Pancia dura

INDICE


 
La pancia dura durante la gravidanza
La sensazione di rigidità nella pancia non è il segno di una possibile gravidanza.

Tuttavia, se una donna ha l’addome duro al tatto dopo 2 – 2,5 mesi dall’ultimo ciclo mestruale si consiglia di fare un test di gravidanza.

In realtà la pancia non diventa dura in questo periodo ma è l’utero (la zona del basso ventre) che cresce e si sente rigido.
Intorno alla 20° settimana l’organo raggiunge l’ombelico e si riesce a sentire quando si palpa delicatamente la zona.
La sensazione di pancia dura e gonfia si sente soprattutto la sera o la notte dopo mangiato, a volte anche quando si cammina molto

Pancia dura

La rigidità addominale è una causa di preoccupazione in una donna incinta perché l’indurimento del ventre provoca dolore.
Di seguito si elencano le principali cause.


 

Cause di pancia dura durante la gravidanza

Durante il secondo trimestre, l’utero si trova tra l’osso pubico e l’ombelico.
Il feto cresce all’interno dell’organo e lo allarga creando più spazio.
L’utero aumenta di dimensione e inizia a premere contro le pareti dello stomaco causando una sensazione di rigidità.
Questo sintomo peggiora nel terzo trimestre fino agli ultimi giorni di gravidanza.
Oltre alla crescita dimensionale, ci sono altri fattori che provocano questa patologia.

L’amniocentesi è un prelievo di liquido amniotico dall’utero che si effettua tra la 15° e la 17° settimana.
Dopo aver fatto questo esame la pancia può essere dura e dolente.

Fino alla fine della ventunesima settimana, lo scheletro del bambino è “gommoso”.
Nella ventiduesima settimana le ossa si sviluppano e si induriscono.
Questo aumento della rigidità ossea del bimbo causa l’indurimento dell’addome.

I calci del bambino (movimenti fetali) possono provocare le contrazioni uterine.

Alla fine della gravidanza, le contrazioni provocano la pancia dura.


 

L’addome duro all’inizio della gravidanza

Concluse le prime settimane di gravidanza (fino alla trentesima circa) è normale che si irrigidisca la zona intorno al ventre.
Questo sensazione durante il periodo di attesa è molto frequente.
In alcune pazienti questo sviluppo si ha tra il completamento dell’ottava e la dodicesima settimana.

Durante la gravidanza, l’utero si dilata. Il nostro organismo risponde allo stiramento e dilatazione con una contrazione della muscolatura dell’organo, che non dev’essere scambiata con le contrazioni del travaglio.
E’ una reazione normale e fisiologica, quindi non bisogna preoccuparsi.
Si può avere una sensazione di contrattura dolorosa costante, oppure una contrazione sporadica che si verifica solo in alcune situazioni, per esempio dopo un lungo periodo in piedi.

La vescica piena può rendere la pancia ancora più dura, soprattutto al mattino.
L’ingrossamento della pancia dipende anche dal tipo di corporatura della madre.
Se la futura mamma è magra, si può sentire l’utero dopo solo una o due settimane di gravidanza.
Se la donna è più grassa, l’utero si sente dopo la terza settimana.
L’organo diventa “compatto” solo durante il travaglio o quando iniziano le contrazioni.
La ginecologa può prescrivere la vasosuprina che è un farmaco per evitare il parto pretermine in caso di contrazioni e pancia dura in anticipo.
Durante le ore che precedono il parto non si può fare molto per alleviare la sensazione di male ma è una fase temporanea.


 

Pancia dura durante il ciclo mestruale e la menopausa

Tra i sintomi della sindrome premestruale (dolore al seno, ai glutei, al basso ventre, ecc.) c’è anche la pancia dura e gonfia tutto il giorno.
Questo sintomo inizia alcuni giorni prima del ciclo e scompare appena arrivano le mestruazioni, è più grave in caso di ritardo.

Durante la menopausa è normale avere la pancia gonfia perché il metabolismo rallenta e si accumula il tessuto grasso a livello addominale.


 

Cause della pancia dura nell’uomo

Gas derivante da eccesso di cibo
Mangiare molto è una cause della pancia gonfia.
Lo stomaco è pieno dopo aver mangiato e causa l’addome rigido.
L’eccesso di cibo causa indigestione e crea gas intestinali (meteorismo).
Lo stomaco digerisce facilmente piccole quantità di cibo.
Le persone che mangiano molto possono sviluppare l’obesità.
Si consiglia di cambiare le cattive abitudini il prima possibile.

Trattamento
Il trattamento è molto semplice. La persona deve mangiare meno.
Finché il corpo non digerisce, si consiglia il riposo.

Dieta ricca di fibre
Una dieta ad alto contenuto di fibre causa gonfiore addominale. Quando si inizia a seguire una dieta, si sente subito questo sintomo; si consiglia di rivedere con l’aiuto di un nutrizionista le quantità di fibra che si vogliono assumere nella dieta.

Cura
Si deve ridurre il contenuto di fibre per un certo periodo e aumentarlo gradualmente in modo da non gonfiare lo stomaco.

Aerofagia
L’aerofagia si sviluppa nei seguenti casi:

  • Quando si ingoia troppa aria mentre si mangia,
  • Quando di bevono bevande gassate,
  • Quando si fuma.

Rimedi
I rimedi naturali per l’aerofagia sono i seguenti:

  • Evitare di parlare mentre si mangia (questo ridurrà la quantità d’aria ingerita dallo stomaco),
  • Non bere le bevande gassate,
  • Smettere di fumare,
  • Limitare gli alimenti che producono gas intestinali.

Lattosio e intolleranza al fruttosio
Le allergie alimentari o l’intolleranza al lattosio o al fruttosio causano il gonfiore nello stomaco.
A volte anche la presenza del verme solitario può causare la pancia dura oppure gonfia e molle.

Trattamento
Le persone intolleranti al lattosio devono evitare gli alimenti con queste sostanze.
Quando l’allergia a determinati cibi causa problemi alla pancia si consiglia di evitarli. Se si sospetta l’infestazione del verme solitario consultare il proprio medico di base il prima possibile.

Costipazione o stitichezza
La costipazione è una delle cause principali della pancia dura, soprattutto a sinistra dove si trova l’ultima parte del colon e il sigma (parte finale dell’intestino crasso).
Si può verificare per diversi fattori:

  • Problemi fisiologici,
  • Cattive abitudini alimentari,
  • Dieta scarsa di fibre,
  • Bere poco,
  • Gravidanza,
  • Eccesso di cibo,
  • Inattività.

Rimedi
Contro la stitichezza si consiglia di aumentare le fibre nella dieta.
Per combattere la costipazione si consiglia anche di bere molto.
Bisogna cambiare la dieta e mangiare molta frutta (arancia, banana, fragole), legumi, noci e verdure.

Sindrome dell’intestino irritabile
La sindrome dell’intestino irritabile (IBS), oltre a irrigidire il ventre, provoca le seguenti patologie:

Trattamento
Per alleviare lo stress dell’IBS si possono provare i seguenti rimedi:

  • Cambiamento della dieta,
  • Assunzione di lassativi,
  • Il medico può prescrivere dei farmaci antispasmodici, per esempio il buscopan.

 

Pancia dura,stomaco gonfioAltri fattori che causano la pancia dura sono i seguenti:

Raramente, lo stomaco gonfio dopo il pasto può essere facilmente evitato seguendo un programma alimentare quotidiano sano e disciplinato e una dieta equilibrata, ricca di fibre e di liquidi.
Questo evita la maggior parte dei problemi che provocano indigestione e meteorismo.


 

Cause dello stomaco gonfio nei bambini

Esistono molte cause che provocano la pancia dura nei bimbi e nei neonati.
I sintomi di queste patologie sono il dolore e il fastidio addominale.

Appendicite
L’appendiciteè patologia che si verifica nei bambini e negli adulti.
Un ragazzo con questa patologia presenta i seguenti sintomi:

Celiachia
La celiachia è una malattia che significa intolleranza al glutine.
Questa patologia causa una lesione del rivestimento interno dell’intestino tenue, che non riesce ad assorbire le sostanze nutritive.
I sintomi più frequenti in un bambino celiaco sono la diarrea e i dolori addominali.

Costipazione
Spesso, i bambini bevono poca acqua, la conseguenza è la formazione di feci dure che sono difficili da espellere.
Una dieta non adatta è un’altra causa di costipazione.

Infezione da giardia
L’infezione da giardia si sviluppa dopo aver ingerito acqua contaminata o per contatto con una persona infetta.
I sintomi della malattia sono i seguenti:

Indigestione
Spesso, i bambini mangiano senza masticare abbastanza.
Il cibo non si digerisce bene e si verificano degli accumuli di alimenti non digeriti nell’intestino e rigidità addominale.

Intolleranza al lattosio
Quando sono molto piccoli, alcuni bambini possono sviluppare intolleranze al lattosio o a qualsiasi altro tipo di allergia alimentare.
I sintomi di queste malattie sono le seguenti: