia?

Si deve procedere in diversi modi per rimuovere l’infiammazione, togliere la causa dell’epicondilite ed evitare le recidive.
Bisogna modificare il gesto sportivo e tenere il bracciale anti-epicondilite che serve a scaricare le forze sull’avambraccio, ma a 2mc di distanza dal gomito.
È come spostare di pochi centimetri l’inserzione dei muscoli verso la mano.

L’atleta con il tutore può giocare a tennis, si deve indossare con il braccio rilassato.
Spesso la causa del dolore è un cattivo utilizzo del gomito causato dallo spostamento millimetrico del radio sull’ulna causato dai traumi o dai microtraumi nel caso del tennista, quindi con la terapia manuale si possono sbloccare le articolazioni.
Con la manipolazione della fascia si eliminano le aderenze che si sono formate nei muscoli e nel tessuto connettivo e che causano dolore, perdita di forza e limitazione del movimento.
Molti pazienti guariscono dall’epicondilite con la terapia fisica: laser, onde d’urtoultrasuoni.

Una piccola percentuale di pazienti guarisce anche con l’applicazione del ghiaccio.
Terapie manuali meno efficaci ma che possono dare sollievo in caso di epicondilite sono le trazioni, lo stretching e il massaggio trasverso profondo.
Se tutte le terapie conservative non risolvono il problema, dopo un anno si può pensare a un intervento chirurgico, ma sul gomito i risultati sono generalmente scarsi.

 

L’epitrocleite è la tendinite del gomito nella parte interna, la fitta è localizzata a livello dell’epitroclea, può interessare i tendini pronatori o i flessori del polso e delle dita.
Il caso tipico è il gomito del golfista che è caratterizzato dall’infiammazione di questi tendini nei non professionisti.
La terapia è la stessa dell’epicondilite.

 

Cisti Tendinee

Tendinite polso, estensori, mano, infiammazione, dolore, ritorno, giocare, suonare, suonatore, terapia, laser, partita, lesione, male, stilettata, fatica, gonfiore, edema, sportivo, atleta, basket, pallamano, lancio, tirare
Cisti Tendinea al Polso

Si tratta di un rigonfiamento di liquido sinoviale dell’articolazione o della guaina tendinea ed è causato da un’infiammazione.
È una formazione piuttosto frequente, ma non è sempre dolorosa, generalmente si trova sul lato dorsale del polso ed è la conseguenza di una tendinite dei tendini estensori.
Nella maggior parte dei casi è palpabile e visibile ad occhio nudo, ma può essere all’interno del polso e non si vede.
Per effettuare la diagnosi si esegue un’ecografia che riesce a visualizzare anche le dimensioni.
A volte le cisti scompaiono spontaneamente, ma spesso ritornano.
Il trattamento della tendinopatia del polso dipende dai sintomi, se non causa dolore o fastidio di solito si aspetta perché forse il paziente guarisce senza terapie o con l’immobilizzazione dell’articolazione.
In caso di forte dolore, l’ortopedico può aspirare il liquido con una siringa, questo trattamento riduce i sintomi, ma non risolve il problema.
Dopo aver provato la fisioterapia, i farmaci e le infiltrazioni, se il paziente non è guarito si può considerare anche l’intervento chirurgico.

La tendinite della spalla

test per la tendinite o tenosinovite del capo lungo del bicipite
test per la tendinite o tenosinovite del capo lungo del bicipite

 

Il tendine del capo lungo del bicipite brachiale origina dalla scapola e termina nel muscolo bicipite (nella parte anteriore del braccio).
La tendinite della spalla può colpire il tendine del Sovraspinoso o del Bicipite, raramente interessa gli altri muscoli della cuffia dei rotatori (sottospinoso, sottoscapolare, piccolo rotondo).
L’articolazione della spalla è quella più libera di eseguire i movimenti, infatti può compiere la flessione, estensione, adbuzione, adduzione e rotazione interna o esterna.

La causa di tendinite del capo lungo del bicipite è il tipo di attività: sportivi che sollevano molti pesi in palestra, lanciatori ecc.

Generalmente questo tendine si infiamma insieme a quello del muscolo sovraspinoso a causa del sovraccarico della cuffia dei rotatori o di un gesto atletico scorretto.
Quando si lavora con il braccio sopra al livello della spalla, il capo lungo del bicipite si può infiammare.
Questa tendinite nei soggetti adulti, anziani o sportivi può causare il deposito di sali di calcio che ostacolano il movimento del tendine e fanno male, nell’articolazione della spalla il caso più frequente è la tendinopatia del sovraspinoso.
La tendinite del CLB è chiamata anche sindrome del portafoglio perché il dolore compare quando si inserisce la mano nella tasca posteriore del pantalone come quando si estrae il portafoglio.

Cosa fare? Qual’è la terapia più adatta?

Laser terapia per tendinite, nervo, tendinite, muscolo, contrattura, stiramento, strappo, gonfiore, edema, infiammazione, dolore, male, stilettata, artrosi, età, anziani, post-intervento, fisioterapia e riabilitazione, schiena, lombare, sacrale, cervicalgia, cervicobrachialgia, lombosciatalgia, lombocruralgia, sportivi, calciatori, lavori pesanti, pallavolo, basket, ciclismo, neuropatia, discopatia, ernia del disco, protrusione, bulging
Terapia Laser CO2 per i tendini.

Nelle tendinopatie della spalla si effettua il trattamento strumentale con la Laserterapia e la terapia manuale per sciogliere le aderenze del tessuto connettivo che intrappolano i nervi e provocano dolore, limitazione del movimento e riduzione della forza.

Una tendinite da sovraccarico, in fase acuta e subacuta dovrà essere curata con la fisioterapia e il riposo.
Se il paziente continua a sovraccaricare un tendine infiammato si rischia di provocare la degenerazione e la formazione di calcificazioni.
In questa fase, si consiglia la fisiokinesiterapica e le terapie fisiche tradizionali come ultrasuoni, laser co2 terapia e onda d’urto.
La Tecarterapia® non è adatta per curare i tendini.

Ultrasuoni ed elettroterapia per tendinite, nervo, tendinopatia, muscolo, contrattura, stiramento, strappo, gonfiore, edema, infiammazione, dolore, male, stilettata, artrosi, età, anziani, post-intervento, fisioterapia e riabilitazione, schiena, lombare, sacrale, cervicalgia, cervicobrachialgia, lombosciatalgia, lombocruralgia, sportivi, calciatori, lavori pesanti, pallavolo, basket, ciclismo, neuropatia, discopatia, ernia del disco, protrusione, bulging
Macchinari per gli Ultrasuoni e l’elettroterapia.

Tra le terapie, le infiltrazioni di cortisone possono causare la formazione di calcificazioni e la degenerazione del tendine.
Gli impacchi di ghiaccio servono per curare linfiammazione, ma solo in fase acuta.

Lo stretching può aiutare ad alleviare il dolore, ma non è una terapia provata scientificamente, inoltre il dolore può peggiorare mentre quando si fanno gli esercizi di allungamento del tendine.
Quando si riduce l’infiammazione locale, gli esercizi di fisioterapia e riabilitazione si devono effettuare con un peso che aumenta progressivamente e si solleva lentamente.
Solo se tutte queste terapie non hanno effett, si può andare dal chirurgo.


Se la spalla non ha delle calcificazioni, le possibilità di risolvere il problema sono maggiori.
Per la sindrome da conflitto della spalla è importante eseguire gli esercizi di decoaptazione articolare, cioè una trazione che allontana le ossa di un articolazione.

 

Lascia un commento