Sudorazione eccessiva – iperidrosi

INDICE

La sudorazione eccessiva (o iperidrosi) è un problema frequente, soprattutto a:

  • Ascelle,
  • Mani,
  • Piedi.

Iperidrosi significa che si suda molto di più del normale, anche se non:

  • C’è caldo e umidità,
  • Si fanno esercizi
  • Si ha l’ansia.

Il sudore si mescola spesso con i batteri presenti sulla pelle che causano il cattivo odore.
La sudorazione acida dipende da diversi fattori in particolare:

  • Dagli ormoni,
  • Dall’alimentazione.

L’odore forte del sudore dipende anche da quanto tempo passa prima di lavarsi.

In caso di dermatite o dermatosi causata dal sudore (detta anche sudamina o miliaria), la pelle può diventare arrossata, generalmente si formano anche delle bollicine di colore rosso.

 

Quali sono le cause dell’eccessiva sudorazione notturna o quando si dorme?

Iperidrosi idiopatica
Quando una persona ha una sudorazione eccessiva senza una malattia che la provoca si parla di iperidrosi idiopatica.
L’iperidrosi si può verificare in qualunque momento, durante:

  • L’infanzia,
  • L’adolescenza,
  • L’età adulta.

La malattia è provocata da ghiandole sudoripare iperattive perché sono stimolate eccessivamente dal sistema nervoso simpatico (autonomo).
La sudorazione è spesso localizzata a:

  • Piante dei piedi,
  • Ascelle,
  • Inguine,
  • Alcune parti del viso,
  • Palmi delle mani,
  • Sotto il seno.

Menopausa
Durante la fase di perimenopausa e della menopausa, il calo di estrogeni provoca un funzionamento improprio dell’ipotalamo.
Questo causa la pelle rossa e la dilatazione dei vasi sanguigni che provoca l’eccessiva sudorazione.
Le vampate di calore e una forte sudorazione durante la notte si possono verificare anche senza:

  • Una camera calda,
  • Uno sbalzo di temperatura.

Ipertiroidismo
L’ipertiroidismo è una malattia endocrina caratterizzata da una tiroide iperattiva.
Questa malattia può accelerare il metabolismo del corpo provocando:

Ipoglicemia
L’ipoglicemia è caratterizzata da bassi livelli di zucchero nel sangue (< 70 mg/dl) e interessa i pazienti con diabete che prendono troppa insulina.

Cause dell’ipoglicemia:

  • Un’attesa troppo lunga tra i pasti,
  • Non mangiare cibo a sufficienza,
  • Un’allenamento lungo senza mangiare.

Tra i sintomi ci sono:

  • Tremore,
  • Sudorazione fredda,
  • Sensazione di fame,
  • Ansia,
  • Palpitazioni.

L’ipoglicemia notturna si verifica durante il sonno e può provocare:

Infezioni
La tubercolosi è una delle cause più frequenti di sudorazione notturna. Questa malattia infettiva che spesso colpisce i polmoni di una persona può causare:

Ci sono molte infezioni che possono provocare la sudorazione notturna, tra cui:

  1. Virus dell’immunodeficienza umana (HIV)
  2. Infezione da mycobacterium avium complex
  3. Mononucleosi infettiva (causato dal virus di Epstein – Barr)
  4. Infezioni fungine (coccidioidomicosi)
  5. Ascesso del polmone (necrosi del tessuto polmonare)
  6. Endocardite (infiammazione delle valvole cardiache)
  7. Osteomielite (infezione ossea).

 

Medicine che causano sudorazione eccessiva

  • Farmaci antidepressivi
    Gli inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI), gli antidepressivi triciclici e i farmaci psichiatrici provocano la sudorazione notturna.
    Tra le medicine che provocano un eccessiva sudorazione c’è la sertealina (Zoloft)
  • Antipiretici
    I farmaci antipiretici (contro la febbre) come l’aspirina e il paracetamolo possono influenzare l’ipotalamo.
    Essi inducono l’ipotalamo ad abbassare la temperatura del corpo.
    Il sudore è uno dei meccanismi che si attivano in risposta all’assunzione di questi farmaci.
  • Altri farmaci:
    • Alcuni farmaci per la pressione sanguigna
    • Alcuni farmaci per bocca secca

Apnea notturna
L’apnea notturna si verifica quando ci sono continui episodi di ostruzione completa o parziale delle vie aeree superiori durante il sonno.
Dato che i muscoli del torace e del diaframma agiscono per aprire le vie aeree, la respirazione riprende con un forte sussulto.

L’apnea ostruttiva può causare:

Tumore
La sudorazione eccessiva potrebbe indicare anche alcuni tumori, come:

  • Il linfoma,
  • La leucemia (cancro del sangue e midollo osseo).

Se la fase di sudorazione eccessiva è accompagnata dalla febbre e dalla perdita di peso inspiegabile, è meglio consultare un medico per escludere la possibilità del cancro.

Ansia e Stress
L’ansia e le preoccupazioni possono provocare un’improvvisa sudorazione notturna.
L’ansia attiva il sistema di allerta nell’organismo.
Questo fa arrivare più sangue nelle parti del corpo che dovrebbero avere bisogno.
L’ansia quindi provoca un restringimento dei vasi sanguigni periferici (vasocostrizione).
La conseguenza è che il corpo inizia a sudare.
Il sudore per uno stato emotivo alterato può essere freddo.

Esaurimento da calore o stress da calore
L’esaurimento da calore si verifica quando la temperatura del corpo aumenta oltre i 37°, (ma meno di 40°).
Tra i sintomi ci sono:

Sudorazione eccessiva - iperidrosi
Sudorazione eccessiva – iperidrosi

Alimentazione
Se si mangiano molti grassi, cibi salati o semplicemente se si mangia molto è facile provocare un’intensa sudorazione alle ascelle.
Un rimedio semplice ed efficace consiste nella modifica dell’alimentazione:

  • Mangiare frutta e verdura,
  • Evitare gli alimenti difficili da digerire.

Chi soffre di cattiva digestione e va a letto dopo una cena pesante, si può svegliare sudato con le coperte bagnate.

La sudorazione gustativa (sindrome di Frey) si verifica quando si masticano, mordono o succhiano gli alimenti.
Questa malattia interessa soprattutto il viso e il collo e può essere causata dall’asportazione delle ghiandole paratiroidi o senza un motivo apparente.

Gravidanza
Durante la gravidanza la sudorazione aumenta a causa dello squilibrio ormonale e per l’aumento del metabolismo.
Più si mangia, più il corpo si scalda.

Problemi neurologici
Anche se le malattie neurologiche sono abbastanza rare, possono causare sudorazione notturna, tra queste ci sono:

  • La disreflessia autonomica è causata da lesioni del midollo spinale tra la quinta vertebra toracica e quelle superiori.
    Gli impulsi nervosi del midollo spinale sono bloccati dalla lesione.
    La disreflessia autonomica provoca un’iperattività del sistema nervoso simpatico.
    I sintomi di questa malattia sono:

  • L’ictus è caratterizzato da una perdita di funzionalità del cervello provocato dalla perdita dell’afflusso di sangue al cervello.
    Spesso provoca sudorazione profusa e mal di testa.

Tra le altre malattie che provocano sudorazioni notturne ci sono:

 

Eccessiva sudorazione in viso e in testa

La sudorazione eccessiva dalla fronte può provocare imbarazzo, per esempio i capelli si inumidiscono ed emanano cattivo odore e possono causare prurito al cuoio capelluto.

Cause di iperidrosi primaria in volto
Se la testa ha un’eccessiva sudorazione primaria, non c’è una malattia che la provoca.
Si dice che nella maggior parte dei casi, l’iperidrosi primaria della testa è caratterizzata da ghiandole sudoripare iperattive.

Cause di iperidrosi secondaria
L’iperidrosi secondaria è il sintomo di una malattia.
Ci sono alcune malattie che possono causare un’eccessiva sudorazione in viso, tra cui:

  1. Disturbi della tiroide
  2. Ansia o Stress
  3. Menopausa
  4. Attacco di cuore (può provocare la sudorazione fredda o algida)
  5. Farmaci (antinfiammatori o farmaci ormonali)
  6. Diabete mellito
  7. Morbo di Parkinson
  8. Ictus, alcune lesioni del midollo spinale
  9. Sindrome da carcinoide
  10. Tubercolosi, cancro
  11. Infezioni croniche.

 

Sudorazione,eccessiva,notturna,ghiandola sudoripara,pelleCause di eccessiva sudorazione alle mani e ai piedi

Sistema nervoso simpatico iperattivo
Ogni volta che c’è una situazione stressante, il corpo reagisce producendo sudore per abbassare la temperatura corporea.
Queste situazioni possono essere:

  • Rabbia,
  • Stress,
  • Nervosismo,
  • Pericoli,
  • Calore esterno e minor ventilazione,
  • Malattie dei vasi periferici arteriosi e linfatici,
  • Sepsi,
  • Crampi.

A volte ci sono casi di mani e piedi sudati nei neonati e nei bambini, questi potrebbero essere provocati dalla febbre.

 

Sudorazione eccessiva alle ascelle

Fattori che contribuiscono all’iperidrosi ascellare

  • Problemi alla tiroide (ipertiroidismo, ipotiroidismo), ipoglicemia, vampate di calore (menopausa) e attacchi di cuore;
  • Febbre;
  • Consumo di cibo piccante;
  • Un’assunzione eccessiva di caffeina;
  • Effetti collaterali di alcuni tipi di analgesici, farmaci anti-psicotici o farmaci per i disturbi della tiroide.
  • Stress, ansia o depressione.

 


Sudorazione ai glutei e alle zone intime

Ci sono alcune parti del corpo in cui la pelle non traspira perché è a contatto con la superficie della sedia o di altre aree corporee, quindi non dipende da una malattia.
Questo disturbo interessa per esempio la:
1. Zona lombare;
2. Sedere;
3. Zona intima;
4. Zona pubica.

 

Rimedi naturali per la sudorazione eccessiva

Se il problema di sudorazione è genetico non si può pretendere una guarigione completa, negli altri casi si può migliorare molto con dei rimedi casalinghi.

  1. Applicare il succo di limone fresco sulle parti del corpo che sudano di più per 10-15 minuti, poi sciacquare.
    Ripetere tutti i giorni. Strofinare le fette di limone sull’area prima di lavarsi.
  2. Fare una miscela di olio di tea tree (2 gocce) con acqua.
    Riempire un flacone spray e applicarlo come un deodorante.
  3. Immergere un batuffolo di cotone in aceto di mele e applicare sulla zona ascellare.
  4. Macinare noci e foglie di eucalipto insieme per fare una pasta.
    Applicare questa pasta alle parti del corpo che sudano di più. Lasciarlo per circa 5-10 minuti. Successivamente bisogna risciacquare bene con acqua.
  5. Evitare il cibo piccante e il caffè.

Selezionare un rimedio fai da te e continuare regolarmente per un periodo di circa 1 mese.
Se si suda nonostante i rimedi casalinghi, è consigliabile fare una visita da un dermatologo.

 

Terapia per la sudorazione eccessiva e farmaci

Consigli generali

  • Indossare indumenti traspiranti, per esempio le magliette specifiche per gli sportivi.
  • Le calze contenenti fibra d’argento oppure ossido di rame riducono l’odore,
  • Utilizzare delle solette assorbenti nelle scarpe e sostituirle frequentemente.
  • Applicare il talco o il bicarbonato dopo il bagno.

Le medicine orali che riducono la sudorazione si chiamano anticolinergici.
Un esempio è il glicopirrolato (Robinul).
La maggior parte degli anticolinergici sono disponibili solo con la prescrizione di un medico.
Tra gli effetti collaterali ci sono: secchezza della bocca e vista offuscata.

Antitraspiranti
Ci sono molti antitraspiranti disponibili che bloccano le ghiandole sudoripare.
Bisogna applicare queste sostanze di notte sul corpo.
Questi antitraspiranti entrano nei pori della pelle e bloccano la traspirazione.

Tra i prodotti più efficaci ci sono:

A livello del piede le creme hanno un effetto più limitato perché la pelle è più spessa.

Ionoforesi
Questa tecnica consiste nell’applicazione di una corrente continua a bassa intensità alle mani e ai piedi.
I ricercatori non conoscono il meccanismo di azione, ma si pensa che la ionoforesi agisca sui nervi che causano la secrezione di sudore.
Si utilizza per:

  • Mani,
  • Piedi,
  • Ascelle.

Bisogna effettuare la terapia per 20 minuti, almeno una volta a settimana.
I problemi di questa terapia sono:

  • Dev’essere ripetuta a lungo termine,
  • Non sempre è efficace.

Iniezioni di botulino
Le iniezioni della tossina botulinica sono effettuate nella zona in cui il paziente suda eccessivamente. La tossina blocca il rilascio dell’acetilcolina che è un neurotrasmettitore. Questa sostanza è necessaria per stimolare le ghiandole a produrre il sudore.
Il trattamento prevede 10 – 20 iniezioni e l’effetto può durare da 1 a 6 mesi.

Rimozione delle ghiandole sudoripare
Può essere fatta su una zona particolare come l’ascella.
Anche se questo metodo è molto utile, bisogna parlare con il medico degli effetti collaterali dell’operazione.

Simpatectomia toracica
Un’opzione di intervento chirurgico per la sudorazione eccessiva si chiama simpatectomia toracica.
Questa operazione prevede l’interruzione dei nervi del sistema simpatico responsabili della sudorazione.
Si effettua inserendo un piccolo endoscopio sotto l’ascella.
L’obiettivo è quello di tagliare alcune fibre del nervo che comanda le ghiandole sudoripare.
La simpatectomia toracica è molto efficace ma allo stesso tempo è rischiosa.
Il chirurgo deve far collassare momentaneamente i polmoni per visualizzare chiaramente i nervi.
L’operazione ha alcuni effetti collaterali, tra cui:

  • Danni ai nervi;
  • Sudorazione compensatoria in altre parti del corpo non-operate;
  • Complicazioni respiratorie;
  • A volte, questi disturbi diventano permanenti.

Bibliografia: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4012678/

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code