Primi sintomi della gravidanza

I sintomi della gravidanza possono comparire pochi giorni o settimane dopo il concepimento.

INDICE


Prima del ciclo, la coppia è in ansia per capire se è avvenuto il concepimento. Fortunatamente ci sono alcuni metodi e sintomi che consentono di capire se la donna è incinta, anche nelle prime settimane.

L’organismo della donna cambia già nei primi giorni dopo la fecondazione per creare le condizioni adatte alla crescita dell’embrione.
Gli ormoni possono causare i cambiamenti anatomici e funzionali del corpo della donna, tra cui:

  1. Aumento delle dimensioni della mammella,
  2. Vasodilatazione (dilatazione di arterie e vene),
  3. Aumento della temperatura corporea,
  4. Rilassamento della muscolatura liscia (involontaria).

All’inizio della gravidanza, i sintomi sono molto variabili, alcune donne hanno sintomi importanti, mentre altre non sentono nessuna differenza.

Molte persone pensano che non si può rimanere incinta durante l’allattamento, ma questo è falso, soprattutto se non si allatta regolarmente il bambino.

 

Segni e sintomi nei primi giorni di gravidanza

Il risultato positivo del test di gravidanza dopo il ritardo mestruale è un indice sicuro per le donne incinta.
Tuttavia, si possono manifestare degli altri segni corporei prima di perdere il ciclo mestruale.

Primi sintomi della gravidanza
Primi sintomi della gravidanza

Gonfiore dell’addome
La maggior parte delle donne sente questo sintomo nella fase precoce della gravidanza.
I cambiamenti ormonali che si verificano nel corpo rendono l’addome gonfio.

Elevata temperatura basale
Nel periodo in cui l’ovulo si impianta sulla parete dell’utero si verifica l’aumento della temperatura basale (temperatura del corpo a riposo , al risveglio).
La temperatura basale dipende dal progesterone:

  1. Prima dell’ovulazione, il progesterone è basso e la temperatura rimane intorno a 36,3°. Il valore può variare, ma di solito non supera i 36,6°.
  2. Se il livello di questo ormone nel sangue è alto, la temperatura sale fino a 36,8°/37°.

Solitamente questo aumento della temperatura accade subito dopo l’ovulazione e la temperatura non scende fino a 6-12 giorni dopo l’ovulazione.
In caso di concepimento, la temperatura basale rimane alta per almeno 15 giorni dopo l’ovulazione, questo è un segno affidabile che la fecondazione è avvenuta.

Tuttavia, ci possono essere altri fattori che possono alterare la temperatura, anche un raffreddore o un’infezione.

Seni dolenti e areole più scure
Il segno più precoce della gravidanza è il seno gonfio che causa dolore. L’indolenzimento del seno è simile a quello che si sente prima dell’inizio del ciclo mestruale; in gravidanza è più evidente.
I cambiamenti ormonali possono aumentare il flusso sanguigno nei seni, che li rende sensibili.


Effetti degli ormoni sul seno

  • Il progesterone è l’ormone responsabile dei cambiamenti delle mammelle all’inizio della gravidanza.
    Questo ormone favorisce la crescita del seno così la donna ha abbastanza latte per nutrire il neonato.
  • Gli estrogeni e la prolattina causano la proliferazione e dilatazione dei condotti che porteranno il latte all’areola.
    Gli estrogeni aumentano anche le dimensioni della areola che può diventare più scura durante la progressione della gravidanza.

Questo si può osservare entro 1-2 settimane dopo il concepimento.

 

Stanchezza o sonnolenza
L’aumento dell’ormone progesterone induce stanchezza eccessiva.
Il cambiamento dei livelli ormonali può rendere le donne incinta:

Questo è il sintomo più frequente, si verifica:

  • Nel primo trimestre, anche all’inizio,
  • Nel terzo trimestre.

All’inizio della gravidanza, il corpo deve lavorare duramente per creare la placenta.
Le alterazioni ormonali causano:

  • Pressione bassa perché provocano vasodilatazione a livello dei vasi sanguigni superficiali. La conseguenza è una minor resistenza al flusso sanguigno e quindi il cuore pompa il sangue con meno forza.
  • Calo della glicemia (zuccheri nel sangue),
  • Nausea, vomito e calo di appetito

Il fabbisogno di ferro aumenta, quindi la donna può soffrire di anemia.
Inoltre, alcune donne hanno problemi di insonnia e questo provoca nervosismo e stanchezza.

 

Perdite da impianto
Il sanguinamento dell’impianto si verifica quando l’ovulo fecondato scava attraverso la parete vascolarizzata dell’utero.
La macchia che si forma è molto leggera con colorazione rossa, rosata o bruno-rossastra. Si può verificare per circa un giorno o due.

Si deve parlare con il medico per escludere la possibilità della gravidanza ectopica se le perdite:

Il sanguinamento dell’impianto si può manifestare entro 6-12 giorni dopo il concepimento.

 

Dolori e crampi addominali
L’improvviso aumento dei livelli ormonali nel corpo durante le fasi iniziali della gravidanza può causare:

  • Il mal di testa, può essere causato da ansia, stanchezza, disidratazione, insonnia e nausea.
  • Il mal di schiena, nelle fasi iniziali è causata dall’aumento dell’ormone relaxina. Questo ormone aumenta la flessibilità dei legamenti. La conseguenza è una maggior ampiezza di movimento e minor stabilità vertebrale. In questa condizione le ossa dell’articolazione scorrono in maniera anomala tra loro, quindi alcuni elementi articolari possono subire uno stiramento. Questo provoca un’infiammazione articolare e dolore.

I crampi si possono verificare anche a causa dei cambiamenti in atto nell’utero.

Dopo il concepimento, alcune donne avvertono i sintomi emotivi come:

  • Gli sbalzi d’umore,
  • Crisi di pianto,
  • Le vampate di calore.

 

Sintomi della gravidanza nelle prime settimane

Nausea e vomito
L’aumento dei livelli ormonali nel corpo provoca la nausea.
Si può verificare in qualunque momento del giorno o della notte. Tuttavia, la nausea non è sempre accompagnata dal vomito.
Può verificarsi un eccesso di salivazione legato alla nausea.
La donna può sviluppare anche un maggiore senso dell’olfatto che provoca la nausea verso determinati:

  • Alimenti,
  • Odori.

Questo segno può comparire entro 2-8 settimane dal concepimento.
Alcune donne sentono anche il bruciore di stomaco. Se la nausea è forte e si verifica insieme al vomito, bisogna evitare la disidratazione.

I ricercatori non sanno la causa esatta della nausea in gravidanza, ma concordano che dipenda dagli ormoni.
In particolare, alcuni studi mostrano una correlazione tra il picco di hCG e la nausea gravidica, tra la dodicesima e la quattoridicesima settimana.
Inoltre, questo sintomo è più intenso in alcune malattie o situazioni caratterizzate da un aumento dei livelli di hCG come la gravidanza molare e gemellare.

Fonti: Goodwin T. Nausea and vomiting of pregnancy; an obstretric syndrome. Am J Obstet Gynecol. 2002;186:S184–S189. [PubMed]

Alcuni studi scienfitici hanno valutato il ruolo della prostaglandina E2 nell’origine della nausee in gravidanza perché agisce sulla muscolatura liscia dello stomaco.
Una ricerca di North et al. Ha rilevato dei livelli di prostaglandina E2 superiori nei periodi in cui la nausea e il vomito erano peggiori rispetto ai periodi asintomatici in 18 donne in gravidanza.

Fonti: North RA, Whitehead R, Larkins RG. Stimulation by human chorionic gonadotropin of prostaglandin synthesis by early human placental tissue. J Clin Endocrinol Metab. 1991;73:60–70. [PubMed]

Secondo gli igienisti, la donna non deve mangiare quando sente la nausea nei primi 3 mesi di gravidanza, meglio aspettare che torni l’appetito.
Un calo di peso all’inizio della gravidanza è abbastanza frequente.

 

Stitichezza o diarrea
L’intestino diventa più rilassato a causa delle alterazioni ormonali, la conseguenza è la stitichezza.
Alcune donne possono sviluppare il sintomo contrario, ovvero la diarrea.

Le cause sono:

  • L’aumento del progesterone rilassa la muscolatura liscia (involontaria) in tutto il corpo, compresi i muscoli della peristalsi intestinale, cioè quelli che muovono il cibo nell’intestino. Ciò significa che il cibo scorre più lentamente.
  • L’utero diventa più grande e pesante per la presenza del bambino e preme sull’intestino.
  • Gli integratori di ferro possono favorire la stitichezza

È fondamentale fare molto movimento e mangiare alimenti ricchi di fibra (frutta, verdura cruda, patate, noci, mandorle, nocciole, legumi, ecc.).

Minzione frequente
I cambiamenti causati dall’ormone gonadotropina corionica umana (hCG) provocano la minzione frequente.
Gli ormoni rilassano la muscolatura della vescica e questo limita la capacità di trattenere le urine.
Un altro motivo per cui si urina spesso durante la gravidanza è la crescita dell’utero che preme sulla vescica (soprattutto nel terzo trimestre).
Questo provoca il riempimento più veloce della vescica e fa andare in bagno più frequentemente.
Questo sintomo è più frequente:

  • Nei primi 3 mesi,
  • Nel terzo trimestre.

Voglie/avversioni di cibo
La maggior parte delle donne desidera determinati prodotti alimentari prima del ciclo e nelle fasi successive della gravidanza. Tuttavia, alcune donne possono sentire delle voglie di cibo anche durante le prime fasi, scambiandole per un sintomo della sindrome premestruale.
D’altra parte, le avversioni alimentari si notano durante le fasi iniziali della gravidanza, soprattutto verso i:

  • Prodotti lattiero-caseari,
  • Pesce,
  • Cibi fritti.

Secondo gli psicologi, le voglie significano solo bisogno di attenzioni.

 

Quando iniziano i sintomi della gravidanza?

Entro una settimana dal concepimento (circa una settimana prima del ciclo) si manifestano i primi sintomi della gravidanza, ma i tempi sono diversi per ogni donna.
A volte i sintomi vanno e vengono (per esempio si sentono a giorni alterni), anche se la gravidanza sta procedendo bene.
Inoltre, alcune donne non hanno sintomi anche se sono incinte.
Normalmente, le donne attendono l’assenza delle mestruazioni per confermare i risultati.
Questo sintomo compare entro 2 settimane dal concepimento.

Beta hCG nel sangue e nelle urine
Anche se le analisi del sangue e delle urine sono abbastanza accurati per validare i risultati nei primi giorni (entro una settimana), si consiglia sempre di attendere almeno 20 giorni per avere dei risultati affidabili.
Si verifica un marcato aumento del livello di gonadotropina corionica umana (Beta hCG) che raggiunge la concentrazione di 25 mIU/ml durante la prima e la seconda settimana.
La presenza di questo ormone nel sangue e nelle urine conferma la gravidanza.
Inoltre, i cambiamenti fisici che attraversa il corpo della donna sono causati dalla secrezione di grandi quantità di hCG e progesterone durante la gravidanza.

 

I primi sintomi di gravidanza

Il primo segno di gravidanza è l’amenorrea.
Si sentono anche dei sintomi simili alla Sindrome premestruale, tranne la nausea e il vomito.
Questi rappresentano alcuni dei segni più evidenti della gravidanza dopo un mese.

Il dolore al seno, i capezzoli gonfi, l’areola più scura sono alcuni cambiamenti fisici che si evidenziano durante la prima e la seconda settimana di gravidanza.
Durante la seconda e la terza settimana, la mucosa uterina si espande e si possono avere dei crampi nella parte inferiore del corpo, soprattutto:

  • Nelle gambe,
  • Nell’addome.

 

Segni della gravidanza durante l’utilizzo della pillola anticoncezionale

Una donna può rimanere incinta anche quando utilizza gli anticoncezionali.
Questo può succedere per vari motivi, ad esempio:

  • Se non si seguono correttamente le indicazioni d’uso (si dimentica di prendere una pillola),
  • Si soffre di vomito o diarrea, in questi casi la pillola può non essere assorbita correttamente,
  • Si prendono dei farmaci che riducono l’effetto contraccettivo, per esempio l’antimicotico (come il fluconazono) o gli antibiotici (come l’azitromicina).

Quando una donna rimane incinta durante l’assunzione della pillola i sintomi della gravidanza non sono diversi da una normale gravidanza.

I primi segni sono facili da riconoscere, soprattutto se non è la prima gravidanza della donna.
Tuttavia, è importante notare che durante ciascuna gravidanza i sintomi sono diversi.
In una gravidanza la donna può soffrire di nausea, mentre nell’altra non si verifica questo sintomo.

Tra gli altri sintomi ci sono:

  • Mestruazioni più leggere
  • Dolore al seno
  • Crampi addominali
  • Stanchezza
  • Minzione frequente
  • Voglie di cibo

 

2 thoughts on “Primi sintomi della gravidanza

  1. Antonia, effettivamente sono sintomi aspecifici, potrebbe essere semplicemente un indigestione o qualcosa che hai mangiato.
    Se hai altri sintomi gastrointestinali come diarrea probabilmente non dipende dalla gravidanza.
    Ti consiglio di provare anche la febbre, non dimenticare che fino a 37° è normale.
    E’ importante sapere anche se soffri ogni tanto di questi sintomi.

    In ogni caso, adesso il test dev’essere positivo per forza, l’unico consiglio da darti è quello di ripeterlo.

  2. Salve a tutti,
    Ho bisogno di aiuto. Circa una settimana prima del ciclo ho avuto perdite rosa, ho fatto il test ed era negativo. Il 7 settembre ho avuto il ciclo che e stato molto scarso. Da un paio di giorni ho mal di testa, nausee e un gonfiore al basso ventre. Secondo voi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code